Archivi tag: PORTOVENERE

Gioielli di Liguria.Santa Margherita Ligure e Portofino. LE CINQUE TERRE. Portovenere e Sarzana

Gioielli di Liguria.Santa Margherita Ligure e Portofino. LE CINQUE TERRE. Portovenere e Sarzana


3 GIORNI
09 / 11 Agosto 2019

23 / 25 Agosto 2019


PROGRAMMA

1° giorno – PARTENZA / SANTA MARGHERITA LIGURE / PORTOFINO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta della LIGURIA. Soste di ristoro lungo il percorso. Arrivo e guida per l’intera giornata. Partenza in battello per PORTOFINO. Attorno ad una piazzetta marina, un orlo di case liguri, alte, strette, colorate. In acqua, in stagione, dispendiosissime barche d’ogni bandiere e mondanità; alle spalle, tra i lecci e i pini della collina, le ville dei personaggi famosi…il fascino del luogo è decisamente unico. Si potrà ammirare piazza Martiri d’Olivetta, meglio conosciuta come la “piazzetta”, lungo i suoi lati si succedono negozi e boutique, ristoranti e gelaterie, che proseguono verso il porticciolo. Escursione in barca a SAN FRUTTUOSO (mare permettendo) Tra Camogli e Portofino, in una profonda insenatura nella frastagliata costa del Promontorio di Portofino, sorge la celebre abbazia di San Fruttuoso di Capodimonte nell’intatto borgo marinaro omonimo. Dopo la prima frequentazione monastica, il complesso fu umile abitazione per pescatori, spesso covo di pirati, poi proprietà per secoli dei Principi Doria: un luogo assolutamente unico, dove l’opera dell’uomo si è felicemente integrata con quella della natura. Rientro a SANTA MARGHERITA LIGURE e visita: tra le mete turistiche più classiche ci sono nomi che evocano paesaggi naturali incontaminati ed altri che devono la loro fama, invece, al fascino delle loro costruzioni, al loro particolare stile di vita. Santa Margherita non appartiene né all’una né all’altra di queste categorie. La natura l’ha favorita e l’opera dell’uomo, nei secoli, ha dato risalto alla natura. Anzi, ha fatto di più: ha aggiunto qualcosa di inconfondibile ad un quadro già perfetto. In serata, sistemazione in Hotel. Cena e pernottamento.

2° giorno – LE CINQUE TERRE
Prima colazione in Hotel. Trasferimento a LA SPEZIA. Arrivo alla stazione, incontro con la guida e giornata dedicata all’escursione, in treno, al PARCO NATURALE DELLE CINQUE TERRE: un parco per cinque meraviglie. Nasce per tutelare e salvaguardare un territorio particolare ed affascinante dove da sempre convivono l’uomo e la natura. Chilometri di muretti a secco delimitano i terrazzamenti a strapiombo sul mare dove, si coltiva faticosamente la vite. Tutto ciò dà forma al caratteristico paesaggio delle Cinque Terre, un paesaggio unico al mondo che il Parco intende recuperare e valorizzare quale esempio di architettura del territorio, con i suoi valori storici, culturali e ambientali. L’area protetta deve il suo nome agli splendidi borghi di MONTEROSSO, VERNAZZA, CORNIGLIA, MANAROLA e RIOMAGGIORE, che si affacciano sul mare, aggrappati alla roccia e annidati dentro strette e ripide valli. I cinque borghi tra la punta del Mesco e il promontorio del Montenero, sono nati dopo l’XI secolo, discendenti di abitati più antichi, a mezzacosta, lungo un tracciato romano. La ferrovia li raggiunse nel 1874 e fu l’unico loro accesso. Rientro a La Spezia. Cena e pernottamento.

3° giorno – PORTOVENERE / SARZANA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel e partenza per PORTOVENERE. Visita con guida: sta sulle rocce dell’estremità della penisola che forma il golfo della Spezia; di fronte, vicinissima, è l’isola Palmaria, con una ricca vegetazione sul versante di levante e ripide scogliere su quello opposto. I Genovesi, che presero il sito nel sec. XII, ne fecero una piazzaforte strategica per il loro dominio sull’estremo. Il declinio del ruolo ha salvato colori, architetture, atmosfere del borgo di impianto lineare attraversato da un pittoresco “carugio” e con una vertiginosa “palazzata” a mare. Primo pomeriggio trasferiment a SARZANA e visita. Sarzana ha origini antiche, già dal primo millennio, ed è stata dominata da più persone e città, come Castruccio Castracani, Spinetta Malaspina, i Pisani, i Visconti, i Genovesi e i Fiorentini. Anche Dante vi soggiornò. L’intero borgo murato cinquecetesco è ancora oggi ben conservato, con le mura e quattro torrioni. La Fortezza Firmafede: si erge maestosa fra le mura e le case del centro storico, fatta costruire da Lorenzo il Magnifico sulle mura di un precedente castello; l’imponente Pieve di San Andrea, la più antica della città (risale al X secolo); la Cattedrale di Santa Maria Assunta: edificata fra il Duecento e la seconda metà del Quattrocento, è in stile romanico-gotico e presenta degli interni riccamente decorati. Proprio all’interno si trova una delle attrazioni più curiose di Sarzana: la misteriosa spada conficcata nel marmo, che alcuni ritengono essere stata infilata dopo la Guerra di Serrezzana della seconda metà del Quattrocento. Particolarmente interessanti sono anche i dipinti dell’artista locale Domenico Fiasella e il crocifisso. Partenza per il rientro. Soste lungo il percorso per ristoro e per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 360,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione, dalla cena del 24/8 alla prima colazione del 26/8 – Battello per Portofino – Guida per tutte le visite, come da programma – Treno per le Cinqueterre – Bevande ai pasti
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi e la cena del 26/8 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.
Supplemento camera singola: € 50,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medica e bagaglio)