Archivi tag: toscana

TOSCANA: SOGGIORNO A MONTECATINI TERME

TOSCANA: SOGGIORNO A MONTECATINI TERME


Visite di: PISTOIA – AREZZO – PISA – FIRENZE COLLODI – PESCIA
13 ottobre 2019 – 19 ottobre 2019


DESCRIZIONEMontecatini Terme è un comune italiano di 20 663 abitanti della provincia di Pistoia in Toscana. La cittadina, situata al centro della Valdinievole, ospita un’importante stazione termale che fa del turismo la principale attività economica del territorio. Tra i complessi termali più importanti in città si possono ricordare le terme Excelsior, le terme La Fortuna la cui sorgente venne scoperta nel 1853, le terme Nuove Redi, nate negli anni 1920 e completamente ricostruite nel 1964, le terme Tettuccio, le terme Leopoldine, iniziate nel 1775 e le terme Torretta restaurate tra il 1925 e il 1928. La città è ricca anche di edifici religiosi e civili, tra cui la chiesa di Santa Maria Assunta, la chiesa dei Santi Jacopo e Filippo, il convento e chiesa di Santa Maria a Ripa, la villa Forini Lippi, il Palazzo Comunale e il Padiglioncino Tamerici
PROGRAMMA

DOM. 13 OTT. 2019 – Partenza / MONTECATINI
Appuntamento dei partecipanti alle ore 07.30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MONTECATINI TERME. Soste lungo il percorso ad AREZZO o LAGO TRASIMENO per la visita, ristoro ed il pranzo libero. Arrivo nel pomeriggio e sistemazione in Hotel a MONTECATINI TERME. Cena e pernottamento.

Da LUN. 14 a GIO. 17 OTTOBRE 2019 – MONTECATINI
Soggiorno in Hotel con trattamento di pensione completa. Tempo libero per attività termali (passeggiate ed escursioni in pullman a COLLODI/PESCIA, LUCCA, PISTOIA). Escursione a PISA ( facoltativa)

VEN. 18 OTT.- MONTECATINI Prima colazione e cena in hotel. Escursione a FIRENZE ( facoltativa).

SAB. 19 OTT.- MONTECATINI TERME / Rientro
Prima colazione in Hotel. Inizio del viaggio di ritorno. Soste lungo il percorso per il ristoro e pranzo libero a LAGO TRASIMENO o AREZZO. In serata arrivo nelle rispettive destinazioni. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 35 pax) € 540,00;

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman GT – Sistemazione in hotel *** camere doppie con servizi privati – Trattamento di pensione completa dal 13 al 16 Ottobre. Mezza pensione il 17 e 18 ottobre. – Pacchetto escursioni in bus: L.Trasimeno-Arezzo-Lucca-Pistoia-Collodi/Pescia.

LA QUOTA NON COMPRENDE: le bevande ai pasti, i pranzi del 18 e 19 ottobre, la tassa di soggiorno da pagare in loco, eventuali ingressi, gli extra e tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”

SUPPLEMENTI:
Escursione a FIRENZE euro 10,00; Escursione a PISA euro 10,00
Camera singola ( su richiesta) euro 120,00
Assicurazione annullamento per motivi di salute (certificabili) € 30,00 ( obbligatoria )

N.B.: la data delle escursioni potrà essere modificata in base al tempo metereologico

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

A SIENA, il pavimento del Duomo: “il più grande e magnifico che sia mai stato fatto”

A SIENA, il pavimento del Duomo: “il più grande e magnifico che sia mai stato fatto”


1 giorno
13 ottobre 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 05,00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di SIENA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita. Compattamente trecentesca, SIENA è città di una sola epoca, di un solo passato, mai scesa dai tre colli da cui si irradiano le sue strade, mirabilmente cinta dalla cerchia delle sue mura. Da Duccio di Buoninsegna al Sassetta, la sua tradizione pittorica fu alternativa a quella fiorentina. Visite: Piazza del Campo, celebre per la sua curiosa forma a conchiglia, divisa in 9 spicchi. Al centro si trova una copia della Fonte Gaia di Jacopo della Quercia mentre un lato è chiuso da Palazzo Pubblico, sede del Municipio e del Museo Civico. La Torre del Mangia, 87 metri di altezza costruiti in cotto dai fratelli Rinaldo. Dall’alto dei suoi 400 scalini, si gode una meravigliosa vista sulla città, ancora del tutto simile a quella che si poteva apprezzare alla fine del XIII secolo e rappresentata nell’affresco del Buon Governo del Lorenzetti. Il nome della torre deriva dal primo campanaro, Giovanni di Duccio detto “Mangia” che ebbe l’incarico di battere le ore nel 1347. Un automa in pietra nel 1379 ereditò l’incarico ed il nome; la Basilica di San Domenico (interni) legata al culto della senese Santa Caterina, costruita insieme al convento domenicano, in forme pienamente gotiche, tra il 1225 e 1265. L’architettura gotica si manifesta qui nelle forme di un’architettura scarna e severa, interamente in mattoni. All’interno, nella Cappella delle Volte, fu collocato nel 1667 l’affresco di Andrea Vanni, unica opera rimasta, raffigurante la Santa, che possa ritenersi un suo ritratto.La Cappella di Santa Caterina da Siena, inoltre, conserva la reliquia della testa della Santa, custodita sullo stupendo altare marmoreo, opera dello scultore Giovanni di Stefano (1469). La cappella è interamente ricoperta di olii e affreschi di altissimo pregio tra cui, ai lati dell’altare, due celebri capolavori del Sodoma, del 1526, l’Estasi di Santa Caterina e la Visione ecauristica. La cattedrale di Siena conserva numerosi capolavori di ogni epoca, ma l’opera per più versi eccezionale, è il pavimento (visibile solamente da fine agosto a fine ottobre), realizzato con la tecnica del graffito e del commesso marmoreo. Si tratta del “più bello…, grande e magnifico pavimento che mai fusse stato fatto”, secondo la definizione di Giorgio Vasari, frutto di un programma che si è realizzato attraverso i secoli, a partire dal Trecento fino all’Ottocento. I cartoni preparatori per le cinquantasei tarsie furono forniti da importanti artisti tutti “senesi”, tranne il pittore umbro Bernardino di Betto detto il Pinturicchio, autore, nel 1505, della tarsia con il Monte della Sapienza. Mentre nelle tre navate il percorso si snoda attraverso temi relativi all’antichità classica, nel transetto e nel coro sono narrate storie del popolo ebraico. Il Battistero di San Giovanni per ammirare lo splendido Fonte Battesimale, massima espressione della scultura del Rinascimento al quale lavorarono i grandi Jacopo della Quercia, Donatello e Lorenzo Ghiberti. La Cripta, locali sotterranei rimasti nascosti per oltre sette secoli e riportati alla luce con una recente e sensazionale scoperta. Un grandioso ciclo pittorico del 1200 ti stupirà con la meraviglia dei suoi vivaci colori originari. Il Museo dell’Opera dandoti la possibilità di godere di alcuni degli imperdibili tesori dell’arte italiana tra cui la celeberrima Maestà di Duccio di Buoninsegna – la più grande pala d’altare mai realizzata – la delicatissima Rosa d’oro del Bernini, la Madonna con Bambino di Donatello ed il commovente Crocifisso del Pisano. Il percorso pomeridiano termina con la salita alla terrazza panoramica del Facciatone (la facciata rimasta incompiuta) dove ci si trova di fronte alla più affascinante e indimenticabile veduta della Città e della campagna toscana. Alle ore 18,30 circa, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 75,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per intera giornata – Ingressi al Duomo, Battistero, Cripta e Museo dell’Opera – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Altri ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.

 

VOLTERRA, città d’alabastro / LA CERTOSA DI PISA / LIVORNO, città dei Meedici e del mare / PISA, un miracolo di bellezza

VOLTERRA, città d’alabastro / LA CERTOSA DI PISA / LIVORNO, città dei Medici e del mare / PISA, un miracolo di bellezza

2 giorni
1 novembre 2019 – 2 novembre 2019


PROGRAMMA

01/11/2019 – PARTENZA / VOLTERRA / LA CERTOSA DI PISA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 05.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di VOLTERRA. Arrivo, incontro con la guida e visita alla scoperta della città “di vento e di macigno”, così come la descriveva Gabriele D’Annunzio. VOLTERRA, gioiello d’arte etrusca, romana, medievale e rinascimentale, domina da un colle tutta la valle del Cecina, fino al mare. Qui la storia ha lasciato il suo segno con continuità dal periodo etrusco fino all’800, con testimonianze artistiche e monumentali di grandissimo rilievo, che possono essere ammirate semplicemente passeggiando per le vie del centro storico. Accanto a questo paesaggio, una qualità della vita ancora a dimensione umano ed un artigianato artistico unico al mondo: l’alabastro. Etrusche sono le mura, l’imponente arco e i numerosi e preziosi reperti archeologici del Museo Etrusco Guarnacci, uno dei più antichi d’Europa. Trasferimento a CALCI (PI) e visita della CERTOSA DI PISA: si tratta dell’ultima Certosa fondata in Toscana, nel 1366: un ex convento certosino di clausura maschile dagli ambienti religiosi austeri e sontuosi. La struttura si compone di due parti: la Certosa Monumentale che comprende gli ambienti in cui vivevano i certosini fino ai primi del 1970, tutt’ora perfettamente conservati, e il Museo di Storia Naturale e del Territorio, gestito dall’Università di Pisa.La visita alla Certosa parte dal suo cancello d’ingresso, dal quale si accede al cortile interno e alla chiesa conventuale dei monaci certosini. Il visitatore si aspetterebbe di entrare in un luogo religioso tipicamente 300esco. In realtà di trecentesco la chiesa ha mantenuto solo il pavimento originale, in marmo bianco delle Alpi Apuane, mentre tutto il resto è barocco. In serata, sistemazione in Hotel nei dintorni. Cena e pernottamento.

02/11/2019 – LIVORNO / PISA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel e partenza per LIVORNO. Visita con guida. Livorno è caratterizzata sia dal fascino dell’antico borgo marinaro, che da quello di città toscana per eccellenza. Grazie all’attività portuale, è un crocevia di culture, lingue, volti diversi, infatti, da sempre, il mare e le attività a esso connesse giocano un ruolo fondamentale nell’economia cittadina, donando a Livorno quello spirito aperto, solare, vivace che la contraddistingue. Qui nacque il genio Amedeo Modigliani. Sono numerosi i luoghi ricchi di fascino da visitare: il Mercato Centrale, monumentale struttura la cui bellezza rischia di passare inosservata al visitatore distratto dal caotico e colorito incontro tra venditori e acquirenti; la Terrazza Mascagni è uno dei luoghi più eleganti e suggestivi di Livorno ed è ubicata sul lungomare a margine del viale Italia; la Fortezza Vecchia è una fortificazione che si erge a margine del Porto Mediceo di Livorno che racchiude in sé l’intera storia della città, dalle origini fino ai giorni odierni; la Venezia è un quartiere di Livorno, l’unico del centro cittadino che, dopo le devastazioni della seconda guerra mondiale, abbia conservato gran parte dei suoi gioielli storici ed architettonici, quali numerose chiese e palazzi, ecc. Trasferimento a PISA e pranzo in ristorante. Primo pomeriggio visita di Pisa: distesa sulle due rive dell’Arno, Pisa ha un posto d’onore nella più esclusiva cerchia delle nostre città d’arte. Si visiteranno: la famosa Piazza del Duomo, detta anche “campo dei miracoli”, una delle meraviglie d’Italia, sulla cui ampia distesa erbosa, contro lo sfondo delle mura medioevali, riunisce ben quattro monumenti di grandissimo interesse, tanto da essere riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO fin dal 1987: il Duomo, bellissimo esempio di romanico pisano, la cui facciata è in marmo grigio e bianco, decorata con marmi policromi a differenza dell’interno, dove prevalgono marmi neri e bianchi. al suo interno ospita capolavori artistici dei maestri Cimabue, Andrea del Sarto, Giovanni Pisano e del Beccafumi; l’imponente Battistero è il più grande d’Italia, con 107,25 di circonferenza e l’assoluta semplicità come sua arma vincente. I decori infatti sono ridotti al minimo, e al suo interno l’acustica è assolutamente perfetta; il Campo Santo Monumentale di Pisa ospita importanti dipinti e affreschi medievali; la Torre Pendente, è il campanile del duomo pisano e da sempre affascina i visitatori per la sua pendenza che sembra sfidare la legge di gravità e che costringe spesso ad interventi. Partenza per il rientro. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 210,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 01/11 al pranzo del 02/11 – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Il pranzo del 01/11 e la cena del 02/11 – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 20,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 10,00 (include assicurazione medica e bagaglio)

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.