Archivi categoria: Mostre

Un anno dedicato al genio Leonardo: IL CENACOLO VINCIANO / Castello Sforzesco / San Maurizio, la “Cappella Sistina” di Milano

Un anno dedicato al genio Leonardo: IL CENACOLO VINCIANO / Castello Sforzesco / San Maurizio, la “Cappella Sistina” di Milano


1 giorno – IN VIA DI CONFERMA
1 marzo 2020


PROGRAMMA

Appuntamento dei partecipanti alle ore 03:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MILANO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo alle ore 10.00 circa, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita della città e del Cenacolo Vinciano. CHIESA S. MAURIZIO: all’esterno sembra una chiesa qualunque. Ma appena varcata la soglia, ci si rende conto che è uno dei tesori più belli di Milano, non a casa è denominata “ La Cappella Sistina” di Milano. Dopo la Chiesa di San Maurizio, si raggiunge la zona di SANTA MARIA DELLE GRAZIE, dove Leonardo ha dipinto l’Ultima Cena e dove era sita la vigna donata da duca di Milano al Maestro. Visita del CENACOLO VINCIANO. Il refettorio dell’antico convento domenicano di Santa Maria delle Grazie conserva l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, eseguita sulla parete nord tra il 1494 e il 1498, all’epoca di Ludovico il Moro. Sulla parete opposta si trova la Crocifissione affrescata dal pittore lombardo Giovanni Donato da Montorfano nel 1495. Nello stesso ambiente si trovano così raffigurati l’episodio iniziale e quello finale della Passione di Cristo. L’Ultima Cena è il risultato di un lungo studio iniziato da Leonardo intorno al 1490 sull’iconografia tradizionale di questo tema. A differenza dei dipinti precedenti, nei quali veniva raffigurato il momento dell’identificazione del traditore Giuda, Leonardo sceglie di rappresentare il momento immediatamente precedente, quello dell’annuncio: “… uno di voi mi tradirà”. Questa rivelazione sconvolgente è lo spunto che permette a Leonardo di concentrare la sua attenzione sulle passioni che si scatenano nel gruppo degli apostoli all’udire l’annuncio. L’espressione dei volti, la postura dei corpi e il movimento delle mani esprimono così quei “moti dell’animo” che furono uno dei campi di indagine più importanti e innovativi nell’opera del Maestro. Il sapiente uso della prospettiva, poi, contribuisce a far sentire lo spettatore parte della scena, ricreando una continuità tra lo spazio reale del refettorio e lo spazio del dipinto. Una delle peculiarità dell’opera è data dalla tecnica utilizzata. Per rappresentare l’Ultima Cena, infatti, Leonardo non si affidò alla tradizionale tecnica del “buon fresco”, che avrebbe richiesto una grande rapidità d’esecuzione dovendo intervenire sull’intonaco della parete ancora umido, ma sperimentò una tecnica innovativa “a secco” , simile a quella utilizzata per la pittura su tavola, ideale per raggiungere i migliori effetti di luce e di ombre e ottenere il caratteristico “sfumato” nei passaggi tonali. Patrimonio dell’Unesco e capolavoro assoluto della storia dell’arte, il Cenacolo è il capolavoro rinascimentale più noto al mondo ed è anche l’apice professionale in cui il maestro toscano sintetizza ed esplica le sue ricerche estetiche ed espressive. Trasferimento in centro e pranzo libero. Nel pomeriggio visita del centro storico. Procederemo con una passeggiata alla scoperta delle ricchezze del centro storico: Piazza Duomo, Galleria Montenapoleone, Piazza della Scala, ecc. Visita al CASTELLO SFORZESCO: uno dei simboli di Milano, venne edificato nel XV secolo su disposizione del Duca di Milano Francesco Sforza quale reggia ducale e con il passare degli anni diventò prima caserma ed infine sede di musei e istituzioni culturali. E’ uno dei luoghi dove Leonardo da vinci ha lavorato e lasciato molto di sé. Nel Castello è conservato il Codice Trivulziano e dove il maestro aveva iniziato la costruzione del modello della statua equestre di Francesco Sforza, organizzato la festa del paradiso, progettato difese ed armi, al servizio di Ludovico il Moro al quale si era proposto con una lettera. Ultimate le visite, partenza per il rientro. Sosta lungo il percorso per il ristoro e per la cena libera. Arrivo in serata e fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 95,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Guida intera giornata – Ingresso a Cenacolo- Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita (escluso il Cenacolo) –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Per questo evento unico consigliamo di prenotare al più presto possibile con un acconto di euro 40,00 a persona.

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

A Roma per la mostra di RAFFAELLO / VILLA FARNESINA e gli affreschi di Raffaello

A Roma per la mostra di RAFFAELLO / VILLA FARNESINA e gli affreschi di Raffaello


1 giorno – CONFERMATA
8 marzo 2020


DESCRIZIONEUna grande mostra monografica, con oltre duecento capolavori tra dipinti, disegni ed opere di confronto, dedicata a Raffaello Sanzio, superstar del Rinascimento, nel cinquecentenario della sua morte, avvenuta a Roma il 6 aprile 1520 all’età di appena 37 anni.
PROGRAMMA

Appuntamento dei partecipanti alle ore 06.00, incontro con il pullman e partenza alla volta di ROMA. Arrivo e trasferimento a Trastevere. Visita di VILLA FARNESINA. è uno dei più completi esempi di architettura civile del Rinascimento. L’idea di armoniosità e proporzione trova in questo edificio e nelle decorazioni che lo arricchiscono piena realizzazione. L’artista più acclamato dell’epoca era Raffaello che, insieme ad alcuni suoi più fidati aiutanti, tra i quali vi erano Giulio Romano e Francesco Penni, iniziò i lavori di decorazione tanto richiesti. La più riuscita progettazione si può ancora oggi ammirare, in tutto il suo antico splendore, nella Loggia principale con i raffinati affreschi ispirati ad uno dei più romantici miti del mondo classico, Amore e Psiche. Altra splendida opera eseguita per mano diretta di Raffaello, è la splendida Galatea che trionfa nella seconda Loggia a pianterreno, insieme ad alcune scene tratte dalla mitologia classica e composte in modo da divenire simboli astrali. Ma non solo Raffello. Da ammirare sono inoltre lo Studiolo dello stesso Chigi, la Sala delle Prospettive e la Stanza delle Nozze dove oltre agli affreschi di Raffaello, troviamo anche opere di Sebastiano del Piombo, Baldassarre Peruzzi e Giovanni Antonio Bazzi, detto il Sodoma. Pranzo libero. Trasferimento alle SCUDERIE DEL QUIRINALE per la visita con guida della mostra “RAFFAELLO”. In occasione della mostra, è stato raccolto un vastissimo corpus di opere di mano di Raffaello: duecento capolavori, tra dipinti e disegni, per una raccolta di creazioni dell’urbinate mai viste al mondo in così gran numero tutte insieme. Anche in termini di capolavori in prestito (oltre che di lavoro scientifico svolto), è stato determinante il contributo delle Gallerie degli Uffizi, con circa 50 opere delle quali oltre 40 dello stesso Raffaello. L’esposizione, che trova ispirazione in particolare nel periodo romano di Raffaello, attraverso un nutrito corpus di opere, mai viste in così gran numero tutte insieme, ricostruisce con ricchezza di dettagli tutto il complesso e articolato percorso creativo del Maestro. Verranno esposte creazioni amatissime e celebri come la Madonna del Granduca delle Gallerie degli Uffizi, la Santa Cecilia dalla Pinacoteca di Bologna, la Madonna Alba dalla National Gallery di Washington, il Ritratto di Baldassarre Castiglione e l’Autoritratto con amico dal Louvre, la Madonna della Rosa dal Prado, la celebre Velata sempre dagli Uffizi. La mostra si svolge non a caso nella capitale: Roma non è solo una tappa biografica dell’artista, ma il simbolo della dimensione nazionale della sua arte e del suo pensiero. Passeggiata con la guida nel centro storico fino al Pantheon, il monumento romano che vanta il maggior numero di primati: è il meglio conservato, ha la cupola in muratura più grande di tutta la storia dell’architettura, è considerato l’antesignano di tutti moderni luoghi di culto, ed è stata l’opera dell’antichità più copiata ed imitata. Michelangelo la considerava opera di angeli e non di uomini. Ospita la tomba di Raffaello. Alle ore 19.00, inizio del viaggio di ritorno. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 80 .00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per la Mostra e per tutte le visite – Biglietti di ingresso alla Mostra – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Biglietto d’ingresso a Villa Farnesina – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

In occasione delle mostre si consiglia di prenotare al più presto con un acconto di € 30,00

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

Milano celebra Canova con 2 GRANDI mostre:CANOVA E THORVALDSEN. La nascita della scultura moderna / CANOVA. Le teste ideali

Milano celebra Canova con 2 GRANDI mostre:CANOVA E THORVALDSEN. La nascita della scultura moderna / CANOVA. Le teste ideali

1 giorno – IN VIA DI CONFERMA
15 marzo 2020


PROGRAMMA

Appuntamento dei partecipanti alle ore 04.30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MILANO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo e alle ore 11.30 + 11.45 ingresso e visita guidata della mostra Canova e Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna. Questa mostra rappresenta, sia per l’importanza e la bellezza delle opere esposte, che per la grande rilevanza scientifica, una straordinaria occasione di conoscenza della scultura tra Sette e Ottocento. Sarà l’occasione di vedere da vicino capolavori del neoclassicismo, una stagione artistica dove la scultura raggiunse vette altissime grazie proprio alla presenza di Canova e Thorvaldsen, e permetterà di ammirare due diverse interpretazioni dell’ideale estetico neoclassico. Un confronto, mai tentato prima, tra i due grandi protagonisti della scultura moderna in età neoclassica e romantica: l’italiano Antonio Canova (1757-1822) e il danese Bertel Thorvaldsen (1770-1844). Centosessanta opere dei due maestri sono esposte nella mostra. Il terreno su cui si affrontarono originariamente i due artisti è stato il suolo romano, dove entrambi svilupparono buona parte della loro carriera: Canova arrivò a Roma nel 1781 e vi morì nel 1822, mentre Thorvaldsen vi si insediò a partire dal 1797 per i successivi quarant’anni. I due ingaggiarono una delle più note e produttive sfide su temi e soggetti identici, che regaleranno all’arte alcuni capolavori: le figure della mitologia classica, come Amore e Psiche, Venere, Paride, Ebe, le Grazie, rappresentavano nell’immaginario comune l’incarnazione dei grandi temi universali della vita, come il breve percorso della giovinezza, l’incanto della bellezza, le lusinghe e le delusioni dell’amore. Pomeriggio tempo libero per passeggiata nel centro oppure possibilità di visitare la mostra CANOVA. Le teste ideali presso la Galleria d’Arte Moderna: si tratta della fase più idealizzante di Canova, una ricerca del volto “perfetto” e universale che non si basa su persone reali ma non rinuncia a un impatto emotivo e “realistico”. Alle ore 18.30 circa, inizio del viaggio di ritorno. Soste per ristoro e per la cena libera. Arrivo, fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 80,00
QUOTA DI PARTECIPAZIONE PER LE DUE MOSTRE: € 95.00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guide per la mostra – Ingresso alla mostra – Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

In occasione delle mostre, consigliamo di prenotare al più presto possibile con acconto di € 30,00

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

 

Le Chicche di Milano…LA MILANO DEL FUTURO: I Navigli, Piazza Gae Aulenti, Quartiere Varesine / La meravigliosa “Pinacoteca di Brera” / IL CENACOLO VINCIANO / Castello Sforzesco / San Maurizio, la “Cappella Sistina” di MIlano

Le Chicche di Milano…LA MILANO DEL FUTURO: I Navigli, Piazza Gae Aulenti, Quartiere Varesine / La meravigliosa “Pinacoteca di Brera” / IL CENACOLO VINCIANO / Castello Sforzesco / San Maurizio, la “Cappella Sistina” di MIlano


2 giorni – IN VIA DI CONFERMA
4 aprile 2020 – 5 aprile 2020


PROGRAMMA

04/04/2020 – PARTENZA / MILANO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MILANO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita della MILANO DEL FUTURO. I NAVIGLI: Oggi il quartiere dei Navigli, con la darsena di Porta Ticinese e il tratto urbano dei Navigli Grande e Pavese, è caratterizzato dalla presenza di numerosi vivaci locali alla moda, ristoranti tipici, gallerie d’arte, ed è frequentato da artisti, modelle, musicisti e giovani universitari. Offre però anche angoli romantici come il Vicolo dei Lavandai, monumento nazionale con i vecchi lavatoi in pietra. PIAZZA GAE AULENTI: Il complesso urbanistico è opera dell’architetto Cesar Pelli e il suo nucleo principale è la Piazza Gae Aulenti, un podio circolare circondato da vari edifici davvero sorprendenti. Il più impressionante è il complesso di Unicredit Tower, con il grattacielo più alto d’Italia. Una delle costruzioni che più attraggono l’attenzione dei visitatori è Il Bosco Verticale, un complesso architettonico composto da due torri rivestite da 2.000 specie vegetali. La piazza è unita, mediante una passerella pedonale, a Corso Como, una delle strade più vitali di Milano sede di numerosi negozi, ristoranti e bar. QUARTIERE ISOLA: La vivacità di questa zona si ammira subito per i suoi meravigliosi palazzi Liberty e le case di ringhiera con i cortili, che ospitano piante corrispondenti ad un ettaro di foresta che migliorano l’ambiente intorno attenuando l’inquinamento acustico e l’irraggiamento solare. QUARTIERE VARESINE: In questa zona svettano audaci le tre torri residenziali: Solaria, Solea e Aria. Proseguendo verso l’area Vincenzo Monti si incontrano le Ville di Porta Nuova. Sono abitazioni dove convivono il modello tradizionale di villa residenziale con il verde dei giardini pensili. Qui si può ammirare il Diamond Tower, un grande diamante in vetro e acciaio dalla geometria irregolare, icona dell’innovativa città che guarda al futuro. Nel pomeriggio trasferimento in centro e visita della PINACOTECA DI BRERA: nella Pinacoteca c’è tutto lo splendore e il talento dell’arte italiana infatti si possono ammirare le grandi opere di Raffaello, Caravaggio, Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Fattori e Canaletto. Ospita oltre 400 opere, dal Trecento alle avanguardie che rappresentano l’affermarsi dell’arte italiana in tutto il mondo. Al termine delle visite trasferimento in Hotel, cena e pernottamento.

05/04/2020 – MILANO / RIENTRO
Prima colazione in hotel Incontro con la guida e giornata dedicata alla visita della città e del Cenacolo Vinciano. CASTELLO SFORZESCO: uno dei simboli di Milano, venne edificato nel XV secolo su disposizione del Duca di Milano Francesco Sforza quale reggia ducale e con il passare degli anni diventò prima caserma ed infine sede di musei e istituzioni culturali. E’ uno dei luoghi dove Leonardo da vinci ha lavorato e lasciato molto di sé. Dopo il Castello Sforzesco, si raggiunge la zona di SANTA MARIA DELLE GRAZIE, dove Leonardo ha dipinto l’Ultima Cena e dove era sita la vigna donata da duca di Milano al Maestro. Alle ore 12.15 visita del CENACOLO VINCIANO. Il refettorio dell’antico convento domenicano di Santa Maria delle Grazie conserva l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Sulla parete opposta si trova la Crocifissione affrescata dal pittore lombardo Giovanni Donato da Montorfano nel 1495. Nello stesso ambiente si trovano così raffigurati l’episodio iniziale e quello finale della Passione di Cristo. L’Ultima Cena è il risultato di un lungo studio iniziato da Leonardo intorno al 1490 sull’iconografia tradizionale di questo tema. A differenza dei dipinti precedenti, nei quali veniva raffigurato il momento dell’identificazione del traditore Giuda, Leonardo sceglie di rappresentare il momento immediatamente precedente, quello dell’annuncio: “… uno di voi mi tradirà”. Patrimonio dell’Unesco e capolavoro assoluto della storia dell’arte, il Cenacolo è il capolavoro rinascimentale più noto al mondo ed è anche l’apice professionale in cui il maestro toscano sintetizza ed esplica le sue ricerche estetiche ed espressive. Visita della CHIESA S. MAURIZIO: all’esterno sembra una chiesa qualunque. Ma appena varcata la soglia, ci si rende conto che è uno dei tesori più belli di Milano. Procederemo con una passeggiata alla scoperta delle ricchezze del centro storico: Piazza Duomo, Galleria Montenapoleone, Piazza della Scala, ecc. Ultimate le visite, partenza per il rientro. Sosta lungo il percorso per il ristoro e per la cena libera. Arrivo in serata e fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 25 pax) € 220,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel tre stelle in camere doppie con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla colazione del 2° giorno – Le bevande ai pasti – Guida per le visite come da programma – Ingresso al CENACOLO – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Altri eventuali ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi e la cena del 2° giorno – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.
Supplemento camera singola: € 30,00
TASSA D’ ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medico e bagaglio)
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.