Archivi tag: viaggi in pulman

“MAGICO CASENTINO” La Verna / Bibbiena, Sagra della Castagna a CAPRESE MICHELANGELO

“MAGICO CASENTINO” La Verna / Bibbiena, Sagra della Castagna a CAPRESE MICHELANGELO

1 GIORNO
28 ottobre 2018


DESCRIZIONEAlta valle dell’Arno, oasi di verde nell’Appennino Tosco-Romagnolo. La posizione di estremo lembo nord-orientale della Toscana ha sempre contraddistinto questa valle come una terra ricca di storia e cultura. A testimonianza di ciò, i numerosi Castelli o importanti monasteri e conventi spesso incastonati sulle cime dei promontori collinari. Luoghi mistici ed austeri ma al contempo affascinanti e suggestivi grazie ad una perfetta integrazione tra foreste secolari e territori rurali, questi ultimi plasmati da una sapiente cultura contadina delle genti toscane.
PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 05,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta della Toscana. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo e visita con guida. LA VERNA, caratteristico monte del Casentino rivestito di una magnifica foresta, famoso per l’ambiente naturale e per il convento fondatovi da S. Francesco. Il convento di LA VERNA, sorge sulla sommità del monte; arrivandovi si entra in un piazzale sul quale sorgono: la chiesetta di S. Maria degli Angeli, che custodisce tre terracotte robbiane fra le quali il dossale con Assunzione Della Vergine di Andrea della Robbia; la chiesa Maggiore che ha nell’interno rinascimentale altre terracotte di Andrea della Robbia; per un corridoio, decorato di affreschi, si accede alla Chiesa delle Stimmate, che risale al 1263, all’interno tondo di Luca della Robbia, grande terra-cotta di Andrea della Robbia e coro cinquecentesco. Si visitano inoltre: il convento, la grotta che fu la cella di S. Francesco, con un letto in pietra, il Sasso Spicco, enorme roccia sporgente sotto la quale soggiornò pure il santo, la grotta detta di fra’ Leone. BIBBIENA: è un paese ricco di testimonianze del passato medioevo e dell’epoca moderna; dalle fonti storiche si apprende che Bibbiena fu fondata nell’anno 979 e nel giro di alcuni anni si sviluppò da un piccolo nucleo di case attorno ad una pieve e ad un importante possedimento appartenente alla diocesi di Arezzo. Il centro storico di Bibbiena evoca in ogni angolo un passato illustre e in esso il turista ha il piacere di trovare caratteristici vicoli medioevali tra i quali il Borgarino e Fondaccio, abitati anticamente da artisti e artigiani ed ancora oggi pieni di vita. Nel Borgarino si trova la casa natale della famiglia Galli riconoscibile dall’antico stemma. Degna di nota la Chiesa di San Lorenzo che presenta una linea architettonica rinascimentale, al cui interno si trovano due opere di grande pregio di Andrea della Robbia. Attiguo alla chiesa è il chiostro seicentesco, a doppio ordine, inserito nell’ex convento francescano.Palazzo Dovizi, costituisce l’architettura civile più significativa di Bibbiena. Nella pittoresca Piazza Pier Saccone Tarlati, detta anche Piazza Grande, si possono ammirare l’antico Palazzo del Podestà, con numerosi stemmi sulle facciate, la Torre dell’Orologio, avanzo dell’antico castello distrutto in seguito alla Battaglia di Campaldino dell’11 giugno 1289 e la Propositura di San Ippolito. Pranzo in ristorante. Trasferimento a CAPRESE MICHELANGELO, celebre per aver dato i natali a Michelangelo nella casa del Podestà, visitabile. Tempo a disposizione per prendere parte alla “SAGRA DELLA CASTAGNA” I marroni di Caprese sono grandi e dolci, e con una lunga e nobile storia. I primi castagneti da frutto sono stati impiantati dai monaci durante il medioevo, e per secoli i prelibati frutti e i loro derivati hanno nutrito i Capresani, salvandoli dalla fame che in passato minacciava le piccole comunità di montagna durante i rigorosi inverni. La festa della Castagna si svolge nel piazzale del Castello e per i vicoli del centro, caldarroste, vin brulé, ciambelle, marmellate, polenta dolce di castagne e il tipico baldino (un dolce fatto con farina di castagne, acqua, noci e rosmarino) accolgono i tanti visitatori che vengono ad assaggiare ed acquistare i prodotti genuini di Caprese. Al termine delle visite, inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 80,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida – Pranzo in ristorante, bevande incluse – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: La cena – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

SPLENDIDA PORTOROSE… benessere ed eleganza sulla costa Istriana

SPLENDIDA PORTOROSE… benessere ed eleganza sulla costa Istriana

4 giorni
1 novembre 2018 – 4 novembre 2018


DESCRIZIONEPortorose è una delle più famose mete turistiche slovene, dove mare e centri termali sono il connubio perfetto per una vacanza all’insegna del benessere. Portorose (Portoroz in sloveno) è una piccola frazione del comune di Pirano dove dalla metà dell’Ottocento è nato e si è sviluppato un centro turistico tra i più eleganti e suggestivi di tutta la regione adriatica. Nonostante le piccole dimensioni, Portorose è diventata una delle mete più ambite di tutta la regione dell’alto adriatico grazie ai suoi lussuosi ed eleganti centri termali, a un mare pulitissimo e ai raffinati alberghi in stile Liberty che popolano il suo lungomare. L’attrazione principale di Portorose sono le sue terme, tanto che fin dall’epoca romana è documentato l’uso delle acque curative che si trovavano in prossimità delle famose saline della zona. Oggi in tutto il territorio di Portorose esistono numerosi centri termali, SPA e centri benessere di ogni tipo e per ogni pubblico, da quelli lussuosi all’interno degli alberghi più costosi fino ai centri termali più economici, ma che comunque offrono servizi di ottimo livello. Oltre alle terme, Portorose è molto famosa per il suo casinò, dove fin dal 1913 in molti hanno tentato la fortuna nelle lussuose sale. Il palazzo del casinò si caratterizza per la tipica architettura mitteleuropea che potrete ritrovare in numerosi edifici della cittadina soprattutto se approfitterete del lungomare di Portorose – chiamato obala – per passeggiare al calar della sera quando il sole tramonta e la vita notturna della città si anima. Portorose è anche una famosissima località balneare, che offre un mare pulitissimo e una temperature dell’acqua che d’estate può arrivare fino ai 30°C. La spiaggia più famosa di Portorose è l’ampia lingua di sabbia di Okolje, nella zona più a sud dell’abitato, dove si trovano i centri balneari più comodi da raggiungere e dotati di ogni comodità per tutta la famiglia, oltre a un gran numero di locali, bar e ristoranti in cui bere qualcosa o cenare a pochi passi dalla riva.
HOTEL HISTRION 4*, offre un parco acquatico in loco, piscine coperte e all’aperto, e un centro spa e benessere inclusivo di sauna, vasca idromassaggio e diversi tipi di massaggi e trattamenti di bellezza. Dispone di un’area giochi per bambini, un negozio di souvenir, un banco escursioni e un ristorante a buffet. Inoltre avrete a disposizione un casinò con diverse opzioni di gioco e vista sul blu dell’Adriatico, e una vasta gamma di attività ricreative proposte dall’hotel o nelle vicinanze. Le camere dell’Hotel vantano l’aria condizionata, una TV via cavo, un minibar e una cassaforte, un bagno privato completo di vasca o doccia, asciugacapelli e set di cortesia.
PROGRAMMA01/11/2018 – PARTENZA / PORTOROSE
Appuntamento dei partecipanti alle ore 05.30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di Portorose. Sosta lungo il percorso per il ristoro e per il pranzo libero. Arrivo a PORTOROSE e pomeriggio libero per visitare la città. In serata sistemazione in Hotel 4* nel complesso Bernardin, cena e pernottamento.
02/11/2018 – POLA / ROVIGNO
Prima colazione in Hotel.Escursione con guida a Pola e Rovigno. POLA, città antica e ricca di storia della Repubblica Croata; si trovano reperti archeologici e monumenti di varie epoche, iniziando dal periodo romano, quali l’Anfiteatro, la Porta Gemina, l’Arco dei Sergi, il Tempio di Roma e Augusto, la Basilica, il Castello, ecc.. ROVIGNO, ovvero “la Piccola Venezia”, già in Croazia, importante centro peschereccio e notevole stazione balneare, costruita su un promontorio di forma ellittica, da dovunque la si guardi, sembra sempre sorgere dal mare; è infatti protesa sulle acque, incorniciata da decine di verdi isolotti, in ogni suo monumento rivela il suo storico legame con Venezia e conserva inalterato un fascino antico. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.
03/11/2018 – PIRANO / ISOLA / CAPODISTRIA
Prima colazione in Hotel. Visita con guida, di: PIRANO, magnifica e antichissima città, perla di architettura gotica veneziana caratterizzata da strade strette, che tendono a essere affollatissime in piena estate. Visite: il Duomo, che conserva gli affreschi di pittori appartenenti alla scuola veneta e lo snello campanile nello stesso stile di San Marco a Venezia; le mura della città, che risalgono al secolo XV., con le loro imponenti torri di difesa che sovrastano la città. Il faro sulla Punta è di interesse particolare per il suo stile mauro; ecc.. ISOLA, conosciuta come città di pescatori, oggi è meta turistica dove si fondono le tradizioni slovene e italiane. CAPODISTRIA, bella città, il cui centro è situato su un’isola, trasformata in penisola verso la metà del secolo scorso, ospita ogni estate, numerose manifestazioni e festival di canti e danze popolari. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.
04/11/2018 – TRIESTE / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Trasferimento a Trieste. Incontro con la guida e visita della città di TRIESTE. Si potranno ammirare: Piazza dell’Unità d’Italia, vasta, aperta sul mare, centro della vita cittadina; la chiesa di San Giusto, sorge sull’alto del colle, è il monumento massimo ed il simbolo della città; lo spazioso e caratteristico lungomare ed il Porto; il Molo Audace, tradizionale passeggiata dei triestini. Successivamente visita del Castello di MIRAMARE: sorge in una suggestiva posizione all’estremità di un promontorio e, per il patrimonio di mobili, dipinti, porcellane, avori, costituisce uno dei più notevoli esempi di residenza principesca della seconda metà dell’800. Alla fine della visita, partenza per il rientro. Soste di ristoro lungo il percorso e cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 410.00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 4 stelle in camere doppie con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena dell’1/11 al pranzo del 4/11 – Le bevande ai pasti – Guida come da programma – ingresso alla piscina coperta dell’Hotel con acqua di mare riscaldata – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo dell’1/11 e la cena del 4/11 – Gli extra in genere – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 75.00
Tassa d’iscrizione: € 20.00 (inclusoa assicurazione medico – bagaglio)
DOCUMENTO: CARTA DI IDENTITA’ VALIDA PER L’ESPATRIO E SENZA TIMBRO DI RINNOVO


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

VOLTERRA, città d’alabastro / LA CERTOSA DI PISA / PISA, un miracolo di bellezza

VOLTERRA, città d’alabastro / LA CERTOSA DI PISA / PISA, un miracolo di bellezza

2 gioni
3 novembre 2018 – 4 novembre 2018


PROGRAMMA03/11/2018 – PARTENZA / VOLTERRA / LA CERTOSA DI PISA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 05.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di VOLTERRA. Arrivo, incontro con la guida e visita alla scoperta della città “di vento e di macigno”, così come la descriveva Gabriele D’Annunzio. VOLTERRA, gioiello d’arte etrusca, romana, medievale e rinascimentale, domina da un colle tutta la valle del Cecina, fino al mare. Qui la storia ha lasciato il suo segno con continuità dal periodo etrusco fino all’800, con testimonianze artistiche e monumentali di grandissimo rilievo, che possono essere ammirate semplicemente passeggiando per le vie del centro storico. Accanto a questo paesaggio, una qualità della vita ancora a dimensione umano ed un artigianato artistico unico al mondo: l’alabastro. Etrusche sono le mura, l’imponente arco e i numerosi e preziosi reperti archeologici del Museo Etrusco Guarnacci, uno dei più antichi d’Europa. Trasferimento a CALCI (PI) e visita della CERTOSA DI PISA: si tratta dell’ultima Certosa fondata in Toscana, nel 1366: un ex convento certosino di clausura maschile dagli ambienti religiosi austeri e sontuosi. La struttura si compone di due parti: la Certosa Monumentale che comprende gli ambienti in cui vivevano i certosini fino ai primi del 1970, tutt’ora perfettamente conservati, e il Museo di Storia Naturale e del Territorio, gestito dall’Università di Pisa.La visita alla Certosa parte dal suo cancello d’ingresso, dal quale si accede al cortile interno e alla chiesa conventuale dei monaci certosini. Il visitatore si aspetterebbe di entrare in un luogo religioso tipicamente 300esco. In realtà di trecentesco la chiesa ha mantenuto solo il pavimento originale, in marmo bianco delle Alpi Apuane, mentre tutto il resto è barocco. In serata, sistemazione in Hotel nei dintorni. Cena e pernottamento.

04/11/2018 – PISA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel e partenza per PISA. Visita con guida. PISA: distesa sulle due rive dell’Arno, Pisa ha un posto d’onore nella più esclusiva cerchia delle nostre città d’arte. Si visiteranno: Piazza dei Cavalieri, antico centro della città repubblicana, ospita numerosi edifici dovuti a Giorgio Vasari tra cui il palazzo dei Cavalieri (o della Carovana 1562) rifacimento vasariano del palazzo degli Anzian; la famosa Piazza del Duomo, detta anche “campo dei miracoli”, una delle meraviglie d’Italia, sulla cui ampia distesa erbosa, contro lo sfondo delle mura medioevali, riunisce ben quattro monumenti di grandissimo interesse, tanto da essere riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO fin dal 1987.: il Duomo, la costruzione del iniziò nel 1064 e terminò nel 1100. Bellissimo esempio di romanico pisano, la cui facciata è in marmo grigio e bianco, decorata con marmi policromi a differenza dell’interno, dove prevalgono marmi neri e bianchi. al suo interno ospita capolavori artistici dei maestri Cimabue, Andrea del Sarto, Giovanni Pisano e del Beccafumi; l’imponente battistero è il più grande d’Italia, con 107,25 di circonferenza e l’assoluta semplicità come sua arma vincente. I decori infatti sono ridotti al minimo, e al suo interno l’acustica è assolutamente perfetta; il Campo Santo Monumentale di Pisa ospita importanti dipinti e affreschi medievali, come il ciclo della vita di San Ranieri (santo patrono della città di Pisa) e alcune opere di Buonamico Buffalmacco, pittore fiorentino del Trecento, noto come uno degli esponenti della pittura gotica in Toscana; la Torre Pendente, è il campanile del duomo pisano e da sempre affascina i visitatori per la sua pendenza che sembra sfidare la legge di gravità e che costringe spesso ad interventi, ancora oggi non si sa con certezza chi fu a progettare la torre e ad iniziare i suoi lavori, attorno al 1173, che furono terminati solo due secoli più tardi, tra mille difficoltà, grazie all’opera di artisti come il Pisano. Oltre che alla sua pendenza, che la rende comunque unica nel panorama mondiale, la Torre di Pisa deve la sua fama all’originalità e alla bellezza delle sue decorazioni, uniche al mondo. Pranzo in ristorante. Pomeriggio a disposizione, possibilità di salire sulla Torre. Partenza per il rientro. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 210,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 03/11 al pranzo del 04/11 – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Il pranzo del 03/04 e la cena del 04/04 – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 20,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medica e bagaglio)
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

 

DAL CILENTO AL VALLO DI DIANO . Paestum / Agropoli / Castellabate / Certosa di Padula / Grotte di Pertosa.

DAL CILENTO AL VALLO DI DIANO . Paestum / Agropoli / Castellabate / Certosa di Padula / Grotte di Pertosa.


2 giorni
3 novembre 2018 – 4 novembre 2018


PROGRAMMA03/11/2018 – PARTENZA / PAESTUM / AGROPOLI / CASTELLABATE
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di PAESTUM. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. PAESTUM, centro archeologico tra i più importanti e suggestivi d’Italia, nella piana bonificata del Sele, in luminoso paesaggio tra le propaggini del M. Alburno e il golfo di Salerno. Visita ai Templi: la Basilica, è il più antico dei templi conservati di Pestum, risalendo alla metà del vi sec. a.C.; il Tempio di Nettuno, il più grande e il meglio conservato della città e forse il più bel tempio dorico del mondo greco; il Tempio di Cerere, dedicato ad Athena; le mura pentagonali, che delimitano il perimetro della città scomparsa, ecc.. Visita al Museo: è tra i più importanti musei archeologici italiani, dedicato ai reperti della zona degli Scavi, del territorio e, in particolare, al santuario di Hera; da questo provengono le celeberrime 33 metope arcaiche del “thesauros” I e le 6 del grande tempio, capolavori assoluti dell’arte della Magna Grecia. Un’apposita sala è dedicata alla “Tomba del Tuffatore”. AGROPOLI: sorge su un promontorio della costiera del Cilento, è un borgo fortificato forse di origine bizantina; visita al Borgo, alto sulla costa, vi si accede per una porta merlata, vi sorge la chiesa di S. Maria di Costantinopoli e il castello di Rocca del Cilento. CASTELLABATE: il centro storico di Castellabate, compreso nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, è riconosciuto dall’Unesco “Patrimonio dell’umanità”. Il borgo, conserva ancora la struttura urbana medievale: stradine, vicoletti, archi, brevi gradinate, palazzi, slarghi e case intercomunicanti dove domina la pietra grigia, si rincorrono senza soluzione di continuità, ora volgendo le spalle alla luce intensa ora spalancandosi sul verde del pendio che digrada verso il mare splendente, macchiato solo dai banchi delle posidonie, in uno degli angoli più suggestivi della costa del Cilento. In serata, sistemazione in Hotel. Cena e pernottamento.

04/11/2018 – CERTOSA DI PADULA / GROTTE DI PERTOSA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata per un itinerario che si snoda attraverso il cosiddetto VALLO DI DIANO: ampia conca racchiusa tra le montagne calcaree e dolomitiche del Cilento e dell’Appennino Lucano, riserva incantevoli bellezze naturali ed uno straordinario patrimonio archeologico, storico, artistico ed antropologico, in quanto crocevia di antiche e maestose civiltà. La CERTOSA di PADULA o Certosa di San Lorenzo, ubicata sotto la collina dove sorge il paese di Padula; occupando una superficie di 51.500 m², contando su tre chiostri, un giardino, un cortile ed una chiesa, è uno dei più sontuosi complessi monumentali barocchi del sud Italia nonché la più grande certosa a livello nazionale e tra le maggiori d’Europa. Divisa in due aree: una “casa bassa” dove si trovavano la lavanderie, le stalle, i granai, e in una “casa alta” che fungeva da residenza dei monaci. Oggi, nella “casa bassa” è possibile visitare il museo della certosa. La GROTTA DI PERTOSA, detta anche “dell’Angelo”, si snoda in una suggestiva serie di cunicoli ed antri, gallerie, strettoie e grandi Sale, tutte caratteristiche ed uniche nel loro genere: tra le tante va segnalata la Sala delle Meraviglie; quella Grande, ove l’altezza sfiora i 24 metri senza che ci si renda conto di tale distanza. Unica al mondo è la Sala delle Spugne, che da sola varrebbe tutta la visita. Anche la Sala dei Pipistrelli, così chiamata perché una volta era il rifugio di migliaia di questi animali che nel buio di questi luoghi trovavano conforto e riparo, presenta caratteristiche molto particolari e rare. Partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (Min. 40 Pax) € 195,00

LA QUOTA COMPRENDE: – Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa, dalla cena del 3/11 al pranzo del 4/11 – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 3/11 e la cena del 4/11 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.

Supplemento camera singola: € 25,00

TASSA DI ISCRIZIONE € 10,00 (include assicurazione medico e bagaglio)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

BERGAMO….cuore antico / BRESCIA, l’antica Brixia

BERGAMO….cuore antico / BRESCIA, l’antica Brixia


2 giorni
3 novembre 2018 – 4 novembre 2018


PROGRAMMA02/11/2018 – PARTENZA / BERGAMO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 05.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di BERGAMO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Nota la caratteristica principale della città, quella d’essere divisa in due parti, una zona più antica, nel colle, e una zona più nuova situata ai suoi piedi. La città Alta (Berghem de sura) si compone del centro storico, ricco di monumenti, è rimasto completamente circondato da mura, sviluppatesi per più di cinque chilometri, sono oggi ancora molto ben conservate. Modellato secondo un piano medievale, con strade strette e tortuose, il quartiere più antico ospita quattro storiche porte: porta Sant’Agostino, Porta San Giacomo, Porta San Lorenzo e Porta Sant’Alessandro. Da ognuna di queste, attraverso alcune strade tipicamente medievali, si arriva presso la piazza principale del centro storico, dove si possono ammirare alcuni dei monumenti e dei palazzi più rappresentativi. La “città Alta”: la Piazza Vecchia con i suoi palazzi rinascimentali, come la Biblioteca Civica, il Campanone (la Torre Civica), il Palazzo Nuovo e il Palazzo della Ragione (o palazzo Vecchio, 1199). Attraverso il portico del palazzo della Ragione, si arriva a alla Piazza del Duomo, che ospita la Cattedrale, la cappella Colleoni, la Basilica di Santa Maria Maggiore e il Battistero. La cappella rimane uno degli esempi più significativi di Rinascimento lombardo in Italia. Trasferimento a Bergamo BASSA (Berghem de sota) e visita all’ACCADEMIA CARRARA: all’illuminato spirito del conte Giacomo Carrara, mecenate, collezionista e profondo conoscitore del mondo delle lettere e delle arti, si deve l’origine della Pinacoteca, repertorio di forme e modelli già raccolto nella sua collezione privata. Il Museo, che a conferma della validità degli intenti del fondatore ha continuato a incrementare il proprio patrimonio grazie ad acquisizioni e munifiche donazioni da parte del qualificato collezionismo privato legato alla città, possiede attualmente milleottocento dipinti, testimonianze dei secoli compresi tra il XV e il XIX di artisti quali Pisanello, Botticelli, Giovanni Bellini, Mantegna, Raffaello, Moroni, Baschenis, Fra Galgario, Tiepolo, Canaletto e Piccio. In serata, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.
03/11/2018 – BRESCIA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel e partenza per BRESCIA. Arrivo, incontro con la guida e visite. Pranzo in ristorante. Il museo di SANTA GIULIA: unico in Italia e in Europa per concezione espositiva e per sede, il Museo della Città, allestito in un complesso monastico di origine longobarda, consente un viaggio attraverso la storia, l’arte e la spiritualità di Brescia da’età preistorica ad oggi in un’area espositiva di circa 14.000 metri quadrati; l’elemento che caratterizza e rende così particolare il Museo è lo strettissimo legame tra “contenitore” ed oggetti esposti; attualmente lo “scrigno” di Santa Giulia consta di circa 11,000 pezzi: reperti celtici come elmi e falere, ritratti e bronzi romani, testimonianze longobarde, corredi funerari, mosaici ed affreschi, simbolo della città è la VITTORIA ALATA, il grande bronzo proveniente dal Capitolium. La Brescia romana, chiamata Brixia, era un insediamento fondato dai Galli che esisteva già da centinaia di anni. Il Foro Romano era situato lungo quella che oggi è Via Musei (ma era il decumano massimo). Testimonianza della Brixia romana molto importante il tempio capitolino fu costruito da Vespasiano. Accanto si trovano i resti del Teatro romano; il castello di Brescia, detto il Falcone d’Italia perché arroccato sul colle Cidneo, risale all’epoca tra il XII e XIII secolo ed è sempre stato il fulcro del sistema difensivo della città; il Duomo vecchio, edificio in pietra vista, è noto ai bresciani come “La Rotonda” perché si presenta con un corpo a pianta circolare e duomo vecchio per distinguerlo dal duomo nuovo. Piazza della Loggia è la piazza più bella della città e ospita l’omonimo Palazzo della Loggia, di epoca rinascimentale (risale al 1433), sede del municipio, terminato nel tardo Cinquecento con il contributo di vari architetti tra cui Jacopo Sansovino e Andrea Palladio; la Torre dell’Orologio presenta un orologio con quadrante con tutte le 24 ore e ricorda quella di Venezia; ecc.. Verso le ore 17:00 Partenza per il rientro Sosta lungo il percorso per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 220,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa, dalla cena del 02/11 al pranzo del 03/11 – Guida per la visita di Bergamo e Brescia– Le bevande ai pasti – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Il pranzo del 02/11 e la cena del 03/11 – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.
Supplemento camera singola: € 25,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medico, bagaglio e annullamento)
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO