Archivi tag: Tour

LA COSTIERA AMALFITANA in barca da Salerno / PAESTUM / VIETRI SUL MARE

LA COSTIERA AMALFITANA in barca da Salerno / PAESTUM / VIETRI SUL MARE

2 giorni
1 agosto 2020 – 2 agosto 2020


PROGRAMMA

01/08/2020 – PARTENZA / COSTIERA AMALFITANA / SALERNO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 02:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di SALERNO. Sosta lungo il percorso per il ristoro. Arrivo, incontro con la guida e partenza in battello per la navigazione lungo la COSTIERA AMALFITANA. E’ uno dei più famosi itinerari turistici d’Italia, fama ampiamente meritata per l’eccezionale bellezze delle vedute che si susseguono incessanti in un fantastico scenario di rocce precipiti, di dirupi e di valloni, di pittoreschi abitati, sempre contro l’azzurro sfondo del mare. Visita di: AMALFI, si affaccia dolcemente sul mare con il suo caratteristico insieme di casette bianche sulle rocce, di stradine strette tra gli archi, di torri antiche a guardia del paese. Il cuore della cittadina è dominata dall’imponente gradinata della Cattedrale di Sant’Andrea. Situata alle falde meridionali dei Monti Lattari. POSITANO, si sviluppa in senso verticale, seguendo il ripido pendìo delle colline che scendono verso il mare. Le abitazioni, addossate le une alle altre, sono tinte in sgargianti colori dando una immagine d’insieme come una pietra preziosa dalle mille sfaccettature, che causano mutevoli riflessi multicolori. Non a caso Positano viene chiamata “la gemma della divina costiera”. Le strette stradine, con le ricche boutiques ricavate negli scantinati, scendono velocemente tra le case come torrenti tra le gole rocciose. Positano è spesso richiamata alla memoria per la presenza di eleganti e raffinate ville rese celebri perché dimore di illustri personaggi. Rientro in barca a SALERNO, trasferimento nelle vicinanze, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

02/08/2020 – PAESTUM / VIETRI SUL MARE / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida e visita di PAESTUM. È il più importante sito archeologico greco a sud di Napoli. I Greci, che fondarono questa città all’estremità della piana del Sele nel VI secolo a.C., la conoscevano come Poseidonia, la città di Poseidone. I Romani la conquistarono cambiandole il nome nel 273 a.C. Nel IX secolo d.C., a causa di un’invasione saracena, cadde in declino e fu abbandonata. Fu riscoperta nel XVIII secolo. Oggi Paestum è visitata dai migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo per i suoi imponenti templi dorici quasi intatti e per e vestigia di importanti monumenti. La Basilica o Tempio di Era (metà Vi sec. A.C.) è il più antico dei templi di Paestum; il Tempio di Nettuno (V sec. A.C.) il più grande e meglio conservato di Paestum e forse il più bel tempio dorico del mondo greco; il Tempio di Cerere (presumibilmente databile tra gli altri due), dedicato ad Athena; le mura pentagonali, che delimitano il perimetro della città scomparsa, ecc.. Gli scavi hanno riportato alla luce i resti dell’antica città, con gli edifici pubblici e religiosi,le strade e le mura fortificate. Un Museo Archeologico Nazionale conserva tutti i reperti archeologici tra cui dipinti e tesori tombali, offerte votive in terracotta, frammenti architettonici e sculture rinvenuti nel corso degli scavi di Paestum e del Santuario di Hera Argiva nei pressi della foce del Sele. Pranzo in ristorante. Nel primo pomeriggio partenza per VIETRI SUL MARE. Arrivo e breve visita della cittadina. È definita la “prima perla” della Costiera Amalfitana, nonché la città della ceramica. Quella dei maestri ceramisti è una tradizione che ancora continua e che viene tramandata scrupolosamente alle nuove generazioni. Le origini storiche della ceramica vietrese risalgono sicuramente al XV secolo. I capolavori di quest’arte sono visibili nel caratteristico Museo della Ceramica di Villa Guariglia a Raito o nel Museo Cargaleiro. Ma vi basterà passeggiare per i vicoletti del centro storico per rendersi conto che l’arte vasaia la fa da padrona: nelle mura delle case sono incastonate bellissime mattonelle e la Chiesa di San Giovanni Battista, fondata alla fine del X secolo e che sovrasta il centro, è sormontata da una favolosa cupola maiolicata Verso le ore 16:30 partenza per il rientro. Soste per il ristoro e per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 pax) € 255,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle, in camere a doppie con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 1/8 al pranzo del 2/8 – Le bevande ai pasti – Battello per la visita della Costiera Amalfitana – Guida per tutte le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 01/08 e la cena del 02/08 – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 25,00
ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 10,00


La montagna incantata… MONTE AMIATA / ARCIDOSSO / SANTA FIORA / CASTELPIANO / GIARDINO DI SPOERI / RADICOFANI / ABBADIA SAN SALVATORE / PIANCASTAGNAIO

La montagna incantata… MONTE AMIATA / ARCIDOSSO / SANTA FIORA / CASTELPIANO / GIARDINO DI SPOERI / RADICOFANI / ABBADIA SAN SALVATORE / PIANCASTAGNAIO


2 giorni
1 agosto 2020 – 2 agosto 2020


DESCRIZIONETerra di minatori e boscaioli, terra fertilissima che nutre 1300 qualità di piante e la faggeta più grande d’Europa. Antico vulcano, venerato dagli Etruschi come l’Olimpo, che con il suo calore alimenta ancora oggi le sorgenti termali dove sgorgano acque curative. Il Monte Amiata, la “montagna madre”, è una terra ancestrale e misteriosa, verdissima d’estate, innevata d’inverno, ricca di borghi che hanno conservato tradizioni ormai dimenticate: paesi dove il passato non è solo un ricordo da omaggiare ma una realtà concreta, da vivere ogni giorno. Visitare questa montagna solitaria che divide la Maremma dalla Val d’Orcia preparatevi a scoprire un mondo incantato che non dimenticherete facilmente e stati attenti: l’Amiata dà assuefazione.
PROGRAMMA

1° Giorno–PARTENZA / MONTE AMIATA: ARCIDOSSO – SANTA FIORA – CASTELPIANO – GIARDINO SPOERRI Appuntamento dei partecipanti alle ore 05:00. Incontro con il pullman e partenza per il MONTE AMIATA. Sosta lungo il percorso per ristoro: Arrivo, incontro con la guida e visita: ARCIDOSSO, come tutti i borghi dell’Amiata, sorge al margine delle grandi foreste di castagno e di faggio. Il centro storico dall’imponente aspetto turrito è dominato dalla Rocca Aldobrandesca. All’interno del centro storico troviamo altre importanti testimonianze come la chiesa di S. Niccolò e la chiesa di S. Leonardo. Sulla strada di Arcidosso, nel territorio di Monte Laterone, si può ammirare la Pieve di Santa Maria ad Lamulas eretta nel XII sec. Sull’altare si conserva la statua lignea della Vergine col bambino attribuita a Jacopo della Quercia. SANTA FIORA: è il capoluogo storico dell’Amiata, il più austero, il più integro. Arroccato su una rupe di trachite che domina la sorgente del Fiora le cui acque si raccolgono nella suggestiva Peschiera. Il paese ed il suo territorio hanno conosciuto il dominio plurisecolare degli Aldobrandeschi e degli Sforza. Le formazioni rocciose hanno rappresentato per secoli un baluardo naturale di difesa. Un dedalo di vicoli pittoreschi compone i terzieri storici di Borgo, Castello e Montecatino. Sulla Piazza principale si affacciano i resti della Rocca Aldobrandesca, la Torre dell’Orologio, il Palazzo Sforza che conserva al suo interno due cicli di pitture murali gotiche. CASTELDELPIANO: fu patria della famiglia Nasini pittori attivi tra la metà del seicento e la metà del settecento e autori di opere conservate in tutti gli angoli dell’Amiata. Sulla piazza detta della Madonna, si affaccia la Chiesa dell’Opera il cui interno, a croce latina movimentato da dieci cappelle, è un autentico Museo dei Nasini. All’interno del borgo medievale interessanti strutture antiche come il Palazzo Pretorio, la Loggia del Mercato, La Chiesa di S. Leonardo. IL GIARDINO DI DANIEL SPOERRI è una grande attrazione per tutti gli appassionati d’Arte Contemporanea,.Parco Artistico di rilevanza internazionale, iniziato nel 1991, dal grande artista di origine rumena e cittadinanza svizzera, Daniel Spoerri, dopo aver vissuto in tante altre parti del mondo, Daniel Spoerri approda sull’Amiata e qui decide di dar vita a questo suo nuovo progetto. Il Giardino, in continua evoluzione, si estende su 15 ettari di area prativa e boschiva, ospita attualmente al suo interno 105 opere realizzate da Daniel Spoerri e da altri 50 artisti contemporanei considerati tra i più importanti nel mondo. Un percorso artistico perfettamente integrato nel paesaggio, un luogo sorprendente e suggestivo. In serata sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
2° Giorno – RADICOFANI / ABBADIA SAN SALVATORE / PIANCASTAGNAIO / BAGNI SAN FILIPPO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Guida per le visite. Su di un colle un colle, sorge una delle più spettacolari fortezze toscane, nonché quella che fu per secoli una delle piazzeforti più importanti d’Italia: RADICOFANI. La Rocca appare da decine di chilometri di distanza, e sembra incombere sul borgo, da cui ha controllato per secoli il confine tra il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio. Il monumento più notevole dell’antico borgo è la chiesa romanica di San Pietro, l’interno, con i suoi bassi archi gotici, conserva una splendida collezione di terrecotte robbiane e di statue lignee.. Alle spalle della chiesa c’è un piazzale con magnifico panorama. ABBADIA SAN SALVATORE: è il più popoloso centro dell’Amiata, e sorge a pochi chilometri della sua vetta. Il paese deve il nome alla famosa abbazia fondata nel 743 da Erfo, di nobile famiglia longobarda. Interessanti, oltre alla abbadia, il museo minerario. Nel piccolo comune si estraeva infatti il cinabro, minerale da cui si ricavava il mercurio, ed oggi le miniere chiuse sono diventate un affascinante museo. Si può dire che questi due monumenti, l’abbazia e la miniera, rappresentano i due poli principali attorno ai quali ha ruotato la storia del paese. PIANCASTAGNAIO: è un antico borgo arroccato su un ripiano che domina la valle del Paglia e la Cassia, il borgo è difeso da poderose mura medievali e da rupi naturali di trachite. Il monumento più imponente è la Rocca Aldobrandesca, la Pieve di Santa Maria Assunta e il Palazzo Bourbon del Monte..Passeggiata a BAGNI SAN FILIPPO: Qui il panorama aperto e solare di colline con vasti campi coltivati a cereali, punteggiati da cipressi cede il posto ai fitti ed ombrosi boschi del Monte Amiata. La notorietà del luogo si deve al copioso flusso di acque termali che emerge dalle profondità di un vulcano estinto. Una risorsa naturale nota ed apprezzata da millenni e di cui oggi si possono godere i benefici tra le cascatelle del Fosso Bianco, il torrente che scorre nel bosco di conifere che fiancheggia l’abitato. Partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 pax) € 210,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel tre stelle in camere doppie con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla prima colazione del 2° giorno – Le bevande alla cena – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”
Supplemento camera singola: € 25,00
ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 10,00


UN FIORDO MEDITERRANEO! IL LAGO DI GARDA: Desenzano / Salò/ Gardone / Riva del Garda / Cascata del Varone / Arco / Tenno / Malcesine / Garda Limone/ Torri del Benaco / Bardolino/ Lazise / Peschiera / Sirmione / Castellaro lagusello

UN FIORDO MEDITERRANEO! IL LAGO DI GARDA: Desenzano / Salò/ Gardone / Riva del Garda / Cascata del Varone / Arco / Tenno / Malcesine / Garda Limone/ Torri del Benaco / Bardolino/ Lazise / Peschiera / Sirmione / Castellaro lagusello


5 giorni
3 agosto 2020 – 7 agosto 2020


DESCRIZIONE

Il lago di Garda, con il suo clima mite e la perfetta temperatura delle acque sembra quasi un mare incastonato fra le Alpi e la pianura padana. Il lago è circondato da palme, oleandri, olivi e viti e le sue sponde lambiscono ben tre regioni – Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto. Tutt’intorno vi sorgono borghi pittoreschi, lidi e porticcioli, grandi centri pieni di vita, parchi e riserve naturali. Il lago di Garda è il luogo ideale per ritagliarsi una vacanza su misura: dagli amanti della natura, agli appassionati di sport, a chi vuole scoprire luoghi ricchi di storia e cultura.

PROGRAMMA

1° Giorno – PARTENZA / DESENZANO / SALO’ / GARDONE
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di DESENZANO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e visita. L’itinerario di DESENZANO si snoda nel centro storico alla scoperta di Piazza Malvezzi e del Porto Vecchio, del castello in posizione sopraelevata, proseguendo all’interno del Duomo dedicato alla Maddalena, che conserva al suo interno, tra le altre opere, l’ “Ultima Cena” di Tiepolo. SALO’, località turistica di fama internazionale, è posta su un’incantevole golfo ai piedi del monte Bartolomeo, è la “capitale” dell’Alto Garda bresciano. Sul bellissimo Lungolago, all’altezza dell’imbarcadero, si notano “Il Palazzo della Magnifica Patria” ed “il Palazzo del Podestà” che testimoniano della nobile storia della città. Il centro storico, compreso tra piazza Carmine, la “Fossa” e il lungolago, è un fitto susseguirsi di strade, vicoli e piazzette con dimore signorili. GARDONE RIVIERA, ove sorge il VITTORIALE DEGLI ITALIANI, dove Gabriele d’Annunzio ha scelto di trascorrere gli ultimi suoi anni di vita, arricchendo e trasformando la dimora e il parco, dando vita a un libro di pietre vive. I 9 ettari di superficie del Giardino del Vittoriale custodiscono importanti testimonianze che descrivono l’indole e le imprese di D’Annunzio: il MAS 96 della Beffa di Buccari, il Velivolo SVA del volo su Vienna, la Fiat T4 della presa di Fiume, il Mausoleo dove è sepolto, la Prua della Nave Puglia, il Teatro. Questa parte monumentale e celebrativa è completata magistralmente grazie ai Giardini privati che custodiscono l’Arengo, ovvero la parte più sacra del Vittoriale con la limonaia, le tombe della moglie, della figlia, il cimitero dei cani e il suggestivo laghetto delle Danze. L’itinerario alla visita nel parco del Vittoriale vi farà scoprire anche l’esposizione permanente “D’Annunzio segreto”: vestiti, scarpe, lettere, oggetti e testimonianze appartenute al poeta, a lungo rimaste negli armadi e cassetti della Prioria e ora mostrati al vasto pubblico desideroso di conoscere l’intimità del Vate. In serata trasferimento in Hotel (zona Riva), cena e pernottamento.
2° Giorno – RIVA DEL GARDA / CASCATA DEL VARONE / ARCO / CANALE DI TENNO
Prima colazione in Hotel. Guida per intera giornata, dedicata alla visita di: RIVA DEL GARDA, una delle località che gode di un fascino tutto particolare! Qui, infatti, il lago si restringe e si incunea tra le alte pareti rocciose del Monte Rocchetta: l’acqua è più fredda e più blu, il panorama risente delle vicine Dolomiti. RIVA, si affaccia sul lago ed è stretta tra le sue acque e il centro storico, che si insinua lungo la montagna. Il centro è Piazza 3 Novembre: qui si trova la Torre Apponale, il suo monumento più importante, il Palazzo del Comune ricostruito dai veneziani e il Palazzo Pretorio costruito dagli scaligeri. Merita una visita inoltre la Chiesa dell’Inviolata, un pregiato esempio di stile Barocco costruito nel 1603, il quartiere medievale del Marocco (da “marocche”, i cumuli di frana su cui sono sorti i palazzi), e il lungolago, circondato da bianche balaustre affacciate sull’acqua. CASCATA DEL VARONE:quando si parla di Parco del Varone si fa riferimento non ad una sola ma a tante attrazione. Due grotte, una cascata ed un parco botanico occupano tutta quest’area naturale dal fascino unico. All’interno di una forra naturale scavata dalla forza dell’acqua nel corso di ventimila anni precipita una cascata dall’altezza di cento metri che proviene dal lago di Tenno. ARCO, una cittadina medievale antichissima e suggestiva, arroccata a nord dell’Altogarda, incastonata tra le montagne, e dominata dai resti dell’antico castello che si protende dalla roccia della montagna. Grazie alla posizione invidiabile e al micro clima perfetto fu scelta dalla corte imperiale austriaca come residenza invernale e molti nobili seguirono l’esempio svernando ad Arco per curare molte malattie respiratorie. Ad Arco si trova l’ottocentesco Casinò Municipale, oggi importante centro congressi, ove soggiornò anche la principessa Sissi. LAGO DI TENNO: è un autentico scrigno di bellezza dove convivono al suo interno elementi naturalistici di grande pregio, quali l’azzurro turchese circondato da macchia mediterranea, pur se in un contesto alpino. CANALE DI TENNO, che è uno dei borghi più belli d’Italia, rappresenta innegabilmente un “unicum nel variegato panorama dei villaggi trentini, un prezioso borgo di montagna immerso nella morbida atmosfera mediterranea del Garda-Trentino. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento

3° Giorno – MALCESINE / LIMONE SUL GARDA
Prima colazione in Hotel. Guida per intera giornata, dedicata alla visita di: MALCESINE, situato ai piedi del Monte Baldo è arroccato intorno al suo Castello Scaligero, che attira numerosi visitatori grazie al museo della flora e della fauna, al suo giardino e alle terrazze, ai camminamenti e alle sale espositive, alla polveriera e al pozzo. Dalla sommità della sua torre, alta 24metri, si domina la vista sull’acqua, sulle due isolette, su Limone, su Riva del Garda e sulle Dolomiti di Brenta. Le mura medievali con le antiche porte racchiudono le piazzette ed i vicoli tortuosi che conducono verso il porticciolo, il Porto Vecchio, abbellito da piccoli, suggestivi locali. Una Funivia, non lontana dal centro storico, sale fino al Baldo, conosciuto come l’ “Orto botanico naturale d’Europa” per le sue innumerevoli specie vegetali, talune risalenti a epoche precedenti l’ultima glaciazione. Da lassù il panorama è mozzafiato! Trasferimento in traghetto a LIMONE SUL GARDA, l’ultimo paese della sponda bresciana, per chi sale da sud, è conosciuto come il Borgo dei Limoni, ad oggi è il comune più visitato del Lago di Garda. Si potranno ammirare edifici che hanno fatto la storia di Limone, come la stupenda Chiesetta di San Rocco, la cui piccola terrazza offre un punto panoramico per gli scatti fotografici più sensazionali oppure il sagrato della barocca Parrocchiale di San Benedetto, da cui si domina l’intera veduta del borgo e delle sue numerose LIMONAIE, ormai sotto la tutela delle Belle Arti, dove venivano coltivati gli agrumi il cui nome casualmente sarebbe coinciso con quello del luogo. Durante il suo viaggio in Italia nel settembre del 1786, Goethe, vedendole dalla sua imbarcazione le descrisse nel suo diario Viaggio in Italia. Da alcuni anni è stata ripristinata l’antica LIMONAIA DEL CASTEL, imperdibile è una visita delle sue terrazze e i numerosi alberi di agrumi, dai limoni agli aranci, dai mandarini ai pompelmi, dal tamarindo al bergamotto, dal kumquat al litchi. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.

4° Giorno – TORRI DEL BENACO / GARDA / BARDOLINO / LAZISE
Prima colazione in Hotel. Guida per intera giornata, dedicata alla visita di: TORRI DEL BENACO Il nucleo antico della cittadina presenta ancora oggi antiche dimore, nobili palazzi e chiese. Sul porto di affaccia l’antico Palazzo della Gardesana, già sede del Consiglio della Gardesana dell’acqua in epoca veneziana, affiancato dalla Chiesa dei Caduti, con all’interno affreschi quattrocenteschi molto ben conservati, la Torre dell’orologio, che mostra un interessante quadrante cinquecentesco con la doppia numerazione, araba e romana. GARDA, si affaccia su uno splendido golfo, è dominata dalla Rocca, che sorge alle spalle della città. Fu la dominazione veneta a lasciare qui i segni più importanti nell’architettura residenziale o pubblica. L’impronta veneziana più marcata è data dal Palazzo del Capitano fu sede della Corporazione degli Originari, dal Palazzo Fregoso, passando poi per la cinquecentesca Loggia, un tempo darsena e belvedere di un enorme complesso cinquecentesco. BARDOLINO: dire Bardolino significa evocare uno dei vini più rinomati e venduti al mondo. E’ difficile scindere questo piccolo borgo di origine romana dal vino Bardolino e dall’olio del Garda. Tantissime le cantine, aziende agricole e frantoi che accolgono visite tutto l’anno. Non dimentichiamo che proprio in questo territorio si trovano due noti musei: il Museo del Vino e Museum, quest’ultimo uno dei primi d’Italia dedicati unicamente al tema dell’olio. Imperdibile è la visita di due degli edifici religiosi tra i più suggestivi dell’intero lago: la chiesetta di San Zeno, rarissimo esempio di epoca carolingia, e la straordinaria chiesa di San Severo con testimonianze carolingie ma soprattutto romaniche. LAZISE, Visitare Lazise significa effettuare un tour guidato all’interno di un borgo antico, così antico da essere ricordato come il primo comune libero d’Italia per quando nel lontano 983 l’imperatore Ottone II le ha concesso diritti e privilegi. Ancora oggi Lazise conserva gran parte della mura medievali. La visita si snoda nel centro storico alla scoperta delle tre Porte della città e del Porto sul quale si affacciano i due edifici simbolo: la chiesetta di San Nicolò con suggestivi affreschi di scuola giottesca, la Dogana veneta, citata una prima volta nel 1329, successivamente utilizzata come darsena dagli Scaligeri e dogana sotto la Serenissima. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.

5° Giorno – PESCHIERA / SIRMIONE / CASTELLARO LAGUSELLO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Guida per intera giornata, dedicata alla visita di: PESCHIERA SUL GARDA, un viaggio attraverso secoli di storia! Tante le ricchezze di questo luogo così intriso di storia, che dal 2017 è stato inserito nella Lista del Patrimonio dell’Umanità UNESCO insieme ad altre opere di difesa costruite dalla Repubblica di Venezia. La cittadina, sorta in posizione strategica là dove sfocia il Mincio, ha acquistato allora la sua suggestiva forma di una stella a cinque punte. L’itinerario guidato prenderà il via da Porta Brescia, edificata dalla Serenissima, la chiesa Parrocchiale di Martino, la Piazza d’Armi, l’imponente e celebre carcere militare, la suggestiva Porta Verona, il Ponte dei Voltoni dal quale si può ammirare il Canale di Mezzo. SIRMIONE, visitare significa scoprire la bellezza di questa penisola chiamata anche la perla del lago di Garda. Tante le ricchezze di questo luogo incantato, insignito nel 2014 del titolo di terzo Borgo più felice d’Italia. L’itinerario guidato prenderà il via dalla Rocca scaligera, edificata a partire dalla fine del XIII secolo dalla famiglia veronese dei Della Scala e che ancora conserva uno di migliori esempi di darsena della fine del XIV secolo. Si prosegue nel centro storico incontrando la chiesa Parrocchiale di Santa Maria Maggiore, le celebri terme di Sirmione, la villa di Maria Callas ed arrivando nel punto più alto della penisola dove si trova la chiesa più antica di Sirmione, San Pietro in Mavino, le Grotte di Catullo, ovvero gli imponenti resti della villa romana più grande del nord Italia, edificati sulla punta della penisola, nel punto in assoluto più panoramico e suggestivo. Partenza per il Romantico CASTELLARO LAGUSELLO, uno dei borghi più belli d’Italia, piccolo paradiso medievale, con il castello ed il lago a forma di cuore; il piccolo centro abitato nasce nell’XI secolo come castelliere, cioè come presidio militare affacciato sul ‘lagusello’. Arrivo e passeggiata: entrando nel borgo dal lato settentrionale, si attraversa una porta sormontata da un’alta torre quadrata, incontriamo poi la chiesa barocca dedicata a San Nicola, le antiche mura guelfe, la pavimentazione in pietre di fiume, i sassi a vista della canonica e delle case. Partenza per il rientro. Sosta per la cena.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 pax) € 650,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati (4 notti) – Trattamento di mezza pensione, dalla cena del primo giorno alla prima colazione del quinto – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma – Battello per Limone del Garda – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: le entrate nei musei e nei luoghi di visita – i pranzi – le tasse di soggiorno (da pagare in loco) – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 120,00
ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO: € 20.00


La Borgogna, terra d’arte e di vigneti: DIGIONE / BESANCON / VEZELAY / AUTUN / BEAUNE / CLUNY. La bellezza dell’Alta Savoia: CHAMBERY / AIX-LES-BAINS / HAUTECOMBE . LIONE, straordinaria magia

La Borgogna, terra d’arte e di vigneti: DIGIONE / BESANCON / VEZELAY / AUTUN / BEAUNE / CLUNY. La bellezza dell’Alta Savoia: CHAMBERY / AIX-LES-BAINS / HAUTECOMBE . LIONE, straordinaria magia


7 giorni
3 agosto 2020 – 9 agosto 2020


PROGRAMMA

1° Giorno – PARTENZA / DIGIONE
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03:00 incontro con il pullman e partenza. Soste lungo il percorso per ristoro e per il pranzo libero. Arrivo in serata a DIGIONE, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno – DIGIONE / BESANCON
Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alle visite con guida. Mattina visita di DIGIONE: grande città d’arte e vivace centro commerciale, è un famoso centro gastronomico e punto di partenza della “route des Grands Crus”, la strada dei vini prestigiosi. Si potranno ammirare: il Palais des Ducs et des Etats de Bourgogne, sorge al centro della città, preceduto dalla bella Place de la Liberation, ex Place Royale, chiusa da edifici ad emiciclo, coronati da balaustra in pietra, costruiti in epoche diverse; la chiesa di Notre-Dame, capolavoro del gotico-borgognone, eretta tra il 1220 ed il 1250, con una originale facciata; la chiesa di St-Michel, tardo-gotica, costruit tra il 1449 ed il 1529, con imponente facciata rinascimentale; le vie del centro, con diversi palazzi del ‘600 e belle case a graticcio; la cattedrale di St-Benigne, edificio gotico-borgognone, costruito apiù riprese sopra la precedente chiesa romanica; ecc.. Pomeriggio visita di BESANCON: antica città e centro culturale dove nacquero lo scrittore Victor Hugo ed i fratelli Lumiere, gli inventori del cinema. Si potranno ammirare: il quartiere de Battant, popolare ed animato, uno dei più antichi della città, un tempo abitato dai viticoltori; la Grande-Rue, caratteristica via ed antica strada romana, fiancheggiata da nobili palazzi; il rinascimentale palais Granvelle; la Cattedrale de St-Jean, eretta in forme romaniche con due abside contrapposte; la Cittadella, edificata sul sito del castrum romano, enorme complesso fortificato che domina la città; ecc.. In serata, rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

3° Giorno – DIGIONE / VEZELAY / AUTUN
Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alle visite con guida. Mattina visita di VEZELAY: villaggio della Borgogna, in bella posizione panoramica; dichiarato patrimonio mondiale dall’UNESCO, il borgo è famoso per la sua chiesa abbaziale, uno dei più bei monumenti medievali della Francia. Si visiteranno: Ste-Madeleine, la chiesa apparteneva ad un’abbazia fondata nel sec. IX e divenuta nel medioevo meta di pellegrinaggi alle reliquie di S.Maria Maddalena, dopo un incendio fu ricostruita nelle forme del romanico-borgognone, il portale centrale è un capolavoro della scultura borgognona; le mura, di cui restano ampi tratti con 7 torri; ecc.. Pomeriggio visita di AUTUN: tranquilla città d’arte della Borgogna, conserva numerose vestigia del periodo romano. Si visiteranno: Place du Champ-de-Mars, centro cittadino con begli edifici; la città romana, con i resti del Teatro Romano, uno dei più vasti di Francia, i 6 km di mura, la porta di St-André a du grandi fornici, l’elegante porta d’Arroux ed il Tempio di Janus, imponente torrione; la Cattedrale di St-Lazare, sorge nella parte alta della cittadina, superbo edificio romanico-gotico, con facciata a portico, con uno stupendo portale gemino, capolavoro della scultura romanico-borgognona; ecc.. In serata, rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

4° Giorno – DIGIONE / BEAUNE / CLUNY / LIONE
Prima colazione in Hotel e partenza alla volta di BEAUNE. Arrivo, incontro con la guida e visita. È la capitale dei vini Burgundy , sorge in una lussureggiante zona vinicola, ma è anche il capoluogo dell’arte fiamminga, esplosa nella regione durante la Guerra dei 100 anni. Un territorio che “fa luccicare gli occhi agli appassionati di vino”, in cui la cittadina non sfigura affatto: case a graticcio, piccoli vicoli, piazze fiorite e bastioni ancora bei palazzi rinascimentali e incantevoli cortili interni. La collegiata di Notre-Dame del XIII secolo e la residenza dei duchi di Borgogna sono altri begli esempi di architettura. È nota per l’Hôtel-Dieu des Hospices, un luogo prestigioso realizzato nel 1443 da Nicolas Rolin, cancelliere di Filippo il Buono, per aiutare i malati e i bisognosi; il tetto di tegole verniciate è conosciuto in tutto il mondo. Trasferimento a CLUNY e visita con guida. Antica cittadina della Borgogna, in un tranquillo paesaggio tra boschi e vigneti, è famosa per la sua abbazia, uno dei maggiori centri religiosi del medioevo. Si visiteranno: l’Abbazia, con facciata duecentesca, che conserva i resti della chiesa abbaziale di St-Pierre et St-Paul, considerata la più vasta chiesa della cristianità fino alla costruzione di San Pietro; la Haras National, una delle cinque scuderie più importanti di Francia; il Borgo, con la quadrata tour des Fromages, la gotica chiesa di Notre-Dame e le antiche case dalle facciate classiche; ecc.. Al termine delle visite, partenza alla volta di LIONE. Arrivo, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.
5° Giorno – LIONE / CHAMBERY
Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida e mattinata dedicata alla visita di LIONE, metropoli del sud-est e rinomata capitale della gastronomia francese. Si potranno ammirare: Place Bellecour, vasta piazza e centro dell’animazione cittadina; la Rue de la Republique, elegante ed animata strada pedonale; l’Hotel de Ville, uno dei più bei palazzi municipali di Francia; St-Jean, cattedrale primaziale iniziata nel sec. XII, in stile romanico; la città vecchia, con case del ‘500 e ‘600, che conservano belle facciate gotico-fiammeggianti, cortili con logge e torri scalari; la chiesa di St-Paul, rimaneggiata in età gotica; il Theatre-romain, magnifica costruzione del tempo di Augusto; la Part-Dieu, nuovo quartiere con edifici moderni ed avveniristici; ecc.. Trasferimento a CHAMBERY. Arrivo, incontro con la guida e visita. Capitale storica della Savoia, CHAMBERY è una città di aspetto moderno ed importante centro commerciale. Si visiteranno: il Castello, sorge sopra una terrazza nella parte su dell’abitato, fu sede dei Savoia; la città vecchia, ai piedi del castello, con antichi edifici, bei palazzi e fontane; la Cattedrale de St.François-de-Sales, edificio tardo-gotico, rimaneggiato con bella facciata gotico-fiammeggiante; St-Pierre-de-Lemenc, suggestiva chiesa quattrocentesca, con interno gotico; ecc.. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

6° Giorno – ANNECY / AIX-LES-BAINS / HAUTECOMBE
Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alle visite con guida. ANNECY sorge sulle sponde dell’omonimo lago ed è rinomata località di soggiorno. Si visiteranno: la Place de l’Hotel de Ville, è il centro cittadino, verso il lago, dove la piazza si allunga, si trova la barocca chiesa di St-François; la città Vecchia, nucleo medioevale della città, ben restaurato ed isola pedonale; il Palais de l’Isle, complesso di edifici dei sec. XII-XVI, disposti a pura di nave; il Castello, antica residenza dei conti di Genova, domina la città con la sua mole imponente coronata da torri; ecc.. Pomeriggio dedicato alle viste di AIX-LES-BAINS: situata sul Lago di Bourget, è rinomata località termale e climatica già nota ai romani. Si potranno ammirare: Place Mollard, centro della cittadina, aperta verso l’ampio parco municipale, vi sorge lo stabilimento delle Terme, voluto da re Vittorio Amedeo III; ecc.. HAUTECOMBE, con la sua Abbazia, costruita verso la metà del sec. XII dai monaci cistercensi. L’attuale edificio, riccamente decorato in stile neo-gotico, fu eretto negli anni 1825-43. In serata, rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento

7° Giorno – GENEVE / RIENTRO
Prima colazione in Hotel e partenza alla volta di GENEVE. Arrivo e visita. Situata sulle rive dell’incantevole Lago di Ginevra ai piedi delle maestose Alpi Svizzere, Ginevra si presenta come una delle più affascinanti città europee. Quartiere generale delle Nazioni Unite, Ginevra ha alle sue spalle una storia di tolleranza e individualismo che inizia con la Riforma della Chiesa Protestante. Si potranno ammirare: l’edificio delle Nazioni Unite e il Museo della Croce Rossa, il Carouge, il borgo dal sapore bohemien sul fiume L’Arve, costruito su modello di Nizza, con le sue botteghe d’artigiani e i caffè d’artisti; Paquis e Les Grottes, il quartiere più ‘etnico’ della città, situato a nord est di Gare Cornavin; ecc… Nel primo pomeriggio partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: ( Min. 40 Pax) € 910,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotels 3 stelle (6 notti) in camere doppie con servizi privati – Trattamento di mezza pensione, dalla cena del 1° giorno alla prima colazione del 7° giorno – Guida in lingua italiana come da programma – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pranzi – Le bevande ai pasti – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Supplemento camera singola: € 240,00

DOCUMENTO: Carta d’identità valida per l’espatrio e senza timbro di rinnovo

TASSA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medico e bagaglio)


TOUR DELLA SICILIA: la bellezza del Barocco, l’incanto della natura e …i luoghi di Montalbano

TOUR DELLA SICILIA: la bellezza del Barocco, l’incanto della natura e …i luoghi di Montalbano

8 giorni
5 agosto 2020 – 12 agosto 2020


PROGRAMMA

1° giorno – PARTENZA / RIVIERA DEI CICLOPI: ACI TREZZA / ACI CASTELLO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 00:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta Della RIVIERA DEI CICLOPI. Soste lungo il percorso per ristoro. Arrivo nel primo pomeriggio e visita. ACI TREZZA, si affaccia su uno dei tratti di mare più bello e particolare di tutta la Sicilia orientale: grandi faraglioni di pietra lavica emergono dall’acqua formando un piccolo arcipelago e regalando uno scenario da cartolina. Questi faraglioni vengono chiamati anche Isole dei Ciclopi, perché si pensa siano le pietre che Polifemo scagliò contro Ulisse nell’Odissea. Aci Trezza è il luogo nel quale è ambientato il romanzo più noto di Giovanni Verga “I Malavoglia” dal quale è tratto ed ambientato il film ”la Terra che Trema“, di Luchino Visconti. ACI CASTELLO, deve il suo nome alla presenza di un imponente Castello Normanno che si erge sul mare, adagiato su una base di rocca basaltica. Ai suoi piedi si apre un’elegante piazzetta, dalla quale si ha una splendida panoramica della scogliera e dei Faraglioni. In serata sistemazione in Hotel (zona Acireale) cena e pernottamento.

2° giorno – La natura spettacolare: ETNA e le GOLE DELL’ALCANTARA
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Incontro con la guida e giornata, dedicata alla visita. L’ETNA, il più alto vulcano attivo d’Europa, la “colonna del cielo” (Pindaro), fra i maggiori del pianeta, ha il cono che appare troncato a quota 2900 da un vasto ripiano, antico cratere ellittico, dal quale si leva isolato il cono terminale; sui fianchi del monte, di paesaggio e panorama avvincenti, si susseguono salendo verdissimi agrumeti, inframezzati di lave, vigne, poi boschi e infine spoglia e aspra pietraia, ove attecchiscono radi il ginepro e l’astragalo etneo. Le suggestive formazioni rocciose e i flussi lavici pietrificati accompagneranno l’ascensione fino a quota 1.900 metri dove si potrà passeggiare sui CRATERI SILVESTRI. Le GOLE DELL’ALCANTARA: Visitare le Gole significa entrare nelle viscere della terra, ammirando gli effetti di sensazionali fenomeni naturali. Il canyon delle gole, tra pareti rocciose alte fino a 50 metri, si è originato dal raffreddamento di colate laviche nell’acqua ghiacciata del fiume, dando origine a rocce dalle forme curiose. Per circa 25 metri è possibile addentrarsi nel tratto iniziale del percorso a valle, tra piccoli laghi e cascate di acqua purissima. Una spiaggetta all’imbocco delle gole è accessibile nella bella stagione, fino a che il livello dell’acqua non diventa troppo alto o turbinoso; ci si può anche immergere.

3° giorno – CATANIA / TAORMINA
Pensione completa. Intera giornata dedicata alle visite con guida. CATANIA: nel centro molti monumenti sono espressione di questo particolare stile detto Barocco Siciliano sviluppatosi alla fine del 1600 dopo una forte distruzione dovuta a un terribile terremoto. Non si mancherà di ammirare il Monastero dei Benedettini (conosciuto così, nome originale è “Monastero di S. Nicolò l’Arena), attualmente sede delle facoltà umanistiche dell’Università di Catania. E’ un gioiello del tardo barocco ma racconta secoli di storia, custodendo al suo interno anche una domus romana. Si prosegue con “il salotto della città”, piazza Duomo, la Cattedrale, la cui magnificenza custodisce le reliquie della patrona Sant’Agata, e il Palazzo degli Elefanti, sede del municipio. A destra di questo, la Fontana dell’Amenano, dal nome dell’antico fiume su cui è stata costruita la città (Katane), è la “porta” di ingresso per uno dei simboli del folklore della città: la Pescheria, mercato del pesce all’aperto. Ammirate poi l’obelisco in pietra lavica al centro della piazza: è un elefante, chiamato dai catanesi “u liotru”, al quale sono legate almeno due diverse leggende. TAORMINA, la perla del mediterraneo, la famosa caratteristica cittadina che dall’alto di uno sperone roccioso, domina uno scenario di incomparabile bellezza. Visita con guida: il Teatro greco-romano costruito in posizione scenografica, il Duomo, Corso Umberto, il quattrocentesco Palazzo Corvaia, le stradine medioevali, hanno reso la città tappa obbligata per tutti i viaggiatori.
4° giorno – NOTO / SIRACUSA
Prima colazione in Hotel e partenza alla volta di SIRACUSA. Arrivo, incontro con la guida e visita del centro storico. Patrimonio Mondiale UNESCO, compreso la parte più antica della città, l’isola di Ortigia. Ortigia coniuga perfettamente dettagli della storia greca – come la Fonte Aretusa – con lo stile Barocco che domina l’architettura delle strade. Il Duomo, un tripudio di capitelli decorati, statue e fregi. La piazza che lo ospita vi lascerà senza fiato: tutto è costruito in pietra calcarea color crema, che brilla di giorno per i riflessi del sole e la notte alla luce dei lampioni. Godetevi una passeggiata nell’isoletta, attraverso i vicoli del quartiere ebraico, la Giudecca, in cui al gusto barocco siciliano si aggiungono dettagli architettonici di ispirazione ebraica. Pranzo in ristorante. Al pomeriggio proseguimento in pullman per la visita guidata alla cittadina di NOTO, Patrimonio mondiale dell’UNESCO, ricostruita nel ricco e vitale stile barocco siciliano. In centro su Corso Vittorio Emanuele, è qui che ci sono i monumenti più belli di Noto, che dominano le tre piazze principali. Non perderemo la Piazza del Municipio. Qui, faccia a faccia, si trovano la Cattedrale di San Nicolò e il palazzo del municipio, due magnifici e trionfanti esempi d’arte tardo barocca. É la cornice di moltissime foto scattate in città, perché avvolge il visitatore a 360°, grazie anche alla pietra bianca di Siracusa, che anche qui è protagonista delle costruzioni. Proseguimento per Ragusa. Sistemazione in hotel
cena e pernottamento (zona Modica/Ragusa)

5° giorno – RAGUSA IBLA / PUNTA SECCA / CASTELLO DI DONNAFUGATA
Pensione completa. Intera giornata dedicata alle visite, con guida. In mattinata il primo itinerario alla scoperta dei luoghi di Montalbano a Ragusa Ibla che vi permetterà di visitare contemporaneamente i principali monumenti tardo barocchi. Vi porteremo nei luoghi dove Salvo Montalbano è solito prendere una granita o indagare sull’ultimo mistero. Scopriremo Ragusa Ibla e visiteremo la piazza di “Vigata” (piazza Duomo) e il Circolo di Conversazione. In piazza Pola riconosceremo un noto angolo di Vigata e visiteremo la chiesa di San Giuseppe. Lungo corso XXV aprile ci sembrerà di vivere un episodio de Il giovane Montalbano e passo dopo passo vivremo tra tra fiction e realtà. Continuazione per Punta Secca dove visiteremo il borgo affacciato sul Mediterraneo, ci fermeremo davanti alla Casa di Montalbano e godremo del panorama mozzafiato. Passeggeremo sul lungomare di Marinella, passeremo da piazza del Faro e raggiungeremo il mare e la spiaggia di “Vigata”. Visita del famoso castello di DONNAFUGATA, la più raffinata dimora patrizia di campagna, bell’edificio di origine settecentesca dall’elegante facciata che riprende lo stile gotico veneziano immerso tra i carrubi e circondato da un ampio parco, che si presenta come una grande villa residenziale, preceduta da un ampio viale ai cui lati sono posti i magazzini, le stalle e de dimore dei contadini che vivevano alle dipendenze del barone
.
6° giorno – MODICA / ISPICA / MARZAMENI / SCICLI
Pensione completa. Intera giornata dedicata alle visite con guida. In mattinata partenza per Modica e Ispica. Modica è famosa oltre che per il Barocco siciliano anche , per il suo Cioccolato e per la casa natale di Salvatore Quasimodo. Ispica, distante ca 6 km dal mare, dall’alto di una collina ne conserva comunque il profumo e l’atmosfera. Proseguimento per Marzamemi, una località suggestiva che ha la pesca nell’anima. La sua Tonnara è una tra le più importanti di tutta la Sicilia, e risale al tempo della dominazione araba. Infine sosta a Scicli, scelta come luogo cinematografico dallo scrittore Andrea Camilleri e dal regista Alberto Sironi fin dal 1998. Riconosceremo fra l’altro il Commissariato di “Vigata” ( il Municipio di Scicli). E’ nota ai più per la sua architettura tardo-barocca. Assieme ai reperti siculi, greci e romani, la cittadina, possiede testimonianze tardomedioevali e rinascimentali, barocche e rococò, neoclassiche e novecentesche.
Ricca di chiese e palazzi, di pitture e sculture di alta qualità artistica, la cittadina mostra innumerevoli attrazioni artistiche e naturalistiche. Rientro in hotel in serata.

7° Giorno – CALTAGIRONE / PIAZZA ARMERINA / ACIREALE
Colazione in Hotel. Partenza per il cuore della Sicilia sudorientale, dove si trova la bellissima Caltagirone, città dai mille volti. Sorge su una zona collinare, a 608 metri dal livello del mare ed è nota come uno dei maggiori centri della produzione di ceramica in Italia. Il sito di maggior richiamo e uno dei simboli della città è una magnifica scalinata di 142 scalini, che collega la parte nuova con la parte più antica, costruita nel 1606 . La parte perpendicolare al terreno di ogni gradino è ricoperta da una mattonella finemente decorata e, pertanto, ad ogni passo fatto lungo la scala la figura si rivela sempre più nella sua interezza. Proseguimento per Piazza Armerina dove visiteremo la magnifica Villa Romana del Casale con i mosaici ritenuti i piu’ estesi e affascinanti mai realizzati in epoca romana. Pranzo in corso di escursione. In serata sistemazione in Hotel (zona Acireale) Cena e pernottamento.

8° giorno – ACIREALE / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Inizio del viaggio di ritorno. Soste lungo il percorso per il pranzo e la cena liberi. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 pax) € 990,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotels 3 stelle sup./4 stelle (7 notti) in camere doppie con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 1° giorno alla prima colazione dell’ 8°giorno – Guida per tutte le visite, come da programma – Passaggio marittimo Villa San Giovanni / Messina – Acqua minerale ai pasti – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 1° giorno, i pasti dell’8° giorno – Eventuali tasse di soggiorno, da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”

Supplemento camera singola: € 210,00

ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 20,00