Archivi tag: Cenacolo Vinciano

MILANO: il genio Leonardo Da Vinci al CENACOLO VINCIANO – Immersi nel verde e della quiete del parco delle Basiliche: SAN LORENZO MAGGIORE e SANT’EUSTORGIO

MILANO: il genio Leonardo Da Vinci al CENACOLO VINCIANO – Immersi nel verde e della quiete del parco delle Basiliche: SAN LORENZO MAGGIORE e SANT’EUSTORGIO


APPUNTAMENTO INPERDIBILE
20 novembre 2022


DESCRIZIONE

CENACOLO VINCIANO. Il refettorio dell’antico convento domenicano di Santa Maria delle Grazie conserva l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, eseguita sulla parete nord tra il 1494 e il 1498, all’epoca di Ludovico il Moro. Sulla parete opposta si trova la Crocifissione affrescata dal pittore lombardo Giovanni Donato da Montorfano nel 1495. Nello stesso ambiente si trovano così raffigurati l’episodio iniziale e quello finale della Passione di Cristo. L’Ultima Cena è il risultato di un lungo studio iniziato da Leonardo intorno al 1490 sull’iconografia tradizionale di questo tema. A differenza dei dipinti precedenti, nei quali veniva raffigurato il momento dell’identificazione del traditore Giuda, Leonardo sceglie di rappresentare il momento immediatamente precedente, quello dell’annuncio: “… uno di voi mi tradirà”. Questa rivelazione sconvolgente è lo spunto che permette a Leonardo di concentrare la sua attenzione sulle passioni che si scatenano nel gruppo degli apostoli all’udire l’annuncio. L’espressione dei volti, la postura dei corpi e il movimento delle mani esprimono così quei “moti dell’animo” che furono uno dei campi di indagine più importanti e innovativi nell’opera del Maestro. Il sapiente uso della prospettiva, poi, contribuisce a far sentire lo spettatore parte della scena, ricreando una continuità tra lo spazio reale del refettorio e lo spazio del dipinto. Una delle peculiarità dell’opera è data dalla tecnica utilizzata. Per rappresentare l’Ultima Cena, infatti, Leonardo non si affidò alla tradizionale tecnica del “buon fresco”, che avrebbe richiesto una grande rapidità d’esecuzione dovendo intervenire sull’intonaco della parete ancora umido, ma sperimentò una tecnica innovativa “a secco” , simile a quella utilizzata per la pittura su tavola, ideale per raggiungere i migliori effetti di luce e di ombre e ottenere il caratteristico “sfumato” nei passaggi tonali. Patrimonio dell’Unesco e capolavoro assoluto della storia dell’arte, il Cenacolo è il capolavoro rinascimentale più noto al mondo ed è anche l’apice professionale in cui il maestro toscano sintetizza ed esplica le sue ricerche estetiche ed espressive.

PROGRAMMA

Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MILANO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita del Cenacolo Vinciano e città. Passeggiata in Centro Storico Piazza: Duomo, Galleria, Piazza della Scala, ecc.. Visita al Parco delle Basiliche: Gode di una suggestiva posizione ed ospita edifici di straordinario valore artistico il Parco Giovanni Paolo II , conosciuto anche come ex Parco delle Basiliche perché si estende tra le Basiliche di San Lorenzo e di Sant’Eustorgio tra siepi di rose, bacche e ciliegi. Il giardino è il luogo ideale per una pausa nel verde da cui ammirare le bellezze architettoniche e la fauna circostante e allontanarsi dalla vicina movida milanese. La vera meraviglia sono le però le due Basiliche di San Lorenzo e di Sant’Eustorgio, magnifiche opere architettoniche che con le loro absidi fiancheggiano un lato del giardino. La Basilica di San Lorenzo, il più grande edificio a piante centrale dell’Occidente cristiano, è quella più vicina al centro storico: si presenta con la sua architettura multiforme dove spiccano l’enorme cupola cinquecentesca e un grappolo di torrette e cappelle di forma diversa, la maggiore delle quali è la Cappella di Sant’Aquilino, ornata all’esterno da una loggetta, che custodisce all’interno importanti mosaici paleocristiani. La Basilica di San Lorenzo venne eretta alla fine del IV secolo d.C. con il materiale recuperato dagli edifici della Milano imperiale del III-IV secolo. Nonostante l’imponente facciata, introdotta dalle sue sedici famose colonne, provenienti da edifici antichi romani, e coronata dalla grande cupola che domina la piazza frontale, nasconde sul lato posteriore la sua parte più suggestiva, incorniciata dal Parco delle Basiliche. La Basilica di Sant’Eustorgio, è uno dei luoghi più sacri e antichi di Milano, dove sono custodite parte delle reliquie dei Re Magi, che hanno reso la basilica oggetto di pellegrinaggi. La basilica è anche custode di preziosi tesori artistici come i raffinati sepolcri gotici dei Visconti, e la Cappella Portinari che risulta essere un magnifico esempio di architettura rinascimentale, ornato da pinnacoli e il raffinato ciclo di affreschi dedicato a san Pietro Martire, il predicatore domenicano che riposa sotto la cupola, nella bellissima arca trecentesca. Ultimate le visite, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 95,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Guida ed auricolari per intera giornata – Ingresso a Cenacolo – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita (escluso il Cenacolo) –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”