Archivi tag: MERANO

GRAN TOUR NELL’EDEN DELLE DOLOMITI

GRAN TOUR NELL’EDEN DELLE DOLOMITI


TRENTINO ALTO ADIGE
20 agosto 2021 – 26 agosto 2021


VISITE A:ALTOPIANO DEL RENON / BOLZANO / LAGO DI BRAIES / BRESSANONE / / ABBAZIA DI NOVACELLA / LAGO DI CAREZZA / MARMOLADA / CANAZEI / MERANO E IL CASTELLO DI TRAUTTMANSDORF / CASTEL TIROLO / CANYON RIO SASS / LAGO DI SMERALDO / SANTUARIO SAN ROMEDIO / LAGO DI RESIA / CASTEL COIRA / GLORENZA / TRENTO
PROGRAMMA

20/08/2021 – PARTENZA / ALTOPIANO DEL RENON / BOLZANO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di BOLZANO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo a BOLZANO, incontro con la guida e salita in funivia verso l’ALTOPIANO DEL RENON. Nel cuore dell’Alto Adige, al di sopra del capoluogo della provincia di Bolzano, si estende l’Altipiano del Renon: ben 15 paesi, dai dolci vigneti a valle fino alle vette più alte della catena alpina, offrono svago, cultura e natura da vivere e assaporare. Grazie alla locazione particolarmente soleggiata, questa zona gode di un clima mite d’inverno, mentre l’altitudine media di 1.000 metri al di sopra del livello del mare è ideale per sfuggire alle calde estati cittadine, sicuramente qui si trova il più bel panorama delle Dolomiti patrimonio naturale Unesco. Visita delle “piramidi di terra del Renon”: rappresentano uno dei più singolari fenomeni geologici diffusi nella provincia di Bolzano. Le loro origini derivano dall’epoca glaciale, periodo in cui la forza esercitata dai ghiacciai causò l’assottigliarsi della roccia, dando vita a lunghe colonne verticali. Esse sono dette “piramidi” e alla loro estremità vi è un masso, spesso definito “cappello” che le protegge dall’erosione. Pranzo libero. Rientro a BOLZANO e visita della città, il capoluogo della provincia a autonoma dell’Alto Adige; il suo vecchio nucleo è costituito dal Duomo in stile gotico, dalla stretta e rettilinea via dei Portici, fiancheggiata dalle tipiche case a portici e dalla Piazza delle Erbe che, cinta da caratteristici palazzetti, è il luogo del mercato. In serata trasferimento in Hotel (dintorni di Bolzano), cena e pernottamento.

21/08/2021 – LAGO DI BRAIES / BRESSANONE / ABBAZIA DI NOVACELLA
Prima colazione in Hotel. Escursione intera giornata, con guida, a: LAGO DI BRAIES: principale location di “un passo dal cielo”, un laghetto alpino che era lì da millenni prima che la troupe televisiva lo scoprisse e restasse abbagliata dalle sue acque di colore verde smeraldo. C’è chi l’ha definito “perla dei laghi alpini”, chi “paradiso naturale delle Dolomiti”. Gli appellativi evocano tutti un paesaggio incantato, quasi fiabesco che, solo se lo si è visto di persona, si può comprendere. La capanna di legno dove si noleggiano le barche nella fiction è la palafitta. Deliziosa la passeggiata di circa un’ora sul sentiero che costeggia le rive, tra boschi di abeti e scorci di acque e monti. BRESSANONE: la città nasconde tesori di tutti gli stili: gotici e del rinascimento, barocco, rococò, Biedermeier, come anche del classicismo e stile liberty. E’ la simbiosi perfetta tra il fascino della città più antica del Tirolo con i suoi vicoli pittoreschi e il suo centro storico pieno di vita, i romantici paesi che la circondano e la Plose, montagna che vi conquisterà sicuramente. Il punto d’incontro degli ospiti appassionati di cultura è il centro storico con gli incantevoli portici e le strette viuzze. Numerose chiese e cappelle, in primo luogo il Duomo e il Palazzo Vescovile, testimoniano ancora oggi l’importanza storica della città. Direttamente davanti alle porte del Duomo si trova il cuore dinamico della città, che ostenta i lati migliori: negozi, bar e tipici ristoranti. Nel pomeriggio visita all’ABBAZIA DI NOVACELLA, una delle opere più significative di tutta la Valle Isarco e comprende il Castello dell’Angelo, la chiesa conventuale tardo barocca, il chiostro gotico, il Pozzo delle Meraviglie, la biblioteca con manoscritti storici unici e la pinacoteca storica. Il complesso conventuale dell’Abbazia di Novacella, tuttora uno dei maggiori del Tirolo, conteneva una collegiata romanica che nel 1742 venne ristrutturata in stile barocco. Davvero unica è la costruzione tondeggiante della Cappella di San Michele, detta “Castello dell’Angelo”, un tempo ospizio e baluardo difensivo dell’Abbazia di Novacella. Rientroin Hotel, cena e pernottamento.

22/08/2021 – LAGO DI CAREZZA / MARMOLADA / CANAZEI
Prima colazione in Hotel. Escursione intera giornata, con guida, a: LAGO DI CAREZZA In Val d’Ega, si trova un lago alpino con acqua smeralda che grazie ai colori riflessi nella luce del sole viene chiamato anche “Lago dell’Arcobaleno. Ma questo non è l’unica spiegazione per il suo nome. Una leggenda racconta che una meravigliosa sirenetta viveva nelle profondità del lago, della quale si innamorò il mago Masarè. Per conquistare il suo amore, la strega Lanwerda consigliò al mago di travestirsi da venditore di gioielli e di creare con questi un arcobaleno dal Catinaccio fino al Latemar. Al mago piacque l’idea e fece sì che l’arcobaleno splendesse nei suoi magnifici colori. Ma dimenticò di travestirsi. La sirenetta lo vide quindi e da quel momento in poi sommerse per sempre nel lago e non si fece più vedere. Il mago fu così infuriato, che buttò i gioielli e pezzi dell’arcobaleno nel lago. Ed proprio per questo, ancora oggi il Lago di Carezza brilla magicamente in tutti i colori dell’arcobaleno. La MARMOLADA è la montagna dei contrasti. Alla base, caratterizzata da forme dolci e ondulate coperte da prati e da boschi, si contrappone il massiccio superiore, che si innalza improvviso e vertiginoso con i suoi chiarissimi calcari e i dirupi mozzafiato. Il versante nord – su cui è adagiato il ghiacciaio più esteso della regione dolomitica – è un pendio armonioso che termina sulle rive del laghetto di Fedaia; il versante sud è una delle vie più impegnative e apprezzate dagli alpinisti di tutto il mondo, una parete di quasi 1.000 metri che parte dai ghiaioni della Val Ombretta e svetta su picchi vertiginosi. CANAZEI è senza dubbio uno dei “paesi gioiello” della provincia di Trento, situato in una magnifica conca verdeggiante all’estremità settentrionale della Val di Fassa. Con i suoi 1.465 metri di altezza sul livello del mare, si posiziona al primo posto tra i paesi della valle. L’ubicazione felice, la storia e la lunga tradizione in materia di ospitalità la collocano tra le più note località dolomitiche. È considerata la capitale degli sport sulla neve in Val di Fassa, grazie soprattutto alla sua posizione strategica che la vede circondata dalle vette dolomitiche del Sassolungo, del Gruppo del Sella e della Marmolada che fa parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.

23/08/2021 – MERANO / CASTEL TIROLO
Prima colazione in Hotel. Guida intera giornata.Partenza per CASTEL TIROLO : un castello che racchiude in se’ storia e Storie; totalmente restaurato conserva diversi segni dell’epoca medievale, quella di maggior splendore del castello. La sala dei cavalieri, le cappelle, il camminamento di ronda, il refettorio e le altre sale del palazzo allestite con esposizioni permanenti e mostre; la corte interna con giardini e fontane è un posto piacevole dove fermarsi a godere l’atmosfera unica di questo posto. Trasferimento al CASTELLO DI TRAUTTMANSDORFF, dimora temporanea dell’imperatice Sissi, e visita dei GIARDINI: un luogo dove perdersi tra fiori e piante meravigliosi da tutto il mondo, coprono 12 ettari di terreno con più di 80 ambienti botanici, in un bellissimo anfiteatro naturale tra stradine, pergolati , specchi d’acqua e piante esotiche. Trasferimento a MERANO: famosa per le terme, è la seconda città più grande dell’Alto Adige e gode di un piacevole clima mite. Il simbolo della città è il Kurhaus, bellissimo edificio in stile liberty posto lungo la passeggiata Lungopassirio. Nel cuore della città si trovano i portici con eleganti negozi e alla fine di questi si può ammirare la chiesa di San Nicolò, che offre numerosi affreschi, il rosone e l’altare a portelle. Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

24/08/2021 – CANYON RIO SASS / LAGO SMERALDO / SANTUARIO SAN ROMEDIO
Prima colazione in Hotel. Guida intera giornata. Partenza per il Canyon di RIO SASS. Uno spettacolo naturale di incomparabile bellezza, questo è il Canyon di Fondo, profondo orrido che taglia in due l’importante centro dell’Alta Val di Non. Dal 2001 è percorribile grazie a passerelle e scalette, per andare alla scoperta di acque vorticose, cascate e marmitte dei giganti, fossili, stalattiti e stalagmiti… esplorare il Canyon è un’avventura indimenticabile. Gli effetti di luce fanno il resto….giocano con gli anfratti e con la splendida vegetazione presente nella parte finale. L’acqua sotto la passerella scorre a profondità variabile e il Rio Sass si sprofonda in certi punti fino a 45-50 metri. Anche la distanza fra le due pareti varia, da un minimo di 25 centimetri a circa 30 metri, con colonie di alghe rosse e verdi che tingono le rocce con fiammate improvvise. La stretta valle dei Molini, nota anche come passeggiata del Burrone, è l’angusta forra che collega il centro paese al lago: Rio Sass . IL LAGO SMERALDO. Inserito nell’ambiente alpino della zona, ne aumenta il fascino e la bellezza. Realizzato nel 1965 sbarrando il corso del Rio Fondo, il lago è diventato l’orgoglio della comunità. Ha una piccola spiaggia per chi vuole rilassarsi al sole o rinfrescarsi nelle sue acque. Al lago si può tranquillamente arrivare in macchina, ma particolarmente suggestivo è raggiungerlo a piedi dall’abitato di Fondo. Proseguimento per SAN ROMEDIO . Il maestoso Santuario di San Romedio, uno dei piu’ caratteristi eremi della fede cristiana d’Europa, sorge in Val di Non sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri dove, secondo la leggenda, Romedio di Thaur, avrebbe trascorso la sua vita in eremitaggio. Una ripida scalinata di 131 scalini conduce il visitatore fino alla sommità dello scoglio roccioso attraverso un complesso di cinque piccolissime chiesette sovrapposte. Rientro in Hotel , cena e pernottamento.

25/08/2019 – LAGO DI RESIA / CASTEL COIRA / GLORENZA
Prima colazione in Hotel. Guida intera giornata. Partenza per il LAGO DI RESIA: un luogo misterioso e affascinante conosciuto per il campanile che emerge fuori dall’acqua, il lago deriva dall’unione di due bacini che , in seguito alla costruzione di una diga, sommerse l’abitato di Curon Venosta Vecchia che venne poi ricostruita a monte. Passeggiata lungo lago e successiva escursione alla Sorgente dell’Adige ( bella passeggiata che porta alla sorgente dell’Adige, parte dal centro dell’abitato di Resia e percorre l’Altavia Val Venosta). E’ possibile bere direttamente la chiara acqua sorgiva che esce dal terreno attraverso un canale in pietra. CASTEL COIRA: è uno dei castelli rinascimentali meglio conservati della Val Venosta. L’armeria esposta gode di fama mondiale con le tante spade, lance, balestre, la cannoniera, la massiccia torre con il muro di cinta e più di 50 armature ben conservate, notevole anche la scultura della Madonna risalente al 1270. GLORENZA: caratterizzata da mura medievali perfettamente conservate, è la città più piccola dell’Alto Adige. Il centro è dotato di portici che hanno subito in questo posto il sopraelevarsi del suolo, causato dalle numerose inondazioni verificatesi nel passato. Qui si possono ammirare gli edifici del ‘500 , la piazza del Mercato con la fontana e non c’è inoltre da stupirsi se di tanto in tanto, lungo le stradine del centro storico, si incontra una mucca vagante! Il carattere agricolo, strettamente connesso all’allevamento e all’agricoltura, esprimono profonda connessione tra il più moderno stile di vita e le attività di un tempo. Altrettanti cortili interni, case patrizie e case con facciate gotiche completano l’offerta architettonica di Glorenza così come sono certamente da visitare la Chiesa Parrocchiale di San Pancrazio e la Chiesa di San Giacomo di Söles. Rientro in Hotel , cena e pernottamento.

26/08/2021 – TRENTO / NOGAREDO: la DISTILLERIA MARZADRO / RIENTRO
Colazione in Hotel. Incontro con la guida e visita. Città d’arte che si presenta con una forte impronta rinascimentale che la caratterizza per i suoi colori, i suoi palazzi e la rende unica tra le altre città dell’intero arco alpino. Si potranno ammirare: piazza Duomo, centro della città con il Duomo, in stile romanico-lombardo; il duecentesco Palazzo Pretorio che fu residenza vescovile fino alla metà del XIII secolo; la Torre Civica, l’imponente struttura della Cattedrale e la bella fontana di Nettuno; il Castello del Buonconsiglio, è il castello più importante della città, sede dei Principi Vescovi e simbolo della città di Trento . Possibilità di ingresso al Museo della Scienza detto anche MuSe. L’affascinante e misterioso mondo dell’alta quota che offre sensazioni uniche che solo in questi ambienti si possono assaporare; il labirinto della biodiversità con 26 ambienti diversi per rivivere le emozioni della natura; l’evoluzione degli ambienti geologici del passato fra antiche montagne precedenti alle Alpi, vulcani, deserti, mari tropicali, scogliere coralline e profondità oceaniche; un viaggio nel tempo alla scoperta della vita dei nostri antenati preistorici; la sostenibilità vista in relazione alla forte velocità attraverso cui il mondo sta evolvendo. Nel primo pomeriggio partenza per NOGAREDO ove sorge la DISTILLERIA MARZADRO. Arrivo e visita È un’ospitalità tutta trentina quella della famiglia Marzadro, che sarà lieta di accompagnarti personalmente alla scoperta del più famoso distillato d’Italia, la grappa. All’interno della distilleria ti accoglierà la spettacolare sala degli alambicchi, dai quali potrai respirare il fine e intenso profumo della grappa. Ma la poesia del viaggio dei profumi continua nelle sale di invecchiamento, dove la grappa matura lentamente nelle botti di legni pregiati. La qualità dei distillati Marzadro è garantita dall’Istituto Tutela Grappa del Trentino. Partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (Min. 30 pax) €. 820.00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a due letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla colazione del’ultimo giorno – Bevande incluse – Treno e funivia per il Renon – Guida per tutte le visite ed escursioni – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei luoghi di visita – I pranzi e la cena dell’ultimo giorno –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Supplemento singola: €. 180,00

ASSICURAZIONE MEDICA, BAGAGLIO E COPERTURA COVID € 20,00