Archivi tag: Sirmione

MANTOVA e NAVIGAZIONE SUL MINCIO – VERONA / SIRMIONE

MANTOVA e NAVIGAZIONE SUL MINCIO – VERONA / SIRMIONE

2 giorni
21 aprile 2018 – 22 aprile 2018


Programma

21/04/2018 – PARTENZA / MANTOVA / NAVIGAZIONE SUL MINCIO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MANTOVA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e visita con guida. MANTOVA cominciò ad affermarsi nel Medioevo, raggiungendo il massimo splendore durante la Signoria dei Gonzaga. Ricca di interesse per i suoi splendidi edifici e tesori d’arte, Mantova non lo è di meno per il carattere generale dell’ambiente urbano: le sue tranquille strade, i molti palazzetti e le semplici case che rispecchiano l’architettura padana, le tonalità dense dei colori, la presenza pittoresca dei laghi con i loro suggestivi scorci “lagunari” rappresentano elementi visivi stimolanti e di indubbio fascino. Si potranno ammirare: il Palazzo Ducale o Reggia dei Gonzaga della fine del secolo XIII, l’edificio è uno dei più grandi d’Europa; il Teatro Bibiena, costruito tra il 1767 e il 1769, presenta una pianta a forma di campana ed è disposto su più ordini di palchetti lignei, secondo il genere di struttura inventato nel Seicento; Piazza Sordello, di forma allungata e di dimensioni eccezionali, conserva in parte l’aspetto medioevale; Piazza delle Erbe, d’impronta tardo medioevale, è un’eccezionale sequenza di edifici monumentali; la basilica di Sant’Andrea, insigne opera del Rinascimento; la Rotonda di San Lorenzo, edificata per volere della contessa Matilde di Canossa, venne eretta verso la fine dell’XI secolo, attigua vi è la Torre dell’orologio; ecc. Pranzo libero. Nel corso del pomeriggio navigazione sul fiume Mincio (durata un’ora e mezza). Acqua, terra, storia, arte, leggende: ecco Mantova, da scoprire navigando i laghi che abbracciano la città. Nel lago di Mezzo, l’elegante disegno della Cartiera Burgo (anno 1960), opera di Pier Luigi Nervi, il “poeta del cemento armato”; poi il parco-memoriale di Andreas Hofer, eroe della resistenza tirolese a Napoleone; la cinquecentesca Porta Giulia e il “Vasaròn”, cascata dal lago Superiore. Momento emozionante l’apparizione della Reggia dei Gonzaga che, come Venezia, sembra emergere dall’acqua con castello e torri, palazzi e basiliche e, oltre la diga Chasseloup-Masetti, il paese natale di Publio Virgilio Marone, Andes, immerso nelle ninfee. Poi, nella Valle, lo scenario si trasforma ed è la natura a fare spettacolo: con le distese galleggianti del Nelumbium, il Fiore di Loto e della Trapa Natans, la castagna d’acqua che si cuoce e si mangia in autunno; con il levarsi di aironi, nitticore, martin pescatori, cavalieri d’Italia; con la sequenza tra pioppi e salici, della flora fluviale, negli splendori delle fioriture o verdeggiante nel carice e nella canna palustre. Trasferimento in Hotel nelle vicinanze, cena e pernottamento.

22/04/2018 – VERONA / SIRMIONE / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Trasferimento a VERONA e mattinata a disposizione per prendere parte alle manifestazioni del XXIV Raduno Nazionale dei Carabinieri in programma a Verona. Per chi non parteciperà alla manifestazione, visita libera della città. VERONA è una città di nobilissimo aspetto per vestigia dell’antichità e per monumenti medioevali e del Rinascimento. Non si può pensare a Verona se non come allo scenario tragico della vicenda d’amore di Romeo e Giulietta. Eppure identificare Verona come la città di Romeo e Giulietta ha nascosto altre bellezze di questa città, non a caso definita la “Porta d’Italia”, perché anticipa a chi proviene da nord, il volto, la bellezza, la sostanza del nostro Paese. Un concentrato di testimonianze artistiche, storiche e culturali immerse nella suggestiva atmosfera di vicoli e piazze. Trasferimento a SIRMIONE e passeggiata. Grazie alla sua felice posizione naturale, la penisola di Sirmione è stata luogo privilegiato di insediamento fin dall’antichità.. Il castello di Sirmione (XIII secolo), dotato di torri e di mura merlate, fu base strategica per il controllo del lago, è di epoca scaligera e la sua darsena, rappresenta un raro caso di fortificazione destinata ad uso portuale; all’estremità della penisola di Sirmione, in una splendida posizione panoramica si trovano i resti della villa romana nota da secoli con il nome di “Grotte di Catullo”, l’esempio più grandioso di edificio privato di carattere signorile di tutta l’Italia settentrionale. Magnifico è il panorama sul lago che si gode da questo sito archeologico. Alle ore 18:00, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (min. 40 pax) € 180,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 21/4 al pranzo del 22/4 – Le bevande ai pasti – Guida per Mantova – Navigazione sul Mincio
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del 21/4 e la cena del 22/4 – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Supplemento camera singola: € 20,00


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

SIRMIONE e il PARCO GIARDINO SIGURTA’ “La Tulipanomania!”

SIRMIONE e il PARCO GIARDINO SIGURTA’ “La Tulipanomania!”

1 giorno – domenica
15 aprile 2018


ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di VALEGGIO SUL MINCIO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e trasferimento al PARCO GIARDINO SIGURTA’ e visita. È uno storico parco giardino che si estende su 56 ettari e sorge nelle vicinanze di Peschiera. Trae la sua origine dal “brolo cinto de muro” (1617), giardino di Villa Maffei, dimora che nel 1859 fu quartiere generale di Napoleone III. In quarant’anni di amorose cure, Carlo Sicurtà, avvalendosi di un secolare diritto di attingere acqua dal Mincio, ha ottenuto il “prodigio” di rendere lussureggiante l’arida vegetazione collinare. Nel 1978 è avvenuta l’apertura al pubblico di questo complesso ecologico, definito una meraviglia, tanto che il Parco-Giardino è considerato oggi fra i cinque più straordinari al mondo. È considerato un tempio della natura, un luogo dove esistono straordinarie bellezze naturali fra loro in armonioso equilibrio. Il Parco grazie ai diciotto laghetti ed alle sue cinque grandi fioriture che si susseguono nelle varie stagioni, tulipani, iris, rose, ninfee ed aster, conquista regalando emozioni sempre nuove e diverse. A maggio si può godere di due magnifiche fioriture: gli IRIS, dagli ultimi giorni di aprile fino alla metà di maggio centinaia di migliaia di Iris colorano il Viale delle Fontanelle e degli Iris.Con l’arrivo della primavera arriva TULIPANOMANIA, la spettacolare e coloratissima fioritura di un milione di Tulipani: esemplari precoci e tardivi, di oltre 150 varietà, sono sbocciati sui tappeti erbosi del Giardino regalando scorci semplicemente…incantevoli! Per un mese si possono ammirare stupendi giochi di colore: questi fiori infatti si mostreranno sia in forma naturalizzata che in eleganti aiuole accompagnati da Narcisi, Muscari e Giacinti.
La prima Grande Fioritura, la più grande nel suo genere nel Sud Europa e la più famosa d’Italia, è caratterizzata da incantevoli macchie di colore, che vanno dal giallo arancio al rosso, dal ciclamino al bianco. Un’occasione imperdibile per gli appassionati di fotografia e per gli amanti della Natura per scoprire la più grand e fioritura di Tulipani del Sud Europa e la più importante d’ Italia. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio trasferimento a SIRMIONE. Arrivo e tempo libero per passeggiate e visite. Grazie alla sua felice posizione naturale, la penisola di Sirmione è stata luogo privilegiato di insediamento fin dall’antichità. Ancora oggi conserva numerosissime attestazioni della sua lunga e ininterrotta storia, con una densità che raramente si riscontra in altri centri abitati. Il castello di Sirmione (XIII secolo), dotato di torri e di mura merlate, fu base strategica per il controllo del lago, è di epoca scaligera e la sua darsena, ancora in perfetto stato di conservazione, rappresenta un raro caso di fortificazione destinata ad uso portuale; all’estremità della penisola di Sirmione, in una splendida posizione panoramica si trovano i resti della villa romana nota da secoli con il nome di “Grotte di Catullo”, l’esempio più grandioso di edificio privato di carattere signorile di tutta l’Italia settentrionale, La villa, che ha pianta di forma rettangolare (m. 167 x 105), con due avancorpi sui lati brevi, copre un’area complessiva di oltre due ettari; ecc.. Magnifico è il panorama sul lago che si gode da questo sito archeologico. Verso le ore 18,00 partenza per il rientro. Sosta per il ristoro e la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 60,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Trenino per visita del Parco – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita –-I pasti – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO