Archivi tag: viaggio in pullman

LA PROVENZA e l’incantevole spettacolo della lavanda

LA PROVENZA e l’incantevole spettacolo della lavanda


4 GIORNI
4 luglio 2019 – 7 luglio 2019


DESCRIZIONEProvenza, terra di paesaggi assolati che paiono usciti da un quadro impressionista, con altipiani ondulati, vigneti, girasoli e cespugli di lavanda, a perdita d’occhio, tinti in estate di blu profondo.
PROGRAMMA04/07/2019 – PARTENZA / ALTOPIANO DI VALENSOLE E GOLE DU VERDON
Appuntamento dei partecipanti alle ore 00:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta della PROVENZA. Soste lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e pomeriggio dedicato alle visite con guida. VALENSOLE: questo fazzoletto di terra fra la valle della Durance e le gole del Verdon rappresenta una tappa fondamentale per chi vuole ammirare lo spettacolo della lavanda. Infatti da fine giugno a metà luglio è un vero angolo di paradiso, un tripudio di profumi e di colori che sapranno regalarvi attimi di pura felicità che potrete godere al meglio la mattina presto, prima che il sole cocente renda ustionante la zona. Il villaggio è spesso snobbato dai flussi turistici ma è davvero grazioso con le sue vie antiche, la fontana del 1700, le cappelle e il panorama viola che lo circonda. Infatti uno dei principali motivo di interesse sono i meravigliosi campi di lavanda che circondano senza fine il piccolo paesino. Da non perdere le distillerie sparse per la città. il museo dedicato all’Ape e il miele alla lavanda, davvero gustoso. Le profonde GOLE DEL FIUME VERDON spaccano la terra per 25 chilometri creando il canyon più impressionante d’Europa, grazie alle sue pareti a strapiombo sul fiume verde smeraldo alte fino a 1500 metri, immerse in una natura lussureggiante e rigogliosa. Le strade che costeggiano le gole offrono paesaggi davvero mozzafiato, splendidi percorsi da fare a piedi e meravigliosi villaggi arroccati che sapranno incantare i visitatori. In serata, sistemazione in Hotel a NIMES (o immediate vicinanze). Cena e pernottamento.

05/07/2019 – FONTAINES DE VAUCLUSE / GORDES / ROUSSILLON / ABBAZIA DI SENANQUE
Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alle visite con guida. FONTAINE-DE-VAUCLUSE: la sorgente della Sorgue che si trova in questo villaggio è la più spettacolare della Provenza. Nella stretta valle sopra la città l’acqua sgorga in una cristallina cavità sotterranea per poi trasformarsi in un fiume impetuoso; la vista dei questa cavità dalle acque turchesi è di eccezionale bellezza. E proprio a Fontaine-de-Vaucluse Petrarca decise di dimorare e qui scrisse alcuni dei suoi versi più romantici. Un piccolo museo celebra la permanenza del poeta dal 1337 al 1353 e del suo incontro con l’amata Laura. GORDES.: in una splendida posizione, su una collina dominata da un castello rinascimentale e dalla chiesa di St. Firmin, questo borgo è inserito in un contesto paesaggistico di mandorli e ulivi. Poco fuori da Gordes, il Village des BOIRES, ora museo dedicato alla vita rurale. Le boires sono casupole costituite da lastre di pietra calcarea, che ricordano un pò i nostri nuraghi. Sono costruzioni originarie del 2000 a. C., regolarmente ricostruite sino al secolo scorso, localizzate nei campi e utilizzate come rifugio o ripostiglio per gli attrezzi. ABBAZIA DI SENANQUE: esempio di pura architettura cistercense, inserita in una stretta vallata coltivata a lavanda e rosmarino. I prati che la circondano si riempiono di lavanda che colora tutto l’ambiente di un viola mozzafiato. Cena e pernottamento in Hotel.

06/07/2019 – AVIGNONE / SI. REMY DE PROVENCE / LES BAUX DE PROVENCE
Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alle visite con guida. AVIGNONE, famosa città della Provenza, tutta chiusa entro un giro di mura; le sue memorie del passato di sede papale ed i numerosi monumenti le danno un nobilissimo aspetto. Visita al Palazzo dei Papi, superbo edificio gotico eretto nel XIV sec..ST. REMY DE PROVENCE: questa splendida cittadina, patria dei maestri cioccolatieri, ha tutti i sapori della Provenza. Il centro deve essere scoperto con calma passeggiando languidamente fra le botteghe artigiane, i viali ombrosi dei platani e le piazzette animate dalle fontane gorgoglianti. Vincent Van Gogh proveniente da Arles si fece ricoverare nell’Hôpital Saint Paul de Mausole. Affascinato dalla luce di St. Remy e dai paesaggi circostanti, Van Gogh rimase in città per circa un anno dipingendo circa 150 quadri. Il museo dedicato al pittore e le rovine dall’antica Glanum sono le attrazioni principali che spingono i turisti verso questa tranquilla cittadina provenzale. LES BAUX-DE-PROVENCE, il sito più impressionante di tutta la Provenza, su un nudo sperone roccioso sono le rovine di una città medioevale, già sede di una raffinata corte. Cena e pernottamento in Hotel.

07/07/2019 – FREJUS / SAINT RAPHAEL / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Partenza per FREJUS / SAINT RAPHAEL. Visita libera. Ridente e graziosa cittadina di mare Saint Raphael, fa quasi un tutt’uno con la più grande Frejus, calma e tranquilla come le più tradizionali realtà provenzali; una lunga striscia di sabbia collega i due centri, quello antico di Frejus, risalente all’epoca romana di cui conserva i resti di un anfiteatro, e quello più moderno di Saint Raphael, i cui eleganti palazzi in stile belle epoque incorniciano una semplice e curata via lungo mare. FREJUS, piccola città d’arte, merita una visita la Cattedrale, che sorge sulla piazza Formigè e forma con il battistero, il chiostro e il palazzo episcopale un unico complesso medioevale. ST. RAPHAEL, la passeggiata lungomare costeggia dapprima il vecchio porto e oltrepassato il Casinò, prosegue lungo la promenade Renè-Coty e il boulevard General-de-Gaulle che offrono una bella vista sui due isolotti chiamati “Lion de terre” e “Lion de mer”. Partenza per rientro. Soste lungo il percorso per ristoro. Arrivo. Fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 480,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 4/7 alla prima colazione del 7/7 – Guida per tutte le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco -Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.
Supplemento camera singola: € 90,00 —– TASSA DI ISCRIZIONE € 20,00 (include assicurazione medico e bagaglio)

DOCUMENTO: CARTA DI IDENTITA’ VALIDA PER L’ESPATRIO E SENZA TIMBRO DI RINNOVO


PARCO NAZIONALE DELLA MAIELLA. LA VIA DELLA PASTA, una “Pasta Valley in Abruzzo”. GUARDIAGRELE, la città della pietra

PARCO NAZIONALE DELLA MAIELLA. LA VIA DELLA PASTA, una “Pasta Valley in Abruzzo”. GUARDIAGRELE, la città della pietra


1 GIORNO
14 luglio 2019


DESCRIZIONE“Guardiagrele, la città di pietra, risplendeva al sereno di maggio. Un vento fresco agitava le erbe su le grondaie. Santa Maria Maggiore aveva per tutte le fenditure, dalla base al fastigio, certe pianticelle delicate, fiorite di fiori violetti, innumerevoli cosicché l’antichissimo Duomo sorgeva nell’aria cerulea tutto coperto di fiori marmorei e di fiori vivi.”
“Il trionfo della morte” – Gabriele D’Annunzio
PROGRAMMA

LA MAIELLA: Un Parco tutto di montagna, la Montagna Madre d´Abruzzo nella parte più impervia e selvaggia dell´Appennino Centrale, la Montagna “Sacra”, perché pervasa da una sacralità monumentale che da sempre ispira profonda religiosità e per questo tanto cara al Papa Celestino V e agli eremiti. Il Parco del Lupo, dell´Orso, dei vasti pianori d´alta quota e dei canyons selvaggi e imponenti, ma anche il Parco degli Eremi, delle Abbazie, delle capanne in pietra a secco, dei meravigliosi centri storici dei Comuni che ne fanno parte. La Majella, a quanto si racconta, ha una storia incentrata sulla dea Maia che, a seguito della tragica perdita del figlio, si trasformò in montagna, come testimonierebbero misteriosi tratti femminili scorgibili su una delle pareti.
LA VIA DELLA PASTA:L’antica tradizione pastaia in abruzzo trova una delle massime espressioni nella vallata del Fiume Verde, a Fara S. Martino, ai piedi del massiccio della Maiella. L’acqua purissima, dai riflessi verdi, sgorgando dalla roccia ad una temperatura di 8°C, è il primo degli ingredienti naturali che permette una produzione eccellente ed inimitabile di paste alimentari. Un’antica arte quella dei pastai che, tramandandosi di padre in figlio e per la lungimiranza imprenditoriale di alcune famiglie, ha reso possibile che i nomi De Cecco, del Verde e Cocco si affermassero in tutto il mondo.
GUARDIAGRELE: Sede del Parco Nazionale della Majella e annoverato fra i Borghi più belli d’Italia, è una suggestione comunale tutta abruzzese, spalmata uniformemente su un docile anfratto della provincia di Chieti. La storia del borgo è documentata dal 1308, quando appare cinto di mura ma già agglomerante una sensibile quantità di abitazioni e palazzi. Vivace economicamente e civilmente, la siffatta cittadina acquisisce fama in virtù dello sviluppo dirompente dell’artigianato, in particolare quello orafo il cui massimo esponente si presentava col nome di Nicola di Guardiagrele, che raggiunse apicale splendore nel ‘400 ergendosi a piazzaforte militare del Regno di Napoli con un novero allora eccezionale di ben 33 torri. La rinascita lenta ma reale di Guardiagrele si deve al prestigio rinascimentale mai dimenticato, perché l’opera di Nicola di Guardiagrele ha fatto proseliti, sicché qui si ritrovano ancora gli artigiani più abili di tutto l’Abruzzo, prosecutori degli antichi mestieri praticati all’ombra protettiva della Majella. Il centro storico del paese, tra i più significativi dei borghi dell’Abruzzo, è un equilibrato alternarsi di pietra e mattone di cui si compongono case e monumenti intervallati da stoici fulcri medievali, citiamo la Porta del Vento, il Torrino Orsini e la Torre San Pietro.
PROGRAMMA:
Appuntamento dei partecipanti alle ore 06,00. Incontro con il pullman e partenza FARA S. MARTINO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e visite: partenza per le sorgenti del fiume Verde, luogo di suggestiva bellezza ricco di acque limpide che diventano cascate e ruscelli creando un paesaggio di fiaba. Trasferimento per il pranzo presso un’azienda agrituristica per assistere ad un “rito” ancora oggi fortunatamente molto presente nella quotidianità delle nostre case, la preparazione della pasta tirata a mano e tagliata con “la chitarra” tipico attrezzo abruzzese. Trasferimento a GUARDIAGRELE e visita. Al termine partenza per il rientro. Arrivo e fine dei servizi
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 80,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Pranzo in agriturismo, bevande incluse – Guida intera giornata – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


APRICA

APRICA


7 GIORNI
14 luglio 2019 – 20 luglio 2019


DESCRIZIONEAprica (altitudine mt. 1.181), comune italiano in provincia di Sondrio, in Lombardia, è situato tra la Val Camonica e la Valtellina. Verso la fine del XIX secolo prese avvio in paese l’attività turistica che è arrivata ad essere oggi il principale settore economico locale.
Il clima è quello tipico alpino, caldo ma dolcemente ventilato in estate, freddo in inverno. Legate ad Aprica sono alcune leggende valtellinesi, di cui un paio fanno riferimento alla figura storica di San Carlo Borromeo. Il comprensorio sciistico Aprica-Corteno consta di oltre 50 km di piste a pochi km di strada dal centro, ci sono tracciati per sci di fondo, racchette da neve e sci-escursionismo.
Durante il periodo estivo è possibile praticare trekking, tennis, nuoto, golf, calcio, arrampicata sportiva, pesca sportiva. La località è stata per tre volte sede, dal 1975 al 1981, della Coppa del Mondo di sci alpino.
Il Park Hotel Bozzi (tel. 0342.746169) situato in centro Aprica è circondato da un vasto giardino privato ai piedi della montagna alle porte del Parco delle Orobie Valtellinesi. L’hotel è l’ideale per soggiorni di relax e divertimento immersi nella natura circostante. Ci sono ampie sale comuni con vista sui monti e camere luminose, grandi e accoglienti. Chi desidera concedersi un momento di intimo relax può inoltre prenotare l’area benessere con vasca idromassaggio e bagno turco.
PROGRAMMADOM. 14 LUGLIO 2019 – MACERATA / APRICA
Appuntamento dei partecipanti a Macerata p.le Oasi alle ore 07.30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di APRICA. Soste lungo il percorso per il ristoro ed il pranzo libero. Arrivo nel primo pomeriggio e sistemazione in Hotel. Cena e pernottamento.

Da LUN. 15 a VEN. 19 LUGLIO 2019 – APRICA
Soggiorno in Hotel con trattamento di pensione completa, bevande incluse. Tempo libero per attività estive (passeggiate ed escursioni).

SAB. 20 LUGLIO 2019 – APRICA / MACERATA
Prima colazione in Hotel. Mattinata a disposizione. Pranzo. Nel primo pomeriggio inizio del viaggio di ritorno. Soste lungo il percorso. Rientro a MACERATA. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 35 pax) € 590,00;

Supplemento camera singola € 120,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman GT – Sistemazione in camere doppie con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 14 Luglio al pranzo del 20 Luglio 2019. Bevande ai pasti incluse (1/4 di vino e acqua di caraffa) – escursioni a: Brescia; Tirano; Teglio; St. Moritz ( trenino escluso ) – Capogruppo – IVA

LA QUOTA NON COMPRENDE: Il pranzo del 14 luglio e la cena del 20 luglio la tassa di soggiorno – gli extra in genere e tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”

Supplementi
Assicurazione annullamento per motivi di salute (certificabili) € 30,00 ( obbligatoria)

PRENOTAZIONI ENTRO IL 28 Febbraio accompagnate dall’acconto di euro 190+30 ass.ne.


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

Minicrociera alle isole: GIGLIO e GIANNUTRI

Minicrociera alle isole: GIGLIO e GIANNUTRI


1 GIORNO
13 luglio 2019


DESCRIZIONESette isole principali, sette perle riemerse della collana che, come narra la leggenda, Venere perse nuotando nelle acque limpide del Mediterraneo. Come le perle di una collana, ogni isola è diversa dall’altra. Ogni isola conserva le tracce della sua storia, ogni isola è unica, originale, con un solo tratto in comune: la bellezza della sua natura. E la catena che unisce questi gioielli è il mare, un mare caldo ed accogliente con le sue calme piatte, ma anche imprevedibile con le sue tempeste come solo il Mediterraneo sa essere. Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, il più grande parco marino d’Europa, tutela 61.474 ettari di mare e 17.694 ettari di terra ed è composto dalle sette isole maggiori (Elba, Giglio, Capraia, Montecristo, Pianosa, Giannutri e Gorgona) e da isolotti minori. Le prime riserve naturali dell’arcipelago toscano risalgono al 1971 (Montecristo) ma solo nel 1996 fu istituito il parco nazionale dell’arcipelago. Dinnanzi al promontorio di Monte Argentario, sorge la più meridionale delle isole dell’arcipelago toscano: l’isola di GIANNUTRI, la meridionale delle isole toscane, emerge dalle acque del Tirreno come una bianca mezzaluna di calcare. Lungo gli 11 chilometri di costa prevalgono scogliere rocciose dove si aprono grotte e spaccature originate dall’azione del vento. Gli unici punti di approdo all’isola: Cala Spalmatoio e Cala Maestra presentano due esigue spiagge di ghiaia. Tutt’attorno splendidi fondali ricchissimi di biodiversità dove nuotano frequentemente delfini e balenottere. Il fascino della natura prende comunque il sopravvento sul visitatore e gli appassionati escursionisti possono gustare scenari incantevoli. Chiamata Artemisia dai Greci e Diana dai Romani, per la sua forma ad arco, oggetto preferito dalle divinità, l’isola conserva ancora oggi intatto il suo fascino storico e ambientalistico. Nonostante le ville che spuntano tra Cala Maestra e Cala dello Spalmatoio (l’isola è di proprietà privata), la bassa macchia mediterranea regna ancora con i suoi colori e profumi. Meta di passo per una miriade di uccelli che raggiungono l’Europa per nidificare, è la terra d’elezione per il rondone pallido ed è colonizzata sulle coste dai numerosi gabbiani reali. Il GIGLIO, abbracciata da acque turchesi o verde smeraldo, dominata da un antico castello e protetta da una natura florida e selvaggia, è una delle destinazioni italiane più incantevoli e rilassanti. L’isola è rinomata per il meraviglioso ambiente marino, infatti sono proprio il mare limpidissimo e i fondali il fiore all’occhiello dell’isola. Nel mondo sottomarino sono presenti numerose specie di murene, aragoste, cernie e giganteschi tonni. In primavera e in estate non è raro inoltre osservare il passaggio di capodogli e balenottere o scorgere lo spettacolo dei delfini che si divertono a seguire le rotte delle imbarcazioni.
PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 03:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di PORTO SANTO STEFANO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo ed alle ore 09:55 imbarco sul battello per una minicrociera alle ISOLE DEL GIGLIO e GIANNUTRI. Costeggiando il promontorio, si naviga verso Giannutri che si raggiunge dopo circa un’ora di navigazione. Sosta con tempo libero a disposizione e possibilità di bagno nelle incantevoli acque dell’isola. Pranzo a bordo, cucinato espresso e servito ai tavoli in vassoi, con bevande incluse. Partenza per l’isola del Giglio e attracco a Giglio Porto, con possibilità di bagno nelle vicine spiagge, passeggiata a Giglio Porto: unico Porto dell’isola, piccolo e pittoresco, dalle case multicolori ed il mare di una limpidezza impensabile per un porto riesce a conciliare, le esigenze commerciali con quelle turistiche. Costruito per la prima volta dai Romani, rimase tale per circa 18 secoli, poi ampliato nel 1796, e nel 1979 in seguito ad una mareggiata eccezionale. Sulla sua sinistra si trova la Torre del Saraceno costruita nel 1596 per volere di Ferdinando I di Toscana, e poco oltre, La Caletta del Saraceno, dove, a pelo d’acqua, si distinguono bene, le mura della cetaria per l’allevamento delle murene e parte dell’imponente Villa Romana (I-II sec. d.C.) dei Domizi Enobarbi, i cui resti sono stati, in passato, in gran parte inglobati nel centro abitato. Rientro a Porto Santo Stefano per le ore 18:30 circa. Tutti gli orari di rientro a bordo, saranno comunicati dal Comandante. Rientro a Porto Santo Stefano. Inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera Arrivo.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 105,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Minicrociera in battello – Pranzo a bordo con menù di pesce (risotto alla pescatora, frittura calamari e gamberi, dolce, acqua e vino) – Guida per l’intera giornata- Navetta per Giglio Castello andata/ritorno – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei luoghi di visita – La cena – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

LEGOLAND!!! STOCCARDA, la città verde. NEUSCHWANSTEIN, il Castello delle favole. Dal Barocco al Classicismo passando per il Rococò: il Castello di LUDWIGSBURG!

LEGOLAND!!! STOCCARDA, la città verde. NEUSCHWANSTEIN, il Castello delle favole. Dal Barocco al Classicismo passando per il Rococò: il Castello di LUDWIGSBURG!


4 GIORNI
11 / 14 Luglio 2019 

01 / 04 Agosto 2019 

15 / 18 Agosto 2019


DESCRIZIONENEUSCWANSTEIN: uno dei simboli della Baviera e della Germania nel mondo. Il “Castello delle favole” per eccellenza, fatto costruire da Re Ludovico II su progetto dello scenografo Christian Jank, Neuschwanstein, situato nel sud della Baviera quasi al confine con l’Austria, domina dall’alto dei suoi 965 metri i paesi di Füssen e Schwangau ed il magnifico paesaggio circostante. Walt Disney lo prese come modello per i castelli di alcuni tra i suoi più celebri film d’animazione (“Biancaneve e i sette nani”, “Cenerentola”, “La bella addormentata nel bosco”). Voluto dal re bavarese Ludwig II fu costruito in stile neoromanico riproponendo lo schema di un castello medioevale tedesco in cui risiedevano i cavalieri. Le sale interne sono riccamente decorate con scene tratte dal mondo delle saghe e leggende medioevali.

LEGOLAND: Legoland Germany è il parco divertimenti a tema Lego più vicino all’Italia; si trova nella zona di Legoland Allee, a pochi pochi chilometri dal centro del comune di Gunzburg, nel sud della Germania. Inaugurato nel 2002 ed ispirato al più antico Legoland Billund presente in Danimanca, Legoland Germany offre oltre 35 attrazioni per tutte le età, da quelle più tranquille adatte ai bambini e alle famiglie a quelle adrenaliniche per gli amanti delle emozioni forti. Una novità è “LEGO NINJAGO WORLD”, una grande area tematica di 7.000 mq che include l’avanzatissima dark ride interattiva 4D “LEGO NINJAGO The Ride”. Al centro del parco divertimenti Legoland di Gunzburg si trova l’area Miniland che ripropone in miniatura alcune ambientazioni di città europee completamente realizzate con mattoncini Lego. Completano l’offerta del parco Legoland in Germania la grande arena per spettacoli, i numerosi ristoranti e l’immancabile e fornitissimo Lego Shop, nel quale è possibile acquistare i colorati mattoncini “a peso” e trovare tutte le confezioni a catalogo. Una delle attrazioni più frequentate è il grande castello, Knights’ Kingdom, dove c’è anche la possibilità di fare un tour a cavallo di un trenino a forma di drago. A differenza di Legoland Billund, nel parco divertimenti Legoland Germany è possibile visitare anche il padiglione Lego Fabrik dove gli Ospiti potranno scoprire da vicino come vengono prodotti e confezionati i famosi mattoncini Lego.

STOCCARDA: Città dalle mille sfaccettature, dominata dalla cultura e dall’identità sveva, Stoccarda offre un centro storico tutto da visitare, facilmente percorribile a piedi grazie ai sentieri pedonali, con monumenti, attrazioni antiche e moderne, piazze e tanto altro. Dalla stazione, si attraversa la lunga Königstraße, strada dello shopping, per arrivare in Schlossplatz, con il Castello Nuovo e i grandi giardini. Imperdibile anche la visita all’altro grande castello, l’Altes Schloss, così come al Museo dell’arte sveva, che conserva reperti, gioielli e monili di particolare pregio. Da vedere Schillerplatz, la piazza dedicata al grande filosofo tedesco, sulla quale affaccia infine la Stiftskirche, bellissima chiesa, costruita ben prima della piazza sulla quale domina, ecc…. Da non perdere il Museo Mercedes Benz che è in assoluto il museo più incredibile mai visto e definirlo un museo dell’automobile è del tutto riduttivo. È un museo che attraverso la storia delle automobili Mercedes Benz riesce ad attraversare la storia di un Paese, la Germania, ma non solo, che riesce a toccare i momenti della Storia come catapultandoli fuori da un libro, ma con un’evidenza e una capacità evocativa davvero rare.

CASTELLO DI LUDWIGSBURG: bellissima cittadina barocca che conserva ancora oggi l’atmosfera di un tempo, culla della poesia sveva e residenza del Re di Württemberg. Il Castello di Ludwigsburg è uno dei più grandi esempi di Barocco meglio conservati in Europa ed offre ai suoi visitatori un viaggio impressionante attraverso i secoli: dal Barocco al Classicismo passando per il Rococò. Nel rigoglioso parco del castello, trova spazio il mondo fantastico del “Giardino delle fiabe”, meta preferita dei visitatori. Passeggiando attraverso gli appartamenti sontuosi, si ha la possibilità di immergersi stili d’epoca: gli interni lussuosi trasmettono lo spirito del Barocco, del Rococò e del Classicismo. Il teatro del castello: è uno dei più antichi d’Europa; la macchineria e le scenografie si sono conservate pressoché intatte.
INNSBRUCK: Il simbolo di Innsbruck infatti è il Goldenes Dachl, meglio noto come il Tettuccio d’Oro, particolare rivestimento in tegole di rame dorato presenti sulla facciata del Neuer Hof, l’antica residenza dei Conti del Tirolo. Tra le altre attrazioni della città troviamo anche alcuni monumenti particolari, come la Colonna di Sant’Anna situata nella caratteristica via nota come la Marie-Theresien-Strassedove troviamo anche l’Arco di Trionfo locale. Quest’ultima è anche la strada lungo la quale sono situati alcuni dei principali negozi dell’alta moda dove fare shopping e dove ci sono svariati ristoranti all’insegna della tipica cucina tirolese. ecc..

PROGRAMMAINNSBRUCK: Il simbolo di Innsbruck infatti è il Goldenes Dachl, meglio noto come il Tettuccio d’Oro, particolare rivestimento in tegole di rame dorato presenti sulla facciata del Neuer Hof, l’antica residenza dei Conti del Tirolo. Tra le altre attrazioni della città troviamo anche alcuni monumenti particolari, come la Colonna di Sant’Anna situata nella caratteristica via nota come la Marie-Theresien-Strassedove troviamo anche l’Arco di Trionfo locale. Quest’ultima è anche la strada lungo la quale sono situati alcuni dei principali negozi dell’alta moda dove fare shopping e dove ci sono svariati ristoranti all’insegna della tipica cucina tirolese. ecc..

PROGRAMMA:

1° giorno – PARTENZA / NEUSCHWANSTEIN
Appuntamento dei partecipanti alle ore 00.30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di Fussen. Sosta lungo il percorso per il ristoro e per il pranzo libero. Arrivo a Fussen e visita del Castello di NEUSCHWANSTEIN con guida o audio guida interna. Verso le 16,30 partenza per Gunzburg (o vicinanze), sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

2° giorno – STOCCARDA / CASTELLO LUDWIGSBURG/
Prima colazione in Hotel. Visita con guida di STOCCARDA. Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento a LUDWIGSBURG visita del castello. Al termine della visita trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

3 giorno – LEGOLAND
Prima colazione in Hotel. Pranzo libero. Trasferimento a al parco Lego e giornata libera dedicata al divertimento. Verso le 19,00 rientro in hotel. Cena e pernottamento.

4° giorno – INNSBRUCK / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Partenza per INNSBRUCK. Arrivo, tempo a disposizione per shopping e visite libere. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio inizio del viaggio di ritorno. Soste lungo il percorso per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 460,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla colazione del 4° giorno – Guida per tutte le visite, come da programma – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi e la cena del 4° giorno – Le bevande – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Supplemento camera singola: € 105,00

Riduzione 3° letto child (2-12 anni non compiuti): -20%

QUOTA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medico,bagaglio)