Archivi categoria: Tours in Pullman

EUROFLORA e LE CINQUE TERRE

EUROFLORA e LE CINQUE TERRE


2 giorni
21 aprile 2018 – 22 aprile 2018


Descrizione

La kermesse primaverile torna in grande stile con una nuova location: i parchi di Nervi. L’undicesima edizione di Euroflora aprirà il 21 aprile e resterà fino al 6 maggio 2018 con grandi numeri: 86mila mq di cui 17mila di espositori e 5 km di percorsi tra giardini e ville storiche affacciati sul mare per un’esperienza coinvolgente. Il progetto di Euroflora 2018 arricchisce la bellezza dei parchi di Nervi con nuove fioriture e con scenografie vegetali che giocano con le forme ed i colori dei fiori e del fogliame. Protagonisti dell’installazione i quattro elementi naturali: l’acqua, la terra, l’aria ed il fuoco, che si districano in altrettanti percorsi da scoprire. All’ingresso un pattern di cerchi concentrici realizzato con alti fiori blu e bianchi e cime da barca darà il saluto ai visitatori. I percorsi ispirati ai quattro elementi naturali. Red Wave – Fuoco sarà il primo quadro, una distesa di fiori rossi, lingue di fuoco, in cui immergersi in un percorso avvolgente. Wild Horses – Terra sarà il secondo, cavalli giganteschi al galoppo sul prato davanti a villa Grimaldi nei pressi delle scuderie storiche, sculture vegetali realizzate con la tecnica della mosaicoltura. Il terzo quadro, Lago delle ninfee – Acqua, sarà uno specchio d’acqua perfettamente rotondo, ritagliato nel prato, su cui galleggiano tremolanti al vento ninfee bianche e rosa. L’ultimo, Soffio del vento – Aria, sarà una grande scenografia tridimensionale che utilizza il principio dell’anamorfosi: la struttura si rivela man mano che ci si avvicina, per palesarsi nella sua interezza da una determinata angolazione panoramica.

Programma

21/04/2018 – PARTENZA / GENOVA NERVI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 00:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di GENOVA. Soste di ristoro lungo il percorso. Arrivo e giornata a disposizione per la visita di EUROFLORA. In serata, sistemazione in Hotel in zona Versilia. Cena e pernottamento.

22/04/2018 – LE CINQUE TERRE / rientro
Prima colazione in Hotel. Trasferimento a LA SPEZIA. Arrivo alla stazione, incontro con la guida e giornata dedicata all’escursione, in treno, al PARCO NATURALE DELLE CINQUE TERRE: un parco per cinque meraviglie. Nasce per tutelare e salvaguardare un territorio particolare ed affascinante dove da sempre convivono l’uomo e la natura. Chilometri di muretti a secco delimitano i terrazzamenti a strapiombo sul mare dove, si coltiva faticosamente la vite. Tutto ciò dà forma al caratteristico paesaggio delle Cinque Terre, un paesaggio unico al mondo che il Parco intende recuperare e valorizzare quale esempio di architettura del territorio, con i suoi valori storici, culturali e ambientali. L’area protetta deve il suo nome agli splendidi borghi di MONTEROSSO, VERNAZZA, CORNIGLIA, MANAROLA e RIOMAGGIORE, che si affacciano sul mare, aggrappati alla roccia e annidati dentro strette e ripide valli. I cinque borghi tra la punta del Mesco e il promontorio del Montenero, sono nati dopo l’XI secolo, discendenti di abitati più antichi, a mezzacosta, lungo un tracciato romano. La ferrovia li raggiunse nel 1874 e fu l’unico loro accesso. Rientro a La Spezia. Partenza per il rientro. Soste lungo il percorso per ristoro e per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 210,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione, dalla cena del 21/4 alla prima colazione del 22/4 – Bevande a cena – Ingresso a Euroflora – Guida per le Cinque Terre – Treno per le Cinqueterre – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pranzi e la cena del 22/4 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.
Supplemento camera singola: € 25,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medico e bagaglio)
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

BERGAMO, dal cuore antico e la mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” Capolavori e ricerca per capire un artista geniale

BERGAMO, dal cuore antico e la mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” Capolavori e ricerca per capire un artista geniale


1 giorno – domenica
22 aprile 2018


Programma

Appuntamento dei partecipanti alle ore 04.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di BERGAMO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e alle ore 11:30 + 11:45, ingresso alla Mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” allestita all’Accademia Carrara. “Non è una mostra su Raffaello, nonostante ci siano sue opere”. E’ qualcosa di più articolato. “E’ una mostra che è un viaggio, il cui ago di direzione è il San Sebastiano della Carrara.” Perché visitarla? “Perché ci sono opere bellissime e anche difficili da vedere in Italia. Perché è costruita con accostamenti parlanti che fanno capire un artista geniale che ha cambiato la cultura visiva europea. Perché è una mostra che si prende cura del visitatore con uno straordinario allestimento. Perché consente al visitatore di mettere sulla stessa linea di mira l’occhio, la mente, il cuore”. Tredici i capolavori di Raffaello in mostra, dalla “Madonna Diotiallevi” di Berlino alla “Croce astile dipinta” del museo Poldi Pezzoli, al “Ritratto di giovane” di Lille. Con Raffaello più di trenta artisti disegnano un inedito percorso dal rinascimento ai nostri giorni: da Pintoricchio a Luciano Fabro, da Perugino a Giorgio de Chirico, da Signorelli a Pablo Picasso, da Giovanni Santi a Christo. Sessanta opere raccontano la formazione del genio urbinate, la trama delle sue relazioni, la fortuna del suo mito nell’Ottocento e la sua eco nella contemporaneità. “E’ una mostra che sposta capolavori assoluti” sottolinea l’altra curatrice Maria Cristina Rodeschini “e che ricostruisce cicli pittorici che in Europa non si sono mai visti: questa è un’occasione unica per rivederli insieme”. Infatti si ricompongono a Bergamo tre parti della “Pala Colonna” (dal Metropolitan di New York, dalla National Gallery di Londra, dall’Isabella Stewart Gardner di Boston) e tre componenti della “Pala del beato Nicola da Tolentino” (dal Detroit Institute of Arts e dal Museo di Palazzo Reale di Pisa). L’ACCADEMIA CARRARA: all’illuminato spirito del conte Giacomo Carrara, mecenate, collezionista e profondo conoscitore del mondo delle lettere e delle arti, si deve l’origine della Pinacoteca, repertorio di forme e modelli già raccolto nella sua collezione privata. Il Museo, che a conferma della validità degli intenti del fondatore ha continuato a incrementare il proprio patrimonio grazie ad acquisizioni e munifiche donazioni da parte del qualificato collezionismo privato legato alla città, possiede attualmente milleottocento dipinti, testimonianze dei secoli compresi tra il XV e il XIX di artisti quali Pisanello, Botticelli, Giovanni Bellini, Mantegna, Raffaello, Moroni, Baschenis, Fra Galgario, Tiepolo, Canaletto e Piccio. Pranzo libero. Pomeriggio visita con guida di BERGAMO ALTA: nota la caratteristica principale della città, quella d’essere divisa in due parti, una zona più antica, nel colle, e una zona più nuova situata ai suoi piedi. La città Alta (Berghem de sura) si compone del centro storico, ricco di monumenti, è rimasto completamente circondato da mura, sviluppatesi per più di cinque chilometri, sono oggi ancora molto ben conservate. Modellato secondo un piano medievale, con strade strette e tortuose, il quartiere più antico ospita quattro storiche porte: porta Sant’Agostino, Porta San Giacomo, Porta San Lorenzo (detta anche Porta Garibaldi) e Porta Sant’Alessandro. Da ognuna di queste, attraverso alcune strade tipicamente medievali, si arriva presso la piazza principale del centro storico, dove si possono ammirare alcuni dei monumenti e dei palazzi più rappresentativi. Verso le ore 18:00, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 85,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per la Mostra + biglietto di ingresso alla Mostra – Guida per la visita d Bergamo – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

Il centro botanico MOUTAN: la fioritura delle peonie / Il “Moai” di Vitorchiano / BOMARZO: il Sacro Bosco” / CAPRAROLA “Palazzo Farnese”

Il centro botanico MOUTAN: la fioritura delle peonie / Il “Moai” di Vitorchiano / BOMARZO: il Sacro Bosco” / CAPRAROLA “Palazzo Farnese”


1 giorno – domenica
22 aprile 2018


DescrizioneAppuntamento dei partecipanti alle ore 05:30, incontro con il pullman e partenza per BOMARZO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo e giornata dedicata alle visite con guida. BOMARZO è nota per “Il Sacro Bosco”, ribattezzato “Parco dei Mostri” in età contemporanea. Qui Vinicio Orsini fece costruire grandi statue, monumenti, sculture, che raffigurano gigantesche figure di animali mostruosi e fantastici, di colossi favolosi e grotteschi in piperino, integrate alla perfezione nella natura del bosco, perfettamente tenuto, con vialetti alberati e grandi prati curatissimi. Gli architetti erano Pirro Ligorio, Jacopo Barozzi da Vignola. Chiamò il parco “Sacro Bosco” e lo dedicò a sua moglie Giulia Farnese. Vi sono anche architetture impossibili, come la “casa inclinata”, o alcune statue enigmatiche che rappresentano forse le tappe di un itinerario di matrice alchemica. Iscrizioni sui monumenti stupiscono e confondono il visitatore; forse questa era l’intenzione del principe, o forse il complesso fu fatto semplicemente per “arte” in un doppio senso della parola (Tu ch’entri qua con mente parte a parte et dimmi poi se tante meraviglie sien fatte per inganno o pur per arte). E’ un complesso artistico e culturale unico al mondo nella sua particolarità. VITORCHIANO: è un piccolo borgo medievale cinto da mura merlate, aggrappato, come la maggior parte dei comuni viterbesi, ad un banco tufaceo tra profondi dirupi; vi si trova un “Moai”enorme blocco di peperino dal peso di trenta tonnellate e quasi dieci metri di altezza scolpito nel 1990 sul posto da un gruppo di artigiani dell’Isola di Pasqua per sigillare per il gemellaggio tra il paese e l’Isola. BOMARZO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. IL CENTRO BOTANICO MOUTAN: il nome Moutan trae origine dal termine usato in Cina per indicare la peonia arborea ed è stato scelto per questo Centro nato nel 1993 da un profondo desiderio: conoscere tutte le varietà e le specie di peonie arboree cinesi esistenti, ricercarle nelle più remote regioni asiatiche e importarle in Europa per riunirle in un unico luogo, curarne il mantenimento e promuoverne la diffusione, la conoscenza e la protezione ovunque. Il Centro Botanico Moutan sorge nello splendido contesto della campagna dell’alto Lazio e riunisce in un’area di circa 15 ettari la più vasta collezione al mondo di peonie arboree ed erbacee cinesi, che raccoglie circa 600 tra specie botaniche, varietà e ibridi naturali conosciuti. La peonia è considerata il fiore nazionale della Cina. . Nella complessa simbologia artistica cinese rappresenta la primavera. Nei mesi di Aprile e Maggio è possibile visitare il giardino delle peonie alla scoperta di questi magnifici fiori che danno vita ad un parco unico. CAPRAROLA ove si potrà ammirare il bellissimo Palazzo Farnese, capolavoro del tardo rinascimento, fatto costruire sulle fondamenta di una fortezza dal cardinale Alessandro Farnese. Il Palazzo sorge scenograficamente sul luogo di una rocca eretta da Antonio da Sangallo il Giovane, preceduto da un vasto piazzale a terrazzo cui si sale da due rampe ellittiche. Realizzato da Vignola nel 1559-75, ha pianta pentagonale con bassi bastioni a terrazzo cui si sale da due rampe ellittiche. L’interno racchiude un cortile circolare a portico e loggia; tramite la Scala Regia, si giunge alle sale del piano nobile, ornate di stucchi ed affreschi che illustrano le gesta della famiglia Farnese. Alle ore 18:30 circa, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 65,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo con 2 autisti – Guida intera giornata – Capogruppo.

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

IL NATALE DI ROMA Corteo storico ed esibizioni al Circo Massimo – 2000 rievocatori appartenenti a 40 associazioni provenienti da tutta Europa…la più grande rievocazione storica al mondo!

IL NATALE DI ROMA Corteo storico ed esibizioni al Circo Massimo – 2000 rievocatori appartenenti a 40 associazioni provenienti da tutta Europa…la più grande rievocazione storica al mondo!


1 giorno – domenica
22 aprile 2018


DescrizioneIl Natale di Roma, conosciuto anche con il nome di Romaia, è una festività laica legata alla fondazione della città di Roma, festeggiata il 21 aprile. Roma condita: Roma è fondata. Così gli antichi, sui calendari romulei, scrivevano accanto alla data del 21 aprile. La tradizione, comunemente accettata e divulgata dallo storico latino Varrone alcuni secoli dopo, attesta l’anno di nascita della città al 753 a.C.. La leggenda di Romolo e Remo, abbandonati in una cesta in balia della corrente del Tevere e successivamente tratti in salvo da una lupa, è ampiamente conosciuta. Essa è parte integrante del mito fondatore della città e nel passato era considerata autentica senza alcun dubbio. In età moderna, tuttavia, gli storici hanno sempre ritenuto il racconto frutto della fantasia degli antichi e solo negli ultimi anni, alla luce di accurati studi, indagini e ricerche, la storia tradizionale non appare più solo un’invenzione fantastica. Ogni leggenda, si sa, ha un fondo di verità e le recenti scoperte archeologiche sembrano confermarlo: sul Palatino, infatti, colle su cui sarebbe sorta la città, sono state rilevate tracce di un palazzo reale risalente proprio alla seconda metà dell’VIII secolo. È certo che qualcuno, probabilmente investito di un’autorità regale, trasformò sul colle il preesistente insediamento rurale, facendovi erigere delle mura intorno, costruire strade e consacrare religiosamente il terreno. Romolo, o qualunque fosse il nome del primo re di Roma, decise realmente di dare origine a una città. La giornata nella capitale sarà ricca di avvenimenti e celebrazioni: in mattina, al Circo Massimo si potrà assistere alla leggendaria rievocazione con il più grande corteo storico al mondo sull’antica Roma: circa 2000 partecipanti appartenenti a più di 40 gruppo di rievocazione provenienti da tutta Europa, percorreranno le vie del centro di Roma, passando accanto al Colosseo e al Teatro di Marcello. I vari gruppi rievocheranno tutte le figure dell’antica Roma dal 753 a.C. al IV sec. D.C. e tutti quei popoli che sono venuti in contatto con l’Impero romano. Prima della partenza del corteo avrà luogo la “Commissio Feriarum”, ovvero la cerimonia di apertura dei festeggiamenti con il rituale dell’accensione del fuoco, officiata da sei vestali. Nel pomeriggio invece i gruppi in costume si esibiranno nella cornice del Circo Massimo in combattimenti tra gladiatori, nella rievocazione della grande battaglia fra legionari e barbari, e infine nella leggendaria scomparsa in Britannia dei 5000 soldati romani appartenenti alla IX Legione.
ProgrammaAppuntamento dei partecipanti: ore 06:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di ROMA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e giornata a disposizione per la rievocazione o visite libere. Alle ore 19:30, partenza per il rientro. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo.

PROGRAMMA DELLA RIEVOCAZIONE:
Ore 11:15 PARTENZA CORTEO STORICO dal Circo Massimo
Ore 12:15 – 14:00 DEPOSIZIONE di una CORONA di ALLORO alla STATUA DI AUGUSTO su Via dei Fori Imperiali e BENEDEZIONE DEI GRUPPI PARTECIPANTI a cura del PONTEFICE MASSIMO e ritorno del Corteo al Circo Massimo
Ore 15:00 – 17:30 ESIBIZIONI presso l’area esibizione del CIRCO MASSIMO dei GRUPPI DI RICOSTRUZIONE STORICA
Ore 17:30 – 18:30 RICOSTRUZIONE STORICA DELLA SCOMPARSA DELLA IX LEGIONE E DELLA COSTRUZIONE DEL VALLO DI ADRIANO

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 45,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

PROCIDA…incantevole set cinematografico – Alla scoperta dell’Isola del film “Il postino”

PROCIDA…incantevole set cinematografico – Alla scoperta dell’Isola del film “Il postino”


1 giorno – mercoledì
25 aprile 2018
CON PRANZO IN RISTORANTE


Descrizione

L’isola di Procida è suggestiva, antica ed accattivante….di origine vulcanica, ha coste frastagliate e scoscese, con un mare limpido e splendente, le belle rocce costiere, le caratteristiche abitazioni rivierasche disegnano inquadrature paesaggistici di rara bellezza. Procida esprime tutto il sapore della natura mediterranea, la tradizione della pesca, l’amore profondo per le cose semplici come le stradine che si snodano tra piccoli ed improvvisi squarci panoramici sul mare, le piazzette e le ripide scale in un continuo saliscendi. Il centro dell’isola è l’antico borgo di Terra Murata, ai cui piedi si estende Marina Corricella, l’incantevole porticciolo dei pescatori dai caratteristici colori dell’isola, e pittoreschi scorci. Il versante opposto di Procida, ospita il porto turistico di Marina Chiaiolella, il luogo più frequentato dell’isola. Nel tempo, Procida è stata scelta come set cinematografico per un grande numero di film, soprattutto per i suoi panorami e la sua architettura tipica mediterranea: tra questi si possono citare, come esempi, Il postino, con Philippe Noiret e Massimo Troisi, e Il talento di Mr. Ripley, con Matt Damon. Il Castello D’Avalos fornisce invece l’ambientazione per il carcere del film drammatico Detenuto in attesa di giudizio, con Alberto Sordi.

ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 02:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di POZZUOLI. Arrivo, e trasferimento al porto e partenza in traghetto per PROCIDA. Incontro con la guida ed i pullmini e visita dell’isola. Visite: Torre Murata, sorge sul promontorio più alto dell’isola a 90 metri d’altezza, ed è il nucleo storico di Procida, il vecchio “cuore” dell’isola, il centro abitativo più antico ed unico rifugio sicuro per gli isolani durante secoli di incertezze politiche. Oltre le due maestose porte d’ingresso, la Terra Murata premia il visitatore con la sua atmosfera medievale, vicoli strettissimi e le tipiche casette popolari, una brezza che spesso soffia qui sopra e alleggerisce i mesi caldi e – naturalmente – con una vista straordinaria su tutto il Golfo di Napoli; l’imponente Abbazia di San Michele Arcangelo, ad un’altezza di 90 metri a picco sul mare. fu costruita dai benedettini e, nella seconda metà del XV secolo. L’interno della chiesa accoglie tre navate di cui quella centrale è coperta da un soffitto a cassettoni in legno ed oro zecchino con al centro il dipinto raffigurante San Michele che sconfigge Satana, realizzato nel XVII secolo. Il Castello, costruito a picco sul mare da Innico d’Avalos d’Aragona per far fronte alla continue incursione saracena; la “Corricella”, il porto dei pescatori e location de IL POSTINO con Massimo Troisi, è uno degli insediamenti più antichi dell’isola, l’impressione che la Corricella dà è amabile, allegra (la parola “Corricella” viene dal greco “kora calè” – quartiere bello), le sue case colorate e terrazzi sono quasi sempre soleggiati; la Marina Grande, il porto principale di Procida, mostra a prima vista, quando ci si è ancora sul traghetto, i gioielli dell’architettura procidana che il visitatore potrà ammirare poi in numerose variazioni nelle altre Marine e nel centro storico: le case in pastello che si fiancheggiano, il “vefio” (la tipica apertura ad ampio arco), le scale esterne, i terrazzi ed i balconi; ecc.. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, rientro in traghetto a POZZUOLI. Sbarco e partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 115,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Traghetto Pozzuoli / Procida / Pozzuoli – Guida intera giornata – Taxi per giro isola – Pranzo in ristorante, base pesce, bevande incluse – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – La cena – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO