Archivi tag: Livorno

SAN GIMIGNANO, il borgo delle torri / VOLTERRA, città d’alabastro / LIVORNO e il Santuario di Montenero / PISA, un miracolo di bellezza

SAN GIMIGNANO, il borgo delle torri / VOLTERRA, città d’alabastro / LIVORNO e il Santuario di Montenero / PISA, un miracolo di bellezza


PASQUA 2024
31 marzo 2024 – 1 aprile 2024


PROGRAMMA31/03/2024 – PARTENZA / SAN GIMIGNANO / VOLTERRA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 05.00a MACERATA, a seguire località a richiesta. Incontro con il pullman e partenza alla volta di SAN GIMIGANO. Arrivo, incontro con la guida e visita alla scoperta della città delle torri. SAN GIMIGNANO: paese da favola, la “Manhattan del Medioevo”, si erge con il profilo delle sue torri, su di un colle a dominio della Val d’Elsa. Sede di un piccolo villaggio etrusco del periodo ellenistico, iniziò la sua storia intorno al X secolo prendendo il nome del Santo Vescovo di Modena: San Gimignano, che avrebbe salvato il borgo dalle orde barbariche. Si potranno ammirare: Porta S.Giovanni, duecentesca, che si apre con un caratteristico arco ribassato senese nella cinta muraria medievale; Via S.Giovanni, lastricata e in leggera salita, con i suoi numerosi edifici dei sec.XIII-XIV; Piazza della Cisterna, di forma triangolare, unita da un passaggio aperto a Piazza del Duomo, circondata da palazzi medievali e torri; la Collegiata di Santa Maria Assunta, Duomo di San Gimignano, che domina sulla piazza e sulla scalinata duecentesca, con la sua sobria facciata romanica, l’interno conserva un’atmosfera rarefatta e fuori dal tempo, cui fa da contrasto l’abbagliante effetto cromatico dei meravigliosi cicli di affreschi di Memmo di Filippuccio, Lippo Memmi, Bartolo di Fredi, Benozzo Gozzoli, Taddeo di Bartolo e Domenico Ghirlandaio che rivestono ogni spazio della chiesa, dalle pareti alle navate. Pranzo in ristorante. Pomeriggio visita di VOLTERRA, gioiello d’arte etrusca, romana, medievale e rinascimentale, domina da un colle tutta la valle del Cecina, fino al mare. Qui la storia ha lasciato il suo segno con continuità dal periodo etrusco fino all’800, con testimonianze artistiche e monumentali di grandissimo rilievo, che possono essere ammirate semplicemente passeggiando per le vie del centro storico. Accanto a questo paesaggio, una qualità della vita ancora a dimensione umano ed un artigianato artistico unico al mondo: l’alabastro. Etrusche sono le mura, l’imponente arco e i numerosi e preziosi reperti archeologici del Museo Etrusco Guarnacci, uno dei più antichi d’Europa. In serata, sistemazione in Hotel nei dintorni. Cena e pernottamento.

01/04/2024 –SANTUARIO DI MONTENERO / LIVORNO / PISA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel e partenza per il SANTUARIO DI MONTENERO. Le origini del Santuario risalgono al 15 maggio 1345, festa di Pentecoste, quando, secondo la tradizione, un povero pastore storpio trovò l’immagine miracolosa della Vergine Maria e seguendo un’intuizione interiore la portò sul colle di Montenero, luogo già conosciuto come rifugio di briganti e per questo considerato oscuro, tenebroso… il “monte del diavolo”. La fama dell’immagine miracolosa si diffuse presto, a motivo delle tante grazie operate dalla Beata Vergine e cominciano i pellegrinaggi. LIVORNO è caratterizzata sia dal fascino dell’antico borgo marinaro, che da quello di città toscana per eccellenza. Grazie all’attività portuale, è un crocevia di culture, lingue, volti diversi, infatti, da sempre, il mare e le attività a esso connesse giocano un ruolo fondamentale nell’economia cittadina, donando a Livorno quello spirito aperto, solare, vivace che la contraddistingue. Sono numerosi i luoghi ricchi di fascino da visitare: la Terrazza Mascagni è uno dei luoghi più eleganti e suggestivi di Livorno ed è ubicata sul lungomare a margine del viale Italia; la Fortezza Vecchia è una fortificazione che si erge a margine del Porto Mediceo di Livorno; la Venezia è un quartiere di Livorno, l’unico del centro cittadino che, dopo le devastazioni della seconda guerra mondiale, abbia conservato gran parte dei suoi gioielli storici ed architettonici, quali numerose chiese e palazzi, ecc. Trasferimento a PISA e pranzo in ristorante. Primo pomeriggio visita di Pisa: distesa sulle due rive dell’Arno, Pisa ha un posto d’onore nella più esclusiva cerchia delle nostre città d’arte. Si visiteranno: la famosa Piazza del Duomo, detta anche “campo dei miracoli”, una delle meraviglie d’Italia, sulla cui ampia distesa erbosa, contro lo sfondo delle mura medioevali, riunisce ben quattro monumenti di grandissimo interesse, tanto da essere riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO fin dal 1987: il Duomo, bellissimo esempio di romanico pisano, la cui facciata è in marmo grigio e bianco, decorata con marmi policromi a differenza dell’interno, dove prevalgono marmi neri e bianchi. al suo interno ospita capolavori artistici dei maestri Cimabue, Andrea del Sarto, Giovanni Pisano e del Beccafumi; l’imponente Battistero è il più grande d’Italia, con 107,25 di circonferenza e l’assoluta semplicità come sua arma vincente. I decori infatti sono ridotti al minimo, e al suo interno l’acustica è assolutamente perfetta; il Campo Santo Monumentale di Pisa ospita importanti dipinti e affreschi medievali; la Torre Pendente, è il campanile del duomo pisano e da sempre affascina i visitatori per la sua pendenza che sembra sfidare la legge di gravità e che costringe spesso ad interventi. Partenza per il rientro. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 330,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati – PASQUA Pranzo in ristorante – Trattamento di pensione completa dalla cena del 31/03 al pranzo del 01/04 – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”

Supplemento camera singola: € 35,00

ASSUCURAZIONE MEDICA, BAGAGLIO €. 10,00