Archivi tag: Basilicata

LA BASILICATA, regione dai mille volti: MELFI / VENOSA / LAGHI DI MONTICCHIO / MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO / LE DOLOMITI LUCANE / POTENZA / MATERA

LA BASILICATA, regione dai mille volti: MELFI / VENOSA / LAGHI DI MONTICCHIO / MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO / LE DOLOMITI LUCANE / POTENZA / MATERA

4 giorni
13 agosto 2020 – 16 agosto 2020


PROGRAMMA

1° giorno – PARTENZA / VENOSA / MELFI / LAGHI DI MONTICCHIO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di VENOSA.. Arrivo, incontro con l guida e visita intera giornata. VENOSA, città di antiche origini che diede i natali al poeta latino Orazio. Da visitare sono il castello, la cattedrale e poco fuori dal centro il complesso abbaziale della SS. Trinità, costituita dalla “Chiesa Vecchia” del 1000 e la “Chiesa Incompiuta” del 1200. A seguire trasferimento a MELFI: Deriva il suo nome dal fiume Melpes che scorre nel suo territorio che fu abitato fin dal Neolitico come dimostrato dagli insediamenti ritrovati lungo il fiume Ofanto. Si potranno ammirare: il fascinoso Castello Normanno che domina la città con le otto possenti torri, il grande ponte in muratura e il bellissimo fossato, e che suggeriscono la vocazione difensiva del maniero; la Cattedrale, venne restaurata in forme barocche nel 1694. Tali forme sono presenti nella facciata, mentre il campanile conserva l’originaria architettura normanna; Piazza Umberto I: centro della vita cittadina dall’XI secolo è anche chiamata piazza del Municipio; i vicoli che partono dalla piazza conservano pozzi, decorazioni in pietra e rilievi di notevole bellezza. I LAGHI DI MONTICCHIO: nella splendida terra lucana, il Monte Vulture è protetto da una vegetazione lussureggiante di faggi, aceri, castagni, tigli, frassini e ontani. In quest’habitat ideale per giornate di relax a contatto con la natura, spiccano i due laghi craterici di Monticchio. I due laghetti hanno la temperatura più elevata dei laghi d’Italia e, pur comunicando tra loro, hanno un singolare contrasto cromatico: le acque verdastre del Lago Piccolo e le acque verde oliva del Lago Grande. In serata trasferimento in Hotel (zona Potenza), sistemazione, cena e pernottamento.

2° giorno – POTENZA / DOLOMITI LUCANE / PIETRAPERTOSA
Pensione completa. Guida intera giornata per: le bellissime DOLOMITI LUCANE: sono caratterizzate da alte guglie le cui forme hanno suggerito nomi fantasiosi, quali l’aquila reale, l’incudine, la grande madre, la civetta. Fanno parte di un complesso montuoso risalente a 15 milioni di anni fa. Il gruppo montuoso più alto è quello della Costa di S. Martino, chiamato Piccole Dolomiti, in quanto riproduce l’asprezza e le caratteristiche delle famose Pule Trentine. Molto belli anche i picchi delle Murge di Castelmezzano e le guglie di Monte Carrozze. PIETRAPERTOSA: il suo abitato sorge sulle pendici del monte Impiso, nelle “Dolomiti Lucane”, arroccato fra cime dal nome suggestivo come “l’aquila reale”, “l’incudine” “la grande madre la “civetta”. Fondata intorno al 1000 ad opera dei Saraceni come fortezza, acquistò importanza con i Normanni, che vi costruirono il castello da cui si gode un panorama da togliere il fiato. Interessante è il Convento di San Francesco, costruito sui resti di una fortezza romana e trasformato nel 1474 dai Frati Minori Osservanti. Da vedere anche il quartiere di origine saracena, chiamato Arabat, caratterizzato da strade strette, vicoli ciechi e casette unifamiliari. POTENZA: non è una delle mete turistiche più note della Basilicata, eppure Potenza può riservare piacevoli sorprese, nascoste tra i vicoli del centro storico: la centralissima Via Pretoria che nel gergo potentino è più conosciuta come “Sopra Potenza”, proprio perché collocata su di un colle; la Chiesa di San Michele Arcangelo, splendido esempio di arte romanica; Piazza Mario Pagano, la piazza dei potentini, e sede del grazioso Teatro Stabile; la Torre Guevara, testimone della presenza di un castello i cui resti sono stati definitivamente rimossi negli anni ’60; ecc.
.
3° giorno – MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata. MONTESCAGLIOSO: cittadina dalle origini antichissime, in seguito diventata importante centro della Magna Grecia nel IV secolo a. C., nonché secoli dopo centro strategico per un’importantissima comunità di monaci benedettini i quali, sotto la dominazione Normanna dell’XI secolo, grazie ai privilegi ottenuti ampliarono ed abbellirono quello che ancor’oggi è il monumento più importante: l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo risalente al 1065, tra le più grandi d’Italia. Dopo la visita dell’Abbazia, il tour prosegue nell’acropoli dell’abitato, tra vicoli, piazze, chiese e punti panoramici d’eccezione da dove si gode di una vista superlativa quasi a 360 gradi del Parco Regionale della Murgia Materana e delle Chiese Rupestri, dell’intera Collina Materana e della confinante Puglia. METAPONTO: si trova al centro del Golfo di Taranto sul Mar Jonio, intorno ci sono vaste aree di macchia mediterranea e suggestive pinete che si estendono fino alle spiagge. Nel corso dei secoli ha dato ospitalità al filosofo greco Pitagora, che vi fondò una delle sue scuole; è stata rifugio per Annibale e i suoi uomini; ha visto combattere Spartaco contro i romani e, secondo la leggenda, pare sia stata fondata dall’eroe greco Nestore, di ritorno dalla guerra di Troia. Nel Parco e nel Museo Archeologico sono custoditi i segni e i simboli di un passato che hanno fatto di Metaponto la “capitale” della Magna Grecia. È possibile visitare le Aree archeologiche delle Tavole Palatine – simbolo di Metaponto, quindici colonne doriche che rappresentano i resti del tempio dedicato a Hera -, e della necropoli di Crucinia. MIGLIONICO: piccolo ma sorprendente borgo, ricco di storia. Famoso per il “Castello del Malconsiglio”, che prende il nome dalla Congiura dei Baroni, tenutasi nel 1485 ed ordita contro Federico I d’Aragona Re di Napoli. Passeggiando nel centro storico, tra punti panoramici sulle valli vicine e resti di fortificazioni medioevali, si raggiunge la Chiesa Madre dedicata a Santa Maria Maggiore risalente all’XI sec. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.

4° giorno – MATERA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Incontro con la guida e visita intera giornata di MATERA, Con il passare degli anni la città continua a suscitare stupori e ad emergere per il suo paesaggio, a detta di tanti, incantato. Matera, dichiarata dal 1993 Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è stata definita unica al mondo per la sua configurazione ed i suoi paesaggi così contrastanti fra loro. E’ la città delle Caverne, dei Villaggi Trincerati, delle Case contadine scavate nella roccia, delle Chiese Rupestri affrescate, delle grandi Chiese Romanico – Pugliesi e Barocche e degli importanti Palazzotti nobiliari. E’ la città che ricorda geologicamente l’antica Gerusalemme e la Cappadocia. I Sassi rappresentano la parte antica della città di Matera. Sviluppatisi intorno alla Civita, costituiscono una intera città scavata nella roccia calcarenitica, chiamata localmente “tufo”, un sistema abitativo articolato, abbarbicato lungo i pendii di un profondo vallone dalle caratteristiche naturali singolari e sorprendenti: la Gravina. Strutture edificate, eleganti ed articolate si alternano a labirinti sotterranei e a meandri cavernosi, creando un unicum paesaggistico di grande effetto. Il sovrapporsi di diverse fasi di trasformazioni urbane sull’aspra morfologia murgica originaria, il raffinato dialogo tra rocce ed architettura, canyon e campanili, ha creato nel corso dei secoli uno scenario urbano di incomparabile bellezza e qualità. Visite: i Sassi dal Belvedere panoramico, suggestiva location cinematografica per la rappresentazione del Golgota e della passione di Cristo nel film di Mel Gibson “The Passion”. Piazzetta Pascoli che consente una panoramica mozzafiato sul Rione Sasso Caveoso e sul prospiciente altopiano murgico. Si prosegue attraverso le stradine e i vicoli del Sasso Caveoso dove sarà possibile osservare il raffinato restauro di alcuni palazzotti signorili e case contadine, sino a giungere alla splendida Piazza San Pietro Caveoso dominata dall’omonima chiesa,. Ultimate le visite partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo…

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 450,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati (3 notti)- Trattamento di pensione completa dalla cena del 1 giorno al pranzo del quarto – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Il pranzo del 1 giorno e la cena del quarto – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 90,00
ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 20,00


LA BASILICATA, regione dai mille volti: MELFI / VENOSA / LAGHI DI MONTICCHIO / MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO / LE DOLOMITI LUCANE / POTENZA / MATERA

LA BASILICATA, regione dai mille volti: MELFI / VENOSA / LAGHI DI MONTICCHIO / MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO / LE DOLOMITI LUCANE / POTENZA / MATERA


4 giorni
20 agosto 2020 – 23 agosto 2020


PROGRAMMA

1° giorno – PARTENZA / VENOSA / MELFI / LAGHI DI MONTICCHIO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di VENOSA.. Arrivo, incontro con l guida e visita intera giornata. VENOSA, città di antiche origini che diede i natali al poeta latino Orazio. Da visitare sono il castello, la cattedrale e poco fuori dal centro il complesso abbaziale della SS. Trinità, costituita dalla “Chiesa Vecchia” del 1000 e la “Chiesa Incompiuta” del 1200. A seguire trasferimento a MELFI: Deriva il suo nome dal fiume Melpes che scorre nel suo territorio che fu abitato fin dal Neolitico come dimostrato dagli insediamenti ritrovati lungo il fiume Ofanto. Si potranno ammirare: il fascinoso Castello Normanno che domina la città con le otto possenti torri, il grande ponte in muratura e il bellissimo fossato, e che suggeriscono la vocazione difensiva del maniero; la Cattedrale, venne restaurata in forme barocche nel 1694. Tali forme sono presenti nella facciata, mentre il campanile conserva l’originaria architettura normanna; Piazza Umberto I: centro della vita cittadina dall’XI secolo è anche chiamata piazza del Municipio; i vicoli che partono dalla piazza conservano pozzi, decorazioni in pietra e rilievi di notevole bellezza. I LAGHI DI MONTICCHIO: nella splendida terra lucana, il Monte Vulture è protetto da una vegetazione lussureggiante di faggi, aceri, castagni, tigli, frassini e ontani. In quest’habitat ideale per giornate di relax a contatto con la natura, spiccano i due laghi craterici di Monticchio. I due laghetti hanno la temperatura più elevata dei laghi d’Italia e, pur comunicando tra loro, hanno un singolare contrasto cromatico: le acque verdastre del Lago Piccolo e le acque verde oliva del Lago Grande. In serata trasferimento in Hotel (zona Potenza), sistemazione, cena e pernottamento.

2° giorno – POTENZA / DOLOMITI LUCANE / PIETRAPERTOSA
Pensione completa. Guida intera giornata per: le bellissime DOLOMITI LUCANE: sono caratterizzate da alte guglie le cui forme hanno suggerito nomi fantasiosi, quali l’aquila reale, l’incudine, la grande madre, la civetta. Fanno parte di un complesso montuoso risalente a 15 milioni di anni fa. Il gruppo montuoso più alto è quello della Costa di S. Martino, chiamato Piccole Dolomiti, in quanto riproduce l’asprezza e le caratteristiche delle famose Pule Trentine. Molto belli anche i picchi delle Murge di Castelmezzano e le guglie di Monte Carrozze. PIETRAPERTOSA: il suo abitato sorge sulle pendici del monte Impiso, nelle “Dolomiti Lucane”, arroccato fra cime dal nome suggestivo come “l’aquila reale”, “l’incudine” “la grande madre la “civetta”. Fondata intorno al 1000 ad opera dei Saraceni come fortezza, acquistò importanza con i Normanni, che vi costruirono il castello da cui si gode un panorama da togliere il fiato. Interessante è il Convento di San Francesco, costruito sui resti di una fortezza romana e trasformato nel 1474 dai Frati Minori Osservanti. Da vedere anche il quartiere di origine saracena, chiamato Arabat, caratterizzato da strade strette, vicoli ciechi e casette unifamiliari. POTENZA: non è una delle mete turistiche più note della Basilicata, eppure Potenza può riservare piacevoli sorprese, nascoste tra i vicoli del centro storico: la centralissima Via Pretoria che nel gergo potentino è più conosciuta come “Sopra Potenza”, proprio perché collocata su di un colle; la Chiesa di San Michele Arcangelo, splendido esempio di arte romanica; Piazza Mario Pagano, la piazza dei potentini, e sede del grazioso Teatro Stabile; la Torre Guevara, testimone della presenza di un castello i cui resti sono stati definitivamente rimossi negli anni ’60; ecc.
.
3° giorno – MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata. MONTESCAGLIOSO: cittadina dalle origini antichissime, in seguito diventata importante centro della Magna Grecia nel IV secolo a. C., nonché secoli dopo centro strategico per un’importantissima comunità di monaci benedettini i quali, sotto la dominazione Normanna dell’XI secolo, grazie ai privilegi ottenuti ampliarono ed abbellirono quello che ancor’oggi è il monumento più importante: l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo risalente al 1065, tra le più grandi d’Italia. Dopo la visita dell’Abbazia, il tour prosegue nell’acropoli dell’abitato, tra vicoli, piazze, chiese e punti panoramici d’eccezione da dove si gode di una vista superlativa quasi a 360 gradi del Parco Regionale della Murgia Materana e delle Chiese Rupestri, dell’intera Collina Materana e della confinante Puglia. METAPONTO: si trova al centro del Golfo di Taranto sul Mar Jonio, intorno ci sono vaste aree di macchia mediterranea e suggestive pinete che si estendono fino alle spiagge. Nel corso dei secoli ha dato ospitalità al filosofo greco Pitagora, che vi fondò una delle sue scuole; è stata rifugio per Annibale e i suoi uomini; ha visto combattere Spartaco contro i romani e, secondo la leggenda, pare sia stata fondata dall’eroe greco Nestore, di ritorno dalla guerra di Troia. Nel Parco e nel Museo Archeologico sono custoditi i segni e i simboli di un passato che hanno fatto di Metaponto la “capitale” della Magna Grecia. È possibile visitare le Aree archeologiche delle Tavole Palatine – simbolo di Metaponto, quindici colonne doriche che rappresentano i resti del tempio dedicato a Hera -, e della necropoli di Crucinia. MIGLIONICO: piccolo ma sorprendente borgo, ricco di storia. Famoso per il “Castello del Malconsiglio”, che prende il nome dalla Congiura dei Baroni, tenutasi nel 1485 ed ordita contro Federico I d’Aragona Re di Napoli. Passeggiando nel centro storico, tra punti panoramici sulle valli vicine e resti di fortificazioni medioevali, si raggiunge la Chiesa Madre dedicata a Santa Maria Maggiore risalente all’XI sec. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.

4° giorno – MATERA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Incontro con la guida e visita intera giornata di MATERA, Con il passare degli anni la città continua a suscitare stupori e ad emergere per il suo paesaggio, a detta di tanti, incantato. Matera, dichiarata dal 1993 Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è stata definita unica al mondo per la sua configurazione ed i suoi paesaggi così contrastanti fra loro. E’ la città delle Caverne, dei Villaggi Trincerati, delle Case contadine scavate nella roccia, delle Chiese Rupestri affrescate, delle grandi Chiese Romanico – Pugliesi e Barocche e degli importanti Palazzotti nobiliari. E’ la città che ricorda geologicamente l’antica Gerusalemme e la Cappadocia. I Sassi rappresentano la parte antica della città di Matera. Sviluppatisi intorno alla Civita, costituiscono una intera città scavata nella roccia calcarenitica, chiamata localmente “tufo”, un sistema abitativo articolato, abbarbicato lungo i pendii di un profondo vallone dalle caratteristiche naturali singolari e sorprendenti: la Gravina. Strutture edificate, eleganti ed articolate si alternano a labirinti sotterranei e a meandri cavernosi, creando un unicum paesaggistico di grande effetto. Il sovrapporsi di diverse fasi di trasformazioni urbane sull’aspra morfologia murgica originaria, il raffinato dialogo tra rocce ed architettura, canyon e campanili, ha creato nel corso dei secoli uno scenario urbano di incomparabile bellezza e qualità. Visite: i Sassi dal Belvedere panoramico, suggestiva location cinematografica per la rappresentazione del Golgota e della passione di Cristo nel film di Mel Gibson “The Passion”. Piazzetta Pascoli che consente una panoramica mozzafiato sul Rione Sasso Caveoso e sul prospiciente altopiano murgico. Si prosegue attraverso le stradine e i vicoli del Sasso Caveoso dove sarà possibile osservare il raffinato restauro di alcuni palazzotti signorili e case contadine, sino a giungere alla splendida Piazza San Pietro Caveoso dominata dall’omonima chiesa,. Ultimate le visite partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo…

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 450,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati (3 notti)- Trattamento di pensione completa dalla cena del 1 giorno al pranzo del quarto – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Il pranzo del 1 giorno e la cena del quarto – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 90,00
ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 20,00