Archivi tag: VICENZA

La Mostra “VAN GOGH: TRA IL GRANO E IL CIELO” la più grande mostra monografica su Van Gogh mai realizzata in Italia – VICENZA

C.M. VIAGGI

La Mostra “VAN GOGH: TRA IL GRANO E IL CIELO” la più grande mostra monografica su Van Gogh mai realizzata in Italia – VICENZA


1 giorno – domenica
18 marzo 2018


ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 05:00. incontro con il pullman e partenza alla volta di VICENZA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, e visita con guida. VICENZA. Traccia profonda vi ha lasciato l’origine romana, soprattutto sull’assetto urbanistico. Ma la sintesi, il momento unificante e caratteristico del suo aspetto architettonico, si è verificato nel Cinquecento e porta una sola firma: quella di Andrea Palladio. Dal secolo XVI in poi, Vicenza è chiamata “la città del Palladio”, non perché il sommo architetto vi sia nato, ma perché egli vi ha lasciato opere stupende e innovatrici, vi ha stampato l’orma poderosa del suo genio. Per opera del Palladio, e dei suoi discepoli e continuatori, tra cui spicca lo Scamozzi, Vicenza è diventata una perla unica, una delle più belle città d’Italia e del mondo. Nel 1994, la Città del Palladio è stata inserita nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Visite: il Teatro Olimpico è universalmente riconosciuto come uno dei capolavori immortali dell’arte del sommo architetto Andrea Palladio, che regalò alla città di Vicenza un gioiello la cui bellezza era destinata a rimanere nel tempo; il Tempio di Santa Corona, di fondazione domenicana, fu iniziata nel 1261 per accogliervi la reliquia della sacra spina, donata da Luigi IX, re di Francia, al vescovo di Vicenza, Beato Bartolomeo da Breganze. L’interno gotico, con presbiterio realizzato da Lorenzo da Bologna nella seconda metà del XV secolo, ospita numerose e importanti opere pittoriche e scultoree, tra queste, il capolavoro di Giovanni Bellini “Il Battesimo di Cristo”, collocato sull’altare Garzadori, opera attribuita a Rocco da Vicenza e l’”Adorazione dei Magi” di Paolo Veronese. Palazzo Chiericati, progettato nel 1550 da Andrea Palladio per Girolamo Chiericati, il grandioso edificio è stato completato alla fine del secolo XVII in forme sostanzialmente fedeli al disegno originario. Inaugurato come Museo Civico il 18 agosto del 1855, il palazzo palladiano presenta importanti decorazioni ad affresco del ‘500 opera di Domenico Brusasorzi (Sala del Firmamento, Sala d’Ercole, Sala delle Virtù Civili), Battista Zelotti (Sala del Concilio degli Dei) e Battista del Moro (Sala della Colonna Traiana). Nella parte seicentesca del palazzo spiccano invece i soffitti con tele di Cristoforo Menarola (Apoteosi della famiglia Chiericati e figure allegoriche) e Bartolomeo Cittadella (Apollo sul Parnaso con la lira e cinque Muse). Passeggiata in centro storico, dove le tracce lasciate dal Palladio sono presenti ovunque. Pranzo libero. Alle ore 16:00 + 16:15 ingresso alla Mostra “VAN GOGH: TRA ILGRANO E IL CIELO” allestita nella Basilica Palaldiana. Una straordinaria esposizione, con addirittura con oltre 120 sue opere tra dipinti e disegni; un progetto monografico su Van Gogh con un taglio molto particolare, utile a ripercorrere in modo inedito l’intera sua vita. La novità riguarderà due sale chiuse multimediali collocate all’interno dello spazio museale, dove saranno proiettati in continuazione altrettanti mini-film da 7-8 minuti sulla vita di Van Gogh: la prima in cui ripercorre i luoghi della sua infanzia in Olanda e la seconda quella dell’esilio in Francia, dove ha dipinto le sue opere, esposte nei musei di tutto il mondo. E per entrare ancor più nel vivo, sono state raccolte un centinaio di lettere, tradotte e raccolte in un libro che fungeranno da filo conduttore della mostra e guideranno gli spettatori all’interno del percorso espositivo. Il cielo e il grano, due elementi chiave della pittura di questo artista tormentato e geniale. Il percorso espositivo sarà molto particolare perché mira a conoscere il pittore dei “Girasoli” nei meandri più oscuri e meno noti del suo percorso artistico e vitale: a Vicenza saranno messi in relazione ottanta disegni dell’artista (esposti a rotazione) con quarantacinque suoi dipinti; questi arriveranno da varie parti del mondo, ma il nucleo portante di opere arriverà dal Kröller-Müller Museum di Otterlo. È posta particolare attenzione ai disegni, ai bozzetti di Van Gogh, perché il pittore stesso non li considerava come preparatori al dipinto, bensì un’arte a se stante. Al termine delle visite, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo, fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 80,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guide per tutte le visite – Ingresso alla Mostra –Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Gli ingressi agli altri luoghi di visita – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Biglietto cumulativo per Teatro Olimpico, Tempio di Santa Corona e Palazzo Chiericati € 12,00

In occasione delle mostre, consigliamo di prenotare al più presto possibile con acconto di € 30,00 a pax

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

La Mostra “VAN GOGH: TRA IL GRANO E IL CIELO” la più grande mostra monografica su Van Gogh mai realizzata in Italia – VICENZA

La Mostra “VAN GOGH: TRA IL GRANO E IL CIELO” la più grande mostra monografica su Van Gogh mai realizzata in Italia – VICENZA


1 giorno – domenica
18 marzo 2018


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 05:00. incontro con il pullman e partenza alla volta di VICENZA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, e visita con guida. VICENZA. Traccia profonda vi ha lasciato l’origine romana, soprattutto sull’assetto urbanistico. Ma la sintesi, il momento unificante e caratteristico del suo aspetto architettonico, si è verificato nel Cinquecento e porta una sola firma: quella di Andrea Palladio. Dal secolo XVI in poi, Vicenza è chiamata “la città del Palladio”, non perché il sommo architetto vi sia nato, ma perché egli vi ha lasciato opere stupende e innovatrici, vi ha stampato l’orma poderosa del suo genio. Per opera del Palladio, e dei suoi discepoli e continuatori, tra cui spicca lo Scamozzi, Vicenza è diventata una perla unica, una delle più belle città d’Italia e del mondo. Nel 1994, la Città del Palladio è stata inserita nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Visite: il Teatro Olimpico è universalmente riconosciuto come uno dei capolavori immortali dell’arte del sommo architetto Andrea Palladio, che regalò alla città di Vicenza un gioiello la cui bellezza era destinata a rimanere nel tempo; il Tempio di Santa Corona, di fondazione domenicana, fu iniziata nel 1261 per accogliervi la reliquia della sacra spina, donata da Luigi IX, re di Francia, al vescovo di Vicenza, Beato Bartolomeo da Breganze. L’interno gotico, con presbiterio realizzato da Lorenzo da Bologna nella seconda metà del XV secolo, ospita numerose e importanti opere pittoriche e scultoree, tra queste, il capolavoro di Giovanni Bellini “Il Battesimo di Cristo”, collocato sull’altare Garzadori, opera attribuita a Rocco da Vicenza e l’”Adorazione dei Magi” di Paolo Veronese. Palazzo Chiericati, progettato nel 1550 da Andrea Palladio per Girolamo Chiericati, il grandioso edificio è stato completato alla fine del secolo XVII in forme sostanzialmente fedeli al disegno originario. Inaugurato come Museo Civico il 18 agosto del 1855, il palazzo palladiano presenta importanti decorazioni ad affresco del ‘500 opera di Domenico Brusasorzi (Sala del Firmamento, Sala d’Ercole, Sala delle Virtù Civili), Battista Zelotti (Sala del Concilio degli Dei) e Battista del Moro (Sala della Colonna Traiana). Nella parte seicentesca del palazzo spiccano invece i soffitti con tele di Cristoforo Menarola (Apoteosi della famiglia Chiericati e figure allegoriche) e Bartolomeo Cittadella (Apollo sul Parnaso con la lira e cinque Muse). Passeggiata in centro storico, dove le tracce lasciate dal Palladio sono presenti ovunque. Pranzo libero. Alle ore 16:00 + 16:15 ingresso alla Mostra “VAN GOGH: TRA ILGRANO E IL CIELO” allestita nella Basilica Palaldiana. Una straordinaria esposizione, con addirittura con oltre 120 sue opere tra dipinti e disegni; un progetto monografico su Van Gogh con un taglio molto particolare, utile a ripercorrere in modo inedito l’intera sua vita. La novità riguarderà due sale chiuse multimediali collocate all’interno dello spazio museale, dove saranno proiettati in continuazione altrettanti mini-film da 7-8 minuti sulla vita di Van Gogh: la prima in cui ripercorre i luoghi della sua infanzia in Olanda e la seconda quella dell’esilio in Francia, dove ha dipinto le sue opere, esposte nei musei di tutto il mondo. E per entrare ancor più nel vivo, sono state raccolte un centinaio di lettere, tradotte e raccolte in un libro che fungeranno da filo conduttore della mostra e guideranno gli spettatori all’interno del percorso espositivo. Il cielo e il grano, due elementi chiave della pittura di questo artista tormentato e geniale. Il percorso espositivo sarà molto particolare perché mira a conoscere il pittore dei “Girasoli” nei meandri più oscuri e meno noti del suo percorso artistico e vitale: a Vicenza saranno messi in relazione ottanta disegni dell’artista (esposti a rotazione) con quarantacinque suoi dipinti; questi arriveranno da varie parti del mondo, ma il nucleo portante di opere arriverà dal Kröller-Müller Museum di Otterlo. È posta particolare attenzione ai disegni, ai bozzetti di Van Gogh, perché il pittore stesso non li considerava come preparatori al dipinto, bensì un’arte a se stante. Al termine delle visite, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo, fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 80,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guide per tutte le visite – Ingresso alla Mostra –Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Gli ingressi agli altri luoghi di visita – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Biglietto cumulativo per Teatro Olimpico, Tempio di Santa Corona e Palazzo Chiericati € 12,00

In occasione delle mostre, consigliamo di prenotare al più presto possibile con acconto di € 30,00 a pax

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO