Tutti gli articoli di agenzia viaggi

TOUR MAGICA TURCHIA

TOUR MAGICA TURCHIA


8 GIORNI

Dal 20 ottobre al 27 Ottobre 2019

Dal 1 al 8 Novembre 2019

Dal 1 al 8 dicembre 2019


DESCRIZIONENon prevale la natura e non prevale la storia, perché assieme, in un tripidio di motivi di interesse, ci sorprendono: “i cammini delle fate” della Cappadocia, labirinti di torri, canyon, pinnacoli e castelli rupestri sembrano il racconto di una fiaba da parte di Made Natura; l’incredibile stato di conservazione di Efeso, dedicata alla dea Artemide, sembra essersi preservata nei secoli proprio ad opera della divinità cui fu dedicata; e ancora i bianchi castelli pietrificati di Pamukkale unici nel loro gene ed infine Istanbul che come un museo a cielo aperto custodisce i tesori inestimabili della Moschea di Solimano e della Mosche Blu, di Santa Sofia e del Palazzo Topkapi. Se un viaggio indimenticabile è il risultato di sensazioni derivanti dell’incontro tra bellezze naturali paesaggistiche, con storia e cultura capaci di attrarre il visitatore, di opere grandiose dell’uomo e uomini in grado di accoglierci con cordialità e calore, un viaggio in Turchia sarà un viaggio davvero indimenticabile.
PROGRAMMA

1° giorno ROMA – ISTANBUL
Appuntamento dei partecipanti IN AEROPORTO Incontro con il nostro assistente, consegna dei documenti di viaggio e partenza con volo per Istanbul . Arrivo, incontro con la guida e trasferimento in Hotel, cena e pernottamento. Bisanzio fu il suo primo nome, fondata da Byzas sul Bosforo, a cavallo di due continenti, attorno al Corno d’Oro. Costantino la fece capitale dell’impero nel 324, chiamandola Nuova Roma e dopo Costantinopoli. Quando nel 1453 cadde nelle mani degli ottomani, divenne la loro capitale fino al 1923, col nome Istanbul. Oggi é una moderna ed efficiente metropoli, con circa 15 milioni di abitanti, centro commerciale e culturale di tutta la nazione.

2° giorno – ISTANBUL
Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita della sorprendente Istanbul. Partendo dall’Ippodromo nel cuore della città antica, proseguendo con la Moschea Blu famosa per i suoi sei minareti e le maioliche blu e infine il Palazzo di Topkapi, l’antica residenza dei sultani ottomani oggi trasformato in museo. La sosta con tempo a disposizione nel famosissimo Grand Bazar chiuderà la giornata. Rientro in albergo. Cena e pernottamento..

3° giorno – ISTANBUL – ANKARA
Dopo la prima colazione, visita del Palazzo di Topkapi (ingresso incluso), antica residenza dei sultani ottomani, oggi trasformata in museo. Il palazzo con le sue enormi corti è circondato da 1400 metri di mura che lo separano dal resto della città. Era una città nella città, in cui sultano, concubine ed eunuchi trascorrevano la vita isolati da‐ gli altri cittadini. Visita di un Grand Bazar e pranzo in ristorante. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Ankara. Arrivo e trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

4° giorno – ANKARA – HATTUSAS – CAPPADOCIA
Dopo la prima colazione in hotel, visita di Ankara ed in particolare del suo interessantissimo Museo Archeologico. Al termine della visita partenza in direzione della Cappadocia con sosta lungo il percorso per la visita dei siti di Hattusas e Yazilikaya con reperti della civiltà degli Ittiti, popolo menzionato nella Bibbia come conquistatore di Babilonia ed impero che sfidava l’egemonia dei faraoni egiziani. Pranzo in ristorante. In serata arrivo in hotel in una località della Cappadocia. Cena e pernottamento.

5° giorno – CAPPADOCIA
Pensione completa. Visita di questa splendida regione dal triplice interesse: naturalistico per il fantastico paesaggio; storico per essere stato abitato da epoche antichissime; teologico per essere legato alla presenza dei Padri della Chiesa. Si visiteranno il Museo al‐ l’aperto di Goreme (con le chiese rupestri ricche di affreschi), Uchisar, la valle di Avcilar, Pasabag e una città sotterranea.

6° giorno – CAPPADOCIA – KONYA – PAMUKKALE
Dopo la prima colazione, in prima mattinata partenza in pullman verso Konya. Lungo il percorso sosta per la visita del caravanserraglio di Sultanhani. Arrino a Konya e visita del Mausoleo di Mevlana fondatore del Sufismo. Pranzo in ristorante. Arrivo in hotel in tarda serata a Pamukkale. Cena e pernottamento.

7° giorno – PAMUKKALE – EFESO – KUSADASI (o IZMIR)
Dopo la prima colazione in hotel, visita di Pamukkale con la sua cascata bianca di acqua ricca di calcio che si solidifica fino a sembrare un castel‐ lo di cotone. Ampie distese costellate da rovine, segnalano poi un’an‐ tica città romana con la sua necropoli: è la città di Hierapolis. Partenza verso Efeso attraverso la valle di Meandro fino al Mar Egeo. Visita del sito archeologico di Efeso con l’Odeon, la via dei Curati, la biblioteca di Celso, l’Agorà. Pranzo in ristorante. Arrivo in hotel a Kusadasi o Izmir. Cena e pernottamento.

8° giorno – IZMIR – ISTANBUL – ROMA
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza per Roma – arrivo – fine dei servizi

NOTA: per motivi organizzativi dovuti a ragioni tecniche – operative l’ordine delle visite potrebbe subire variazioni.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:
partenza del 6/10 € 910,00
tutte le date € 890,00

LA QUOTA COMPRENDE: trasporto aereo • trasporto in franchigia di 20 kg di bagaglio • trasporti interni, come indicato nel programma • sistemazione in camere doppie con servizi, in hotel di categoria 4 stelle (classif. loc.) • pensione completa • visite ed escursioni con guida/accompagnatore locale parlanti italiano (ingressi inclusi solo quando espressamente specificato) • borsa da viaggio in omaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE: tasse aeroportuali • facchinaggio • mance obbligatorie (€ 4 al giorno) da pagare in loco • bevande, extra personali in genere – Tutto quanto non espressamente menzionato nel programma ed alla voce “la quota comprende”.

Supplemento camera singola: € 240,00

DOCUMENTO: la carta di identità valida per l’espatrio (escluso con rinnovo della validità) oppure il passaporto;

Tasse aeroportuali € 105,00
(importo soggetto a riconferma al momento dell’emissione dei biglietti aerei)

Assicurazione medica e bagaglio € 50,00 ( obbligatoria)

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

Il “Miglio d’Oro” e le Ville di delizia: VILLA CAMPOLIETO, VILLA FAVORITA, VILLA DELLE GINESTRE dimora del Leopardi / LA REGGIA DI PORTICI

Il “Miglio d’Oro” e le Ville di delizia: VILLA CAMPOLIETO, VILLA FAVORITA, VILLA DELLE GINESTRE dimora del Leopardi / LA REGGIA DI PORTICI


1 giorno
20 ottobre 2019


DESCRIZIONEIl Miglio d’Oro e le Ville Vesuviane: alle falde del Vesuvio, si sviluppa un itinerario d’arte con ville settecentesche e dimore aristocratiche realizzate in stile barocco napoletano dai migliori architetti dell’epoca. Verso il 1738 Carlo di Borbone e la regina Maria Amalia di Sassonia realizzarono la loro nuova residenza in questa zona. E da quel momento l’aristocrazia napoletana cominciò a far erigere una serie di ville sulla strada nei pressi della reggia che per la sua ricchezza storica e paesaggistica venne soprannominata il Miglio d’Oro. Da un punto di vista strettamente architettonico, le ville presentano le caratteristiche tipiche degli stili barocco e rococò: gusto scenografico, uso sapiente degli effetti prospettici con le architetture a far da quinte su fondali costituiti dal Vesuvio e dal mare, mescolanza spregiudicata degli ordini architettonici.
PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 03:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta della Campania. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e visita. VILLA DELLE GINESTRE: ancora circondata in parte dal verde della macchia mediterranea, la villa occupa un luogo noto con l’espressione popolare “‘ncoppa ‘a lava”. Essa si presenta come una casa rurale nella quale soggiornò il Leopardi, in una stanza del primo piano, nella primavera del 1836 e dalla fine di agosto dello stesso anno sino alla primavera del 1837. La grande casa costruita a fine ‘600 conserva molte memorie, e anche la stanzetta nella quale fu ospitato Leopardi: una piccola pièce piuttosto spartana, un busto che lo rappresenta all’interno della scalinata che porta al piano superiore dell’edificio distribuito su due livelli, nel quali il genio del poeta originario di Recanati compose diverse liriche, e soprattutto una tra le sue più struggenti e fiere, quella dedicata alla ginestra, fiore del deserto. VILLA CAMPOLIETO: è sicuramente la più famosa, la più citata e anche la più fotografata. Uno dei capolavori del settecento, ampliata e completata da Luigi Vanvitelli che vi lavorò per dieci anni, alternandosi tra Ercolano e la Reggia di Caserta; lo scalone principale presenta uno schema simile a quello della Reggia di Caserta. Molto bella è la facciata posteriore che, nella zona centrale, si unisce al portico ad archi a tutto sesto che somiglia al colonnato ad archi tondi del giardino della Reggia di Versailles; gli interni furono decorati con affreschi che raffigurano Apollo, Mercurio e Minerva, la volta della sala da pranzo, con un finto pergolato di viti intrecciate a rampicanti in fiore in cui volteggiano amorini e uccelli esotici. Dal grande portale d’ingresso si giunge alla Rotonda, caratterizzata da archi su colonne. VILLA FAVORITA, definita così perché era il luogo favorito dai re, dai principi e da tantissimi altri aristocratici che qui venivano a trastullarsi nel più totale sfarzo, tra gli ambienti che hanno conservato l’aspetto originario, ci sono le stanze con decorazione orientaleggiante in onore del Pascià d’Egitto, ospite della villa sul finire dell’ottocento. Inoltre, della villa, che per la sua imponenza e bellezza assomiglia ad una reggia, se ne visita il Parco, area nella quale sorgono alcune costruzioni di notevole bellezza quali la Palazzina del Mosaico, che era una dependance della villa. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita con guida della REGGIA DI PORTICI: è tra i più splendidi esempi in Europa di residenza estiva della famiglia reale borbonica e della sua corte. Posta alle pendici del Vesuvio ha un bosco superiore, originariamente dedicato alla caccia, ed uno a valle, di tipo più ornamentale, esteso fino al mare. Lavorarono alla sua realizzazione ingegneri, architetti e decoratori, tra cui Luigi Vanvitelli a Ferdinando Fuga; per la decorazione degli interni operarono, Giuseppe Canart, Giuseppe Bonito e Vincenzo Re, per il parco e i giardini Francesco Geri. L’Orto Botanico: ancora oggi sono visibili le opere architettoniche realizzate nel Settecento: cassoni per le piante, muri di cinta, busti marmorei e fontane, aiuole specializzate, vasche con piante acquatiche e la Serra Pedicino. Il Museo Herculanense, illustra la storia e i contenuti del primo museo archeologico napoletano, che qui aveva sede. Le sale restaurate, con meravigliosa vista sul mare e sul parco, sono godibili in un allestimento retrospettivo; il percorso è tutto giocato sul filo della documentazione, della riproduzione di originali famosissimi in una ambientazione coerente con l’aspetto degli interni degli Appartamenti Reali ai primi dell’Ottocento. Partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 83,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo con 2 autisti – Guide locali per le visite – Ingressi a: Villa delle Ginestre / Villa Campolieto / Villa Favorita / Reggia di Portici – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


ROMA / Città del Vaticano / MUSEI VATICANI e CAPPELLA SISTINA / La Basilica di san Pietro / CASTEL SANT’ANGELO

ROMA / Città del Vaticano / MUSEI VATICANI e CAPPELLA SISTINA / La Basilica di san Pietro / CASTEL SANT’ANGELO

1 giorno
27 ottobre 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 03,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di ROMA. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo ed incontro con la guida che seguirà il gruppo per tutta la giornata. Il cuore delle visite sarà il territorio della CITTA’ DEL VATICANO: una piccolissima enclave nel territorio della Repubblica Italiana. Parte integrante del tessuto urbanistico di Roma, essa è uno dei luoghi più visitati al mondo: accoglie infatti, al suo interno, il grande complesso dei Musei Vaticani, la Basilica di San Pietro con la superba piazza antistante, la residenza papale, i Giardini Vaticani e molto altro ancora. In mattinata visita dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina. Negli indimenticabili ambienti che ospitano le numerose sezioni dei Musei Vaticani, costituitisi per volontà dei papi degli ultimi cinque secoli, si possono ammirare le opere dei più grandi artisti di tutti i tempi:.La Pinacoteca è un’eccezionale raccolta di dipinti di Giotto, Leonardo, Raffaello, Caravaggio… per non citarne che alcuni!. All’arte classica sono dedicate intere sezioni, quale quella Etrusco-Gregoriana, quella Pio-Clementina: una sosta nel Cortile del Belvedere consente di ammirare capolavori come il “Laocoonte”, l’Apollo del Belvedere”, il “Perseo” di Canova; la Sala Rotonda offre una splendida panoramica sulla scultura romana, così come la Galleria dei Candelabri. Le Gallerie degli Arazzi e quella delle Carte Geografiche conducono il visitatore verso il capolavoro michelangiolesco per eccellenza, la Cappella Sistina, quella in cui, da secoli, si riunisce il Conclave per l’elezione di un nuovo papa.. L’immane volta con le scene della Genesi, realizzata dal grande Maestro agli inizi dei Cinquecento in soli quattro anni e senza aiuti di bottega, è il primo atto dell’Umanità, mentre la parete di fondo, databile al periodo 1536-1540, ne è il tragico epilogo. Piazza San Pietro, meraviglioso spazio barocco, concepito dal Bernini come abbraccio della Chiesa ai suoi fedeli, accoglie ogni giorno i migliaia di visitatori che varcano la soglia della Basilica di San Pietro. Anch’essa realizzata da Michelangelo, si impone per le sue dimensioni, nonché per la ricchezza del suo interno. Basti pensare all’enorme cupola e al sottostante Baldacchino che cela, alla base, la tomba dell’Apostolo Pietro; alla “Gloria” del Bernini; alla “Pietà” giovanile del Buonarroti nella prima cappella a destra, entrando in basilica. Nel pomeriggio visita di Castel Sant’Angelo. Realizzato dall’architetto Demetriano nei primi decenni del 2° sec. d.C. per ordine dell’imperatore Adriano, esso era destinato ad accogliere le tombe dei membri della famiglia imperiale. Per accedervi Adriano fece costruire l’antistante ponte Elio, detto poi Ponte Sant’Angelo. Nel corso dei secoli l’enorme struttura del mausoleo cambiò più volte destinazione, divenendo fortezza, prigione e residenza papale e si arricchì pertanto di sontuose sale affrescate. Splendida la visuale sulla città dalla terrazza posta a coronamento dell’edificio. Alle ore 18.30 circa, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 67,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Guida per tutte le visite, come da programma – Auricolare per Musei Vaticani – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita (ai Musei Vaticani ultima domenica del mese ingresso gratuito) – I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

 

I colori dell’autunno …”MAGICO COSENTINO” / La Verna / Bibbiena / “sagra della castagna” a CAPRESE MICHELANGELO

I colori dell’autunno …”MAGICO COSENTINO” / La Verna / Bibbiena / “sagra della castagna” a CAPRESE MICHELANGELO


1 GIORNO
27 ottobre 2019


DESCRIZIONEAlta valle dell’Arno, oasi di verde nell’Appennino Tosco-Romagnolo. La posizione di estremo lembo nord-orientale della Toscana ha sempre contraddistinto questa valle come una terra ricca di storia e cultura. A testimonianza di ciò, i numerosi Castelli o importanti monasteri e conventi spesso incastonati sulle cime dei promontori collinari. Luoghi mistici ed austeri ma al contempo affascinanti e suggestivi grazie ad una perfetta integrazione tra foreste secolari e territori rurali, questi ultimi plasmati da una sapiente cultura contadina delle genti toscane.
PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 05,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta della Toscana. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo e visita con guida. LA VERNA, caratteristico monte del Casentino rivestito di una magnifica foresta, famoso per l’ambiente naturale e per il convento fondatovi da S. Francesco. Il convento di LA VERNA, sorge sulla sommità del monte; arrivandovi si entra in un piazzale sul quale sorgono: la chiesetta di S. Maria degli Angeli, che custodisce tre terracotte robbiane fra le quali il dossale con Assunzione Della Vergine di Andrea della Robbia; la chiesa Maggiore che ha nell’interno rinascimentale altre terracotte di Andrea della Robbia; per un corridoio, decorato di affreschi, si accede alla Chiesa delle Stimmate, che risale al 1263, all’interno tondo di Luca della Robbia, grande terra-cotta di Andrea della Robbia e coro cinquecentesco. Si visitano inoltre: il convento, la grotta che fu la cella di S. Francesco, con un letto in pietra, il Sasso Spicco, enorme roccia sporgente sotto la quale soggiornò pure il santo, la grotta detta di fra’ Leone. BIBBIENA: è un paese ricco di testimonianze del passato medioevo e dell’epoca moderna; dalle fonti storiche si apprende che Bibbiena fu fondata nell’anno 979 e nel giro di alcuni anni si sviluppò da un piccolo nucleo di case attorno ad una pieve e ad un importante possedimento appartenente alla diocesi di Arezzo. Il centro storico di Bibbiena evoca in ogni angolo un passato illustre e in esso il turista ha il piacere di trovare caratteristici vicoli medioevali tra i quali il Borgarino e Fondaccio, abitati anticamente da artisti e artigiani ed ancora oggi pieni di vita. Nel Borgarino si trova la casa natale della famiglia Galli riconoscibile dall’antico stemma. Degna di nota la Chiesa di San Lorenzo che presenta una linea architettonica rinascimentale, al cui interno si trovano due opere di grande pregio di Andrea della Robbia. Attiguo alla chiesa è il chiostro seicentesco, a doppio ordine, inserito nell’ex convento francescano.Palazzo Dovizi, costituisce l’architettura civile più significativa di Bibbiena. Nella pittoresca Piazza Pier Saccone Tarlati, detta anche Piazza Grande, si possono ammirare l’antico Palazzo del Podestà, con numerosi stemmi sulle facciate, la Torre dell’Orologio, avanzo dell’antico castello distrutto in seguito alla Battaglia di Campaldino dell’11 giugno 1289 e la Propositura di San Ippolito. Pranzo in ristorante. Trasferimento a CAPRESE MICHELANGELO, celebre per aver dato i natali a Michelangelo nella casa del Podestà, visitabile. Tempo a disposizione per prendere parte alla “SAGRA DELLA CASTAGNA” I marroni di Caprese sono grandi e dolci, e con una lunga e nobile storia. I primi castagneti da frutto sono stati impiantati dai monaci durante il medioevo, e per secoli i prelibati frutti e i loro derivati hanno nutrito i Capresani, salvandoli dalla fame che in passato minacciava le piccole comunità di montagna durante i rigorosi inverni. La festa della Castagna si svolge nel piazzale del Castello e per i vicoli del centro, caldarroste, vin brulé, ciambelle, marmellate, polenta dolce di castagne e il tipico baldino (un dolce fatto con farina di castagne, acqua, noci e rosmarino) accolgono i tanti visitatori che vengono ad assaggiare ed acquistare i prodotti genuini di Caprese. Al termine delle visite, inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 85,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida – Pranzo in ristorante, bevande incluse – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: La cena – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

GENOVA e …L’ACQUARIO dove immergersi in un mare di emozioni

GENOVA e …L’ACQUARIO dove immergersi in un mare di emozioni


1 giorno
20 ottobre 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 00:30. incontro con il pullman e partenza alla volta di GENOVA. Soste lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e mattina dedicata alla visita. Genova è una città di mare, attiva e solare, intrisa di odori, di suoni, di sentimenti. Genova è il profumo delle acciughe, del basilico, della focaccia appena sfornata. E’ il brusio della gente nei “carruggi” tra i mercati, il chiasso delle piazze, il frastuono delle navi che ogni giorno arrivano e partono. Sviluppatasi intorno al suo porto, è la città dei pescatori, dei mercanti, è la patria dei genovesi scontrosi ma grandi di cuore. Antica città marinara, mantiene intatto il centro storico più grande d’Europa, nel quale si mescolano le chiese medioevali ed i palazzi rinascimentali, la popolazione locale e gli immigrati, i manager in giacca e cravatta e le prostitute, proprio come in un grande bazar di cultura e stili di vita. Data la sua peculiarità e unicità al mondo, nel luglio 2006 è entrata a far parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Si potranno ammirare: la suggestiva piazza San Matteo, di integro carattere medievale, definita dalla bella chiesa gentilizia (XII-XIII secolo) e dalle severe case dei Doria; Piazza De Ferrari, punto di connessione tra la città antica e la zona liberty di Via XX settembre, e come tale è l’epicentro della vita genovese. Passeggiando si raggiunge la zona di Sottoripa, punto di approdo delle navi dal 1100 e ancora oggi animata area pedonale, ricca di piccoli ristoranti, negozi, e tipiche friggitorie, il porto antico, è l’area del centro storico di Genova che affaccia sul mare fin dai tempi della nascita della città, fino alla fine degli anni ’80 era una zona portuale ancora operativa, successivamente è stato restaurata su progetto di Renzo Piano e restituita alla città nel 1992, in occasione dell’esposizione mondiale; ecc.. Pranzo a self-service. Pomeriggio visita all’ACQUARIO. un posto dove il mare ti entra nell’anima. E non se ne va più via. E’ un posto dove ci si innamora di tutti i mari del mondo. Dove gli oceani e i suoi abitanti ti sembrano così necessari alla vita che ne esci con la precisa sensazione che tutta quella meraviglia va assolutamente preservata. Del resto l’Acquario di Genova presenta la più grande esposizione di biodiversità ed ecosistemi in Europa. Situato a Ponte Spinola, nel Porto Antico della città, nella struttura progettata dal celebre architetto Renzo Piano, l’Acquario di Genova rappresenta, con le sue 70 vasche, la più grande varietà di ecosistemi, con 12.000 esemplari provenienti da tutti i mari del mondo, dal Mediterraneo alla Laguna del Madagascar, dalle scogliere coralline alle fredde acque antartiche, dalle foreste di mangrovie alla giungla dei colibrì. La visita ha una durata di circa 2 ore e 30 minuti e si sviluppa lungo un percorso che comprende anche vasche tattili in cui è possibile toccare gli animali. Dalla vasca delle foche e dei pinguini imperatore, disposta su più livelli per consentire l’osservazione degli animali sia sott’acqua che sulle rocce, si passa alle scogliere coralline dei mari tropicali con coloratissimi pesci farfalla e pagliaccio, murene e tartarughe. Il Mar Mediterraneo è rappresentato nel nuovo Padiglione dei Cetacei e nelle vasche più grandi dell’Acquario abitate da delfini e squali, mentre nella vasca delle mangrovie, con il lamantino e il pesce quattrocchi, è ricostruito l’habitat delle acque salmastre. Nella vasca delle acque dolci tropicali potrete osservare caimani e piranha rossi, e in quella delle foreste tropicali. Alle ore 17,30 inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 95,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo con n°2 autisti – Guida mezza giornata per la visita di Genova – Pranzo a self-service – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei, nei luoghi di visita e all’Acquario – La cena – Tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”

INGRESSO ACQUARIO DI GENOVA € 19,00
Bambini 0/3 anni gratuiti – Bambini 4/12 anni € 15,00

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.