Archivi tag: toscana

VOLTERRA, città d’alabastro / La CERTOSA DI PISA / PISA, un miracolo di bellezza

VOLTERRA, città d’alabastro / La CERTOSA DI PISA / PISA, un miracolo di bellezza

2 GIORNI
6 aprile 2019 – 7 aprile 2019


PROGRAMMA06/04/2019 – PARTENZA / VOLTERRA / LA CERTOSA DI PISA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 05.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di VOLTERRA. Arrivo, incontro con la guida e visita alla scoperta della città “di vento e di macigno”, così come la descriveva Gabriele D’Annunzio. VOLTERRA, gioiello d’arte etrusca, romana, medievale e rinascimentale, domina da un colle tutta la valle del Cecina, fino al mare. Qui la storia ha lasciato il suo segno con continuità dal periodo etrusco fino all’800, con testimonianze artistiche e monumentali di grandissimo rilievo, che possono essere ammirate semplicemente passeggiando per le vie del centro storico. Accanto a questo paesaggio, una qualità della vita ancora a dimensione umano ed un artigianato artistico unico al mondo: l’alabastro. Etrusche sono le mura, l’imponente arco e i numerosi e preziosi reperti archeologici del Museo Etrusco Guarnacci, uno dei più antichi d’Europa. Trasferimento a CALCI (PI) e visita della CERTOSA DI PISA: si tratta dell’ultima Certosa fondata in Toscana, nel 1366: un ex convento certosino di clausura maschile dagli ambienti religiosi austeri e sontuosi. La struttura si compone di due parti: la Certosa Monumentale che comprende gli ambienti in cui vivevano i certosini fino ai primi del 1970, tutt’ora perfettamente conservati, e il Museo di Storia Naturale e del Territorio, gestito dall’Università di Pisa.La visita alla Certosa parte dal suo cancello d’ingresso, dal quale si accede al cortile interno e alla chiesa conventuale dei monaci certosini. Il visitatore si aspetterebbe di entrare in un luogo religioso tipicamente 300esco. In realtà di trecentesco la chiesa ha mantenuto solo il pavimento originale, in marmo bianco delle Alpi Apuane, mentre tutto il resto è barocco. In serata, sistemazione in Hotel nei dintorni. Cena e pernottamento.

07/04/2019 – PISA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel e partenza per PISA. Visita con guida. PISA: distesa sulle due rive dell’Arno, Pisa ha un posto d’onore nella più esclusiva cerchia delle nostre città d’arte. Si visiteranno: Piazza dei Cavalieri, antico centro della città repubblicana, ospita numerosi edifici dovuti a Giorgio Vasari tra cui il palazzo dei Cavalieri (o della Carovana 1562) rifacimento vasariano del palazzo degli Anzian; la famosa Piazza del Duomo, detta anche “campo dei miracoli”, una delle meraviglie d’Italia, sulla cui ampia distesa erbosa, contro lo sfondo delle mura medioevali, riunisce ben quattro monumenti di grandissimo interesse, tanto da essere riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO fin dal 1987.: il Duomo, la costruzione del iniziò nel 1064 e terminò nel 1100. Bellissimo esempio di romanico pisano, la cui facciata è in marmo grigio e bianco, decorata con marmi policromi a differenza dell’interno, dove prevalgono marmi neri e bianchi. al suo interno ospita capolavori artistici dei maestri Cimabue, Andrea del Sarto, Giovanni Pisano e del Beccafumi; l’imponente battistero è il più grande d’Italia, con 107,25 di circonferenza e l’assoluta semplicità come sua arma vincente. I decori infatti sono ridotti al minimo, e al suo interno l’acustica è assolutamente perfetta; il Campo Santo Monumentale di Pisa ospita importanti dipinti e affreschi medievali, come il ciclo della vita di San Ranieri (santo patrono della città di Pisa) e alcune opere di Buonamico Buffalmacco, pittore fiorentino del Trecento, noto come uno degli esponenti della pittura gotica in Toscana; la Torre Pendente, è il campanile del duomo pisano e da sempre affascina i visitatori per la sua pendenza che sembra sfidare la legge di gravità e che costringe spesso ad interventi, ancora oggi non si sa con certezza chi fu a progettare la torre e ad iniziare i suoi lavori, attorno al 1173, che furono terminati solo due secoli più tardi, tra mille difficoltà, grazie all’opera di artisti come il Pisano. Oltre che alla sua pendenza, che la rende comunque unica nel panorama mondiale, la Torre di Pisa deve la sua fama all’originalità e alla bellezza delle sue decorazioni, uniche al mondo. Pranzo in ristorante. Pomeriggio a disposizione, possibilità di salire sulla Torre. Partenza per il rientro. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 210,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 03/11 al pranzo del 04/11 – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Il pranzo del 03/04 e la cena del 04/04 – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 20,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medica e bagaglio)
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

PERLE DI TOSCANA: PISTOIA, LUCCA, le ville della Lucchesia, Giardino Garzoni e Parco di Pinocchio

PERLE DI TOSCANA: PISTOIA, LUCCA, le ville della Lucchesia, Giardino Garzoni e Parco di Pinocchio

2 GIORNI
21 aprile 2019 – 22 aprile 2019


PROGRAMMA21/04/2019 – PARTENZA / PISTOIA /GIARDINO GARZONI / PARCO DI PINOCCHIO /MONTECATINI TERME
Appuntamento dei partecipanti alle ore 05.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di Pistoia. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita. PRANZO IN RISTORANTE PISTOIA è una città a misura d’uomo che potrete scoprire lasciandovi guidare dal ritmo della sua vita piacevolmente provinciale. La severa ed elegante piazza del Duomo, è il cuore antico di questa città. Nella piazza si potranno ammirare: la Cattedrale e la sua poderosa Torre campanaria, alta 67 metri; il Battistero ottagonale, il Palazzo Comunale, in stile gotico, e l’austero Palazzo Pretorio, ora del Tribunale. In piazza della Scala, luogo di incontro per eccellenza, sorge il rinascimentale Pozzo del Leoncino, dono dei Medici alla città. Da ammirare sono anche: l’ospedale del Ceppo, l’edificio famoso soprattutto per il portico arricchito dal fregio in terracotta smaltata realizzato in parte da Giovanni della Robbia; ecc.. Pomeriggio visita: GIARDINO GARZONI: lo Storico Giardino Garzoni, uno dei più belli d’Italia, rappresenta la felice sintesi fra la geometricità rinascimentale e la spettacolarità del nascente barocco. È un’esperienza assolutamente indimenticabile perdersi fra le meraviglie di questo luogo della fantasia: grotte, teatri ricavati da siepi di bosso, statue rappresentanti esseri mitologici, satiri, figure femminili, serre con i pavoni, foreste di bambù. Appena si entra nel giardino si incontrano bellissime aiuole fiorite, statue e due grandi vasche circolari. Camminando si arriva davanti alle due maestose scalinate a doppia rampa caratterizzate da un complesso sistema idraulico che alimenta i giochi d’acqua. A fianco del percorso principale del giardino, ci si può addentrare in moltissimi altri viali e vialetti laterali per scoprirne le meraviglie tra i profumi delle essenze, i giochi di ombre e luci dati dalle vegetazioni, il mistero dei labirinti, il fascino delle sculture. La Collodi Butterfly House è abitata da centinaia di farfalle originarie delle zone tropicali o equatoriali – dove le farfalle sono le più grandi e colorate – attorno al mondo. Sono vive e libere di volare in un giardino tropicale, lussureggiante di piante, fiori e frutti grazie alla perfetta ricostruzione dell’ambiente di origine. COLLODI – il PARCO DI PINOCCHIO: è un parco nato da un libro e per un libro: LE AVVENTURE DI PINOCCHIO. Camminando, giocando, rilassandosi circondati dall’arte, dall’architettura, dal verde si possono rivivere le emozioni e le vicende del libro italiano più amato e conosciuto nel mondo, ed è stato realizzato tra il 1956 e il 1987. Entrando nel parco di Pinocchio si ha la sensazione di percorrere realmente una fiaba. Da vedere: il gruppo bronzeo alto cinque metri che raffigura simbolicamente il cammino di Pinocchio da burattino a ragazzo; nella piazzetta sono invece presenti i mosaici che narrano i principali episodi delle avventure fantastiche del burattino; a sud del parco sorse nel 1972 Il Paese dei Balocchi, dove una piccola galleria introduce nel Villaggio di Pinocchio da dove inizia un sentiero in pietra popolato dalle statue che rappresentano i personaggi del romanzo. In serata sistemazione in Hotel (Montecatini Terme o immediate vicinanze), cena e pernottamento.

22/04/2019 – LUCCA / VILLE DELLA LUCCHESIA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Giornata dedicata alle visite con guida. LUCCA: bella città, tutta chiusa entro la sua caratteristica cerchia bastionata che vanta monumenti di notevole interesse. Si potranno ammirare: Piazza Napoleone, vasta e ombreggiata da platani, è ornata del neoclassico monumento a Maria Luigia di Borbone; il Duomo, massimo monumento religioso della città, eretto in forme romaniche con interno gotico, con al centro il celeberrimo monumento funebre di Ilaria del Carretto, capolavoro di Jacopo della Quercia; via Guinigi, tra le più tipiche e suggestive, di intatto sapore medioevale, dove si prospettano le case dei Guinigi; Piazza San Michele, animato e pittoresco centro della vita cittadina; San Michele in Foro, uno degli esempi più tipici di architettura pisano-lucchese; una passeggiata per Via Fillungo, elegante e pittoresca via di carattere medioevale fiancheggiata da antiche case e torri, fino a Piazza del Mercato, aperta nel 1830 nell’area dell’anfiteatro romano. VILLA REALE DI MARLIA: le origini della Villa Reale di Marlia sono molto antiche: fu interamente ricostruita nel secolo XVII insieme al giardi¬no e all’adiacente Palazzina dell’Orologio. Visita al giardino, caratterizzato dall’ampio piazzale posto davanti al palazzo, mantiene, dietro la villa, lo spettacolare e scenografico Teatro d’acqua, disposto attorno alla vasca semicircolare arricchita da vasi di fiori, da statue di divinità (Giove, Saturno, Adone, Pomona), da getti e cascate d’acqua. Due assi paralleli a quello d’ingresso conducono uno alla Palazzina dell’Orologio, l’altro al giardino dei limoni. Perpendicolare a quest’ultimo è l’asse che conduce al vestibolo e al teatro di verzura per la commedia: realizzato nel 1652, comprende anche un vestibolo di pianta circolare disposto intorno ad una fontana. I sedili di pietra e i palchetti per gli spettatori, disposti a semicerchio, le quinte e le suppellettili dello spazio scenico sono delimitati da siepi di tasso in alcune parti alte 5,50 metri. VILLA TORRIGIANI: La Villa Torrigiani, ottimo esempio di architettura barocca in Toscana, fu costruita nella seconda metà del 1500 dai Buonvisi, una importante famiglia che vi abitò fino alla prima metà del 1600, quando venne acquistata dal marchese Nicolao Santini, ambasciatore della Repubblica di Lucca, che la ampliò e la tra-sformo completamente. La villa divenne così più ricca e fu circondata da bellis¬simi giardini con grandi vasche. Nella parte di parco a destra della villa sono dislocati la grande peschiera, il segreto “Giardino di Flora”, e il bellissimo Ninfeo, arricchito da giochi d’acqua. All’interno della villa sono conservati gli affreschi di Pietro Scorzini. Al termine delle visite partenza per il rientro. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 225,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati – Trattamento di pensione completa dal pranzo di Pasqua del 21/4 al pranzo del 22/4 – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: La cena del 22/4 – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 20,00
QUOTA DI ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medica, bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

MAREMMA IN FATTORIA e SPETTACOLO DEI BUTTERI! MASSA MARITTIMA, splendido borgo. I BORGHI DEL TUFO: Sovana, Sorano, Pitigliano. MINICROCIERA alle isole GIGLIO e GIANNUTRI

MAREMMA IN FATTORIA e SPETTACOLO DEI BUTTERI! MASSA MARITTIMA, splendido borgo. I BORGHI DEL TUFO: Sovana, Sorano, Pitigliano. MINICROCIERA alle isole GIGLIO e GIANNUTRI


3 GIORNI
20 aprile 2019 – 22 aprile 2019


PROGRAMMA20/04/2019 – PARTENZA / MASSA MARITTIMA / GROSSETO / SPETTACOLO CON I BUTTERI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MASSA MARITTIMA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e visita con guida. È una stupenda cittadina ricca di interessanti testimonianze artistiche medievali. Di probabile origine etrusca, la città conserva molti monumenti del suo periodo più florido, che può essere fatto iniziare dalla metà del IX secolo. Si potranno ammirare: il Palazzo dell’Abbondanza (1265) caratterizzato da tre arcate ogivali, esso era il deposito del grano della città, sotto è la fonte pubblica dove recentemente è stato riportato alla luce un affresco di cui si erano perse le tracce; una delle piazze più belle della Toscana, la piazza Garibaldi, dove si affacciano innumerevoli edifici medievali di pregio e dov’è il monumento in assoluto più bello e importante di Massa Marittima, il Duomo, dedicato a San Cerbone, è uno dei più belli esempi di architettura romanico-gotica, fu costruito a partire dalla prima metà del XIII secolo; l’edificio medievale della Zecca, dove nel XIV secolo il comune di Massa Marittima coniò le proprie monete; piazza Matteotti, centro della Città Nuova, qui sono alcune opere di fortificazione come la Torre del Candeliere; ecc.. Trasferimento in Fattoria dove uno dei titolari presenta l’azienda. Breve visita all’antico frantoio a macine, situato nella casa padronale, uno dei pochissimi ancora oggi funzionanti. Potrete conoscere gli antichi attrezzi agricoli aziendali esposti in un museo all’aperto. Farete conoscenza con i Butteri della Fattoria che vi racconteranno del loro antico mestiere, vi presenteranno i loro cavalli veri amici e compagni di vita, vi spiegheranno l’utilizzo dei loro attrezzi da lavoro, vi dimostreranno, nel “mandriolo” qualche attività con il bestiame (vacche maremmane) e vi accompagneranno in un a viista all’interno dell’azienda. Piccolo spettacolo con i Butteri. Pranzo in fattoria. In serata, sistemazione in Hotel nei dintorni. Cena e pernottamento

21/04/2019 – PORTO SANTO STEFANO / MINICROCIERA GIGLIO E GIANNUTRI
Prima colazione in Hotel e trasferimento a PORTO SANTO STEFANO. Alle ore 09:30 incontro con la guida, imbarco sul battello per una minicrociera alle ISOLE DEL GIGLIO e GIANNUTRI. Costeggiando il promontorio, si naviga verso Giannutri che si raggiunge dopo circa un’ora di navigazione. Sosta con tempo libero a disposizione e possibilità di bagno nelle incantevoli acque dell’isola. Pranzo a bordo, cucinato espresso e servito ai tavoli in vassoi, con bevande incluse. Partenza per l’isola del Giglio e attracco a Giglio Porto, con possibilità di bagno nelle vicine spiagge, passeggiata a Giglio Porto: unico Porto dell’isola, piccolo e pittoresco, dalle case multicolori ed il mare di una limpidezza impensabile per un porto riesce a conciliare, le esigenze commerciali con quelle turistiche. Costruito per la prima volta dai Romani, rimase tale per circa 18 secoli, poi ampliato nel 1796, e nel 1979 in seguito ad una mareggiata eccezionale. Sulla sua sinistra si trova la Torre del Saraceno costruita nel 1596 per volere di Ferdinando I di Toscana, e poco oltre, La Caletta del Saraceno, dove, a pelo d’acqua, si distinguono bene, le mura della cetaria per l’allevamento delle murene e parte dell’imponente Villa Romana (I-II sec. d.C.) dei Domizi Enobarbi, i cui resti sono stati, in passato, in gran parte inglobati nel centro abitato. Rientro a Porto Santo Stefano per le ore 18:30 circa. Tutti gli orari di rientro a bordo, saranno comunicati dal Comandante. Rientro a Porto Santo Stefano. Cena e pernottamento in Hotel.

22/04/2019 – PITIGLIANO / SOVANA / SORANO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Partenza alla volta della zona dei “borghi del tufo”: Pitigliano, Sovana e Sorano. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Il pranzo sarà in ristorante. PITIGLIANO è un pò di tutto: Città del Tufo, Città del Vino e dell’ Olio, e pure uno deI “Borghi più belli d’ Italia”. Ogni vicolo del centro storico mostra chiaramente la struttura medioevale delle vie e delle case, ma a destare particolare interesse è il sottosuolo del paese, un’ autentica seconda città attraversata da vicoli intercomunicanti, pozzi su più livelli, tombe e colombari. Pitigliano è nota anche come la “Piccola Gerusalemme”, in quanto già in epoca feudale ha ospitato una rilevante comunità ebraica (attualmente composta da poche persone). A pochi chilometri da Pitigliano appare SOVANA, una piccola meraviglia architettonica. Sembra impossibile che un borgo così piccolo, attraversato da una sola strada, sia stato un tempo una città, sede principale di una vasta contea, luogo natale di un Papa. Poco distante le necropoli e le celebri tombe etrusche, come la Tomba di Ildebranda e la Tomba della Sirena. A chiudere il cerchio SORANO il più antico dei “borghi del tufo”: un nido d’ aquila arroccato su un alto sperone di roccia vulcanica chiamato Sasso Leopoldino, in precario equilibrio tra roccia e fitta vegetazione. Tutt’ intorno, tra Pitigliano, Sovana e Sorano, le vie cave: un labirinto di camminamenti rupestri tracciati dagli Etruschi scavando per circa venti metri la roccia, lunghi circa un chilometro e larghi tre metri. Verso le ore 18,30, inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 395,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa, dal pranzo del 20/4 al pranzo del 22/4– Le bevande ai pasti – Spettacolo con i Butteri – Pranzo in fattoria – Guida per le visite, come da programma – Minicrociera Giglio / Giannutri
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – La cena del 22/4 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: € 50,00
QUOTA D’ISCRIZIONE: €. 20.00 (include assicurazione medico, bagaglio e annullamento)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO