Archivi tag: Ischia

ISCHIA , PROCIDA, I CAMPI FLEGREI e … ” LA CITTA’ SOMMERSA” con il battello di vetro

ISCHIA , PROCIDA, I CAMPI FLEGREI e … ” LA CITTA’ SOMMERSA” con il battello di vetro

ESTATE 2024
29 agosto 2024 – 31 agosto 2024


PROGRAMMA1° Giorno – PARTENZA / BAIA / CUMA / POZZUOLI / LA CASINA VANVITELLIANA / NAPOLI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta Dei CAMPI FLEGREI. Arrivo, incontro con la guida e visita. BAIA con il CASTELLO ARAGONESE, costruito nel 1495, domina il golfo di Pozzuoli; il suo museo raccoglie preziose testimonianze dell’archeologia flegrea. L’ANTICA CITTA’ SOMMERSA DI BAIA : imbarco sul battello che da sotto il livello del mare in una cabina di vetri trasparenti, permette di ammirare comodamente seduti i resti della Città Imperiale di Baia, un suggestivo viaggio alla scoperta delle dimore degli imperatori e dei patrizi romani, sprofondate nel mare circa 2000 anni fa. La città imperiale, insieme al Portus Julius e alla Via Herculanea, fanno parte di un’immensa area archeologica sommersa (sei volte Pompei), che parte da Miseno e termina alla Gaiuola di Napoli. CUMA: superato il viale d’ingresso, si giunge ad un piccolo piazzale del quale inizia l’itinerario più famoso e misterioso di tutti i Campi Flegrei, l’Antro dlla Sibilla. Si accede attraverso un lungo corridoio di circa 130 mt. di forma trapezoidale e con altezza di ca. 5 metri. Alcuni studi recenti ravvisano nell’antro un’opera dell’antica ingegneria militare rimettendo in discussione l’interpretazione data fino ad oggi. Il Parco Archeologico di Cuma, la città fondata nell’VIII secolo a.C. fu la più antica colonia greca dell’Italia meridionale. POZZUOLI visita all’ANFITEATRO FLAVIO: iniziato sotto Nerone, fu completato da Vespasiano(69-79 d.C.) misura m. 149 x 116 e poteva contenere circa 20.000 spettatori. Ben conservati i sotterranei dove è stato possibile studiare il complesso sistema di sollevamento delle gabbie con le belve. Il LAGO DI FUSARO, nel territorio di Bacoli, è stato il più delle volte classificato dai geografi come lago di barra marina. Qui si può ammirare la CASINA VANVITELLIANA, costruita nella metà del XVIII secolo da Ferdinando IV di Borbone. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno – POZZUOLI / ISCHIA
Prima colazione in Hotel. Trasferimento al porto, incontro con la guida e partenza in traghetto per ISCHIA. Arrivo e giornata dedicata alla visita. Pranzo in ristorante. ISCHIA, la più grande delle isole partenopee (46,33 Kmq) e prima colonia greca, è situata di fronte al golfo di Napoli. Divisa in sei Comuni, ISCHIA, CASAMICCIOLA, LACCO AMENO, FORIO, SERRARA FONTANA e BARANO. Vanta oltre 40 chilometri di spiagge, insieme a un entroterra pieno di bella vegetazione, tant’è che spesso si fa riferimento a Ischia come all’isola verde: ogni suo angolo, infatti, è ricco di piante, persino le cime dei suoi piccoli scogli sono colorate di verde. L’isola è rinomata perché oltre al classico turismo balneare è caratterizzata da un turismo legato alle terme, ecco perché spesso è conosciuta con l’appellativo di “isola dell’eterna giovinezza” o “isola della salute”. Panorami, sorgenti, insenature, spiagge, porti, vegetazione lussureggiante, fiori variopinti, mare oltre a un’efficiente e all’avanguardia sistema alberghiero costituiscono i tratti vincenti di quest’isola partenopea, in grado di offrire al viaggiatore uno dei panorami più belli e romantici del mondo. Sono i colori gli elementi caratteristici di quest’isola: il verde è il colore della vegetazione del posto, l’azzurro quello del mare e del cielo, il bianco delle case mediterranee. Si tratta di un’isola che vanta origini molto antiche, ma non è solo di stampo greco l’architettura e l’arte che è possibile ammirare a Ischia: gli stili delle costruzioni presenti su quest’isola sono quanto mai vari, impossibili da racchiudere sotto un solo nome. Rientro in traghetto, cena e pernottamento in Hotel.

3° Giorno – ISOLA DI PROCIDA
Prima colazione in Hotel. Trasferimento al porto e partenza in traghetto per PROCIDA. Incontro con la guida ed i pullmini e visita dell’isola: Torre Murata, sorge sul promontorio più alto dell’isola a 90 metri d’altezza, ed è il nucleo storico di Procida, il vecchio “cuore” dell’isola, il centro abitativo più antico ed unico rifugio sicuro per gli isolani durante secoli di incertezze politiche. Oltre le due maestose porte d’ingresso, la Terra Murata premia il visitatore con la sua atmosfera medievale, vicoli strettissimi e le tipiche casette popolari, una brezza che spesso soffia qui sopra e alleggerisce i mesi caldi e – naturalmente – con una vista straordinaria su tutto il Golfo di Napoli; vi sorge Il Castello, costruito a picco sul mare da Innico d’Avalos d’Aragona per far fronte alla continue incursione saracena; la “Corricella”, il porto dei pescatori, è uno degli insediamenti più antichi dell’isola, l’impressione che la Corricella dà è amabile, allegra ( la parola “Corricella” viene dal greco “kora calè” – quartiere bello), le sue case colorate e terrazzi sono quasi sempre soleggiati; è stato location de IL POSTINO con Massimo Troisi la Marina, il porto principale di Procida, mostra a prima vista, quando si è ancora sul traghetto, i gioielli dell’architettura procidana che il visitatore potrà ammirare poi in numerose variazioni nelle altre Marine e nel centro storico: le case in pastello che si fiancheggiano, il “vefio” (la tipica apertura ad ampio arco), le scale esterne, i terrazzi ed i balconi; ecc.. Pranzo in ristorante. Rientro in traghetto a POZZUOLI, e viaggio di ritorno. Sosta per la cena.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 480,00

LA QUOTA COMPRENDE: – Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati (2 notti) – Trattamento di pensione completa dalla cena del 1° giorno al pranzo del terzo – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma – Passaggi marittimi a/r per le isole di Ischia e Procida – Pullmini per giro delle isole – Battello di vetro per Baia – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 1° giorno e la cena del 3° – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Supplemento camera singola: € 70,00

ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 20,00


ISCHIA , PROCIDA, I CAMPI FLEGREI e … ” LA CITTA’ SOMMERSA” con il battello di vetro

ISCHIA , PROCIDA, I CAMPI FLEGREI e … ” LA CITTA’ SOMMERSA” con il battello di vetro


ESTATE 2024
15 agosto 2024


PROGRAMMA

1° Giorno – PARTENZA / BAIA / CUMA / POZZUOLI / LA CASINA VANVITELLIANA / NAPOLI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta Dei CAMPI FLEGREI. Arrivo, incontro con la guida e visita. BAIA con il CASTELLO ARAGONESE, costruito nel 1495, domina il golfo di Pozzuoli; il suo museo raccoglie preziose testimonianze dell’archeologia flegrea. L’ANTICA CITTA’ SOMMERSA DI BAIA : imbarco sul battello che da sotto il livello del mare in una cabina di vetri trasparenti, permette di ammirare comodamente seduti i resti della Città Imperiale di Baia, un suggestivo viaggio alla scoperta delle dimore degli imperatori e dei patrizi romani, sprofondate nel mare circa 2000 anni fa. La città imperiale, insieme al Portus Julius e alla Via Herculanea, fanno parte di un’immensa area archeologica sommersa (sei volte Pompei), che parte da Miseno e termina alla Gaiuola di Napoli. CUMA: superato il viale d’ingresso, si giunge ad un piccolo piazzale del quale inizia l’itinerario più famoso e misterioso di tutti i Campi Flegrei, l’Antro dlla Sibilla. Si accede attraverso un lungo corridoio di circa 130 mt. di forma trapezoidale e con altezza di ca. 5 metri. Alcuni studi recenti ravvisano nell’antro un’opera dell’antica ingegneria militare rimettendo in discussione l’interpretazione data fino ad oggi. Il Parco Archeologico di Cuma, la città fondata nell’VIII secolo a.C. fu la più antica colonia greca dell’Italia meridionale. POZZUOLI visita all’ANFITEATRO FLAVIO: iniziato sotto Nerone, fu completato da Vespasiano(69-79 d.C.) misura m. 149 x 116 e poteva contenere circa 20.000 spettatori. Ben conservati i sotterranei dove è stato possibile studiare il complesso sistema di sollevamento delle gabbie con le belve. Il LAGO DI FUSARO, nel territorio di Bacoli, è stato il più delle volte classificato dai geografi come lago di barra marina. Qui si può ammirare la CASINA VANVITELLIANA, costruita nella metà del XVIII secolo da Ferdinando IV di Borbone. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno – POZZUOLI / ISCHIA
Prima colazione in Hotel. Trasferimento al porto, incontro con la guida e partenza in traghetto per ISCHIA. Arrivo e giornata dedicata alla visita. Pranzo in ristorante. ISCHIA, la più grande delle isole partenopee (46,33 Kmq) e prima colonia greca, è situata di fronte al golfo di Napoli. Divisa in sei Comuni, ISCHIA, CASAMICCIOLA, LACCO AMENO, FORIO, SERRARA FONTANA e BARANO. Vanta oltre 40 chilometri di spiagge, insieme a un entroterra pieno di bella vegetazione, tant’è che spesso si fa riferimento a Ischia come all’isola verde: ogni suo angolo, infatti, è ricco di piante, persino le cime dei suoi piccoli scogli sono colorate di verde. L’isola è rinomata perché oltre al classico turismo balneare è caratterizzata da un turismo legato alle terme, ecco perché spesso è conosciuta con l’appellativo di “isola dell’eterna giovinezza” o “isola della salute”. Panorami, sorgenti, insenature, spiagge, porti, vegetazione lussureggiante, fiori variopinti, mare oltre a un’efficiente e all’avanguardia sistema alberghiero costituiscono i tratti vincenti di quest’isola partenopea, in grado di offrire al viaggiatore uno dei panorami più belli e romantici del mondo. Sono i colori gli elementi caratteristici di quest’isola: il verde è il colore della vegetazione del posto, l’azzurro quello del mare e del cielo, il bianco delle case mediterranee. Si tratta di un’isola che vanta origini molto antiche, ma non è solo di stampo greco l’architettura e l’arte che è possibile ammirare a Ischia: gli stili delle costruzioni presenti su quest’isola sono quanto mai vari, impossibili da racchiudere sotto un solo nome. Rientro in traghetto, cena e pernottamento in Hotel.

3° Giorno – ISOLA DI PROCIDA
Prima colazione in Hotel. Trasferimento al porto e partenza in traghetto per PROCIDA. Incontro con la guida ed i pullmini e visita dell’isola: Torre Murata, sorge sul promontorio più alto dell’isola a 90 metri d’altezza, ed è il nucleo storico di Procida, il vecchio “cuore” dell’isola, il centro abitativo più antico ed unico rifugio sicuro per gli isolani durante secoli di incertezze politiche. Oltre le due maestose porte d’ingresso, la Terra Murata premia il visitatore con la sua atmosfera medievale, vicoli strettissimi e le tipiche casette popolari, una brezza che spesso soffia qui sopra e alleggerisce i mesi caldi e – naturalmente – con una vista straordinaria su tutto il Golfo di Napoli; vi sorge Il Castello, costruito a picco sul mare da Innico d’Avalos d’Aragona per far fronte alla continue incursione saracena; la “Corricella”, il porto dei pescatori, è uno degli insediamenti più antichi dell’isola, l’impressione che la Corricella dà è amabile, allegra ( la parola “Corricella” viene dal greco “kora calè” – quartiere bello), le sue case colorate e terrazzi sono quasi sempre soleggiati; è stato location de IL POSTINO con Massimo Troisi la Marina, il porto principale di Procida, mostra a prima vista, quando si è ancora sul traghetto, i gioielli dell’architettura procidana che il visitatore potrà ammirare poi in numerose variazioni nelle altre Marine e nel centro storico: le case in pastello che si fiancheggiano, il “vefio” (la tipica apertura ad ampio arco), le scale esterne, i terrazzi ed i balconi; ecc.. Pranzo in ristorante. Rientro in traghetto a POZZUOLI, e viaggio di ritorno. Sosta per la cena.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 480,00

LA QUOTA COMPRENDE: – Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati (2 notti) – Trattamento di pensione completa dalla cena del 1° giorno al pranzo del terzo – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma – Passaggi marittimi a/r per le isole di Ischia e Procida – Pullmini per giro delle isole – Battello di vetro per Baia – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 1° giorno e la cena del 3° – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Supplemento camera singola: € 70,00

ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 20,00


ISCHIA , PROCIDA, I CAMPI FLEGREI e … ” LA CITTA’ SOMMERSA” con il battello di vetro

ISCHIA , PROCIDA, I CAMPI FLEGREI e … ” LA CITTA’ SOMMERSA” con il battello di vetro


ESTATE 2024
10 agosto 2024 – 12 agosto 2024


PROGRAMMA

1° Giorno – PARTENZA / BAIA / CUMA / POZZUOLI / LA CASINA VANVITELLIANA / NAPOLI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta Dei CAMPI FLEGREI. Arrivo, incontro con la guida e visita. BAIA con il CASTELLO ARAGONESE, costruito nel 1495, domina il golfo di Pozzuoli; il suo museo raccoglie preziose testimonianze dell’archeologia flegrea. L’ANTICA CITTA’ SOMMERSA DI BAIA : imbarco sul battello che da sotto il livello del mare in una cabina di vetri trasparenti, permette di ammirare comodamente seduti i resti della Città Imperiale di Baia, un suggestivo viaggio alla scoperta delle dimore degli imperatori e dei patrizi romani, sprofondate nel mare circa 2000 anni fa. La città imperiale, insieme al Portus Julius e alla Via Herculanea, fanno parte di un’immensa area archeologica sommersa (sei volte Pompei), che parte da Miseno e termina alla Gaiuola di Napoli. CUMA: superato il viale d’ingresso, si giunge ad un piccolo piazzale del quale inizia l’itinerario più famoso e misterioso di tutti i Campi Flegrei, l’Antro dlla Sibilla. Si accede attraverso un lungo corridoio di circa 130 mt. di forma trapezoidale e con altezza di ca. 5 metri. Alcuni studi recenti ravvisano nell’antro un’opera dell’antica ingegneria militare rimettendo in discussione l’interpretazione data fino ad oggi. Il Parco Archeologico di Cuma, la città fondata nell’VIII secolo a.C. fu la più antica colonia greca dell’Italia meridionale. POZZUOLI visita all’ANFITEATRO FLAVIO: iniziato sotto Nerone, fu completato da Vespasiano(69-79 d.C.) misura m. 149 x 116 e poteva contenere circa 20.000 spettatori. Ben conservati i sotterranei dove è stato possibile studiare il complesso sistema di sollevamento delle gabbie con le belve. Il LAGO DI FUSARO, nel territorio di Bacoli, è stato il più delle volte classificato dai geografi come lago di barra marina. Qui si può ammirare la CASINA VANVITELLIANA, costruita nella metà del XVIII secolo da Ferdinando IV di Borbone. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno – POZZUOLI / ISCHIA
Prima colazione in Hotel. Trasferimento al porto, incontro con la guida e partenza in traghetto per ISCHIA. Arrivo e giornata dedicata alla visita. Pranzo in ristorante. ISCHIA, la più grande delle isole partenopee (46,33 Kmq) e prima colonia greca, è situata di fronte al golfo di Napoli. Divisa in sei Comuni, ISCHIA, CASAMICCIOLA, LACCO AMENO, FORIO, SERRARA FONTANA e BARANO. Vanta oltre 40 chilometri di spiagge, insieme a un entroterra pieno di bella vegetazione, tant’è che spesso si fa riferimento a Ischia come all’isola verde: ogni suo angolo, infatti, è ricco di piante, persino le cime dei suoi piccoli scogli sono colorate di verde. L’isola è rinomata perché oltre al classico turismo balneare è caratterizzata da un turismo legato alle terme, ecco perché spesso è conosciuta con l’appellativo di “isola dell’eterna giovinezza” o “isola della salute”. Panorami, sorgenti, insenature, spiagge, porti, vegetazione lussureggiante, fiori variopinti, mare oltre a un’efficiente e all’avanguardia sistema alberghiero costituiscono i tratti vincenti di quest’isola partenopea, in grado di offrire al viaggiatore uno dei panorami più belli e romantici del mondo. Sono i colori gli elementi caratteristici di quest’isola: il verde è il colore della vegetazione del posto, l’azzurro quello del mare e del cielo, il bianco delle case mediterranee. Si tratta di un’isola che vanta origini molto antiche, ma non è solo di stampo greco l’architettura e l’arte che è possibile ammirare a Ischia: gli stili delle costruzioni presenti su quest’isola sono quanto mai vari, impossibili da racchiudere sotto un solo nome. Rientro in traghetto, cena e pernottamento in Hotel.

3° Giorno – ISOLA DI PROCIDA
Prima colazione in Hotel. Trasferimento al porto e partenza in traghetto per PROCIDA. Incontro con la guida ed i pullmini e visita dell’isola: Torre Murata, sorge sul promontorio più alto dell’isola a 90 metri d’altezza, ed è il nucleo storico di Procida, il vecchio “cuore” dell’isola, il centro abitativo più antico ed unico rifugio sicuro per gli isolani durante secoli di incertezze politiche. Oltre le due maestose porte d’ingresso, la Terra Murata premia il visitatore con la sua atmosfera medievale, vicoli strettissimi e le tipiche casette popolari, una brezza che spesso soffia qui sopra e alleggerisce i mesi caldi e – naturalmente – con una vista straordinaria su tutto il Golfo di Napoli; vi sorge Il Castello, costruito a picco sul mare da Innico d’Avalos d’Aragona per far fronte alla continue incursione saracena; la “Corricella”, il porto dei pescatori, è uno degli insediamenti più antichi dell’isola, l’impressione che la Corricella dà è amabile, allegra ( la parola “Corricella” viene dal greco “kora calè” – quartiere bello), le sue case colorate e terrazzi sono quasi sempre soleggiati; è stato location de IL POSTINO con Massimo Troisi la Marina, il porto principale di Procida, mostra a prima vista, quando si è ancora sul traghetto, i gioielli dell’architettura procidana che il visitatore potrà ammirare poi in numerose variazioni nelle altre Marine e nel centro storico: le case in pastello che si fiancheggiano, il “vefio” (la tipica apertura ad ampio arco), le scale esterne, i terrazzi ed i balconi; ecc.. Pranzo in ristorante. Rientro in traghetto a POZZUOLI, e viaggio di ritorno. Sosta per la cena.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 480,00

LA QUOTA COMPRENDE: – Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati (2 notti) – Trattamento di pensione completa dalla cena del 1° giorno al pranzo del terzo – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma – Passaggi marittimi a/r per le isole di Ischia e Procida – Pullmini per giro delle isole – Battello di vetro per Baia – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 1° giorno e la cena del 3° – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Supplemento camera singola: € 70,00

ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 20,00


ISCHIA “l’isola verde” e i GIARDINI DELLA MORTELLA, “piccolo paradiso terrestre”

ISCHIA “l’isola verde” e i GIARDINI DELLA MORTELLA, “piccolo paradiso terrestre”


ESTATE 2024
30 giugno 2024


DESCRIZIONE

ISCHIA: ISCHIA, la più grande delle isole partenopee (46,33 Kmq) e prima colonia greca, è situata di fronte al golfo di Napoli. Vanta oltre 40 chilometri di spiagge, insieme a un entroterra pieno di bella vegetazione, tant’è che spesso si fa riferimento a Ischia come all’isola verde: ogni suo angolo, infatti, è ricco di piante, persino le cime dei suoi piccoli scogli sono colorate di verde. L’isola è rinomata perché oltre al classico turismo balneare è caratterizzata da un turismo legato alle terme, ecco perché spesso è conosciuta con l’appellativo di “isola dell’eterna giovinezza” o “isola della salute”. Panorami, sorgenti, insenature, spiagge, porti, vegetazione lussureggiante, fiori variopinti, mare oltre a un’efficiente e all’avanguardia sistema alberghiero costituiscono i tratti vincenti di quest’isola partenopea, in grado di offrire al viaggiatore uno dei panorami più belli e romantici del mondo. Sono i colori gli elementi caratteristici di quest’isola: il verde è il colore della vegetazione del posto, l’azzurro quello del mare e del cielo, il bianco delle case mediterranee. Si tratta di un’isola che vanta origini molto antiche, ma non è solo di stampo greco l’architettura e l’arte che è possibile ammirare a Ischia.

GIARDINI LA MORTELLA “piccolo paradiso terrestre” – La magia e la bellezza della natura lussureggiante si uniscono alla felice mano dell’uomo per creare un luogo incantato e poetico, un piccolo pairidaèza, come gli antichi persiani chiamavano i più stupefacenti giardini recintati. E i Giardini la Mortella un “paradiso” lo sono davvero. Un incantevole giardino sub-tropicale ricco di angoli suggestivi, fontane, ruscelli, vedute panoramiche sul mare. Innumerevoli collezioni di piante rare come ninfee giganti, orchidee, palme, cycas, felci ad albero; serre tropicali e voliera. Nati dalla volontà di lady Susana, moglie del compositore inglese William Walton, e dall’abilità dell’architetto paesaggista Russel Page, meritano una visita a tutti i costi!!! Sorgono a FORIO.

PROGRAMMA

Appuntamento dei partecipanti alle ore 02:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di POZZUOLI. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, trasferimento al Porto e partenza con motonave veloce. Arrivo ad Ischia dopo circa 45 minuti. Incontro con la guida e partenza in bus per il giro dell’ISOLA: Casamicciola, Lacco Ameno, Forio, ecc.. Al termine, passeggiata a ISCHIA PORTO e tempo libero per shopping. Partenza da Ischia per Pozzuoli verso le ore 17:00 con motonave veloce arrivo a Pozzuoli sbarco e partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (Min. 40 Pax) € 125,00

LA QUOTA COMPRENDE: – Viaggio in pullman gran turismo – Nave veloce Pozzuoli/Ischia/Pozzuoli – Guida intera giornata –- Pullman per giro isola – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Le entrate nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”