Archivi tag: Viaggio in pullman

L’ISOLA DI CAPRI / LA REGGIA DI CASERTA / L’ABBAZIA DI MONTECASSINO

L’ISOLA DI CAPRI / LA REGGIA DI CASERTA / L’ABBAZIA DI MONTECASSINO


2 giorni
14 aprile 2018 – 15 aprile 2018


Programma14/04/18 – PARTENZA / NAPOLI / CAPRI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 02,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di NAPOLI. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo a NAPOLI, trasferimento al Porto, incontro con la guida ed imbarco sul traghetto per l’ISOLA DI CAPRI. L’intera giornata sarà dedicata alla visita. Imperatori e sovrani, sceicchi e nobildonne, scrittori e dive, pittori e poeti. Tutti stregati dall’isola magica, dalla sua bellezza, dalla sua storia, dal suo mare. Un luogo in cui natura e mito si fondono in maniera profonda, un’isola piena di meraviglie. Le luci, i profumi, i colori e gli orizzonti ne fanno la meta preferita di artisti, poeti e viaggiatori. Benvenuti a CAPRI, undici chilometri quadrati stracolmi di bellezze e di incanto! Fulcro dell’abitato, caratterizzato da abitazioni con terrazzi e pergolati, è la notissima “piazzetta”, soprannome della minuscola PIAZZA UMBERTO I, un salottino all’aperto centro della vita turistica e mondana. La domina la barocca CHIESA DI SANTO STEFANO, con le sue cupole di ispirazione araba e un prezioso pavimento romano proveniente da Villa Jovis. Una delle più notevoli realizzazioni dell’architettura caprese è il complesso monumentale della Certosa di San Giacomo, fu costruita nel ‘300 e ampliata nel ‘600. Non sono distanti i GIARDINI DI AUGUSTO, dai quali si gode una magnifica vista sui Faraglioni e Marina Piccola. Il parco, attraversato da viottoli e scalette, è un’oasi verde con un suggestivo belvedere. Dai giardini si raggiunge Marina Piccola percorrendo via Krupp, un tortuoso viottolo che scende fino al mare. Offre incantevoli squarci panoramici sui fondali e sui Faraglioni. La passeggiata più famosa di Capri è quella che porta al BELVEDERE DI TRAGARA, ombrosa piazzetta con vista sui Faraglioni e Marina Piccola. Sotto Tragara inizia la strada che scende ai Faraglioni, i tre famosissimi scogli. Rientro a NAPOLI e trasferimento in Hotel nelle vicinanze. Cena e pernottamento.

15/04/18 – CASERTA / CASSINO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Partenza per CASERTA. Arrivo, incontro con la guida e visita: la Reggia, è uno dei più fastosi e splendidi palazzi che un sovrano abbia fatto costruire. Infatti appena varcato l’ingresso, si ha subito l’impressione di entrare in un palazzo di fiaba. Carlo III di Borbone incaricò l’architetto Luigi Vanvitelli di realizzare fra l’antica città romana e longobarda e la nuova Caserta una costruzione che emulasse Versailles. Su una pianta rettangolare, il palazzo reale di Caserta copre un’area di 44.000 metri quadrati e si alza per quarantadue metri lungo un fronte di duecentocinquanta metri. Per costruirlo furono spesi circa sei milioni di ducati. La Reggia di Caserta é fra i monumenti più visitati in Italia. Infatti non si può non restare colpiti dalla bellezza e dalla sontuosità delle sale di rappresentanza e di ricevimento, quasi tutte tappezzate con seta di San Leucio, ricche di preziose decorazioni, di arazzi, di mobili e specchi, che si snodano lungo ariosi corridoi e passetti, intorno ai quattro grandi cortili. Visita agli appartamenti reali. Visita al Parco: oltre ad essere situata in una delle più belle pianure d’Italia, ai piedi delle bellissime colline casertane, la reggia di Caserta possiede il più scenografico parco di tutto il mondo, disperso di fontane e cascate. I giardini in parte all’inglese e in parte ispirati ai modelli francesi, sono abbelliti da statue, eseguite dai migliori scultori partenopei sotto la guida di Carlo Vanvitelli. Anche se il progetto iniziale risultava molto più raffinato e vasto, e ci furono successive riduzioni dovute a contingenze di tipo economico, quello di Caserta resta, in ogni caso un progetto mastodontico legato all’idea della magnificenza reale della casa Borbonica. Il Giardino all’Inglese: fu voluto dalla Regina Maria Carolina d’Austria, sollecitata dalla moda in vola in Europa dei giardini di stile inglese ideati la prima volta in Inghilterra da William Kent. Pranzo in ristorante. Partenza per l’ABBAZIA DI MONTECASSINO. Visita: fu fondata nel 529 da San Benedetto da Norcia. Durante il Medioevo fu un importantissimo centro culturale grazie alle sue biblioteche e scuole scrittorie. Vide il suo periodo di massimo splendore sotto l’Abate Desiderio, durante l’ XI secolo. Distrutta nel 1349 da un terremoto, fu ricostruita tra il XVI e XVIII secolo in forme tardo rinascimentali e barocche. Nel 1944 l’abbazia fu oggetto di un feroce bombardamento durante la seconda guerra mondiale che portò all’ennesima distruzione del monastero e alla relativa perdita di tanti civili che vi si erano rifugiati sperando di trovare la salvezza. Venne poi ricostruita per progetto dell’ingegnere G. Breccia Fratalocchi, sua la pianta rettangolare aperta, tre chiostri e basilica a tre navate. La casa madre, fondata nel VI secolo da San Benedetto, è la più insigne delle abbazie benedettine e uno dei più famosi monasteri della cristianità. Per tutto il medioevo fu un centro vivissimo di cultura attraverso i suoi abati, le sue biblioteche, i suoi archivi, le scuole scrittorie e miniaturistiche che trascrissero e conservarono molte opere dell’antichità. Al termine delle visite, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 245,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere doppie con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 14/04 al pranzo del 15/04 – Bevande ai pasti – Nave veloce Napoli / Capri / Napoli – Pulmini per il giro dell’Isola di Capri – Guida per le visite come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 14/04 e la cena del 15/04 – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 25,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medica e bagaglio)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

NOVITA’! A Bologna per FICO

NOVITA’! A Bologna per FICO


1 giorno – domenica
15 aprile 2018


DescrizioneIL PIÙ GRANDE PARCO AGROALIMENTARE DEL MONDO, SU 10 ETTARI, RACCHIUDE LA MERAVIGLIA DELLA BIODIVERSITÀ ITALIANA

2 ettari di campi e stalle all’aria aperta / Le botteghe ed il mercato, 90.000mq di eccellenze italiane / 40 fabbriche per scoprire la lavorazione delle materie prime fino alla creazione dei prodotti tipici italiani / 6 aule didattiche, 6 grandi “giostre” educative, teatro e cinema
45 luoghi di ristoro tra bistrot, ristoranti stellati e chioschi di street food

Programma

Appuntamento dei partecipanti alle ore 07:00, incontro con il pullman e partenza alla volta di BOLOGNA. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo nelle vicinanze di BOLOGNA, dove sorge FICO e giornata a disposizione. Un’area di 100mila metri quadrati (10 ettari) progettati dall’architetto Thomas Bartoli dedicati alla biodiversità e all’artigianalità italiane in grado di trasformare le materie prime in cibo di qualità. All’esterno due ettari di campi agricoli e stalle all’aria aperta dove vengono coltivate duemila varietà e vivono duecento animali. All’interno otto ettari che ospitano quaranta fabbriche in funzione che danno vita ai prodotti tipici della nostra tavola, coperti da 44mila pannelli fotovoltaici che danno vita al più grande impianto su tetto d’Europa. E poi decine di punti ristoro, tra ristoranti e chioschi, che offrono assaggi e degustazioni e botteghe dove è possibile acquistare il meglio del made in Italy. E c’è la possibilità di mettersi alla prova, di sporcarsi le mani, di iscriversi a corsi di formazione a pagamento e imparare con gli artigiani e altri esperti del settore come fare le cose, come fare la pasta, produrre uno yogurt naturale, imparando la tecnica per maneggiare e trasformare gli ingredienti. È formazione anche nel senso di educazione – per bambini e non solo – perché,ci sono sei mini-padiglioni, che qui si chiamano giostre, che spiegano da un punto di vista didattico com’è nato e cresciuto il patrimonio alimentare italiano svelando i segreti del fuoco, della terra, del mare, degli animali, delle bevande e del futuro. Nel tardo pomeriggio, partenza per il rientro. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 45,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

FESTA DI PRIMAVERA” a Castiglione del Lago / IL LAGO TRASIMENO e navigazione sul Lago

“FESTA DI PRIMAVERA” a Castiglione del Lago / IL LAGO TRASIMENO e navigazione sul Lago


1 giorno – domenica
15 aprile 2018


ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 07,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta del LAGO TRASIMENO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e tempo a disposizione per le visite libere. Il paesaggio che accoglie il visitatore è unico, un grande anfiteatro racchiuso da dolci colline ed ampie zone pianeggianti, all’interno del lago spuntano tre verdissime isole: Maggiore, Minore e Polvese; un luogo che da sempre viene descritto da personaggi illustri, che già in epoche passate venivano qui per ritrovare la calma e il contatto con la natura. Arrivo a PASSIGNANO. Adagiata su dolci pendii nord del Trasimeno, dove il lago incontra la roccia, Passignano è una “isola felice”, fatta di natura e storia, arte e folklore, di pace e di vitalità. Escursione in battello all’ISOLA MAGGIORE: seconda per estensione, è l’unica ad essere ancora abitata e destinazione preferita per escursioni. Sull’isola Maggiore si trova un piccolo borgo, abitato soprattutto da pescatori; interessante il Castello Guglielmi, non più agibile, che ingloba il convento e la chiesa di San Francesco del 1328. Secondo la tradizione, S. Francesco passò la Quaresima del 1211 su quest’isola servendosi di un masso per giaciglio. In questo luogo è caratteristica la lavorazione dei merletti a Pizzo d’Irlanda, tecnica introdotta dalla Marchesa Elena Guglielmi, quando vece venire una merlettaia sull’isola. Proseguimento per CASTIGLIONE DEL LAGO: è un piccolo centro di origine etrusca posto su un promontorio adiacente il lago. Fà parte del club de “I Borghi più Belli d’Italia”. Il centro storico è circondato dalle mura medievali con le tre porte Fiorentina, Senese e Perugina. Notevole la Rocca del Leone, uno degli esempi più interessanti di architettura militare umbra del Medioevo: è a forma di pentagono irregolare, con cinque torri e tre porte, dominata dal mastio triangolare alto quasi 30 metri. Il cammino di ronda offre una splendida visuale sul lago, mentre il vasto spazio interno è oggi utilizzato come anfiteatro naturale per spettacoli. Altro edificio di grande pregio artistico è palazzo Ducale o della Corgna, fatto costruire da Ascanio della Corgna nel 1560 su progetto del Vignola o di Galeazzo Alessi: offre interni riccamente affrescati da Niccolò Circignani detto “Il Pomarancio” e Salvio Savini con scene mitologiche e imprese del capitano di ventura Ascanio della Corgna. Da vedere la chiesa di Santa Maria Maddalena, con una pregevole tavola del 1500 di un allievo del Perugino, una “Madonna del Latte” di scuola senese del ‘300 ed affreschi di Mariano Piervittori (1850), la chiesa di San Domenico di Guzman, sulla piazza principale del borgo, piazza Mazzini, il palazzo del Capitano del Popolo del XIII secolo. Giro del lago in battello, per ammirare le tre isole: Polvese, la più estesa delle tre, Maggiore, l’unica abitata, che conserva ancora oggi il caratteristico aspetto del villaggio quattrocentesco creato dai pescatori. e Minore, la più piccola. Passeggiata per prendere parte alle manifestazioni della “FESTA DI PRIMAVERA”. Organizzata dall´ Associazione Turistica Pro Castiglione, richiama decine di migliaia di spettatori. Il programma della Festa di Primavera prevede per tutta la città addobbi floreali in ogni angolo, piazza, via, balcone e vetrine. Inoltre: corte storico, esibizione di sbandieratori e gruppo folk, artisti di strada, mostra mercato, taverne e street food. Alle ore 20,00 circa, partenza per il rientro. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 50,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Battello per Isola Maggiore – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

I CAMPI FLEGREI: Pozzuoli, Baia, Cuma / PROCIDA, incantevole set cinematografico / NAPOLI

I CAMPI FLEGREI: Pozzuoli, Baia, Cuma / PROCIDA, incantevole set cinematografico / NAPOLI


2 giorni
21 aprile 2018 – 22 aprile 2018


Programma21/04/2018 – PARTENZA / CAMPI FLEGREI / NAPOLI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00, incontro con il pullman e partenza alla volta dei CAMPI FLEGREI. Visita con guida. Un territorio unico al mondo caratterizzato da un sistema vulcanico in piena attività, soggetto a fenomeni bradisismici e di erosione marina, Un terra antica e “dinamica” il cui paesaggio è disegnato da cinque laghi che si alternano ad insenature e promontori di roccia tufacea. L’itinerario si svolge nella fascinosa plaga vulcanica ad ovest di Napoli, dove vivi sono i ricordi mitici e numerosi i resti dell’antichità. Arrivo e visita. POZZUOLI, ove si visiterà l’Anfiteatro Flavio, fatto costruire da Vespasiano nel I sec. a.C. capace di contenere 40 mila persone, è uno dei più grandi anfiteatri dell’antichità; molto interessanti i sotterranei costituiti da tre corridoi, con un certo numero di aperture rettangolari, che fingevano da passaggio diretto con l’arena. Proseguendo nell’itinerario si potranno ammirare: CUMA, uno dei capisaldi dell’itinerario, in suggestiva solitudine, con l’Arco Felice, grandioso fornice di un viadotto in laterizi eretto al tempo di Domiziano; l’Antro della Sibilla Cumana, uno dei santuari più venerati nell’antichità dove la Sibilla Cumana, cantata nell’Eneide, proferiva i suoi oracoli; i resti dei templi greci di Giove e di Apollo. BAIA, con il bellissimo parco archeologico, uno dei più grandiosi e singolari complessi architettonici; visita al Castello edificato alla fine del ‘400 dagli Aragonesi, oggi sede del Museo dei Campi Flegrei. Trasferimento a NAPOLI e giro panoramico: il lungomare tra Castel dell’Ovo e Posillipo, con il panorama su tutto il Golfo, il Vesuvio e le isole, è l’immagine più famosa e suggestiva di Napoli; il profilo della costa è dominato dalle massicce mura tufacee di CASTEL DELL’OVO, il più antico della città, la famosissima VIA CARACCIOLO, si gode uno dei panorami più incantevoli di Napoli, dal Vesuvio fino alla collina di Posillipo punteggiata da case immerse nel verde, il tutto incorniciato dal blu intenso del mare. Il lungomare detto RIVIERA DI CHIAIA e la VILLA COMUNALE, (già Villa Reale), parco cittadino realizzato da Carlo Vanvitelli alla fine del ‘700. Passeggiata nella monumentale ed armoniosa Piazza del Plebiscito, senza dubbio la più nota di Napoli, ma anche la più grande e la più rappresentativa, vi prospetta il Palazzo Reale, ed è celebre per l’imponente colonnato; ecc.. Sistemazione in Hotel nei dintorni, cena e pernottamento.

22/04/2018 – ISOLA DI PROCIDA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Trasferimento al porto di Pozzuoli. Partenza in traghetto per PROCIDA. Incontro con la guida ed i pullmini e visita dell’isola. Visite: Torre Murata, sorge sul promontorio più alto dell’isola a 90 metri d’altezza, ed è il nucleo storico di Procida, il vecchio “cuore” dell’isola, il centro abitativo più antico ed unico rifugio sicuro per gli isolani durante secoli di incertezze politiche. Oltre le due maestose porte d’ingresso, la Terra Murata premia il visitatore con la sua atmosfera medievale, vicoli strettissimi e le tipiche casette popolari, una brezza che spesso soffia qui sopra e alleggerisce i mesi caldi e – naturalmente – con una vista straordinaria su tutto il Golfo di Napoli; l’imponente Abbazia di San Michele Arcangelo, ad un’altezza di 90 metri a picco sul mare. fu costruita dai benedettini e, nella seconda metà del XV secolo. L’interno della chiesa accoglie tre navate di cui quella centrale è coperta da un soffitto a cassettoni in legno ed oro zecchino con al centro il dipinto raffigurante San Michele che sconfigge Satana, realizzato nel XVII secolo. Il Castello, costruito a picco sul mare da Innico d’Avalos d’Aragona per far fronte alla continue incursione saracena; la “Corricella”, il porto dei pescatori e location de IL POSTINO con Massimo Troisi, è uno degli insediamenti più antichi dell’isola, l’impressione che la Corricella dà è amabile, allegra (la parola “Corricella” viene dal greco “kora calè” – quartiere bello), le sue case colorate e terrazzi sono quasi sempre soleggiati; la Marina Grande, il porto principale di Procida, mostra a prima vista, quando ci si è ancora sul traghetto, i gioielli dell’architettura procidana che il visitatore potrà ammirare poi in numerose variazioni nelle altre Marine e nel centro storico: le case in pastello che si fiancheggiano, il “vefio” (la tipica apertura ad ampio arco), le scale esterne, i terrazzi ed i balconi; ecc.. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, rientro in traghetto a POZZUOLI. Sbarco e partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax ) € 235,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 21/4 al pranzo del 22/4 – Bevande ai pasti – Guida per tutte le visite – Traghetto A/R per Procida – Pulmini per Procida – Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Il pranzo del 21/4 e la cena del 22/4 – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 25,00
Tassa di iscrizione: € 10,00 (include assicurazione medico e bagaglio)
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

MANTOVA e NAVIGAZIONE SUL MINCIO – VERONA / SIRMIONE

MANTOVA e NAVIGAZIONE SUL MINCIO – VERONA / SIRMIONE

2 giorni
21 aprile 2018 – 22 aprile 2018


Programma

21/04/2018 – PARTENZA / MANTOVA / NAVIGAZIONE SUL MINCIO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MANTOVA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e visita con guida. MANTOVA cominciò ad affermarsi nel Medioevo, raggiungendo il massimo splendore durante la Signoria dei Gonzaga. Ricca di interesse per i suoi splendidi edifici e tesori d’arte, Mantova non lo è di meno per il carattere generale dell’ambiente urbano: le sue tranquille strade, i molti palazzetti e le semplici case che rispecchiano l’architettura padana, le tonalità dense dei colori, la presenza pittoresca dei laghi con i loro suggestivi scorci “lagunari” rappresentano elementi visivi stimolanti e di indubbio fascino. Si potranno ammirare: il Palazzo Ducale o Reggia dei Gonzaga della fine del secolo XIII, l’edificio è uno dei più grandi d’Europa; il Teatro Bibiena, costruito tra il 1767 e il 1769, presenta una pianta a forma di campana ed è disposto su più ordini di palchetti lignei, secondo il genere di struttura inventato nel Seicento; Piazza Sordello, di forma allungata e di dimensioni eccezionali, conserva in parte l’aspetto medioevale; Piazza delle Erbe, d’impronta tardo medioevale, è un’eccezionale sequenza di edifici monumentali; la basilica di Sant’Andrea, insigne opera del Rinascimento; la Rotonda di San Lorenzo, edificata per volere della contessa Matilde di Canossa, venne eretta verso la fine dell’XI secolo, attigua vi è la Torre dell’orologio; ecc. Pranzo libero. Nel corso del pomeriggio navigazione sul fiume Mincio (durata un’ora e mezza). Acqua, terra, storia, arte, leggende: ecco Mantova, da scoprire navigando i laghi che abbracciano la città. Nel lago di Mezzo, l’elegante disegno della Cartiera Burgo (anno 1960), opera di Pier Luigi Nervi, il “poeta del cemento armato”; poi il parco-memoriale di Andreas Hofer, eroe della resistenza tirolese a Napoleone; la cinquecentesca Porta Giulia e il “Vasaròn”, cascata dal lago Superiore. Momento emozionante l’apparizione della Reggia dei Gonzaga che, come Venezia, sembra emergere dall’acqua con castello e torri, palazzi e basiliche e, oltre la diga Chasseloup-Masetti, il paese natale di Publio Virgilio Marone, Andes, immerso nelle ninfee. Poi, nella Valle, lo scenario si trasforma ed è la natura a fare spettacolo: con le distese galleggianti del Nelumbium, il Fiore di Loto e della Trapa Natans, la castagna d’acqua che si cuoce e si mangia in autunno; con il levarsi di aironi, nitticore, martin pescatori, cavalieri d’Italia; con la sequenza tra pioppi e salici, della flora fluviale, negli splendori delle fioriture o verdeggiante nel carice e nella canna palustre. Trasferimento in Hotel nelle vicinanze, cena e pernottamento.

22/04/2018 – VERONA / SIRMIONE / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Trasferimento a VERONA e mattinata a disposizione per prendere parte alle manifestazioni del XXIV Raduno Nazionale dei Carabinieri in programma a Verona. Per chi non parteciperà alla manifestazione, visita libera della città. VERONA è una città di nobilissimo aspetto per vestigia dell’antichità e per monumenti medioevali e del Rinascimento. Non si può pensare a Verona se non come allo scenario tragico della vicenda d’amore di Romeo e Giulietta. Eppure identificare Verona come la città di Romeo e Giulietta ha nascosto altre bellezze di questa città, non a caso definita la “Porta d’Italia”, perché anticipa a chi proviene da nord, il volto, la bellezza, la sostanza del nostro Paese. Un concentrato di testimonianze artistiche, storiche e culturali immerse nella suggestiva atmosfera di vicoli e piazze. Trasferimento a SIRMIONE e passeggiata. Grazie alla sua felice posizione naturale, la penisola di Sirmione è stata luogo privilegiato di insediamento fin dall’antichità.. Il castello di Sirmione (XIII secolo), dotato di torri e di mura merlate, fu base strategica per il controllo del lago, è di epoca scaligera e la sua darsena, rappresenta un raro caso di fortificazione destinata ad uso portuale; all’estremità della penisola di Sirmione, in una splendida posizione panoramica si trovano i resti della villa romana nota da secoli con il nome di “Grotte di Catullo”, l’esempio più grandioso di edificio privato di carattere signorile di tutta l’Italia settentrionale. Magnifico è il panorama sul lago che si gode da questo sito archeologico. Alle ore 18:00, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (min. 40 pax) € 180,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 21/4 al pranzo del 22/4 – Le bevande ai pasti – Guida per Mantova – Navigazione sul Mincio
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 21/4 e la cena del 22/4 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Supplemento camera singola: € 20,00


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO