Archivi categoria: Tours in Pullman

MAREMMA IN FATTORIA e SPETTACOLO DEI BUTTERI! MASSA MARITTIMA, splendido borgo. I BORGHI DEL TUFO: Sovana, Sorano, Pitigliano. MINICROCIERA alle isole GIGLIO e GIANNUTRI

MAREMMA IN FATTORIA e SPETTACOLO DEI BUTTERI! MASSA MARITTIMA, splendido borgo. I BORGHI DEL TUFO: Sovana, Sorano, Pitigliano. MINICROCIERA alle isole GIGLIO e GIANNUTRI


3 GIORNI
20 aprile 2019 – 22 aprile 2019


PROGRAMMA20/04/2019 – PARTENZA / MASSA MARITTIMA / GROSSETO / SPETTACOLO CON I BUTTERI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MASSA MARITTIMA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e visita con guida. È una stupenda cittadina ricca di interessanti testimonianze artistiche medievali. Di probabile origine etrusca, la città conserva molti monumenti del suo periodo più florido, che può essere fatto iniziare dalla metà del IX secolo. Si potranno ammirare: il Palazzo dell’Abbondanza (1265) caratterizzato da tre arcate ogivali, esso era il deposito del grano della città, sotto è la fonte pubblica dove recentemente è stato riportato alla luce un affresco di cui si erano perse le tracce; una delle piazze più belle della Toscana, la piazza Garibaldi, dove si affacciano innumerevoli edifici medievali di pregio e dov’è il monumento in assoluto più bello e importante di Massa Marittima, il Duomo, dedicato a San Cerbone, è uno dei più belli esempi di architettura romanico-gotica, fu costruito a partire dalla prima metà del XIII secolo; l’edificio medievale della Zecca, dove nel XIV secolo il comune di Massa Marittima coniò le proprie monete; piazza Matteotti, centro della Città Nuova, qui sono alcune opere di fortificazione come la Torre del Candeliere; ecc.. Trasferimento in Fattoria dove uno dei titolari presenta l’azienda. Breve visita all’antico frantoio a macine, situato nella casa padronale, uno dei pochissimi ancora oggi funzionanti. Potrete conoscere gli antichi attrezzi agricoli aziendali esposti in un museo all’aperto. Farete conoscenza con i Butteri della Fattoria che vi racconteranno del loro antico mestiere, vi presenteranno i loro cavalli veri amici e compagni di vita, vi spiegheranno l’utilizzo dei loro attrezzi da lavoro, vi dimostreranno, nel “mandriolo” qualche attività con il bestiame (vacche maremmane) e vi accompagneranno in un a viista all’interno dell’azienda. Piccolo spettacolo con i Butteri. Pranzo in fattoria. In serata, sistemazione in Hotel nei dintorni. Cena e pernottamento

21/04/2019 – PORTO SANTO STEFANO / MINICROCIERA GIGLIO E GIANNUTRI
Prima colazione in Hotel e trasferimento a PORTO SANTO STEFANO. Alle ore 09:30 incontro con la guida, imbarco sul battello per una minicrociera alle ISOLE DEL GIGLIO e GIANNUTRI. Costeggiando il promontorio, si naviga verso Giannutri che si raggiunge dopo circa un’ora di navigazione. Sosta con tempo libero a disposizione e possibilità di bagno nelle incantevoli acque dell’isola. Pranzo a bordo, cucinato espresso e servito ai tavoli in vassoi, con bevande incluse. Partenza per l’isola del Giglio e attracco a Giglio Porto, con possibilità di bagno nelle vicine spiagge, passeggiata a Giglio Porto: unico Porto dell’isola, piccolo e pittoresco, dalle case multicolori ed il mare di una limpidezza impensabile per un porto riesce a conciliare, le esigenze commerciali con quelle turistiche. Costruito per la prima volta dai Romani, rimase tale per circa 18 secoli, poi ampliato nel 1796, e nel 1979 in seguito ad una mareggiata eccezionale. Sulla sua sinistra si trova la Torre del Saraceno costruita nel 1596 per volere di Ferdinando I di Toscana, e poco oltre, La Caletta del Saraceno, dove, a pelo d’acqua, si distinguono bene, le mura della cetaria per l’allevamento delle murene e parte dell’imponente Villa Romana (I-II sec. d.C.) dei Domizi Enobarbi, i cui resti sono stati, in passato, in gran parte inglobati nel centro abitato. Rientro a Porto Santo Stefano per le ore 18:30 circa. Tutti gli orari di rientro a bordo, saranno comunicati dal Comandante. Rientro a Porto Santo Stefano. Cena e pernottamento in Hotel.

22/04/2019 – PITIGLIANO / SOVANA / SORANO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Partenza alla volta della zona dei “borghi del tufo”: Pitigliano, Sovana e Sorano. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Il pranzo sarà in ristorante. PITIGLIANO è un pò di tutto: Città del Tufo, Città del Vino e dell’ Olio, e pure uno deI “Borghi più belli d’ Italia”. Ogni vicolo del centro storico mostra chiaramente la struttura medioevale delle vie e delle case, ma a destare particolare interesse è il sottosuolo del paese, un’ autentica seconda città attraversata da vicoli intercomunicanti, pozzi su più livelli, tombe e colombari. Pitigliano è nota anche come la “Piccola Gerusalemme”, in quanto già in epoca feudale ha ospitato una rilevante comunità ebraica (attualmente composta da poche persone). A pochi chilometri da Pitigliano appare SOVANA, una piccola meraviglia architettonica. Sembra impossibile che un borgo così piccolo, attraversato da una sola strada, sia stato un tempo una città, sede principale di una vasta contea, luogo natale di un Papa. Poco distante le necropoli e le celebri tombe etrusche, come la Tomba di Ildebranda e la Tomba della Sirena. A chiudere il cerchio SORANO il più antico dei “borghi del tufo”: un nido d’ aquila arroccato su un alto sperone di roccia vulcanica chiamato Sasso Leopoldino, in precario equilibrio tra roccia e fitta vegetazione. Tutt’ intorno, tra Pitigliano, Sovana e Sorano, le vie cave: un labirinto di camminamenti rupestri tracciati dagli Etruschi scavando per circa venti metri la roccia, lunghi circa un chilometro e larghi tre metri. Verso le ore 18,30, inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 395,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa, dal pranzo del 20/4 al pranzo del 22/4– Le bevande ai pasti – Spettacolo con i Butteri – Pranzo in fattoria – Guida per le visite, come da programma – Minicrociera Giglio / Giannutri
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – La cena del 22/4 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: € 50,00
QUOTA D’ISCRIZIONE: €. 20.00 (include assicurazione medico, bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

LA PENISOLA SALENTINA: Gallipoli , Santa Maria di Leauca, Santa Cesarea Terme, LECCE, TARANTO , OTRANTO

LA PENISOLA SALENTINA: Gallipoli , Santa Maria di Leuca, Santa Cesarea Terme, LECCE, TARANTO , OTRANTO

3 GIORNI
20 aprile 2019 – 22 aprile 2019


PROGRAMMA20/04/2019 – PARTENZA / OTRANTO / LECCE
Appuntamento dei partecipanti alle ore 02:00, incontro con il pullman e partenza alla volta di OTRANTO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. OTRANTO, chiamata anche ‘Porta d’Oriente’, si affaccia nello stretto che prende il suo stesso nome, il Canale d’Otranto, situato a sud dell’Adriatico, nel punto più orientale d’Italia. Anticamente capoluogo della terra, ancora oggi conserva l’aspetto caratteristico delle antiche città commerciali che si affacciavano sul Mediterraneo. Si mostra ai numerosi visitatori che affollano le sue coste ed il centro storico ogni anno, solare e con il suo fascino orientale, con la Cattedrale, terminata e aperta al culto nel 1088, con la sua notevole dimensione, è da ritenersi la Chiesa più grande della Puglia, di incomparabile valore è il mosaico pavimentale eseguito da un monaco, conserva i resti degli 800 martiri uccisi dai Turchi. Otranto è anche il Castello Aragonese, con le torri, i bastioni e le mura; il borgo antico, con le strade fatte in pietra viva, strette e che si snodano a serpentina tra le case, il porto che ha sempre avuto un’importanza notevole per gli scambi con l’Oriente e infine, ma non meno importante, il mare cristallino e limpido, ricco di dune, anfratti, grotte e insenature. Trasferimento a LECCE e visita. Vivace e bella città, capoluogo del Salento, la “Firenze del Sud” emerge nel cuore del Salento con i suoi monumenti barocchi e le splendide atmosfere; si rimane incantati dall’effetto visivo della “Pietra Leccese”, una pietra dorata utilizzata per la costruzione dell’antico centro abitato. Si potranno ammirare: Piazza Sant’ Oronzo, il vasto centro della città vecchia, occupata in parte dallo scavo dell’ anfiteatro Romano, vi sorge la colonna di Sant’Oronzo; l’anfiteatro Romano, appartiene all’età traianica o adrianea; Via Vittorio Emanuele, con la grande chiesa di Sant’Irene, dalla composta facciata classicheggiante; Piazza del Duomo, tutta chiusa e cinta da edifici barocchi, forma un armonioso insieme scenografico, assai suggestivo, sulla destra si allunga il magnifico palazzo del Seminario, a sinistra sorge il Duomo, accompagnato da un grande e slanciato campanile; Piazza Castromediano, si apre dietro il Palazzo del Municipio, e le fa da sfondo la chiesa del Gesù, con ricchissimi altari; ecc.. In serata, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento21/04/2019 – LA PENISOLA SALENTINA: Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Santa Cesarea Terme
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Incontro con la guida e partenza per il giro panoramico alla scoperta della PENISOLA SALENTINA, originariamente chiamata Messapia (terra fra due mari), fu contesa per la sua posizione geografica da Longobardi, Bizantini e Saraceni, è un giro prevalentemente costiero, di notevole interesse paesistico, dove nella viva luce mediterranea si esaltano aspetti e colori della vegetazione, delle rocce e del mare limpidissimo, sul quale si affacciano numerosi, piccoli centri balneari; verso l’interno, nelle ampie distese di terra rossiccia, si alternano bassi vigneti, oliveti e tratti affioranti di biancastre pietre carsiche. Quello che più contraddistingue la penisola salentina è senza dubbio la sua cultura, ricca di folklore e tradizioni enogastronomiche, linguistiche e architettoniche. Impossibile non menzionare la pizzica, la bianca pietra leccese, i rinomati vini Primitivo e Malvasia da accompagnare alla gustose friseddhre, alle pitte o alla puccia. Elementi tipici di una cultura storica, che continua ad affascinare a distanza di secoli, ogni anno di più. GALLIPOLI, il Castello, è di fondazione angioina, ha un maschio quadrilatero con torri angolari cilindriche; la Cattedrale, dalla sontuosa facciata barocca; il nucleo antico, ha vie strette e tortuose con case basse coperte a terrazzo, di foggia quasi orientale, bianche di calce. SANTA MARIA DI LEUCA: vi si respira un’aria di frontiera, di senso di vuoto misto a fascino e mistero, là dove due mari si congiungono, Adriatico e Ionio, Visite: il Santuario, conosciuto anche col nome di Santa Maria De Finibus Terrae, venne costruito là dove sorgeva un antico tempio della dea Minerva, durante i primi anni del cristianesimo; il Faro, sulla Punta Meliso, venne eretto nel 1864. SANTA CESARE TERME: sorge sulla sommità di un altipiano aspro a picco sul mare, caratterizzata da un’architettura tipica del primo Novecento. Da non perdere una passeggiata tra le numerose ville e residenze estive monumentali, lussuose e al contempo frivole e stravaganti. Sono state costruite agli inizi del XX secolo dalla borghesia salentina che, in cerca di amene località di villeggiatura, apprezzò da subito il benessere suscitato dalle cure termali. Cena e pernottamento in Hotel.

22/04/2019 – TARANTO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Partenza per TARANTO. Arrivo e visita con guida. Importante città marinara, situata sull’omonimo golfo ionico, è separata da due grandi specchi d’acqua, la rada del Mar Grande e del Mar Piccolo – è definita la città dei due mari. Si potranno ammirare: il Duomo di San Cataldo, in stile romanico, risale al 1071, con un impianto a tre navate retto su colonne di epoche e stili diversi, con la facciata barocca; in Piazza Castello le due imponenti colonne del tempio dorico, datato al primo quarto del VI sec. a.C., ; il Castello, voluto da Ferdinando d’Aragona (1492), domina il ponte girevole, che, sormontante il canale navigabile, viene aperto per consentire il passaggio delle navi che dal Mar Grande si portano in Mar Piccolo e viceversa; lungomare (il più alto d’Europa) offre un’ irripetibile e suggestiva visione del Mar Grande e delle isole Chéradi (S. Pietro e S. Paolo) e, sullo sfondo, dei monti della Basilicata e della Calabria; ecc.. Pranzo in ristorante. Inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (min. 40 pax) € 345,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 20/04 al pranzo del 22/4 – Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 20/04 e la cena del 22/4 – Eventuale tassa di soggiorno, da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”
Supplemento camera singola: € 50,00

QUOTA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medico,bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

LA BASILICATA, regione dai mille volti/ Montescaglioso/ Metaponto / Miglionico / Le Dolomiti Lucane / Potenza / MATERA

LA BASILICATA, regione dai mille volti/ Montescaglioso/ Metaponto / Miglionico / Le Dolomiti Lucane / Potenza / MATERA


3 GIORNI
20 aprile 2019 – 22 aprile 2019


DESCRIZIONELa Basilicata sembra un paese incantato. Questa regione offre a chi la visita un ventaglio di possibilità: tra turismo, tradizioni e storia, davvero vasto. Il suo passato affonda le radici in epoche preistoriche, e le moltissime chiese rupestri, ne sono testimonianza. La cucina e il folklore locale sono ricchi di influenze mediterranee, dovute alle numerose invasioni che questa regione ha subito. La Basilicata, una regione che ha moltissimo da offrire ai propri ospiti
PROGRAMMA20/04/2019 – PARTENZA / MATERA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MATERA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita. Con il passare degli anni la città continua a suscitare stupori e ad emergere per il suo paesaggio, a detta di tanti, incantato. Matera, dichiarata dal 1993 Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e proclamata CAPITALE DELLA CULTURA EUROPEA DEL 2019, è stata definita unica al mondo per la sua configurazione ed i suoi paesaggi così contrastanti fra loro. E’ la città delle Caverne, dei Villaggi Trincerati, delle Case contadine scavate nella roccia, delle Chiese Rupestri affrescate, delle grandi Chiese Romanico – Pugliesi e Barocche e degli importanti Palazzotti nobiliari. E’ la città che ricorda geologicamente l’antica Gerusalemme e la Cappadocia. I Sassi rappresentano la parte antica della città di Matera. Sviluppatisi intorno alla Civita, costituiscono una intera città scavata nella roccia calcarenitica, chiamata localmente “tufo”, un sistema abitativo articolato, abbarbicato lungo i pendii di un profondo vallone dalle caratteristiche naturali singolari e sorprendenti: la Gravina. Strutture edificate, eleganti ed articolate si alternano a labirinti sotterranei e a meandri cavernosi, creando un unicum paesaggistico di grande effetto. Il sovrapporsi di diverse fasi di trasformazioni urbane sull’aspra morfologia murgica originaria, il raffinato dialogo tra rocce ed architettura, canyon e campanili, ha creato nel corso dei secoli uno scenario urbano di incomparabile bellezza e qualità. Visite: i Sassi dal Belvedere panoramico, suggestiva location cinematografica per la rappresentazione del Golgota e della passione di Cristo nel film di Mel Gibson “The Passion”. Piazzetta Pascoli che consente una panoramica mozzafiato sul Rione Sasso Caveoso e sul prospiciente altopiano murgico. Si prosegue attraverso le stradine e i vicoli del Sasso Caveoso dove sarà possibile osservare il raffinato restauro di alcuni palazzotti signorili e case contadine, sino a giungere alla splendida Piazza San Pietro Caveoso dominata dall’omonima chiesa, ecc.. In serata, sistemazione in Hotel a POTENZA (o vicinanze). Cena e pernottamento

21/04/2019 – MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata. MONTESCAGLIOSO: cittadina dalle origini antichissime, in seguito diventata importante centro della Magna Grecia nel IV secolo a. C., nonché secoli dopo centro strategico per un’importantissima comunità di monaci benedettini i quali, sotto la dominazione Normanna dell’XI secolo, grazie ai privilegi ottenuti ampliarono ed abbellirono quello che ancor’oggi è il monumento più importante: l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo risalente al 1065, tra le più grandi d’Italia. Sarà possibile visitare le antiche cantine e la neviera riportate recentemente alla luce dopo gli ultimi restauri. Dopo la visita dell’Abbazia, il tour prosegue nell’acropoli dell’abitato, tra vicoli, piazze, chiese e punti panoramici d’eccezione da dove si gode di una vista superlativa quasi a 360 gradi del Parco Regionale della Murgia Materana e delle Chiese Rupestri, dell’intera Collina Materana e della confinante Puglia, paesaggio che leggermente digrada nella pianura Metapontina fino a tuffarsi nel mar Ionio. METAPONTO: si trova al centro del Golfo di Taranto sul Mar Jonio, intorno ci sono vaste aree di macchia mediterranea e suggestive pinete che si estendono fino alle spiagge. Nel corso dei secoli ha dato ospitalità al filosofo greco Pitagora, che vi fondò una delle sue scuole; è stata rifugio per Annibale e i suoi uomini; ha visto combattere Spartaco contro i romani e, secondo la leggenda, pare sia stata fondata dall’eroe greco Nestore, di ritorno dalla guerra di Troia. Nel Parco e nel Museo Archeologico sono custoditi i segni e i simboli di un passato che hanno fatto di Metaponto la “capitale” della Magna Grecia. È possibile visitare le Aree archeologiche delle Tavole Palatine – simbolo di Metaponto, quindici colonne doriche che rappresentano i resti del tempio dedicato a Hera -, e della necropoli di Crucinia. L’antiquarium, il teatro, il castro romano, l’agorà cittadina e la necropoli, insieme ai templi di Apollo Licio, Demetra e Afrodite, arricchiscono un percorso denso di fascino e storia. MIGLIONICO: piccolo ma sorprendente borgo, ricco di storia. Famoso per il “Castello del Malconsiglio”, che prende il nome dalla Congiura dei Baroni, tenutasi nel 1485 ed ordita contro Federico I d’Aragona Re di Napoli. Passeggiando nel centro storico, tra punti panoramici sulle valli vicine e resti di fortificazioni medioevali, si raggiunge la Chiesa Madre dedicata a Santa Maria Maggiore risalente all’XI secolo. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

22/04/2019 – LE DOLOMITI LUCANE / POTENZA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Visita con guida delle bellissime DOLOMITI LUCANE: sono caratterizzate da alte guglie le cui forme hanno suggerito nomi fantasiosi, quali l’aquila reale, l’incudine, la grande madre, la civetta. Fanno parte di un complesso montuoso risalente a 15 milioni di anni fa. Il gruppo montuoso più alto è quello della Costa di S. Martino, chiamato Piccole Dolomiti, in quanto riproduce l’asprezza e le caratteristiche delle famose Pule Trentine. Molto belli anche i picchi delle Murge di Castelmezzano e le guglie di Monte Carrozze. PIETRAPERTOSA: il suo abitato sorge sulle pendici del monte Impiso, nelle “Dolomiti Lucane”, arroccato fra cime dal nome suggestivo come “l’aquila reale”, “l’incudine” “la grande madree la “civetta”. Fondata intorno al 1000 ad opera dei Saraceni come fortezza, acquistò importanza con i Normanni, che vi costruirono il castello da cui si gode un panorama da togliere il fiato. Interessante è il Convento di San Francesco, costruito sui resti di una fortezza romana e trasformato nel 1474 dai Frati Minori Osservanti. Da vedere anche il quartiere di origine saracena, chiamato Arabat, caratterizzato da strade strette, vicoli ciechi e casette unifamiliari. Pranzo in ristorante. Breve visita con guida di POTENZA: non è una delle mete turistiche più note della Basilicata, eppure Potenza può riservare piacevoli sorprese, nascoste tra i vicoli del centro storico: la centralissima Via Pretoria che nel gergo potentino è più conosciuta come “Sopra Potenza”, proprio perché collocata su di un colle; la Chiesa di San Michele Arcangelo, splendido esempio di arte romanica; Piazza Mario Pagano, la piazza dei potentini, e sede del grazioso Teatro Stabile; la Torre Guevara, testimone della presenza di un castello i cui resti sono stati definitivamente rimossi negli anni ’60; ecc.. Partenza per il rientro. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 350,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 20/04 al pranzo del 22/4 – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Il pranzo del 20/04 e la cena del 22/4 – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 50,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medica, bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

SARDEGNA MAGICA ,tra sogno e memoria / LA MADDALENA / COSTA SMERALDA / ALGHERO / ORISTANO / PENISOLA DEL SINIS / CAGLIARI / NUORO / ORGOSOLO / VITERBO

SARDEGNA MAGICA ,tra sogno e memoria / LA MADDALENA / COSTA SMERALDA / ALGHERO / ORISTANO / PENISOLA DEL SINIS / CAGLIARI / NUORO / ORGOSOLO / VITERBO


7 GIORNI
19 aprile 2019 – 25 aprile 2019


PROGRAMMA19/04– PARTENZA / CIVITAVECCHIA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 14,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di CIVITAVECCHIA. Arrivo, operazioni di imbarco, sistemazione nelle poltrone riservate, e alle ore 22:30 partenza per OLBIA. Notte in nave

20/04 – OLBIA / ARCIPELAGO DELLA MADDALENA / COSTA SMERALDA
Arrivo ad OLBIA alle ore 07:00 circa. Sbarco ed incontro con la guida/accompagnatore che seguirà il gruppo per tutto il Tour. Mattina dedicata all’ arcipelago della Maddalena. L’Arcipelago della Maddalena si trova nella costa nord-settentrionale della Sardegna , al largo della Costa Smeralda. E’ costituito da 7 isole maggiori (La Maddalena, Caprera, Budelli, Santo Stefano, Santa Maria, Spargi, Razzoli) e da diversi isolotti minori, bagnati da un mare meraviglioso e trasparente. Tra le isole maggiori, Caprera è diventata famosa per aver ospitato Garibaldi durante il suo esilio: la sua casa è oggi una casa museo aperta al pubblico. L’Arcipelago della Maddalena è stato dichiarato Parco Nazionale nel 1994 ed è sicuramente una delle zone più belle e incontaminate della Sardegna. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento nella COSTA SMERALDA. La Costa Smeralda si presenta come un magico mix di mare, sole e colori a cui è quasi impossibile resistere. Si estende sul tratto della costa nord-orientale della Sardegna, tra il golfo di Arzachena e Cugnana. La sua fama è legata al particolare colore del mare e alle variazioni cromatiche delle acque trasparenti che si insinuano in un labirinto di rocce granitiche, formando scorci incantevoli. Nell’incantevole Porto Cervo, la perla della Costa Smeralda si sonda un’effervescente vita notturna che si svolge in locali alla moda, piccoli ristoranti, bar e negozi di stilisti di fama internazionale. Allegro, colorato e mondano, la sofisticata Porto Cervo è un vero eden, scelto e frequentato ogni estate dall’aristocrazia e dalle persone del jet-set internazionale, che arrivano con i loro giganteschi yacht. A seguire BAJA SARDINIA è una delle località più rinomate della Costa Smeralda, è disposta a ventaglio in un’ampia baia, si trova di fronte l’arcipelago di La Maddalena e a circa 4 Km ad ovest di Porto Cervo. La località di Baja Sardinia offre servizi di altissima qualità, infatti vi è la maggior concentrazione ricettiva della Sardegna. Baja Sardinia è ormai una delle località balneari più famose, anche per i suoi locali e discoteche che animano le sue notti estive. In serata sistemazione in hotel zona Cannigione, cena e pernottamento .

21/04 – ALGHERO/CAPO CACCIA
Prima colazione in Hotel e partenza per ALGHERO. Alghero è porta dell’Isola, grazie all’aeroporto di Fertilia, nonché uno dei suoi luoghi più amati, grazie a emozionanti passeggiate lungo i bastioni del porto, i tetti rossi che toccano il cielo e la splendida insenatura naturale affacciata sul mare smeraldo. Il suo litorale è lungo circa 90 chilometri, detto Riviera del Corallo: qui vive la maggiore colonia di corallo della qualità più pregiata. La spiaggia più nota è Le Bombarde: acque trasparenti, fondale sabbioso e limpido, meta di famiglie con bambini, giovani e appassionati di surf. Si assisterà alla processione Pasquale e “S’INCONTRU”, i due cortei, quello di Gesdù e della Madonna si incontrano nella Piazza dello “Sventramento”, un angolo della città che ha subito forti bombardamenti durante seconda guerra mondiale. Al termine sistemazione in hotel e pranzo. Nel pomeriggio visita della zona di Capo Caccia. Falesie modellate dal tempo a strapiombo sul mare, grotte aeree e sommerse, rare forme di vita come il corallo, flora marina e sciami di pesci: nella sua estremità nord-occidentale, c’è un’eccellenza della Sardegna, con paesaggi spettacolari. L’area protetta di Capo Caccia, comprende la baia di Porto Conte e il tratto tra Punta Giglio e Capo Caccia: un patrimonio naturale dal valore inestimabile, impreziosito da calcari ricchi di fossili e rare piante sulle rupi. Si potranno visitare le GROTTE DI NETTUNO grazie all’Escala del Cabiròl . Enormi massicci precipitano in acqua con pareti costellate di cavità aeree e marine. Le Grotte di Nettuno, o le Coves de Neptù come vengono chiamate ad Alghero secondo la tradizione catalana, prendono il nome dal dio Nettuno, la divinità marina dell’antica civiltà romana. La grotta è sempre stata una attrazione turistica fin dalla sua scoperta, avvenuta casualmente da un pescatore nel XVIII sec. Al termine rientro in hotel, cena e pernottamento.

22/04 – ALGHERO / NURAGHE SANTU ANTINE / ORISTANO / PENISOLA DEL SINIS
Prima colazione in Hotel e partenza per ORISTANO. Durante il percorso sosta e visita alla Reggia Nuragica di Santu Antine, la più importante testimonianza nuragica del Nord della Sardegna. Arrivo ad Oristano e visita della città. E’ la città principale della parte centro-occidentale della Sardegna si presenta come una porta ideale verso un territorio ricco di bellezze naturali e rappresenta l’anima nobile dell’Isola, con i suoi monumenti e la sua intensa storia. Al termine sistemazione in hotel e pranzo. Nel pomeriggio escursione nella Penisola del Sinis e visita dell’area archeologica di Tharros: fu villaggio nuragico, colonia fenicia, porto cartaginese, città in età romana, capoluogo in età bizantina e, infine, prima capitale del giudicato d’Arborea. Un lembo di Sardegna che infonde la sensazione di continuità fra terra e mare. Nell’area protetta della penisola del Sinis e dell’isola di Mal di Ventre, istituita nel 1997 ed estesa circa 26 mila ettari nel territorio di Cabras, un variopinto campionario di ambienti terresti e lacustri degradano dolcemente verso spiagge e scogliere. A sud, la fascia costiera parte dal promontorio di Capo san Marco, si sviluppa con le rocce e la sabbia morbida di san Giovanni di Sinis e la sabbia quarzosa di Mari Ermi, Is Arutas e Maimoni, fino alle falesie di su Tingiosu. Visita di San Giovanni e della chiesetta paleocristiana. Rientro in hotel, cena e pernottamento in Hotel
23/04 – ORISTANO / CAGLIARI
Prima colazione in Hotel. Partenza per CAGLIARI. Scorci di quartieri storici con vista sul mare, vie dello shopping e terrazze panoramiche, tra cui l’inimitabile bastione di Santa Croce, dove trascorrere romantiche serate dopo tramonti infuocati. Cagliari è la città principale e più popolosa dell’Isola, nonché porta d’accesso della Sardegna e hub crocieristico del Mediterraneo. Custodisce nei quattro quartieri storici vicende millenarie che vanno dalla preistoria al governo sabaudo. Il quartiere Castello sorge sul colle più alto, caratterizzato da antichi bastioni, oggi terrazze in cui si anima la movida, e da pittoresche stradine su cui si affacciano dimore nobiliari: Palazzo Regio e Palazzo di Città, oltre alla cattedrale di santa Maria. Di grande fascino sono le torri medievali di ingresso al castello, dell’Elefante e di san Pancrazio. Villanova è collegata a Castello dalla scalinata del bastione di saint Remy: ogni anno a Pasqua nel quartiere si respira un’aria di appassionata devozione durante la Settimana Santa, tutto l’anno, invece, accoglie nelle sue eleganti boutique e fra i suoi tesori: chiostro di san Domenico, chiesa di san Saturnino e basilica di Nostra Signora di Bonaria, tempio cristiano della Sardegna. Ai piedi del Castello si scende alla Marina, che rimarrà impressa per gli splendidi edifici e i portici di via Roma, compreso il Palazzo Civico. Nata per accogliere pescatori e mercanti, è simbolo di una città multietnica. Nel quartiere si trova la chiesa di sant’Eulalia, con preziosi resti di epoca romana. Mentre l’altro quartiere storico è Stampace. Tra le sue strette stradine c’è la chiesa barocca di sant’Anna. Pranzo in ristorante. Pomeriggio proseguimento delle visite. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

24/04 – NUORO / ORGOSOLO
Prima colazione in Hotel partenza per NUORO. L’Atene sarda, animata da un vivace fermento culturale sin dall’Ottocento Passeggiare nel suo centro storico è un’esperienza gradevole e rilassante: farai un tuffo indietro nel tempo percorrendo stretti vicoli ricoperti di ciottoli, ammirando antiche case in pietra, cortili, portici e piazzette che si aprono quasi inaspettatamente. Visita della Chiesetta della Solitudine e il Museo del Costume, uno ‘spaccato’ della cultura tradizionale, materiale e immateriale, con abiti, gioielli, maschere, tessuti, strumenti da lavoro e riferimenti a canto tradizionale, devozione e feste. . Al termine trasferimento ad ORGOSOLO. È un paese di circa 4500 abitanti che si trova al centro della Sardegna e fa parte della cosiddetta “Barbagia di Ollolai” nel cuore della provincia di Nuoro. È’ famoso in tutto il mondo per la presenza dei Murales, dipinti che decorano le case in tutto il centro storico, per il suo paesaggio spettacolare e inconfondibile essendo immerso nel Supramonte. Un luogo dove ammirare scorci di una Sardegna antica e senza tempo, di inestimabile bellezza. Pranzo tipico con i pastori.. Nel pomeriggio passeggiata tra le vie del centro per ammirare e fotografare i Murales. Al termine trasferimento al Porto, imbarco, sistemazione nelle poltrone riservate e alle ore 22:30 circa partenza per CIVITAVECCHIA. Notte a bordo.. Partenza per Trasferimento ad OLBIA. Cena in ristorante.

25/04 – CIVITAVECCHIA / VITERBO
Arrivo a CIVITAVECCHIA alle ore 07,00. Sbarco e trasferimento a VITERBO. Incontro con la guida e visita della città.. Tra il centro storico e il quartiere medioevale di San Pellegrino, in un itinerario che racconta la storia, l’arte e l’architettura di questi luoghi, fiori alle finestre, sui balconi, sotto i portici, nelle vie e nelle piazzette, nei vicoli, intorno alle fontane, rendono ancora più suggestiva questa atmosfera. Piccole piazze, fontane, palazzi storici ed infine il Palazzo Papale di stile gotico,ornati ed abbelliti per l’occasione,trasformano il centro storico della città in un arcobaleno di colori. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio partenza per il rientro. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 45 Pax) €.880,00

LA QUOTA COMPRENDE: Passaggio marittimo Civitavecchia / Olbia /Civitavecchia con sistemazione in poltrone – Imbarco pullman A/R – Sistemazione in Hotel 4* stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa dal pranzo del 2° giorno al pranzo dell’ultimo giorno – Pranzo tipico con i pastori sardi – Bevande ai pasti – Guida/Accompagnatore per tutto il Tour in Sardegna, dallo sbarco all’imbarco – Traghetto da Palau/ La Maddalena a/r – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti in nave – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Supplemento camera singola: €. 120,00
Supplemento individuale in cabina doppia interna: €. 80,00 A/R

Quota Iscrizione: €. 20,00 (Assicurazione medico/bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

 

IMPRESSIONI DI PROVENZA: sulle tracce di Cezanne e Van Gogh. Il parco naturale del LUBERON: paesaggi, colori, sensazioni. LA CAMARGUE

IMPRESSIONI DI PROVENZA: sulle tracce di Cezanne e Van Gogh. Il parco naturale del LUBERON: paesaggi, colori, sensazioni. LA CAMARGUE


5 GIORNI
19 aprile 2019 – 23 aprile 2019


PROGRAMMA19/04/2019 – PARTENZA / PONT DU GARD / NIMES
Appuntamento dei partecipanti alle ore 00:30, incontro con il pullman e partenza alla volta della Provenza. Soste lungo il percorso per ristoro. Arrivo e visita con guida. Il PONT DI GARD: capolavoro dell’architettura antica, l’acquedotto del Pont du Gard è una delle più belle costruzioni romane al mondo, parte di un acquedotto romano costruito verso il 19 a.C. da Agrippa. NIMES, bella città della bassa Linguadoca, chiamata la “Roma francese”, grande mercato di vini e centro industriale; divenne colonia romana sotto Augusto, e conserva di quel tempo numerosi e celebri monumenti per cui è detta la “Rosa francese”. Visita ai monumenti romani: Les Arènes, Maison Carrée, Temple de Diane, Tour Magne, Castellum Divisorium, Porte d’Arles, ecc… In serata, trasferimento a NIMES (o vicinanze), sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

20/04/2019 – ARLES / LA CAMARGUE
Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Visita di ARLES, la città della maison jeaune, la “casa gialla” che Vincent Van Gogh condivise con l’amico Paul Gauguin per nove settimane a partire dal 23 ottobre 1888. E le tracce del celebre artista olandese e delle sue opere punteggiano il centro. Partenza per Les-Saintes-Maries-de-la-Mer, cittadina principale della spettacolare Camargue, che deve il suo nome alle tre Marie le quali, cacciate da Gerusalemme, approdarono su queste sponde. La CAMARGUE, selvaggia regione, è una tra le più interessanti della Francia, vero deserto di sabbia e di stagni salmastri; è zona zoologica e botanica con flora coloratissima, cui sono recentemente aggiunti il riso e la vite; assai ricca e varia è la fauna avicola. Predominano i grandi allevamenti di tori da combattimento e di bellissimi cavalli bianchi. Breve visita della chiesa medievale di Notre Dame de la Mer. Rientro in hotel cena e pernottamento.

21/04/2019 – AVIGNONE / SAINT-REMY-DE-PROVENCE / LES BAUX-DE-PROVENCE
Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alle visite con guida. AVIGNONE, famosa città della Provenza, tutta chiusa entro un giro di mura; le sue memorie del passato di sede papale ed i numerosi monumenti le danno un nobilissimo aspetto. Visita al Palazzo dei Papi, superbo edificio gotico eretto nel XIV sec.. ST. REMY DE PROVENCE: questa splendida cittadina, patria dei maestri cioccolatieri, ha tutti i sapori della Provenza. Il centro deve essere scoperto con calma passeggiando languidamente fra le botteghe artigiane, i viali ombrosi dei platani e le piazzette animate dalle fontane gorgoglianti. Vincent Van Gogh proveniente da Arles si fece ricoverare nell’Hôpital Saint Paul de Mausole. Affascinato dalla luce di St. Remy e dai paesaggi circostanti, Van Gogh rimase in città per circa un anno dipingendo circa 150 quadri. Il museo dedicato al pittore e le rovine dall’antica Glanum sono le attrazioni principali che spingono i turisti verso questa tranquilla cittadina provenzale. LES BAUX-DE-PROVENCE, il sito più impressionante di tutta la Provenza, su un nudo sperone roccioso sono le rovine di una città medioevale, già sede di una raffinata corte. Cena e pernottamento in Hotel.

22/04/2019 – FONTAINE-DE-VAUCLUSE / IL PARCO NATURALE DEL LUBERON : GORDES e ROUSSILLON
Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alle visite con guida. FONTAINE-DE-VAUCLUSE: la sorgente della Sorgue che si trova in questo villaggio è la più spettacolare della Provenza. Nella stretta valle sopra la città l’acqua sgorga in una cristallina cavità sotterranea per poi trasformarsi in un fiume impetuoso; la vista dei questa cavità dalle acque turchesi è di eccezionale bellezza. E proprio a Fontaine-de-Vaucluse Petrarca decise di dimorare e qui scrisse alcuni dei suoi versi più romantici. IL PARCO NATURALE DEL LUBERON: angolo di Provenza dove l’aria è la più pura d’Europa ed affascina per l’alternanza dei pendii scoscesi delle montagne, le terre rosse dalle calde tonalità, le distese di erbe aromatiche, i castelli e i villaggi arroccati, un paesaggio da cartolina che rimane impresso per i suoi colori, sapori, profumi ed essenze che cambiano a seconda della stagione e che permettono di visitare questa regione in tutti i momenti dell’anno. La varietà di paesaggi, colori e sensazioni rende il Luberon il triangolo rappresentativo di tutta la Provenza. Visita di GORDES: questo meraviglioso villaggio arroccato su uno sperone di rocca è semplicemente spettacolare. Dimenticato per anni dal turismo è tornato alla ribalta grazie a un film girato nella sua piazza principale, Un’ottima annata con Russel Crowe. Le bianche rocce che compongono le case rendono il borgo soggetto agli infiniti cambiamenti dettati dal variare della luce nelle diverse ore della giornata e la sua posizione raccolta e arroccata lo rendono unico e inimitabile. ROUSSILLON: le case e l’ambiente di Roussillon si confondono grazie alle tante sfumature rossastre e ocra della terra estratta dalle cave vicine. Il risultato è un villaggio dai mille colori che sotto il potere della luce del sole si accende e vi staglia nel blu del cielo limpido immerso in una verdeggiante natura incontaminata. Passeggiare per questo borgo dalle tante botteghe, angoli dove il tempo si è fermato, piazzette deliziose e piccoli anfratti poetici vale il viaggio. Questo è davvero un luogo magico, una tavolozza di colori vivente dove è impossibile non osservare ogni angolo, ogni persiana colorata, ogni fazzoletto di giardino fiorito che si staglia contro i muri arancioni delle case. Cena e pernottamento in Hotel.

23/04/2019 – AIX-EN-PROVENCE / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida e mattinata dedicata alla visita di AIX EN PROVENCE, l’antica capitale della Provenza, dove nacque Paul Cézanne, importante centro d’arte e di cultura, con numerosi edifici del ‘600 e ‘700. Si potrà ammirare la città vecchia, percorrendo Cours Mirabeau, viale ombreggiato con stupende fontane, la graziosa Place d’Albertas, e sulle orme di Cèzanne passeggiata tra i luoghi della sua memoria come la casa natale, la chiesa dove fu battezzato, il suo locale preferito sul Boulevard Mirabeau, viale ombreggiato con stupende fontane, il “Café des Deux Garçons”. Tutti questi luoghi recano la sua iniziale “C” su carrés di ferro dorato inchiodati al suolo. In tarda mattinata partenza per il rientro. Soste lungo il percorso per il pranzo e la cena liberi. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 540,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione, dalla cena del 19/4 alla prima colazione del 23/4 – Guida in lingua italiana come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi – Le bevande ai pasti – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 120,00
DOCUMENTO: CARTA DI IDENTITA’ VALIDA PER L’ESPATRIO E SENZA TIMBRO DI RINNOVO
TASSA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medico,bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO