Archivi tag: Campi Flegrei

“LA CITTA’ SOMMERSA” con il battello di vetro – I CAMPI FLEGREI: Baia, Cuma, l’Antro della Sibilla, Pozzuoli, la Casina Vanvitelliana

“LA CITTA’ SOMMERSA” con il battello di vetro – I CAMPI FLEGREI: Baia, Cuma, l’Antro della Sibilla, Pozzuoli, la Casina Vanvitelliana


1 giorno – sabato
2 giugno 2018


ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 04:00, incontro con il pullman e partenza alla volta dei CAMPI FLEGREI. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e giornata dedicata alle visite con guida. Un territorio unico al mondo caratterizzato da un sistema vulcanico in piena attività, soggetto a fenomeni bradisismici e di erosione marina, Un terra antica e “dinamica” il cui paesaggio è disegnato da cinque laghi che si alternano ad insenature e promontori di roccia tufacea. L’itinerario si svolge nella fascinosa plaga vulcanica ad ovest di Napoli, dove vivi sono i ricordi mitici e numerosi i resti dell’antichità. Visite: il CASTELLO ARAGONESE di Baia, costruito nel 1495, domina il golfo di Pozzuoli; il suo museo raccoglie preziose testimonianze dell’archeologia flegrea. Particolarmente belle e suggestive da ammirare, le ricostruzioni (con pezzi originali recuperati dalal città romana sommersa, del Ninfeo Imperiale di punta Epitaffio a Baia e del Sacello degli Augustali di Miseno; fra gli altri reperti i frammenti dei calchi in gesso di Baia che documentano capolavori della statuaria greca altrimenti perduta. Le TERME ROMANE DI BAIA, probabilmente il più grande e maestoso complesso termale dell’Italia antica, quasi una città termale con sudatori, piscine e belvedere, fu tra le opere che valsero alla cittadina imperiale l’appellativo di “Pusilla Roma” (la piccola Roma). Suggestivo è il Tempio di Mercurio, con la sua cupola ardita, il cui diametro è la metà rispetto a quelal del Pantheon di Roma. L’ANTICA CITTA’ SOMMERSA DI BAIA: imbarco sul battello che da sotto il livello del mare in una cabina di vetri trasparenti, permette di ammirare comodamene seduti i resti della Città Imperiale di Baia, un suggestivo viaggio alla scoperta delle dimore degli imperatori e dei patrizi romani, sprofondate nel mare circa 2000 anni fa. La città imperiale, insieme al Portus Julius e alla Via Herculanea, fanno parte di un’immensa area archeologica sommersa (sei volte Pompei), che parte da Miseno e termina alla Gaiuola di Napoli. Conclude il tour, il TEMPIO DI VENERE che rappresenta la parte più bassa delle Teme di Baia, e per quanto infossato di circa sei metri, conserva ancora la sua imponenza e la sua bellezza. Pranzo libero. Visita all’ANTRO DELLA SIBILLA E ALL’ACROPOLI DI CUMA: superato il viale d’ingresso, si giunge ad un piccolo piazzale dal quale inizia l’itinerario più famoso e misterioso di tutti i Campi Flegrei, l’Antro della Sibilla. Si accede attraverso un lungo corridoio (dromos) di circa 130 mt. di forma trapezoidale e con altezza di ca. 5 metri. Alcune studi recenti ravvisano nell’antro un’opera dell’antica ingegneria militare rimettendo in discussione l’interpretazione data fino ad oggi. Il Parco Archeologico di Cuma, la città fondata nell’VIII secolo a.C. fu la più antica colonia greca dell’Italia meridionale; oggi è possibile ammirare vari siti tra cui il Tempio di Apollo che, secondo il racconto di Virgilio nell’Eneide, fu costruito da Dedalo dopo essere fuggito dal labirinto di Crosso, e il Tempio di Giove, ubicato sulla parte alta dell’Acropoli. A Pozzuoli L’ANFITEATRO FLAVIO: iniziato sotto Nerone, fu completato da Vespasiano (69-79 d.C.) misura m. 149 x 116 e poteva contenere circa 20.000 spettatori. Ben conservati i sotterranei dove è stato possibile studiare il complesso sistema di sollevamento delle gabbie con le belve. Il LAGO DI FUSARO, nel territorio di Bacoli, è stato il più delle volte classificato dai geografi come lago di barra marina. Qui si può ammirare la CASINA VANVITELLIANA, costruita nella metà del XVIII secolo da Ferdinando IV di Borbone; in originale la Real Casina, la cosiddetta Ostrichina, il Gran Restaurant, i Padiglioni e il verde parco, facevano tutti parte di una unica enorme azienda capace di fornire pane e lavoro a centinaia di persone. Partenza per il rientro. Soste lungo il percorso per ristoro e cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax ) € 78,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per tutte le visite – Escursione con il battello di vetro – Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO