Archivi categoria: Weekend 1 – 2 gg

MAREMMA IN FATTORIA e SPETTACOLO DEI BUTTERI! MASSA MARITTIMA, splendido borgo. I BORGHI DEL TUFO: Sovana, Sorano, Pitigliano. MINICROCIERA alle isole GIGLIO e GIANNUTRI

MAREMMA IN FATTORIA e SPETTACOLO DEI BUTTERI! MASSA MARITTIMA, splendido borgo. I BORGHI DEL TUFO: Sovana, Sorano, Pitigliano. MINICROCIERA alle isole GIGLIO e GIANNUTRI


3 GIORNI
20 aprile 2019 – 22 aprile 2019


PROGRAMMA20/04/2019 – PARTENZA / MASSA MARITTIMA / GROSSETO / SPETTACOLO CON I BUTTERI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MASSA MARITTIMA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e visita con guida. È una stupenda cittadina ricca di interessanti testimonianze artistiche medievali. Di probabile origine etrusca, la città conserva molti monumenti del suo periodo più florido, che può essere fatto iniziare dalla metà del IX secolo. Si potranno ammirare: il Palazzo dell’Abbondanza (1265) caratterizzato da tre arcate ogivali, esso era il deposito del grano della città, sotto è la fonte pubblica dove recentemente è stato riportato alla luce un affresco di cui si erano perse le tracce; una delle piazze più belle della Toscana, la piazza Garibaldi, dove si affacciano innumerevoli edifici medievali di pregio e dov’è il monumento in assoluto più bello e importante di Massa Marittima, il Duomo, dedicato a San Cerbone, è uno dei più belli esempi di architettura romanico-gotica, fu costruito a partire dalla prima metà del XIII secolo; l’edificio medievale della Zecca, dove nel XIV secolo il comune di Massa Marittima coniò le proprie monete; piazza Matteotti, centro della Città Nuova, qui sono alcune opere di fortificazione come la Torre del Candeliere; ecc.. Trasferimento in Fattoria dove uno dei titolari presenta l’azienda. Breve visita all’antico frantoio a macine, situato nella casa padronale, uno dei pochissimi ancora oggi funzionanti. Potrete conoscere gli antichi attrezzi agricoli aziendali esposti in un museo all’aperto. Farete conoscenza con i Butteri della Fattoria che vi racconteranno del loro antico mestiere, vi presenteranno i loro cavalli veri amici e compagni di vita, vi spiegheranno l’utilizzo dei loro attrezzi da lavoro, vi dimostreranno, nel “mandriolo” qualche attività con il bestiame (vacche maremmane) e vi accompagneranno in un a viista all’interno dell’azienda. Piccolo spettacolo con i Butteri. Pranzo in fattoria. In serata, sistemazione in Hotel nei dintorni. Cena e pernottamento

21/04/2019 – PORTO SANTO STEFANO / MINICROCIERA GIGLIO E GIANNUTRI
Prima colazione in Hotel e trasferimento a PORTO SANTO STEFANO. Alle ore 09:30 incontro con la guida, imbarco sul battello per una minicrociera alle ISOLE DEL GIGLIO e GIANNUTRI. Costeggiando il promontorio, si naviga verso Giannutri che si raggiunge dopo circa un’ora di navigazione. Sosta con tempo libero a disposizione e possibilità di bagno nelle incantevoli acque dell’isola. Pranzo a bordo, cucinato espresso e servito ai tavoli in vassoi, con bevande incluse. Partenza per l’isola del Giglio e attracco a Giglio Porto, con possibilità di bagno nelle vicine spiagge, passeggiata a Giglio Porto: unico Porto dell’isola, piccolo e pittoresco, dalle case multicolori ed il mare di una limpidezza impensabile per un porto riesce a conciliare, le esigenze commerciali con quelle turistiche. Costruito per la prima volta dai Romani, rimase tale per circa 18 secoli, poi ampliato nel 1796, e nel 1979 in seguito ad una mareggiata eccezionale. Sulla sua sinistra si trova la Torre del Saraceno costruita nel 1596 per volere di Ferdinando I di Toscana, e poco oltre, La Caletta del Saraceno, dove, a pelo d’acqua, si distinguono bene, le mura della cetaria per l’allevamento delle murene e parte dell’imponente Villa Romana (I-II sec. d.C.) dei Domizi Enobarbi, i cui resti sono stati, in passato, in gran parte inglobati nel centro abitato. Rientro a Porto Santo Stefano per le ore 18:30 circa. Tutti gli orari di rientro a bordo, saranno comunicati dal Comandante. Rientro a Porto Santo Stefano. Cena e pernottamento in Hotel.

22/04/2019 – PITIGLIANO / SOVANA / SORANO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Partenza alla volta della zona dei “borghi del tufo”: Pitigliano, Sovana e Sorano. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Il pranzo sarà in ristorante. PITIGLIANO è un pò di tutto: Città del Tufo, Città del Vino e dell’ Olio, e pure uno deI “Borghi più belli d’ Italia”. Ogni vicolo del centro storico mostra chiaramente la struttura medioevale delle vie e delle case, ma a destare particolare interesse è il sottosuolo del paese, un’ autentica seconda città attraversata da vicoli intercomunicanti, pozzi su più livelli, tombe e colombari. Pitigliano è nota anche come la “Piccola Gerusalemme”, in quanto già in epoca feudale ha ospitato una rilevante comunità ebraica (attualmente composta da poche persone). A pochi chilometri da Pitigliano appare SOVANA, una piccola meraviglia architettonica. Sembra impossibile che un borgo così piccolo, attraversato da una sola strada, sia stato un tempo una città, sede principale di una vasta contea, luogo natale di un Papa. Poco distante le necropoli e le celebri tombe etrusche, come la Tomba di Ildebranda e la Tomba della Sirena. A chiudere il cerchio SORANO il più antico dei “borghi del tufo”: un nido d’ aquila arroccato su un alto sperone di roccia vulcanica chiamato Sasso Leopoldino, in precario equilibrio tra roccia e fitta vegetazione. Tutt’ intorno, tra Pitigliano, Sovana e Sorano, le vie cave: un labirinto di camminamenti rupestri tracciati dagli Etruschi scavando per circa venti metri la roccia, lunghi circa un chilometro e larghi tre metri. Verso le ore 18,30, inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 395,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa, dal pranzo del 20/4 al pranzo del 22/4– Le bevande ai pasti – Spettacolo con i Butteri – Pranzo in fattoria – Guida per le visite, come da programma – Minicrociera Giglio / Giannutri
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – La cena del 22/4 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: € 50,00
QUOTA D’ISCRIZIONE: €. 20.00 (include assicurazione medico, bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

LA SICILIA DELLE MERAVIGLIE: Cefalù, Palermo, Monreale, Trapani, Erice, Marsala, Mothia, Mazara del Vallo, Selinunte, Valle dei Templi, Enna, Piazza Armerina, Taormina e Randazzo

LA SICILIA DELLE MERAVIGLIE: Cefalù, Palermo, Monreale, Trapani, Erice, Marsala, Mothia, Mazara del Vallo, Selinunte, Valle dei Templi, Enna, Piazza Armerina, Taormina e Randazzo


9 GIORNI
19 aprile 2019 – 27 aprile 2019


PROGRAMMA19/04/2019 – PARTENZA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 23:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di CEFALU’.

20/04/2019 – CEFALU’ / PALERMO
Soste di ristoro lungo il percorso. Arrivo alle ore 15:30 circa, incontro con la guida e visita. CEFALU’ sorge su un promontorio di incomparabile bellezza, sulla costa tirrenica della Sicilia, adagiata fra una rupe scoscesa sul mare e una splendida spiaggia di sabbia finissima. Visita alla Cattedrale: voluta da Ruggero II nel 1131, l’imponente costruzione, una delle più insigni testimonianze dell’architettura siciliana di età normanna, domina come superbo scenario la piazza principale. Trasferimento a PALERMO. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

21/04/2019 – PALERMO / MONREALE
Pensione completa. Incontro con la guida e giornata, dedicata alla visita di PALERMO. Bella città di aspetto in prevalenza barocco nel centro storico, in fondo al golfo omonimo, al margine della famosa Conca d’Oro; è centro turistico tra i principali d’Italia per la dolcezza di clima, rigoglio di giardini, bellezza e singolarità di monumenti. Si potranno ammirare: Piazza Vigliena, detta “i Quattro Canti”; Piazza Pretoria, occupata quasi interamente dalla monumentale “fontana Pretoria”; la Cattedrale, nel cui interno sono custodite le famose Tombe Imperiali e Reali; il Palazzo dei Normanni e la Cappella Palatina; S. Giovanni degli Eremiti, l’ex chiesa, uno dei monumenti più significativi della Palermo normanna, fu eretta nel 1132 da maestranze arabe per volere di Ruggero II; Villa Giulia, magnifico giardino all’italiana; ecc.. Nel corso della giornata è prevista l’escursione a MONREALE, ridente cittadina sopra un terrazzo dominante la valle dell’Oreto e la Conca d’Oro; è la più frequentata meta dei dintorni di Palermo, grazie al suo superbo Duomo e ai panorami. Arrivo e visita al Duomo: è il capolavoro dell’arte siciliana nel periodo normanno, sull’alto delle pareti sfolgorano i mosaici, eseguiti alla fine del sec: XII e la metà del XIIi, raffigurano il ciclo del Vecchio e del Nuovo Testamento, con scritte in latino e in greco.

22/04/2019 – TRAPANI / ERICE
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata. TRAPANI: si staglia come uno sperone sul mare, prevalentemente moderna ma conserva alcuni edifici barocchi di rilievo come la Cattedrale ed il Santuario dell’Annunziato di epoca precedente. L’artigianato locale si espresse ai massimi livelli nella lavorazione del corallo; opere preziose, veri capolavori, sono oggi esposti all’interno del Museo Nazionale Pepoli. ERICE: il centro storico caratterizzato da stretti e sinuosi vicoli nei quali si affacciano bellissimi cortili, conserva intatto il fascino di un antico borgo medievale animato da botteghe di artigianato tipico di ceramiche finemente decorate, tappeti variopinti tessuti a mano e di tradizionali dolci a base di mandorla e frutta candita. In serata, sistemazione in Hotel in zona Marsala/Selinunte. Cena e pernottamento.

23/04/2019 – MARSALA / MOTHIA / MAZARA DEL VALLO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata. Breve visita di MARSALA: nota soprattutto per la produzione del vino “marsala”, punta estrema occidentale della Sicilia la città sorge su Capo Boeo, con vista sulle isole Egadi e sulle isole dello Stagnone. Nel porto porto avvenne uno sbarco importante per la storia della città: quello di Giuseppe Garibaldi che, sbarcando a Marsala l’11 maggio 1860 con i suoi leggendari Mille, decise di iniziare proprio da qui l’unificazione dell’Italia. L’ISOLA DI MOTHIA: fondata dai Fenici nel sec. VIII, fu distrutta dai siracusani nel 397 a.C. e fu una colonia importantissima per i commerci fenici. Sorge al centro della Laguna dello Stagnone, di fronte a Marsala, e si raggiunge in barca dalle vicine saline. resti archeologici, il piccolo Museo archeologico, ma soprattutto il contesto ambientale, la rendono un luogo unico. MAZZARA DEL VALLO: Il vecchio centro storico, un tempo racchiuso dentro le mura normanne, include numerose chiese monumentali, alcune risalenti all’XI secolo. Presenta i tratti tipici dei quartieri a impianto urbanistico islamico tipico delle medine, chiamato Casbah, di cui le viuzze strette sono una specie di marchio di fabbrica.. Visita del MUSEO DEL SATIRO DANZANTE: Il Satiro Danzante di Mazara del Vallo è l’emblema della bellezza mediterranea, esempio del patrimonio sommerso recuperato nel canale di Sicilia. Il Museo del Satiro, oltre al capolavoro di Prassitele, espone reperti provenienti dalle acque del canale di Sicilia. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.
24/04/2019 – SELINUNTE / VALLE DEI TEMPLI
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata. Attina visita di SELINUNTE : Una gemma preziosa, armoniosa sintesi di storia, cultura e sicilianità. Storia millenaria, culla degli eroi omerici, dimora dei Giganti e degli Dei: vivi il Mito, respira a pieni polmoni la Leggenda. Nel pomeriggio trasferimento ad AGRIGENTO, LA VALLE DEI TEMPLI: l’antica Akragas, la più famosa area archeologica siciliana dominata dai Templi in stile dorico; qui l’arte greca ha creato un insieme architettonico di bellezza sorprendente e di impareggiabile suggestione. Stupendi sono i vari templi disseminati nella vallata, quali: il bellissimo tempio della Concordia, il tempio di Ercole, l’enorme tempio di Giunone, le rovine del santuario delle divinità Ctonie che ha al centro i resti del tempio di Castore e Polluce. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

25/04/2019 – PIAZZA ARMERINA / ENNA
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata. PIAZZA ARMERINA con la villa romana del Casale, villa tardo-romana che dal 1997 fa parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. I mosaici, di una ricchezza e di una varietà unica al mondo, ne fanno una gemma inestimabile nella storia dell´arte. Molte delle sale della residenza presentano il pavimento con mosaici figurati in tessere colorate. Le differenze stilistiche fra i mosaici dei diversi nuclei sono molto evidenti. Questo, tuttavia, non indica necessariamente un’esecuzione in tempi diversi, ma probabilmente maestranze differenti, che mediavano eredità alessandrine e tendenze siriache utilizzando vari “album di modelli”. ENNA: nota come la località situata più in alto d’Italia e d’Europa per via dell’altitudine del centro abitato che tocca i 970 metri sopra il livello del mare, è conosciuta anche con la denominazione romana “Urbs Inexpugnabilis” a causa della sua difficoltà nell’essere espugnata, ha vissuto un passato glorioso dei quali porta traccia nei suoi monumenti più importanti. La “Balata”, ovvero l’antico centro della vita economica e sociale della città, la Chiesa e il convento di San Marco, Piazza Umberto I e il Teatro Garibaldi in stile neoclassico, l’antico campanile gotico di San Giovanni, Piazza Garibaldi, su cui si prospettano il Palazzo del Governo e l’edificio della Provincia, Palazzo Pollicarini, edificio Barocco tra i più importanti della città. In serata, sistemazione in Hotel in zona ionica, cena e pernottamento.

26/04/2019 – RANDAZZO / TAORMINA
Prima colazione in hotel. Escursione in trenino “CircumEtnea” risalendo la Valle dell’Alkantara sul versante nord del vulcano Etna, zona di produzione del vino Etna doc, si raggiungerà Randazzo. La cittadina nel 1300 fu scelta da federico II d’Aragona come residenza estiva, nel 1332 divento Ducea, assumendo una suggestiva atmosfera medievale che ancora oggi si respira anche per la presenza di chiese e palazzi con portali e stipiti incorniciati dal nero della pietra lavica. Pranzo in ristorante. Il pomeriggio sarà dedicato a TAORMINA, la perla del mediterraneo, la famosa caratteristica cittadina che dall’alto di uno sperone roccioso, domina uno scenario di incomparabile bellezza. Si potranno ammirare: il Teatro greco-romano costruito in posizione scenografica, il Duomo, Corso Umberto, il quattrocentesco Palazzo Corvaia, le stradine medioevali, hanno reso la città tappa obbligata per tutti i viaggiatori. Trasferimento in hotel per la cena ed il pernottamento.

27/04/2019 – RIENTRO
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata al viaggio di ritorno. Soste lungo il percorso per ristoro e per i pasti liberi. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 875,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotels 3 Stelle Superior (7 notti) in camere doppie con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 20/4 alla prima colazione del 27/4 – Guida per tutte le visite, come da programma – Passaggio marittimo Villa San Giovanni / Messina – Battello a/r per Mothia – Trenino “CircumEtnea” – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 20/4, i pasti del 27/4 – Eventuali tasse di soggiorno, da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 170,00

QUOTA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medico, bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

 

LA LIGURIA, paesaggi mozzafiato in una regione unica dalle mille attrattive. BORDIGHERA e DOLCEACQUA, sulle tracce di monte. SANREMO/ CERVO / ALASSIO e… PRINCIPATO DI MONACO e MENTONE

LA LIGURIA, paesaggi mozzafiato in una regione unica dalle mille attrattive. BORDIGHERA e DOLCEACQUA, sulle tracce di monte. SANREMO/ CERVO / ALASSIO e… PRINCIPATO DI MONACO e MENTONE


5 GIORNI
19 aprile 2019 – 23 aprile 2019


PROGRAMMA19/04/2019 – PARTENZA / GENOVA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 00,30. Incontro con il pullman e partenza alla volta della Liguria. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo a GENOVA , incontro con la guida e mattina dedicata alla visita. Genova è una città di mare, attiva e solare, intrisa di odori, di suoni, di sentimenti. Sviluppatasi intorno al suo porto, è la città dei pescatori, dei mercanti, è la patria dei genovesi scontrosi ma grandi di cuore. Antica città marinara, mantiene intatto il centro storico più grande d’Europa, nel quale si mescolano le chiese medioevali ed i palazzi rinascimentali, la popolazione locale e gli immigrati, i manager in giacca e cravatta e le prostitute, proprio come in un grande bazar di cultura e stili di vita. Data la sua peculiarità e unicità al mondo, nel luglio 2006 è entrata a far parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Pranzo libero. Pomeriggio visita all’ACQUARIO. E’ una struttura lunga più di 250 metri disposta su quattro piani, due dei quali sono sotto il livello del mare fino ad una profondità di 7 metri. E’ stato ulteriormente ampliato integrando la “Grande Nave Blu” e all’ingresso, nella sala d’accoglienza, si può ammirare la “Vasca del molo antico che è una fedele ricostruzione di una banchina del Porto Antico genovese risalente al XV secolo, dove nuotano le specie più tipiche degli ambienti costieri liguri. All’interno si evidenziano particolarmente quattro grandi vasche, visibili da entrambi i piani espositivi: quella delle foche, della barriera corallina, quella degli squali e dei delfini. Quest’ultima è a cielo aperto per permettere agli animali di salire in superficie, respirare e saltare a piacimento. Grazie alle 70 vasche espositive e 600 differenti specie acquatiche presentate nel loro ambiente è l’Acquario che rappresenta la maggiore varietà di ecosistemi in Europa Trasferimento in zona Sanremo, sistemazione in Hotel,cena e pernottamento.

20/04/2019 – SANREMO / PRINCIPATO DI SEBORGA
Prima colazione in Hotel. Guida per l’intera giornata. SANREMO: è la più importante stazione climatica invernale della Riviera di Ponente e una delle più famose d’Europa. E’ una città essenzialmente moderna, un polo turistico di primaria importanza, dotato di un’imponente attrezzatura ricettiva, un importante mercato floricolo e un centro di divertimenti e di manifestazioni di grande richiamo. Si potranno ammirare: Corso Imperatrice, la più elegante e frequentata passeggiata, tutta a palme; la Villa Comunale, bel giardino pubblico; La Pigna, nome della città vecchia, che sta abbarbicata alle pendici di una dorsale e conserva ancora l’aspetto medioevale; il famoso Casinò; ecc.. Partenza per il PRINCIPATO DI SEBORGA: il piccolo comune, situato sulle colline della Liguria di Ponente al confine con la Francia, si dichiara, ancora oggi, principato indipendente: ha il suo re, le sue leggi e batte perfino moneta. Per lo stato italiano, ovviamente, tale principato non esiste e non è riconosciuto, eppure girando per le viuzze del paese si respira ancora l’atmosfera del passato: si incontrano le guardie della polizia municipale dotate di pittoresche uniformi e chi lo desidera può richiedere il passaporto o la patente di guida recanti i timbri del principato. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.

21/04/2019 – PRINCIPATO DI MONACO / MENTONE
Prima colazione in Hotel e pranzo in ristorante. Trasferimento a MONACO e visita con guida per l’intera giornata. Centro turistico e culturale di risonanza internazionale in cui dominano eleganza, tranquillità e fascino. Sorge sulla sommità di un promontorio a picco sul mare e conserva ancora l’aspetto pittoresco di antica fortezza. Visite: il Palais du Prince, testimone di una tradizione secolare, questo palazzo ubicato in un paesaggio unico, è stato costruito dove una volta sorgeva una fortezza fondata dai genovesi nel 1215; la Piazza del Palazzo ornata ba una batteria di cannoni, offre un panorama unico sul porto e Montecarlo fino alla punta di Bordighera; la Cattedrale costruita nel 1875 in pietra bianca dove anticamente sorgeva una vecchia chiesa del XIII secolo, dedicata a San Nicola, questo edificio romano-bizantino custodisce le tombe dei Principi defunti. A poca distanza dal confine italiano si trova l’allegra e colorata cittadina di MENTONE, una delle mete più visitate della Costa Azzurra. Un paesino arroccato a picco sul mare conosciuto per i suoi giardini, le sue spiagge e i suoi musei. Appena si giunge a Mentone la prima impressione che si ha è quella di entrare in una cartolina. La parte antica della città con le sue case color ocra viene accostata agli edifici colorati e vivaci. Il borgo è famoso anche per i suoi parchi e giardini. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento
22/04/2019 – DOLCEACQUA / BORDIGHERA
Prima colazione in Hotel. Trasferimento a DOLCEACQUA. Guida per l’intera giornata. Dolceacqua è il paesino più pittoresco della Liguria Occidentale. Quando ci si imbatte in quel ponte arcuato sul Torrente Nervia, decorato da salici piangenti sembra di far parte di un’altra regione. La città ligure sembra il modello ideale di borgo medievale: il ponticello sul fiume, la chiesa colorata e una schiera di casette sorvegliate da un castello diroccato. Dolceacqua fu scelta da Monet come scenario di alcuni dei suoi dipinti; uno dei soggetti preferiti dal pittore era proprio il Ponte Romanico. Il borgo è un dedalo di viuzze e case di pietra che si arrampicano fino al Castello Doria. Ma il simbolo di Dolceacqua è il Ponte Vecchio. Ritratto da Claude Monet nel 1884 durante il suo suo soggiorno a Bordighera, il ponte è diventato uno dei simboli del paese.. Trasferimento a BORDIGHERA: è chic ed elegante come i turisti inglesi che la colonizzarono a fine ‘800. Si percorre la via Romana per ammirare la pineta, i muri coperti di bouganville, i grandiosi alberghi in stile liberty, le lussuose ville. La città vecchia vi accoglie con i suoi carrugi e un’alta concentrazione di ottimi ristoranti. Il lungomare offre un panorama che spazia dalla Costa Azzurra a Sanremo e numerosi ristoranti e locali notturni. Molto bello è il Giardino Moreno di Bordighera, che Monet definiva “fantasmagorico” dove «tutte le piante dell’universo sembrano crescervi spontaneamente». In serata rientro in Hotel per la cena, pernottamento.

23/04/2019 – CERVO / LASSIO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Trasferimento a CERVO. Visita guidata del borgo di Cervo, o come viene spesso chiamato Cervo Ligure. Questo borgo a ridosso del mare ha conservato nei tempi le sue caratteristiche medievali ed è ora una vera e propria perla della Liguria apprezzata sia per la sua bellezza architettonica sia per il paesaggio unico che la circonda. Davanti abbiamo il blu e l’infinità del mare, mentre alle spalle il verde delle colline fa da padrone. Il centro storico è rimasto inalterato da secoli ed è praticabile solo a piedi percorrendo le strette viuzze che dal mare salgono fino al promontorio dal quale si erge la maestosa Chiesa di San Giovanni Battista. Trasferimento ad ALASSIO: è diventato uno dei più eleganti centri della Riviera, circondato dal verde, dai fiori dei suoi giardini, dalle splendide ville nella prima collina e caratterizzato dai suoi quasi quattro chilometri di spiaggia di quarzo e calcare finissimo, che scende in mare dolcemente, quasi senza pendenza. Celebre è il “muretto” che conta oggi 1000 piastrelle, divenuto famoso nelle estati ruggenti e grandioso monumento d’ arte, cultura e moda come un immenso album di autografi di personaggi famosi. Partenze per il rientro. Soste lungo il percorso per il ristoro. Arrivo e fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 520,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle (4 notti) in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 19/4 alla prima colazione del 23/4 – Pranzo del 21/04 – Guida come da programma – Le bevande ai pasti – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi (escluso il 21/4) e la cena del 23/4 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.
Supplemento camera singola: € 100,00
DOCUMENTO: Carta di identità valida per l’espatrio e senza timbro di rinnovo


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

LEGOLAND!!! STOCCARDA, la città verde. NEUSCHWANSTEIN, il Castello delle favole. Dal Barocco al Classicismo passando per il Rococò: il Castello di LUDWIGSBURG e il “Giardino delle fiabe”

LEGOLAND!!! STOCCARDA, la città verde. NEUSCHWANSTEIN, il Castello delle favole. Dal Barocco al Classicismo passando per il Rococò: il Castello di LUDWIGSBURG e il “Giardino delle fiabe”

4 GIORNI
19 aprile 2019 – 22 aprile 2019


DESCRIZIONENEUSCWANSTEIN: uno dei simboli della Baviera e della Germania nel mondo. Il “Castello delle favole” per eccellenza, fatto costruire da Re Ludovico II su progetto dello scenografo Christian Jank, Neuschwanstein, situato nel sud della Baviera quasi al confine con l’Austria, domina dall’alto dei suoi 965 metri i paesi di Füssen e Schwangau ed il magnifico paesaggio circostante. Walt Disney lo prese come modello per i castelli di alcuni tra i suoi più celebri film d’animazione (“Biancaneve e i sette nani”, “Cenerentola”, “La bella addormentata nel bosco”). Voluto dal re bavarese Ludwig II fu costruito in stile neoromanico riproponendo lo schema di un castello medioevale tedesco in cui risiedevano i cavalieri. Le sale interne sono riccamente decorate con scene tratte dal mondo delle saghe e leggende medioevali.

LEGOLAND: Legoland Germany è il parco divertimenti a tema Lego più vicino all’Italia; si trova nella zona di Legoland Allee, a pochi pochi chilometri dal centro del comune di Gunzburg, nel sud della Germania. Inaugurato nel 2002 ed ispirato al più antico Legoland Billund presente in Danimanca, Legoland Germany offre oltre 35 attrazioni per tutte le età, da quelle più tranquille adatte ai bambini e alle famiglie a quelle adrenaliniche per gli amanti delle emozioni forti. Una novità è “LEGO NINJAGO WORLD”, una grande area tematica di 7.000 mq che include l’avanzatissima dark ride interattiva 4D “LEGO NINJAGO The Ride”. Al centro del parco divertimenti Legoland di Gunzburg si trova l’area Miniland che ripropone in miniatura alcune ambientazioni di città europee completamente realizzate con mattoncini Lego. Completano l’offerta del parco Legoland in Germania la grande arena per spettacoli, i numerosi ristoranti e l’immancabile e fornitissimo Lego Shop, nel quale è possibile acquistare i colorati mattoncini “a peso” e trovare tutte le confezioni a catalogo. Una delle attrazioni più frequentate è il grande castello, Knights’ Kingdom, dove c’è anche la possibilità di fare un tour a cavallo di un trenino a forma di drago. A differenza di Legoland Billund, nel parco divertimenti Legoland Germany è possibile visitare anche il padiglione Lego Fabrik dove gli Ospiti potranno scoprire da vicino come vengono prodotti e confezionati i famosi mattoncini Lego.

STOCCARDA: Città dalle mille sfaccettature, dominata dalla cultura e dall’identità sveva, Stoccarda offre un centro storico tutto da visitare, facilmente percorribile a piedi grazie ai sentieri pedonali, con monumenti, attrazioni antiche e moderne, piazze e tanto altro. Dalla stazione, si attraversa la lunga Königstraße, strada dello shopping, per arrivare in Schlossplatz, con il Castello Nuovo e i grandi giardini. Imperdibile anche la visita all’altro grande castello, l’Altes Schloss, così come al Museo dell’arte sveva, che conserva reperti, gioielli e monili di particolare pregio. Da vedere Schillerplatz, la piazza dedicata al grande filosofo tedesco, sulla quale affaccia infine la Stiftskirche, bellissima chiesa, costruita ben prima della piazza sulla quale domina, ecc…. Da non perdere il Museo Mercedes Benz che è in assoluto il museo più incredibile mai visto e definirlo un museo dell’automobile è del tutto riduttivo. È un museo che attraverso la storia delle automobili Mercedes Benz riesce ad attraversare la storia di un Paese, la Germania, ma non solo, che riesce a toccare i momenti della Storia come catapultandoli fuori da un libro, ma con un’evidenza e una capacità evocativa davvero rare.

CASTELLO DI LUDWIGSBURG: bellissima cittadina barocca che conserva ancora oggi l’atmosfera di un tempo, culla della poesia sveva e residenza del Re di Württemberg. Il Castello di Ludwigsburg è uno dei più grandi esempi di Barocco meglio conservati in Europa ed offre ai suoi visitatori un viaggio impressionante attraverso i secoli: dal Barocco al Classicismo passando per il Rococò. Nel rigoglioso parco del castello, trova spazio il mondo fantastico del “Giardino delle fiabe”, meta preferita dei visitatori. Passeggiando attraverso gli appartamenti sontuosi, si ha la possibilità di immergersi stili d’epoca: gli interni lussuosi trasmettono lo spirito del Barocco, del Rococò e del Classicismo. Il teatro del castello: è uno dei più antichi d’Europa; la macchineria e le scenografie si sono conservate pressoché intatte.
GIARDINO DELLE FIABE (Castello Ludwigsburg): Una volta superato il cancello in ferro si entra in un angolo incantato, che racconta storie e favole antiche e dove re, principesse, streghe, orchi e animali magici sono di casa. Da Cappuccetto rosso a Cenerentola, dal Principe ranocchio a Pinocchio, dalle Mille e una notte ad Hansel & Gretel e molti altri, i personaggi delle favole più famose affollano in modo interattivo il “giardino delle fiabe”, che offre numerose attrazioni come il trenino delle fiabe, giochi d’acqua e fontane, il recinto con gli animali da accarezzare.

INNSBRUCK: Il simbolo di Innsbruck infatti è il Goldenes Dachl, meglio noto come il Tettuccio d’Oro, particolare rivestimento in tegole di rame dorato presenti sulla facciata del Neuer Hof, l’antica residenza dei Conti del Tirolo. Tra le altre attrazioni della città troviamo anche alcuni monumenti particolari, come la Colonna di Sant’Anna situata nella caratteristica via nota come la Marie-Theresien-Strassedove troviamo anche l’Arco di Trionfo locale. Quest’ultima è anche la strada lungo la quale sono situati alcuni dei principali negozi dell’alta moda dove fare shopping e dove ci sono svariati ristoranti all’insegna della tipica cucina tirolese. ecc..

PROGRAMMA19/04/2019 – PARTENZA / NEUSCHWANSTEIN
Appuntamento dei partecipanti alle ore 00.30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di Fussen. Sosta lungo il percorso per il ristoro e per il pranzo libero. Arrivo a Fussen e visita del Castello di NEUSCHWANSTEIN con guida o audio guida interna. Verso le 16,30 partenza per Gunzburg (o vicinanze), sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

20/04/2019 – LEGOLAND
Prima colazione in Hotel. Pranzo libero. Trasferimento a al parco Lego e giornata libera dedicata al divertimento. Verso le 19,00 rientro in hotel. Cena e pernottamento.

21/04/2019 – STOCCARDA / CASTELLO LUDWIGSBURG/ GIARDINO DELLE FIABE
Prima colazione in Hotel. Visita con guida di STOCCARDA. Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento a LUDWIGSBURG visita del castello e il “Giardino delle fiabe”. Al termine della visita trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
22/04/2019 – INNSBRUCK / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Partenza per INNSBRUCK. Arrivo, tempo a disposizione per shopping e visite libere. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio inizio del viaggio di ritorno. Soste lungo il percorso per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 450,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 19/4 alla colazione del 22/4 – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi e la cena del 22/4 – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Supplemento camera singola: € 105,00

Riduzione 3° letto child (2-12 anni non compiuti): -20%

QUOTA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medico,bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

SPLENDIDO ALTO ADIGE!!! Bolzano e Castel Roncolo, Merano e il Castello Trauttmansdorf, Val d’Ega, Lago di Carezza, Canazei e Selva di Val Gardena, Bressanone e l’Abbazia di Novacella, l’Altopiano del Renon

SPLENDIDO ALTO ADIGE!!! Bolzano e Castel Roncolo, Merano e il Castello Trauttmansdorf, Val d’Ega, Lago di Carezza, Canazei e Selva di Val Gardena, Bressanone e l’Abbazia di Novacella, l’Altopiano del Renon


4 GIORNI
19 aprile 2019 – 22 aprile 2019


PROGRAMMA19/04/2019 – PARTENZA / MERANO / CASTELLO TRAUTTMANSDORF
Appuntamento dei partecipanti alle ore 00:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MERANO. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Il fascino indiscutibile di Merano deriva dai suoi meravigliosi contrasti. Il clima favorevole, ad esempio, grazie al quale nel secolo scorso è stata definita “città di cura” dalla nobiltà mitteleuropea e che consente a piante mediterranee come le palme di crescere prosperose, convive pacificamente con le temperature delle montagne circostanti che in inverno si imbiancano, trasformandosi in comprensori sciistici facilissimi da raggiungere. Il centro, da scoprire passeggiando, alterna edifici liberty, come il Kurhaus, a costruzioni contemporanee come quelle in Piazza Terme, vicoli e porticati pregni di storia dove fare shopping a palazzi ristrutturati che all’interno ospitano gallerie d’arte o interessanti musei. Merano è una città attiva, per chi ama eventi e sport, con infinite opportunità per ogni passione, ma è anche un “paradiso slow”, con le Terme, le numerose passeggiate, i caffè e le pasticcerie con i prelibati, irrinunciabili dolci. L’offerta gastronomica spazia dai ristoranti stellati alle malghe contadine, dalla cucina tradizionale a quella internazionale. Anche se, a colpo d’occhio, quel che più sorprende di Merano è la natura che domina nel pieno centro della città, con il Passirio che l’attraversa, i giardini che la costellano e le montagne che l’abbracciano. Giovani o vecchi, appassionati di botanica o gente comune: i Giardini di Castel Trauttmansdorff affascinano chiunque con l’incantevole intreccio fra natura, cultura e arte. Svariate stazioni multisensoriali, suggestivi giardini a tema, padiglioni artistici ed esemplari del regno animale fanno dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, una realtà quanto mai variegata e affascinante. Al centro dei giardini si erge il castello che il conte Trauttmansdorff, verso il 1850, fece ricostruire su antiche rovine medievali. L’imperatrice Sissi vi trascorse due soggiorni di cura invernali. In serata, sistemazione in Hotel nei dintorni, cena e pernottamento.

20/04/2019 – BOLZANO / ALTOPIANO DEL RENON / CASTEL RONCOLO
Prima colazione in Hotel Intera giornata dedicata alle visite con guida. BOLZANO: è il capoluogo della provincia a autonoma dell’Alto Adige; il suo vecchio nucleo è costituito dal Duomo in stile gotico, dalla stretta e rettilinea via dei Portici, fiancheggiata dalle tipiche case a portici e dalla Piazza delle Erbe che, cinta da caratteristici palazzetti, è il luogo del mercato. CASTEL RONCOLO, il maniero illustrato. Già il sentiero che conduce al castello e che il visitatore deve risalire a piedi, evoca l’epoca medievale. È certo il più splendido dei 40 castelli disseminati nella conca di Bolzano. Edificato nel 1237, è stato più volte ampliato e restaurato e conserva splendidi affreschi che narrano scene di vita cortese, episodi di caccia, tornei cavallereschi e momenti di vita quotidiana, nonchè rappresentazioni delle avventure di Tristano e Isotta. Trattasi del ciclo di affreschi a soggetto profano più grande e meglio conservato del Medioevo. Salita in funivia verso l’ALTOPIANO DEL RENON. Nel cuore dell’Alto Adige, al di sopra del capoluogo della provincia di Bolzano, si estende l’Altipiano del Renon: ben 15 paesi, dai dolci vigneti a valle fino alle vette più alte della catena alpina, offrono svago, cultura e natura da vivere e assaporare. Respirate i grandi spazi che si affacciano su uno dei più bei panorami al mondo. Grazie alla locazione particolarmente soleggiata, questa zona gode di un clima mite d’inverno, mentre l’altitudine media di 1.000 metri al di sopra del livello del mare è ideale per sfuggire alle calde estati cittadine, sicuramente qui si trova il più bel panorama delle Dolomiti patrimonio naturale Unesco. Partenza con lo storico “Trenino del Renon”, inaugurato nel 1907, il trenino a cremagliera del Renon fu uno degli eventi più importanti dell’epoca poiché si riusciva finalmente a raggiungere il capoluogo bolzanino in soli 90 minuti. Visita delle “piramidi di terra del Renon”: rappresentano uno dei più singolari fenomeni geologici diffusi nella provincia di Bolzano. Le loro origini derivano dall’epoca glaciale, periodo in cui la forza esercitata dai ghiacciai causò l’assottigliarsi della roccia, dando vita a lunghe colonne verticali. Esse sono dette “piramidi” e alla loro estremità vi è un masso, spesso definito “cappello” che le protegge dall’erosione. Il loro aspetto, in continua evoluzione, subisce infatti l’influenza costante dei fenomeni atmosferici (pioggia e vento) che favoriscono non solo l’assottigliarsi della piramide ma, con il passare degli anni, il crollo completo, poiché incapaci di sopportare il peso del masso alla loro estremità. Cena e pernottamento in Hotel
21/04/2019 – VAL D’EGA / LAGO DI CAREZZA / CANAZEI / SELVA DI VAL GARDENA
Prima colazione in Hotel. Partenza per VAL D’EGA. La Val d’Ega con i suoi paesi ben esposti al sole, Nova Ponente, Obereggen, Ega, Monte San Pietro, Nova Levante, Carezza e Collepietra è un vero paradiso per chi ama passeggiare lungo i tanti chilometri di stradine e sentieri ottimamente segnalati: dalle gite facili o di media difficoltà attraverso ampi prati in fiore, boschi rinfrescanti e malghe verdi si passa alle più difficili escursioni sulle vie ferrate in alta montagna. LAGO DI CAREZZA: In Val d’Ega, a 6 km di distanza da Nova Levante, si trova un lago alpino con acqua smeralda che grazie ai colori riflessi nella luce del sole viene chiamato anche “Lago dell’Arcobaleno”. Una leggenda racconta che una meravigliosa sirenetta viveva nelle profondità del Lago di Carezza (Karersee), della quale si innamorò il mago Masarè. Per conquistare il suo amore, la strega Lanwerda consigliò al mago di travestirsi da venditore di gioielli e di creare con questi un arcobaleno dal Catinaccio fino al Latemar. Al mago piacque l’idea e fece sì che l’arcobaleno splendesse nei suoi magnifici colori. Ma dimenticò di travestirsi. La sirenetta lo vide quindi e da quel momento in poi sommerse per sempre nel lago e non si fece più vedere. Il mago fu così infuriato, che buttò tutti i gioielli e pezzi dell’arcobaleno nel lago. E proprio per questo, ancora oggi il Lago di Carezza brilla magicamente in tutti i colori dell’arcobaleno. CANAZEI: è senza dubbio uno dei “paesi gioiello” della provincia di Trento, situato in una magnifica conca verdeggiante all’estremità settentrionale della Val di Fassa. Tracce della sua esclusività e della sua storia antica si possono notare sin da subito sia nell’architettura sia ascoltando le conversazioni della gente del posto. SELVA DI VAL GARDENA: Il paese più alto della Val Gardena. Il pittoresco villaggio di Selva si trova direttamente sotto il massiccio del Sella, il massiccio a forma di altipiano che sembra sostenere il cielo. Gli evidenti contrasti si combinano in un’armonia che ogni anno attira innumerevoli visitatori in Val Gardena: La modernità incontra la vita di campagna, lo sport incontra il relax ed un’infrastruttura perfetta si adatta a prati e sentieri paesaggistici. si trova al centro di un paesaggio incantevole: circondata dalle catene montuose delle Dolomiti, patrimonio mondiale dell’UNESCO, Selva di Val Gardena si trova in una valle bellissima. Al termine delle visite rientro in hotel, cena e pernottamento.

22/04/2019 – BRESSANONE / ABBAZIA DI NOVACELLA / RIENTRO
Colazione in hotel e partenza per BRESSANONE. La città nasconde tesori di tutti gli stili: gotici e del rinascimento, barocco, rococò, Biedermeier, come anche del classicismo e stile liberty. E’ la simbiosi perfetta tra il fascino della città più antica del Tirolo con i suoi vicoli pittoreschi e il suo centro storico pieno di vita, i romantici paesi che la circondano e la Plose, montagna che vi conquisterà sicuramente. Il punto d’incontro degli ospiti appassionati di cultura è il centro storico con gli incantevoli portici e le strette viuzze. Numerose chiese e cappelle, in primo luogo il Duomo e il Palazzo Vescovile, testimoniano ancora oggi l’importanza storica della città. Direttamente davanti alle porte del Duomo si trova il cuore dinamico della città, che ostenta i lati migliori: negozi, bar e tipici ristoranti. L’ABBAZIA DI NOVACELLA è una delle opere più significative di tutta la Valle Isarco e comprende il Castello dell’Angelo, la chiesa conventuale tardo barocca, il chiostro gotico, il Pozzo delle Meraviglie, la biblioteca con manoscritti storici unici e la pinacoteca storica. Il complesso conventuale dell’Abbazia di Novacella, tuttora uno dei maggiori del Tirolo, conteneva una collegiata romanica che nel 1742 venne ristrutturata in stile barocco. Davvero unica è la costruzione tondeggiante della Cappella di San Michele, detta “Castello dell’Angelo”, un tempo ospizio e baluardo difensivo dell’Abbazia di Novacella. Nel chiostro gotico si possono ammirare importanti affreschi, mentre sulla fontana del cortile interno sono rappresentate le meraviglie del mondo: l’ottava è proprio l’Abbazia di Novacella. Attirano i visitatori anche la bellezza unica della biblioteca dell’abbazia, in stile rococò, nonché le tele medievali della pinacoteca eseguite da eccellenti maestri, quali Marx Reichlich e Michael e Friedrich Pacher. Il Muro dei Turchi è stato testimone di epoche movimentate. Mulini, impianti idraulici e cantine dimostrano, al contrario, l’importanza assunta dall’Abbazia di Novacella nell’economia del territorio. Attorno all’Abbazia di Novacella si trovano i vigneti più settentrionali dell’Alto Adige che producono famosi vini bianchi, come il Sylvaner, il Müller Thurgau e il Kerner. Al termine Inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 420,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 19/4 alla prima colazione del 22/4 – Bevande ai pasti – Biglietto per la funivia e il Trenino del Renon – Guida per tutte le visite, come da programma – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi e la cena del 3/6 – Tassa di soggiorno, se prevista, da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Supplemento camera singola: € 60,00

QUOTA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medica, bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO