Archivi tag: RAFFAELLO

BERGAMO, dal cuore antico e la mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” Capolavori e ricerca per capire un artista geniale

BERGAMO, dal cuore antico e la mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” Capolavori e ricerca per capire un artista geniale


1 giorno – domenica
22 aprile 2018


Programma

Appuntamento dei partecipanti alle ore 04.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di BERGAMO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e alle ore 11:30 + 11:45, ingresso alla Mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” allestita all’Accademia Carrara. “Non è una mostra su Raffaello, nonostante ci siano sue opere”. E’ qualcosa di più articolato. “E’ una mostra che è un viaggio, il cui ago di direzione è il San Sebastiano della Carrara.” Perché visitarla? “Perché ci sono opere bellissime e anche difficili da vedere in Italia. Perché è costruita con accostamenti parlanti che fanno capire un artista geniale che ha cambiato la cultura visiva europea. Perché è una mostra che si prende cura del visitatore con uno straordinario allestimento. Perché consente al visitatore di mettere sulla stessa linea di mira l’occhio, la mente, il cuore”. Tredici i capolavori di Raffaello in mostra, dalla “Madonna Diotiallevi” di Berlino alla “Croce astile dipinta” del museo Poldi Pezzoli, al “Ritratto di giovane” di Lille. Con Raffaello più di trenta artisti disegnano un inedito percorso dal rinascimento ai nostri giorni: da Pintoricchio a Luciano Fabro, da Perugino a Giorgio de Chirico, da Signorelli a Pablo Picasso, da Giovanni Santi a Christo. Sessanta opere raccontano la formazione del genio urbinate, la trama delle sue relazioni, la fortuna del suo mito nell’Ottocento e la sua eco nella contemporaneità. “E’ una mostra che sposta capolavori assoluti” sottolinea l’altra curatrice Maria Cristina Rodeschini “e che ricostruisce cicli pittorici che in Europa non si sono mai visti: questa è un’occasione unica per rivederli insieme”. Infatti si ricompongono a Bergamo tre parti della “Pala Colonna” (dal Metropolitan di New York, dalla National Gallery di Londra, dall’Isabella Stewart Gardner di Boston) e tre componenti della “Pala del beato Nicola da Tolentino” (dal Detroit Institute of Arts e dal Museo di Palazzo Reale di Pisa). L’ACCADEMIA CARRARA: all’illuminato spirito del conte Giacomo Carrara, mecenate, collezionista e profondo conoscitore del mondo delle lettere e delle arti, si deve l’origine della Pinacoteca, repertorio di forme e modelli già raccolto nella sua collezione privata. Il Museo, che a conferma della validità degli intenti del fondatore ha continuato a incrementare il proprio patrimonio grazie ad acquisizioni e munifiche donazioni da parte del qualificato collezionismo privato legato alla città, possiede attualmente milleottocento dipinti, testimonianze dei secoli compresi tra il XV e il XIX di artisti quali Pisanello, Botticelli, Giovanni Bellini, Mantegna, Raffaello, Moroni, Baschenis, Fra Galgario, Tiepolo, Canaletto e Piccio. Pranzo libero. Pomeriggio visita con guida di BERGAMO ALTA: nota la caratteristica principale della città, quella d’essere divisa in due parti, una zona più antica, nel colle, e una zona più nuova situata ai suoi piedi. La città Alta (Berghem de sura) si compone del centro storico, ricco di monumenti, è rimasto completamente circondato da mura, sviluppatesi per più di cinque chilometri, sono oggi ancora molto ben conservate. Modellato secondo un piano medievale, con strade strette e tortuose, il quartiere più antico ospita quattro storiche porte: porta Sant’Agostino, Porta San Giacomo, Porta San Lorenzo (detta anche Porta Garibaldi) e Porta Sant’Alessandro. Da ognuna di queste, attraverso alcune strade tipicamente medievali, si arriva presso la piazza principale del centro storico, dove si possono ammirare alcuni dei monumenti e dei palazzi più rappresentativi. Verso le ore 18:00, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 85,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per la Mostra + biglietto di ingresso alla Mostra – Guida per la visita d Bergamo – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

BERGAMO, dal cuore antico e la mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” Capolavori e ricerca per capire un artista geniale

BERGAMO, dal cuore antico e la mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” Capolavori e ricerca per capire un artista geniale


1 giorno – domenica
22 aprile 2018


ProgrammaAppuntamento dei partecipanti alle ore 04.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di BERGAMO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e alle ore 11:30 + 11:45, ingresso alla Mostra “RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO” allestita all’Accademia Carrara. “Non è una mostra su Raffaello, nonostante ci siano sue opere”. E’ qualcosa di più articolato. “E’ una mostra che è un viaggio, il cui ago di direzione è il San Sebastiano della Carrara.” Perché visitarla? “Perché ci sono opere bellissime e anche difficili da vedere in Italia. Perché è costruita con accostamenti parlanti che fanno capire un artista geniale che ha cambiato la cultura visiva europea. Perché è una mostra che si prende cura del visitatore con uno straordinario allestimento. Perché consente al visitatore di mettere sulla stessa linea di mira l’occhio, la mente, il cuore”. Tredici i capolavori di Raffaello in mostra, dalla “Madonna Diotiallevi” di Berlino alla “Croce astile dipinta” del museo Poldi Pezzoli, al “Ritratto di giovane” di Lille. Con Raffaello più di trenta artisti disegnano un inedito percorso dal rinascimento ai nostri giorni: da Pintoricchio a Luciano Fabro, da Perugino a Giorgio de Chirico, da Signorelli a Pablo Picasso, da Giovanni Santi a Christo. Sessanta opere raccontano la formazione del genio urbinate, la trama delle sue relazioni, la fortuna del suo mito nell’Ottocento e la sua eco nella contemporaneità. “E’ una mostra che sposta capolavori assoluti” sottolinea l’altra curatrice Maria Cristina Rodeschini “e che ricostruisce cicli pittorici che in Europa non si sono mai visti: questa è un’occasione unica per rivederli insieme”. Infatti si ricompongono a Bergamo tre parti della “Pala Colonna” (dal Metropolitan di New York, dalla National Gallery di Londra, dall’Isabella Stewart Gardner di Boston) e tre componenti della “Pala del beato Nicola da Tolentino” (dal Detroit Institute of Arts e dal Museo di Palazzo Reale di Pisa). L’ACCADEMIA CARRARA: all’illuminato spirito del conte Giacomo Carrara, mecenate, collezionista e profondo conoscitore del mondo delle lettere e delle arti, si deve l’origine della Pinacoteca, repertorio di forme e modelli già raccolto nella sua collezione privata. Il Museo, che a conferma della validità degli intenti del fondatore ha continuato a incrementare il proprio patrimonio grazie ad acquisizioni e munifiche donazioni da parte del qualificato collezionismo privato legato alla città, possiede attualmente milleottocento dipinti, testimonianze dei secoli compresi tra il XV e il XIX di artisti quali Pisanello, Botticelli, Giovanni Bellini, Mantegna, Raffaello, Moroni, Baschenis, Fra Galgario, Tiepolo, Canaletto e Piccio. Pranzo libero. Pomeriggio visita con guida di BERGAMO ALTA: nota la caratteristica principale della città, quella d’essere divisa in due parti, una zona più antica, nel colle, e una zona più nuova situata ai suoi piedi. La città Alta (Berghem de sura) si compone del centro storico, ricco di monumenti, è rimasto completamente circondato da mura, sviluppatesi per più di cinque chilometri, sono oggi ancora molto ben conservate. Modellato secondo un piano medievale, con strade strette e tortuose, il quartiere più antico ospita quattro storiche porte: porta Sant’Agostino, Porta San Giacomo, Porta San Lorenzo (detta anche Porta Garibaldi) e Porta Sant’Alessandro. Da ognuna di queste, attraverso alcune strade tipicamente medievali, si arriva presso la piazza principale del centro storico, dove si possono ammirare alcuni dei monumenti e dei palazzi più rappresentativi. Verso le ore 18:00, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 85,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per la Mostra + biglietto di ingresso alla Mostra – Guida per la visita d Bergamo – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO