CHIOGGIA “la piccola Venezia” / COMACCHIO, il Carnevale sull’acqua

CHIOGGIA “la piccola Venezia” / COMACCHIO, il Carnevale sull’acqua


1 giorno – domenica
4 febbraio 2018
e domenica 11 febbraio


ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 05:00, incontro con il pullman e partenza alla volta di CHIOGGIA. Sosta lungo il percorso per il ristoro. Arrivo e visita libera. Situata nell’estremo lembo meridionale della Laguna di Venezia, occupa una posizione geografica singolare: tra mare e laguna, quasi sospesa tra diverse tonalità di azzurro del cielo e dell’acqua. Divisa dal mare da una lunga striscia di arenile, il lido di Sottomarina, che va dalla bocca di porto di San Felice alla foce del Brenta. La sua “forma urbis”, ovvero la struttura della città, ha sempre incuriosito studiosi, viaggiatori e scrittori, al punto da considerarla un esempio classico e citatissimo di pianta urbana. Il “Corso del Popolo” attraversa il centro storico di Chioggia da nord a sud. E’ il vero cuore della città. Ha una doppia entrata: dall’acqua al molo di Vigo, dove si eleva il maestoso ponte istoriato, vero balcone sulla laguna, e da terra attraverso la porta di Santa Maria, residuo di antiche mura medioevali. Una piazza-strada maestosa e “vissuta”, che misura 840 metri in lunghezza. I canali, tre, scorrono, dividendo a fette il centro storicoIl più interno è il canal Vena, il più pittoresco, cavalcato da nove ponti. Le calli: non delle semplice vie. Sono anche e soprattutto luogo in cui si vive, si lavora e si gioca. Un salotto comune che prolunga fuori casa gli spazi abitativi sempre troppo angusti. I portici: sono una caratteristica del tutto peculiare per una città lagunare, che neppure Venezia (se si fa eccezione per piazza san Marco) possiede. Completano il paesaggio peschereccio le isole dei Cantieri, gli “squeri”, che vantano una tradizione di cultura materiale che affonda nel periodo medioevale. Il loro statuto, la Mariegola di san Giuliano, risale al 1211 e si configura come uno dei primi esempi in Europa di società che precorse il mutuo soccorso. D’interesse particolare l’architettura dei tipici capannoni, le “tenze”. Pranzo libero. Trasferimento a COMACCHIO e pomeriggio libero per il magico “Carnevale sull’acqua”, vera punta di diamante. Lungo la cornice ineguagliabile dei canali del centro storico sfileranno le barche allegoriche addobbate a tema, accompagnate dai cortei in maschera con gli alunni delle scuole del territorio e dai gruppi parrocchiali, che si cimenteranno con le maschere della tradizione. Momenti di gioco e di intrattenimento, laboratori ludici e di realizzazione di costumi, stand con distribuzione di crostoli e dolciumi della tradizione, esibizioni in maschera delle scuole di ballo locali. Le dieci “batane” in parata allegorica che nelle due domeniche prenderanno il largo dal ponte monumentale Trepponti, simbolo della città, interpreteranno i temi più diversi. Alle ore 19:00 circa, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 50,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

Il CARNEVALE DI VIAREGGIO

 


Il CARNEVALE DI VIAREGGIO

1 giorno – domenica
4 febbraio 2018
e domenica 11 febbraio


DescrizioneUN TEATRO A CIELO APERTO SU UN PERCORSO DI 3 KM DOVE SFILERANNO: 11 costruzioni di prima categoria – 6 costruzioni di seconda categoria – 11 mascherate in gruppo – 10 mascherate isolate. Una sfilata da record di opere di cartapesta quella che la passeggiata di Viareggio Vi offrirà. Il Carnevale di Viareggio giunge alla sua 145^edizione. Nato come espressione popolare dell’anima della città, appuntamento che scandisce come un rito la vita dei suoi abitanti, a Viareggio il Carnevale è andato sempre più assumendo, quasi da suo nascere, una forte valenza turistica. Caratterizzato dai giganteschi carri allegorici in cartapesta alti sino a venti metri, il Carnevale di Viareggio è oggi espressione di antichi saperi che si richiamano non solo alla tradizione rinascimentale dei trionfi, ma più precipuamente aderente alle tecniche costruttive dei grandi velieri, vanto della cantieristica viareggina. I carri in cartapesta sono gli impareggiabili protagonisti dei corsi mascherati del Carnevale di Viareggio, frutto dell’inimitabile creatività, della straordinaria abilità scultorea, pittorica dei maghi viareggini, sono il più alto esempio di questa arte popolare il cui linguaggio si è diffuso nei quattro angoli del pianeta.
Un manifestazione UNICA NEL SUO GENERE che trova nelle caratteristiche urbanistiche della città e nello spirito dei suoi abitanti le condizioni ideali per un risultato sempre spettacolare.
ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 06:00, incontro con il pullman e partenza alla volta di VIAREGGIO. Soste lungo il percorso per ristoro e per il pranzo libero in autogrill. Arrivo a VIAREGGIO ed ingresso al CARNEVALE. Pomeriggio libero per assistere alla sfilata dei carri e dei corsi mascherati. Alle ore 18:00 circa, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 65,00

BIGLIETTO DI INGRESSO: € 17,00
Bambini da 1,20 mt a 14 anni: € 15,00
Bambini fino a 1,20 mt: gratuito

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

FIRENZE: PALAZZO PITTI, inconfondibile capolavoro del Rinascimento fiorentino e scrigno di storia – La Galleria Palatina, La Galleria d’Arte Moderna Il Museo degli Argenti, Il Giardino di Boboli

FIRENZE: PALAZZO PITTI, inconfondibile capolavoro del Rinascimento fiorentino e scrigno di storia – La Galleria Palatina, La Galleria d’Arte Moderna Il Museo degli Argenti, Il Giardino di Boboli


1 giorno – domenica
4 febbraio 2018


Descrizione

FIRENZE è una delle città più magiche al Mondo, impossibile non innamorarsene. Ogni angolo della città è una speldida sorpresa, che conserva inestimabili tesori di arte, storia, cultura e tutto l’ineguagliabile fascino secolare della città eletta a culla del Rinascimento. La sua storia secolare affascina attraverso tesori gloriosi; ogni angolo rivela la cultura, lo spirito, l’amore e l’orgoglio dei fiorentini per il loro passato. La modernità si inserisce con rispetto in un quadro unico, simbolo del movimento rinascimentale, senza sconvolgere la tradizione, integrandosi. Agli angoli delle strade, terzine dantesche e ricordi d’altri tempi accompagnano il visitatore, rendendolo cosciente della continuità temporale e della ricchezza della storia fiorentina.

ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 05.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di FIRENZE. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Piazza Pitti, forse la più famosa fra le piazze dell’Oltrarno; dominata dal grande palazzo Pitti con i suoi musei, è una delle poche piazze di Firenze che non si aprono di fronte a una chiesa. Palazzo Pitti (interni): Gli Appartamenti monumentali sono composti da quattordici stanze che costituivano parte della dimora dei Medici, anche se col tempo gli arredi sono cambiati a seconda degli inquilini che occuparono gli appartamenti stessi (gli Asburgo-Lorena e i Savoia, nel breve periodo in cui Firenze fu Capitale d’Italia). È anzi proprio alla mano dei Savoia, e segnatamente di Umberto I e della regina Margherita, che si deve l’aspetto attuale di queste stanze sontuose, ricche di arazzi e mobili d’epoca, come i letti a baldacchino. Da notare soprattutto la Sala Bianca dei fratelli Albertolli, centro di molte esibizioni temporanee a Palazzo Pitti, la Sala dei Pappagalli, gli arredi Margherita di Savoia con lo stipo Della Rovere, la Cappella e la Sala del Trono. La Galleria Palatina: occupa l’intero piano nobile di Palazzo Pitti, che fu dapprima reggia dei Granduchi Medici e successivamente degli Asburgo-Lorena, prima di diventare palazzo reale e residenza della famiglia Savoia fra il 1860 e il 1919. La fastosa Quadreria fu istituita tra la fine del Settecento e i primi decenni dell’Ottocento dagli Asburgo-Lorena, che collocarono nelle sale di rappresentanza circa 500 opere scelte tra i capolavori delle principali collezioni medicee. Si tratta di una raccolta straordinaria, che vanta la più numerosa collezione al mondo di dipinti di Raffaello, oltre a pregevoli opere dei più grandi maestri europei dal Rinascimento al Barocco fra cui Botticelli, Filippo Lippi, Tiziano, Van Dyck, Caravaggio e Rubens. La Galleria d’Arte Moderna: all’interno di Palazzo Pitti si trova questa espone dipinti e sculture, per la maggior parte italiani, dalla fine del Settecento fino agli anni della prima guerra mondiale. Nelle sontuose sale, già residenza dei granduchi lorenesi, sono esposte opere dal neoclassicismo al romanticismo, una straordinaria raccolta dei Macchiaioli, importanti testimonianze delle scuole italiane del secondo Ottocento oltre che dei movimenti artistici dell’inizio del Novecento. Il Giardino di Boboli, costruito nel cuore di Firenze tra il Forte di Belvedere e la reggia medicea di Palazzo Pitti, è un parco monumentale di altissimo effetto scenografico, considerato uno dei massimi esempi, forse il più grandioso, di quegli impianti che hanno contribuito a consolidare la tipologia classica del giardino all’italiana. Non diventò famoso fino a che non divenne proprietà della famiglia dei Medici che chiamò Niccolò Pericoli, conosciuto come Tribolo, per progettarlo. Il parco, che fa parte di Palazzo Pitti,fu progettato per occupare una posizione scenografica sulla pendenza della collina di Boboli ed ha inoltre accesso dalla piazza. Il parco fu poi arricchito con molte invenzioni da Buontalenti, fontane e statue da Ammannati, Giambologna e Tacca e completate da Giulio e Alfonso Parigi. I due architetti, padre e figlio, eseguirono l’anfiteatro, scenario per molte celebri performances teatrali, il viale dei cipressi conosciuto come “Viottolone”, la piazza e il laghetto dell’ Isolotto. Il Museo degli Argenti: occupa i fastosi ambienti affrescati che un tempo costituivano l’appartamento estivo dei granduchi, e si estende in 14 sale al piano terra (appartamenti estivi ai quali si accede dal cortile del Buontalenti) e in 13 sale al soprastante piano mezzanino. Il museo viene chiamato anche Tesoro dei Medici, sebbene alcuni pezzi datino all’epoca successiva dei Lorena, e contiene una vasta collezione di pezzi inestimabili di oreficeria, argenteria, cristalli, opere in avorio e in pietre dure. Custodisce anche una preziosa raccolta di cammei e intagli appartenuta ai Medici. Passeggiata in FIRENZE: Ponte Vecchio, il ponte, come lo si vede attualmente, fu costruto nel 1345 dopo che una violenta alluvione aveva distrutto il precedente, è uno dei simboli della città di Firenze ed uno dei ponti più famosi del mondo; il Duomo o Cattedrale di Santa Maria del Fiore fu iniziata alla fine del XIII secolo da Arnolfo di Cambio, mentre la bellissima cupola che lo ha reso un simbolo di tutta la Toscana è frutto del genio rinascimentale di Filippo Brunelleschi; piazza della Signoria, il centro civile e cuore della città. Nella piazza vediamo Palazzo Vecchio, la sede comunale, la loggia della Signoria, la fontana di Nettuno e palazzo Uguccioni. All’angolo della piazza si vede la facciata di una dei musei più famosi di sempre: la galleria degli Uffizi. Alle ore 18:30 circa, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 65,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Tassa di ingresso a Firenze – Guida per intera giornata – Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
La prima domenica del mese l’ingresso ai siti indicati in programma è gratuito

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

ROMA… SHOPPING !!

ROMA… SHOPPING !!


1 giorno – domenica
4 febbraio 2018


Programma

Appuntamento dei partecipanti alle ore 06,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di ROMA. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo e giornata a disposizione da dedicare allo shopping ed alle visite individuali. Per lo shopping, si può partire da Piazza del Popolo, splendida e celebre, ai piedi del Pincio, spostarsi lungo Via del Babuino fino ad arrivare a Piazza di Spagna. Qui potete fermarvi ad ammirare una delle scalinate più famose del mondo e scattare alcune foto anche alla famosa fontana conosciuta anche come la “Barcaccia”, opera del Bernini. Dalla piazza proseguite per Via dei Condotti dove avrete la possibilità di fare un po’ di shopping nelle boutiques più esclusive della Capitale. Alla fine della strada arrivate in Via del Corso , una delle principali arterie della città, parzialmente chiusa al traffico, ospita negozi di vario genere, in grado di venire incontro alle più diverse esigenze: dall’abbigliamento per donna a quello per uomo, passando attraverso negozi di intimo, accessori, calzature e megastore di moda giovane e di tendenza. Da vedere, passeggiando lungo Via del Corso, l’affascinante e caratteristica Galleria Colonna (ora Galleria Alberto Sordi) con all’interno numerosi punti vendita per uno shopping in tutta tranquillità al riparo dalla pioggia e dal freddo. Pranzo libero. Alle ore 19:00 circa, inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera. Arrivo. Fine servizi

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (Min. 40 Pax) € 45,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Capogruppo.

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Gli ingressi – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

MATERA “I Giardini di pietra” / ALBEROBELLO / Il CARNEVALE DI PUTIGNANO..corsi mascherati, caleidoscopio di colori in un turbinio di emozioni!

MATERA “I Giardini di pietra” / ALBEROBELLO / Il CARNEVALE DI PUTIGNANO..corsi mascherati, caleidoscopio di colori in un turbinio di emozioni!


2 giorni
10 febbraio 2018 – 11 febbraio 2018


Programma

10/02/2018 – PARTENZA / MATERA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MATERA. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo a MATERA, incontro con la guida e visita. Con il passare degli anni la città continua a suscitare stupori e ad emergere per il suo paesaggio, a detta di tanti, incantato. Matera, dichiarata dal 1993 Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e appena proclamata CAPITALE DELLA CULTURA EUROPEA DEL 2019, è stata definita unica al mondo per la sua configurazione ed i suoi paesaggi così contrastanti fra loro. E’ la città delle Caverne, dei Villaggi Trincerati, delle Case contadine scavate nella roccia, delle Chiese Rupestri affrescate, delle grandi Chiese Romanico – Pugliesi e Barocche e degli importanti Palazzotti nobiliari. Strutture edificate, eleganti ed articolate si alternano a labirinti sotterranei e a meandri cavernosi, creando un unicum paesaggistico di grande effetto. Il sovrapporsi di diverse fasi di trasformazioni urbane sull’aspra morfologia murgica originaria, il raffinato dialogo tra rocce ed architettura, canyon e campanili, ha creato nel corso dei secoli uno scenario urbano di incomparabile bellezza e qualità. Un tempo cuore della civiltà contadina, oggi, ristrutturati e rinobilitati, i Sassi rivivono e lasciano senza fiato soprattutto di sera quando le piccole luci di residenze, botteghe di artigiani e ristoratori li rendono come un presepe di cartapesta. I Sassi dal Belvedere panoramico, suggestiva location cinematografica per la rappresentazione del Golgota e della passione di Cristo nel film di Mel Gibson “The Passion”. Piazzetta Pascoli che consente una panoramica mozzafiato sul Rione Sasso Caveoso e sul prospiciente altopiano murgico. Si prosegue attraverso le stradine e i vicoli del Sasso Caveoso dove sarà possibile osservare il raffinato restauro di alcuni palazzotti signorili e case contadine, sino a giungere alla splendida Piazza San Pietro Caveoso dominata dall’omonima chiesa. Si visita poi la “casa grotta”, abitazione tipica con struttura mista scavata e costruita e allestita con gli arredi e gli attrezzi tipici della civiltà contadina. La guida prosegue presso l’affascinante chiesa rupestre di Santa Lucia alle Malve, dove si potranno osservare alcuni degli affreschi più significativi del patrimonio iconografico locale e l’elaborato sistema di decorazioni architettoniche realizzate in rupe. La cattedrale, internamente ristrutturata nel periodo barocco, ospita interessanti opere lignee e pittoriche di artisti locali. Lungo la dorsale seicentesca del “Piano” si possono ammirare le costruzioni civili e religiose del periodo barocco. In tarda serata, trasferimento in Hotel, cena e pernottamento.

11/02/2018 – ALBEROBELLO / PUTIGNANO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel e partenza per ALBEROBELLO. Visita libera. Alberobello rappresenta il cuore della Valle dei Trulli e fu fondata nel XV secolo dai conti Acquaviva; è un pittoresco centro agricolo e turistico formato in gran parte da trulli che gli conferiscono, oltre ad una vaga aria fiabesca, notevole interesse architettonico riconosciuto nel 1996 Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Nella sola Alberobello ci sono circa 1.500 trulli di vario tipo. Il centro storico, è uno dei più interessanti della Puglia, soprattutto perché permette di osservare la struttura dei trulli. Tali edifici si concentrano oggi soprattutto nei rioni Aia Piccola e Monti che accoglie la chiesa di S. Antonio disegnata nel 1926 riprendendo le forme del trullo. Trasferimento a PUTIGNANO. Tempo a disposizione per assistere alle manifestazioni del famoso Carnevale, giunto alla 624^ edizione, inizio sfilata ore 15:30. “Un fiume in piena” I colori, i suoni, le emozioni scroscianti dei Corsi Mascherati del Carnevale di Putignano scolpiscono indelebilmente l’immaginario di un pubblico sempre più imponente. Nella carovana in festa, il colpo d’occhio più immediato è quello pronto a sbattere contro la maestosità dei carri allegorici, realizzati interamente in cartapesta, e chiamati a portare sulle scene eventi di rilevo nazionale ed internazionale. Temi importanti nel senso più letterale, legati alla politica e all’attualità, alla solidarietà ed alla morale. Sono delle autentiche opere d’arte, che i maestri cartapestai realizzano nelle fucine dei Capannoni, storici ed affascinanti laboratori che per mesi cullano i carri per accompagnarli dal momento dell’ideazione a quello della realizzazione. Accanto ai Carri allegorici, i Corsi Mascherati sono pronti a presentare un universo di cartapesta più minimalista, dal punto di vista della dimensione come da quello del raggio d’azione dell’allegoria. Alle ore 18:30 circa, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 195,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 10/2 alla prima colazione dell’11/2 – Le bevande alla cena – Guida per Matera – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 10/2 ed i pasti dell’11/2 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”
Supplemento camera singola: € 20,00

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

"Per un vero viaggiatore la gioia non è arrivare alla meta, ma continuare a viaggiare…"