Archivi tag: Lago d’Orta

NOVARA, un vero gioiello italiano / IL LAGO D’ORTA / IL SACRO MONTE DI VARALLO

NOVARA, un vero gioiello italiano / IL LAGO D’ORTA / IL SACRO MONTE DI VARALLO


2 giorni – IN VIA DI CONFERMA
25 aprile 2020 – 26 aprile 2020


DESCRIZIONEUn intenso viaggio alla scoperta della “nuova Gerusalemme Valsesiana”, un grandioso luogo d’arte e architettura, una natura palpitante, un respiro di vita alpina
PROGRAMMA

25/04/2020 – PARTENZA / NOVARA / LAGO D’ORTA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di NOVARA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e visita con guida. L’aspetto della città è oggi prevalentemente ottocentesco, dominato dallo stile neoclassico. Visite: il Battistero è l’edificio più antico, di epoca paleocristiana (V sec.), a pianta ottagonale. Nel loggiato superiore si possono ammirare bellissimi affreschi del XI secolo, che rappresentano uno dei cicli pittorici più importanti della pittura pre-romanica in Piemonte; il Duomo, sorge sulla centrale piazza della Repubblica, circondata da portici, edificio in stile neoclassico, che fu edificato tuttavia su una preesistente chiesa romanica di cui possiamo ancora ammirare il campanile superstite, nel presbiterio si trova un bellissimo frammento di pavimento a mosaico appartenente all’antica chiesa romanica; uno degli edifici medievali più importanti della città, il Broletto, complesso di edifici medievali. È composto da quattro edifici civili disposti a quadrilatero che si affacciano sul cortile interno, appartenenti ad epoche differenti; la basilica di S. Gaudenzio (XVI sec.) con la sua cupola a pinnacolo, alta 122 m e progettata nell’800 da Alessandro Antonelli. Il suo campanile barocco è opera di Benedetto Alfieri; in piazza dei Martiri della libertà, porticata su tre lati, sorgono il palazzo Orelli o del mercato, in stile neoclassico, il Castello visconteo-sforzesco del XIV-XV secolo e il teatro Coccia (XIX sec.); ecc.. Trasferimento sul LAGO D’ORTA. Visita con guida: splendido specchio d’acqua, al di là del solco lasciato dal Toce, il contesto quanto mai vario del Verbano piemontese non cessa di riservare sorprese; le sue rive sono molto attraenti, ricche di boschi e sparsi di centri che ora si affacciano direttamente all’acqua, ora si adagiano a terrazzi. Visita di ORTA SAN GIULIO, il centro più frequentato, inserito nella lista dei “Borghi più belli d’Italia”. Escursione all’isola di San Giulio, pittoresca isola di forma ellittica: isola di “pietra”, lavorata, costruita e plasmata dall’ingegno e dalla manualità dell’uomo, vede le costruzioni accalcarsi in uno scenario che conserva intatto il suo lascino. Sull’isola sorgeva un castello che l’aveva resa praticamente inespugnabile, ma il tutto fu distrutto per costruirvi il Seminario, che ha conferito al luogo un carattere prettamente religioso. Sull’isola si trova anche la Basilica di San Giulio, di antichissima origine, dalla facciata e dall’esterno romanico. In serata, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

26/04/2020 – SACRO MONTE DI VARALLO / VARALLO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Trasferimento a VARALLO e salita in funivia al SACRO MONTE. Visita con guida. Il Sacro Monte di Varallo è il più celebre e il più importante dei Sacri Monti conosciuti. Non solo, ma è anche il più antico, vasto e ricco e l’unico a essere stato riconosciuto – nel 2003 – patrimonio mondiale dell’UNESCO, davvero imperdibile al di là dell’aspetto puramente religioso e di fede, affascinante dal punto di vista panoramico ed architettonico. Il complesso è situato a 588 metri di altitudine e consta di una basilica e 45 cappelle affrescate, a loro volta popolate da oltre 800 statue di terracotta policroma a grandezza naturale. Statue che, nei limiti del possibile, ricostruiscono eventi della vita di Gesù. L’idea originaria di allestire un percorso Sacro a Varallo Sesia fu di un frate francescano, Benedetto Caimi, che, di ritorno da un viaggio in Palestina, pensò di riprodurre le vicende sacre a beneficio dei fedeli che non potevano recarsi in Terra Santa, il progetto si sviluppò a partire dal 1491. Discesa in funivia a VARALLO e visita con guida. La cittadina, che si fregia del logo di Bandiera arancione del Tci, è stata recentemente rinnovata nell’aspetto urbanistico e oggi si presenta con palazzotti storici in ordine, piazzette e vie selciate, gradevoli negozi storici e botteghe artigianali interessanti. Partenza per il rientro. Sosta lungo il percorso per il ristoro e per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 235,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa, dalla cena del 25/04 al pranzo del 26/04 – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma – Funivia per il Sacro Monte – Battello per l’escursione all’isola di San Giulio – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Il pranzo del 25/04 e la cena del 26/04 – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 25,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medica e bagaglio)

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

ISOLE BORROMEE, le perle del Lago Maggiore / STRESA e il Parco di Villa Pallavicino / il romantico LAGO D’ORTA / LOCARNO e il Trenino Centovalli, un viaggio lungo una fiaba

ISOLE BORROMEE, le perle del Lago Maggiore / STRESA e il Parco di Villa Pallavicino / il romantico LAGO D’ORTA / LOCARNO e il Trenino Centovalli, un viaggio lungo una fiaba


3 giorni – IN VIA DI CONFERMA
31 maggio 2020 – 2 giugno 2020


DESCRIZIONEISOLE BORROMEE: definite le “perle” del lago si trovano davanti a Stresa e sono raggiungibili con i battelli. L’Isola Madre è la più grande delle Isole Borromee e la più caratteristica per l’atmosfera raccolta e silenziosa. L’antico palazzo, che conserva prestigiosi arredi e un’eccezionale esposizione di marionette, è circondato da uno splendido giardino di piante rare e fiori esotici nel quale vivono in piena libertà pavoni, pappagalli e fagiani d’ogni varietà creando il fascino di una terra tropicale. L’Isola Bella è un gioiello naturale che la mano dell’uomo ha reso ancor più preziosa: i giardini fioriti e le bellezze artistiche ne arricchiscono il paesaggio. Il giardino dell’Isola bella, tipico esempio di “giardino all’italiana” seicentesco sviluppato su terrazze, è un vero e proprio paradiso incontaminato dove si preservano rare piante esotiche e fiori di grande bellezza. L’Isola dei Pescatori (Superiore) è l’unica tra le isole a non appartenere al casato Borromeo e a essere abitata durante tutti i mesi dell’anno. Caratteristiche sono le case a più piani, sorte per sfruttare al meglio il poco spazio a disposizione, dotate di lunghi balconi indispensabili per essiccare il pesce.
STRESA: si affaccia sul Lago Maggiore in una posizione assai suggestiva. Questa peculiarità, unita alla dolcezza del clima e alle bellezze paesaggistiche e architettoniche qui fuse armonicamente, attrae ogni anno migliaia di turisti. Il Lungolago è fiancheggiato da dimore storiche e lussuosi hotel in stile liberty immersi nel verde. . In un angolo magico del Lago sorge il Parco della Villa Pallavicino, un fresco giardino botanico con animali liberi e tante sorprese.In questo parco di 16 ettari si alternano spazi aperti e prati, giardini fioriti e giganteschi alberi secolari come i Gynko biloba. Più di 40 specie tra mammiferi e uccelli esotici si possono incontrare negli ampi spazi naturali o negli appositi recinti. In prossimità del laghetto si trovano anche tartarughe d’acqua, cigni e anatre.
TRENINO CENTOVALLI: salire a bordo di questi treni significa vivere un’esperienza unica a contatto con un territorio variegato, in un susseguirsi di gole profonde, montagne selvagge, fiumi e cascate. Una natura prorompente in cui si inseriscono armoniosamente piccoli e caratteristici borghi disseminati tra le Centovalli e la Valle Vigezzo. LOCARNO, città dai mille volti, offre esperienze per tutti i gusti. Dal fascino antico della città vecchia con le sue pittoresche viuzze, alla mondanità di Piazza Grande, dal fascino dei musei cittadini, alla quiete di una città affacciata sul Lago Maggiore e circondata dalle montagne . Domodossola, città dall’antico fascino medievale, è adagiata nel fondovalle del fiume Toce, all’imbocco di sette valli alpine.
LAGO D’ORTA: splendido specchio d’acqua, al di là del solco lasciato dal Toce, il contesto quanto mai vario del Verbano piemontese non cessa di riservare sorprese; le sue rive sono molto attraenti, ricche di boschi e sparsi di centri che ora si affacciano direttamente all’acqua, ora si adagiano a terrazzi. ORTA SAN GIULIO, il centro più frequentato, inserito nella lista dei “Borghi più belli d’Italia”. ISOLA DI SAN GIULIO, pittoresca isola di forma ellittica: isola di “pietra”, lavorata, costruita e plasmata dall’ingegno e dalla manualità dell’uomo, vede le costruzioni accalcarsi in uno scenario che conserva intatto il suo lascino. Sull’isola sorgeva un castello che l’aveva resa praticamente inespugnabile, ma il tutto fu distrutto per costruirvi il Seminario, che ha conferito al luogo un carattere prettamente religioso. Sull’isola si trova anche la Basilica di San Giulio, di antichissima origine.
PROGRAMMA

31/05/2020 – PARTENZA / LOCARNO / TRENINO CENTOVALLI
Appuntamento dei partecipanti alle 01.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di LOCARNO. Soste di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e visita di LOCARNO.. Pranzo libero. Alle ore 14:50 partenza con il TRENINO DELLE CENTOVALLI. Arrivo a DOMODOSSOLA e visita della città. Al termine trasferimento e sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

01/06/2020 – LAGO MAGGIORE / ISOLE BORROMEE / STRESA
Prima colazione in Hotel. Guida intera giornata. Mattinata dedicata all’escursione in battello alle ISOLE BORROMEE che comprendono: l’ISOLA BELLA, L’ISOLA MADRE e L’ ISOLA DEI PESCATORI. Nel pomeriggio rientro a STRESA e visita del Parco Pallavicino. Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

02/06/2020 – LAGO D’ORTA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida e visita del LAGO D’ORTA. Nel pomeriggio, partenza per il rientro. Sosta lungo il percorso per il ristoro e per la cena libera. Arrivo

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 340,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione, dalla cena del 31/05 alla colazione del 02/06 – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma – Treno Locarno / Domodossola – Battello per le isole Borromee – Battello per l’escursione all’isola di San Giulio – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita –i pranzi – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – La cena del 02/06 – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 60,00
Tassa di iscrizione: € 20.00
DOCUMENTO: Carta di identità valida per l’espatrio e senza timbro di rinnovo

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.