Archivi categoria: Mostre

IL CENACOLO VINCIANO a Milano , uno spettacolo da non perdere! Castello Sforzesco / Chiesa San Maurizio, la “Cappella Sistina ” di Milano

IL CENACOLO VINCIANO a Milano , uno spettacolo da non perdere! Castello Sforzesco / Chiesa San Maurizio, la “Cappella Sistina ” di Milano

1 giorno- CONFERMATA
24 novembre 2019


DESCRIZIONE

Appuntamento dei partecipanti alle ore 03:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MILANO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo alle ore 10.00 circa, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita della città e del Cenacolo Vinciano. CASTELLO SFORZESCO: uno dei simboli di Milano, venne edificato nel XV secolo su disposizione del Duca di Milano Francesco Sforza quale reggia ducale e con il passare degli anni diventò prima caserma ed infine sede di musei e istituzioni culturali. E’ uno dei luoghi dove Leonardo da vinci ha lavorato e lasciato molto di sé. Nel Castello è conservato il Codice Trivulziano e dove il maestro aveva iniziato la costruzione del modello della statua equestre di Francesco Sforza, organizzato la festa del paradiso, progettato difese ed armi, al servizio di Ludovico il Moro al quale si era proposto con una lettera. Dopo il Castello Sforzesco, si raggiunge la zona di SANTA MARIA DELLE GRAZIE, dove Leonardo ha dipinto l’Ultima Cena e dove era sita la vigna donata da duca di Milano al Maestro. Visita del CENACOLO VINCIANO. Il refettorio dell’antico convento domenicano di Santa Maria delle Grazie conserva l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, eseguita sulla parete nord tra il 1494 e il 1498, all’epoca di Ludovico il Moro. Sulla parete opposta si trova la Crocifissione affrescata dal pittore lombardo Giovanni Donato da Montorfano nel 1495. Nello stesso ambiente si trovano così raffigurati l’episodio iniziale e quello finale della Passione di Cristo. L’Ultima Cena è il risultato di un lungo studio iniziato da Leonardo intorno al 1490 sull’iconografia tradizionale di questo tema. A differenza dei dipinti precedenti, nei quali veniva raffigurato il momento dell’identificazione del traditore Giuda, Leonardo sceglie di rappresentare il momento immediatamente precedente, quello dell’annuncio: “… uno di voi mi tradirà”. Questa rivelazione sconvolgente è lo spunto che permette a Leonardo di concentrare la sua attenzione sulle passioni che si scatenano nel gruppo degli apostoli all’udire l’annuncio. L’espressione dei volti, la postura dei corpi e il movimento delle mani esprimono così quei “moti dell’animo” che furono uno dei campi di indagine più importanti e innovativi nell’opera del Maestro. Il sapiente uso della prospettiva, poi, contribuisce a far sentire lo spettatore parte della scena, ricreando una continuità tra lo spazio reale del refettorio e lo spazio del dipinto. Una delle peculiarità dell’opera è data dalla tecnica utilizzata. Per rappresentare l’Ultima Cena, infatti, Leonardo non si affidò alla tradizionale tecnica del “buon fresco”, che avrebbe richiesto una grande rapidità d’esecuzione dovendo intervenire sull’intonaco della parete ancora umido, ma sperimentò una tecnica innovativa “a secco” , simile a quella utilizzata per la pittura su tavola, ideale per raggiungere i migliori effetti di luce e di ombre e ottenere il caratteristico “sfumato” nei passaggi tonali. Patrimonio dell’Unesco e capolavoro assoluto della storia dell’arte, il Cenacolo è il capolavoro rinascimentale più noto al mondo ed è anche l’apice professionale in cui il maestro toscano sintetizza ed esplica le sue ricerche estetiche ed espressive. Trasferimento in centro e pranzo libero. Nel pomeriggio visita del centro storico e della CHIESA S. MAURIZIO: all’esterno sembra una chiesa qualunque. Ma appena varcata la soglia, ci si rende conto che è uno dei tesori più belli di Milano. Procederemo con una passeggiata alla scoperta delle ricchezze del centro storico: Piazza Duomo, Galleria Montenapoleone, Piazza della Scala, ecc. Ultimate le visite, partenza per il rientro. Sosta lungo il percorso per il ristoro e per la cena libera. Arrivo in serata e fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 90,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Guida intera giornata – Ingresso a Cenacolo- Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita (escluso il Cenacolo) –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Per questo evento unico consigliamo di prenotare al più presto possibile con un acconto di euro 40,00 a persona.

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

A Napoli per…ANDY WARHOL / Mercatini di Natale

A Napoli per…ANDY WARHOL / Mercatini di Natale


1 giorno – IN VIA DI CONFERMA
24 novembre 2019


PROGRAMMA

Appuntamento dei partecipanti alle ore 05:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di NAPOLI. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, trasferimento alla Basilica della Pietrasanta, incontro con la guida ed alle ore 11:00 ingresso alla mostra “ANDY WARHOL”. Saranno in mostra oltre 200 opere dell’artista con un’intera sezione dedicata all’Italia e un focus sulla città di Napoli. Un’esposizione intitolata semplicemente Andy Warhol e interamente dedicata al mito di Andy Warhol, che intende offrire al pubblico una visione completa della produzione artistica del genio americano che ha rivoluzionato il concetto di opera d’arte a partire dal secondo dopoguerra. Immortali icone, ritratti, polaroid e disegni: nel capoluogo campano arriva quel mondo Pop che ha segnato l’ascesa di Warhol come l’artista che ha stravolto in maniera radicale qualunque definizione estetica precedente, attraverso miti dello Star System e del merchandising come le intramontabili Campbell’s Soup, il ritratto serigrafato di Marilyn derivato da un fotogramma di Gene Korman, le celebri serigrafie di Mao del 1972 e il famosissimo Flowers del 1964. Accanto a opere che raccontano la scena americana agli inizi del ‘900, nelle sale della Pietrasanta anche lavori che rivelano il rapporto di Warhol con l’Italia e un focus dedicato alla città di Napoli col suo Vesuvius del 1985 e il Ritratto di Beuys, realizzato nel 1980. Tempo libero per visitare i Mercatini di Natale del centro di Napoli. In fondo si può ben dire che in questa città una sorta di mercato natalizio duri tutto l’anno: in via San Gregorio Armeno infatti, nel cuore di Spaccanapoli, è famosa ovunque per i suoi presepi, per le statuine prodotte in ogni foggia dalle botteghe artigiane che occupano entrambi i lati della strada. Nel periodo dell’Avvento però tutta questa zona si anima in modo speciale. Tante bancarelle vengono esposte fuori dai negozi, cariche di addobbi e pastori in cartapesta, legno, creta; statue di valore e quelle all’ultima moda; personaggi dello sport, dell’arte, della politica diventano i protagonisti “in miniatura” e con gli immancabili Pulcinella, Eduardo, Totò e…..Maradona offrono l’opportunità di creare in casa un presepe diverso e particolare. Le vie della Città si riempiono di luci e di colori, di musica e di bellissime decorazioni. Passeggiando per i vicoli di Napoli, è impossibile rinunciare ad un assaggio della cucina natalizia napoletana, dai fritti calzoni ripieni di ricotta, ai dolci mustacciuoli. Alle ore 18:00, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 80,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per la Mostra – Biglietto di ingresso alla Mostra “Andy Warhol” – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

In occasione delle mostre si consiglia di prenotare al più presto con un acconto di € 30,00

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

A Roma per …IMPRESSIONISTI SEGRETI: Claude Monet, Pierre-Auguste Renoire, Paul Cèzanne, Camille Pisarro, Alfred Sisley, Berthe Morisot.

A Roma per …IMPRESSIONISTI SEGRETI: Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Paul Cèzanne, Camille Pisarro, Alfred Sisley, Berthe Morisot.


1 giorno
1 dicembre 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 06:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di ROMA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e alle ore 11.00 +11.30 visita con guida della mostra “IMPRESSIONISTI SEGRETI” presso il Palazzo Bonaparte. Con i suoi 3 secoli di storia e il suo splendido affaccio su Piazza Venezia il Palazzo è una testimonianza tangibile della storia della città. Dopo l’avvicendamento di varie famiglie romane, nel 1818 fu acquistato da Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone. La donna amava a tal punto questo prezioso gioiello barocco che decise di viverci fino al sopraggiungere della morte nel 1836. Fu proprio lei a volere il famoso balconcino verde -ancora visibile dallo scorcio tra Piazza Venezia con via del Corso- dal quale amava scorgere la vita cittadina quando era ormai impossibilitata ad uscire per l’avanzare dell’età. Con i suoi circa 3 mila metri quadrati di mosaici , affreschi e stucchi, dal 1972 il palazzo è parte del patrimonio immobiliare di Generali e ora, dopo il restauro iniziato nel 2017 è pronto a scrivere nuove pagine della storia di questa città. Saranno esposte oltre 50 opere di artisti tra cui Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Sisley, Caillebotte, Morisot, Gonzalès, Gauguin, Signac, Van Rysselberghe e Cross. Tesori nascosti al più vasto pubblico, provenienti da collezioni private raramente accessibili e concessi eccezionalmente per questa mostra, saranno esposti proprio a Palazzo Bonaparte, anch’esso fino a oggi scrigno privato, che apre per la prima volta le sue porte a veri capolavori del movimento artistico d’Oltralpe più famoso al mondo: l’Impressionismo. La cura della mostra è affidata a due esperti di fama internazionale: Claire Durand-Ruel, discendente di Paul Durand-Ruel, colui che ridefinì il ruolo del mercante d’arte e primo sostenitore degli impressionisti; e Marianne Mathieu, direttrice scientifica del Musée Marmottan Monet di Parigi, sede delle più ricche collezioni al mondo di Claude Monet e Berthe Morisot, già curatrice della mostra al Vittoriano su Monet che totalizzò 460.000 visitatori. Al termine della visita tempo libero per passeggiata e shopping al centro di Roma dove si potrà ammirare: Piazza Navona, dove fotografare la bellissima Fontana dei Quattro Fiumi, la famosa Piazza di Spagna e la sua magnifica scalinata di Trinità dei Monti, e ovviamente la Fontana di Trevi, uno dei simboli più amati e fotografati di tutta Roma, ecc. Alle ore 19:00, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine servizi

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 70,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Diritto di prenotazione dell’ingresso alla mostra –– Guide per la visita della mostra – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

In occasione delle mostre, consigliamo di prenotare al più presto possibile con acconto di € 30,00

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

 

A Roma per…CANOVA” Eterna bellezza”

A Roma per…CANOVA” Eterna bellezza”


1 giorno
1 dicembre 2019


PROGRAMMA

Appuntamento dei partecipanti alle ore 06:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di ROMA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo tempo libero per passeggiata e shopping al centro di Roma dove si potrà ammirare: Piazza Navona, dove fotografare la bellissima Fontana dei Quattro Fiumi, la famosa Piazza di Spagna e la sua magnifica scalinata di Trinità dei Monti, e ovviamente la Fontana di Trevi, uno dei simboli più amati e fotografati di tutta Roma, ecc. Nel pomeriggio trasferimento a Palazzo Braschi e alle ore 15.00, visita con guida della mostra “CANOVA. ETERNA BELLEZZA”. Una mostra-evento incentrata sul legame tra Antonio Canova e la città di Roma che, fra Settecento e Ottocento, fu la fucina del suo genio e un’inesauribile fonte di ispirazione. Un rapporto, quello tra lo scultore e la città, che emerge in una miriade di aspetti unici e irripetibili. Incorniciati all’interno di un allestimento dall’eccezionale effetto scenografico, oltre 170 opere di Canova e artisti a lui coevi animano le sale del Museo di Roma in Palazzo Braschi: in uno spettacolare gioco di luci e ombre, tra eleganti movenze e apparizioni di mitiche divinità, l’esposizione capitolina racconterà in 13 sezioni l’arte canoviana e il contesto che lo scultore trovò giungendo nell’Urbe nel 1779. Il lungo percorso espositivo, diviso in 13 sezioni, è stato pensato come una sorta di storytelling che, attraverso innovative soluzioni illuminotecniche, rievocherà, ‘a lume di torcia’ le atmosfere della Roma di fine Settecento. E’ proprio il rapporto tra ‘il nuovo Fidia’ e l’Urbe, il tema della mostra. Un legame che sarà fondamentale nella vicenda creativa del massimo esponente del neoclassicismo della scultura. E’ proprio a Roma che Canova può studiare la scultura antica precedentemente ammirata a Pompei, Ercolano e Paestum, venire a contatto con le botteghe di restauro di reperti archeologici e conoscere le teorie di Winckelmann. E’ in questo periodo che nascono dei capolavori come Amore e Psiche del 1793 (ora conservato presso il Louvre di Parigi). Lo spirito dell’ideale di massima perfezione delle antiche sculture greche, declinate con i gusti della sua epoca: quel marmo che appare morbido come carne e fa impazzire tutti i potenti dell’epoca che fanno a gara per farsi ritrarre dalle sue mani divine. Il suo atelier romano vede nascere capolavori di impareggiabile bellezza: a via delle Colonnette, nel rione Campo Marzio, si può ancora immaginare la sua storia gloriosa dove ora sorge una galleria d’arte. A definire la trama del racconto, preziosi prestiti provenienti da importanti Musei e collezioni: l’Ermitage di San Pietroburgo, i Musei Vaticani e Capitolini, la Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, il Museo Civico di Bassano del Grappa, il Museo Correr di Venezia, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, le Accademie di Belle Arti di Bologna e di Ravenna, l’Accademia Nazionale di San Luca, il Musée des Augustins di Toulouse, i Musei di Strada Nuova-Palazzo Tursi di Genova, fino al Museo Civico di Asolo, solo per citarne alcuni. Alle ore 19:00, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine servizi

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 70,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Biglietto d’ingresso alla mostra –– Guida per la visita della mostra – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Possibilità di visitare di mattina la mostra “Impressionisti Segreti”
(quota di partecipazione: € 90.00 per le 2 mostre).

In occasione delle mostre, consigliamo di prenotare al più presto possibile con acconto di € 30,00

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

A Padova in mostra la grande arte francese della Collezione Mellon: VAN GOGH, MONET, DEGAS

A Padova in mostra la grande arte francese della Collezione Mellon: VAN GOGH, MONET, DEGAS


1 giorno
15 dicembre 2019


DESCRIZIONEPalazzo Zabarella ospita, in esclusiva per l’Italia, oltre 70 capolavori che vanno dal Romanticismo al Cubismo di una delle piu’ grandi coppie di collezionisti americani del XX secolo.
PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 06,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di PADOVA. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo e alle ore 12.00 + ore 12.30 ingresso e visita guidata della mostra Van Gogh, Monet, Degas. La Collezione Mellon of the French Art organizzata dal Virginia Museum of Fine Arts, rassegna che porta nel Veneto le opere radunate da Paul Mellon e Rachel “Bunny” Lambert, tra i più raffinati mecenati del XX secolo. La rassegna, presenta in esclusiva settanta opere di artisti come Edgar Degas, Eugène Delacroix, Claude Monet, Pablo Picasso e Vincent van Gogh e altri: l’arco cronologico della collezione Mellon va dalla metà dell’Ottocento ai primi decenni del Novecento, passando attraverso romanticismo, impressionismo e cubismo. I Mellon iniziarono ad acquistare capolavori d’arte francese e regalarono un importante nucleo di opere francesi al Virginia Museum of Fine Art di Richmond. E sono proprio queste opere d’arte francese che rispecchiano la personale sensibilità dei Mellon e il loro eccezionale gusto collezionistico, a essere esposte a Palazzo Zabarella. Il percorso espositivo offre alcuni esempi di arte francese a soggetto equestre, tra cui le scene di competizioni ippiche di Edgar Degas, e di quadri di natura morta, ovvero di fiori, dipinti da maestri quali Vincent van Gogh. Parigi, per tutto il XIX secolo fu la città che più ispirò gli artisti: i lavori di pittori come Vincent van Gogh, Pierre Bonnard e Maurice Utrillo rivelano sia vedute famose che poco conosciute, luoghi di festa e scorci delle strade e dei vicoli della capitale francese, a cui i coniugi Mellon rimasero intimamente legati per tutta la loro vita. La rassegna continua poi con quadri di figura umana e di ritratto come i dipinti di maestri quali Gustave Courbet, Edgar Degas, Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Paul Cézanne e altri, in cui le persone non sono colte in pose formali, quanto in luoghi come le loro case, i loro giardini o in contesti sociali. A Palazzo Zabarella si potranno ammirare anche opere di artisti come Henri Matisse e Paul Gauguin che propongono vedute d’interno. Tra queste, si segnala The Chinese Chest of Drawers (La cassettiera cinese), capolavoro di natura morta cubista di Pablo Picasso, che rappresenta la volontà delle avanguardie di abbattere concetti e confini stilistici in cerca di nuove espressioni. Il percorso conduce quindi il visitatore nella campagna francese per ammirare opere come Field of Poppies, Giverny (Campo di papaveri, Giverny) di Claude Monet o come dipinti di piccole dimensioni di Georges Seurat, Kees van Dongen e Vincent van Gogh che trasformano il paesaggio rurale in una orchestrazione di atmosfera, energia e pura luce. Chiude la mostra una selezione di opere impressioniste, con due paesaggi di Monet, un ritratto di Renoir e una delle famose ballerine di Degas. Al termine della visita, passeggiata libera per il centro di Padova dove si potrà il Palazzo della Ragione, il Battistero, la Basilica di Sant’Antonio, ecc . Inoltre potrete gustare l’atmosfera del natale a Padova con tanti mercatini, luminarie, ecc. Alle ore 18.30 circa, inizio del viaggio di ritorno. Soste per ristoro e per la cena libera. Arrivo, fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 80,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guide per la mostra – Ingresso alla mostra –- Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

In occasione delle mostre, consigliamo di prenotare al più presto possibile con acconto di € 30,00

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.