Archivi tag: Primavera

“LA PASSEGGIATA DEL GIAPPONE”, la fioritura dei ciliegi al laghetto dell’Eur. VILLA BONCOMPAGNI LUDOVISI: il fascino, la curiosità, i misteri

“LA PASSEGGIATA DEL GIAPPONE”, la fioritura dei ciliegi al laghetto dell’Eur. VILLA BONCOMPAGNI LUDOVISI: il fascino, la curiosità, i misteri


1 GIORNO
31 marzo 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 06:00, incontro cin il pullman e partenza alla volta ROMA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e mattina dedicata alla passeggiata per ammirare la fioritura dei ciliegi. Respirare l’atmosfera giapponese e celebrare la fioritura dei ciliegi anche se ci troviamo a Roma? Assolutamente si! Al Parco Lago dell’Eur si festeggia infatti per circa un mese, dalla metà di marzo alla metà di aprile, la fioritura di questi straordinari alberi, donati alla Capitale dalla città di Tokyo. La Capitale festeggia l’evento ormai da anni, regalando ai visitatori un’esperienza che li farà sentire come in Giappone; l’Hanami (l’osservazione dei fiori), è infatti l’usanza di ammirare la fioritura di questi meravigliosi alberi. Durante le giornate dell’Hanami è molto facile imbattersi in persone vestite in yacuta e geta, gli indumenti e gli zoccoli tradizionali giapponesi, o in kimono. Il Parco dell’Eur, polmone verde ben curato e rilassante, molto animato durante il weekend o durante le pause pranzo, comprende un bel percorso denominato “Passeggiata del Giappone”; quest’ultima è costituita da 150 Prunus Yedoensis, una varietà di ciliegi, donati dall’allora Primo Ministro Nobusuke Kishi, in visita ufficiale in Italia, come segno d’amicizia tra i due Paesi. Uno dei momenti forse più suggestivi di questo appuntamento è la sfioritura, per via della neve di petali a cui si può assistere soprattutto quando soffia po’ di vento. Al termine passeggiata nel quartiere che ospita quest’evento. Lo storico quartiere EUR è il fiore all’occhiello dell’architettura razionalista italiana del XX secolo. Il quartiere dell’Eur ha alle sue spalle una storia travagliata che, in ogni modo, lo rende unico nel suo genere. Il quartiere rimanda fortemente alle forme dell’epoca classica, con grandi palazzi bianchi ricchi di colonne e statue di marmo. Si potranno ammirare: il Palazzo della Civiltà Italiana, chiamato anche Colosseo Quadrato, Palazzo dei Congressi, un moderno Pantheon dove si tengono conferenze e fiere di diverso tipo, L’Obelisco Marconi, la Nuvola di Fuksas, “innovativo” centro congressi dallo straordinario effetto visivo, galleggia in una teca di acciaio e vetro alta 40 metri, larga 70 e lunga 175; Viale Europa, la famosa via dello shopping e dell’alta moda romana; la Basilica dei Santi Pietro e Paolo, chiesa impossibile da non notare visto che troneggia su tutto il quartiere. Pranzo libero. Pomeriggio dedicato alla visita guidata della villa MUSEO BONCOMPAGNI LUDOVISI, appartenuta alla famiglia Boncompagni Ludovisi, destinata a Centro di promozione e documentazione delle Arti decorative, della Moda e del Costume, inteso come evoluzione del gusto sociale, del periodo moderno. Un filo conduttore unisce questi distinti ambiti culturali ed è la storia del gusto per la bellezza e la qualità di realizzazione dei prodotti. Mobili, arredi, abiti, accessori di moda tracciano il percorso della ricerca di decoro e di agio nella società italiana, in particolare del XX secolo. L’unione di genî creativi e di esecutori d’eccellenza nell’uno e nell’altro caso hanno determinato la crescita e il culto del made in Italy. Registrando l’evoluzione dei tempi, le collezioni del Museo Boncompagni Ludovisi testimoniano il riconoscimento del valore storico e artistico di oggetti e opere che in origine erano destinate a un uso privato e oggi sono disponibili alla fruizione pubblica. Negli anni ’70 la villa è stata donato allo stato italiano e trasformato in un museo dove è possibile vedere una ricca collezione di opere d’arte che includono quadri, sculture, ceramiche, mobili, abiti di gran moda a testimonianza dello stile di vista e del gusto italiano nei secoli XIX e XX e non solo. Ci sono opere di artisti come Balla, chini, De Chirico e anche i vestiti ideati dagli interpreti dell’ Alta Moda Italiana come Sarli, Valentino, Gattinoni, le sorelle Fontana. Al termine della visita passeggiata al Pincio dove, oltre ai busti italiani illusti si trova una ricca collezione di piante anche esotiche e alberi come l’araucaria cilòena, maestoso cedrono del Libano, una sequoia americana ecc., nonché il villino svizzero dell’architetto Ersoch, la Casina Valadier e lì accanto il busto dell’astronomo monsignor Secchi con il foro dove passa il meridiano di Roma (il primo ad aessere determinato in Italia). Al termine partenza per il rientro. Soste lungo il percorso per la cena libera. Arrivo e fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax ) € 65,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida intera giornata– Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

LA REGGIA DI CASERTA… sontuosa e bellissima! SAN LEUCIO, il sogno dei Borbone, CASERTAVECCHIA

LA REGGIA DI CASERTA… sontuosa e bellissima! SAN LEUCIO, il sogno dei Borbone, CASERTAVECCHIA


1 GIORNO
7 aprile 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 03:30, incontro con il pullman e partenza alla volta di CASERTA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. La REGGIA DI CASERTA è uno dei più fastosi e splendidi palazzi che un sovrano abbia fatto costruire. Infatti appena varcato l’ingresso, si ha subito l’impressione di entrare in un palazzo di fiaba. Carlo III di Borbone incaricò l’architetto Luigi Vanvitelli di realizzare fra l’antica città romana e longobarda e la nuova Caserta una costruzione che emulasse Versailles. Su una pianta rettangolare, il palazzo reale di Caserta copre un’area di 44.000 metri quadrati e si alza per quarantadue metri lungo un fronte di duecentocinquanta metri. Per costruirlo furono spesi circa sei milioni di ducati. La Reggia di Caserta é fra i monumenti più visitati in Italia. Infatti non si può non restare colpiti dalla bellezza e dalla sontuosità delle sale di rappresentanza e di ricevimento, quasi tutte tappezzate con seta di San Leucio, ricche di preziose decorazioni, di arazzi, di mobili e specchi, che si snodano lungo ariosi corridoi e passetti, intorno ai quattro grandi cortili. Visita agli appartamenti reali. In tutta la reggia ci sono circa 1.200 stanze sfarzosamente decorata secondo il gusto dell’epoca. Il grande Scalone porta al primo piano e la volta è decorata con affreschi raffiguranti le quattro Stagioni e la Reggia di Apollo. Visita al maestoso Parco, un continuo susseguirsi di vedute, giochi d’acqua, cascate e cascatelle, alcune all’ombra di una fitta spalliera di alberi, altre che si aprono all’aria ed al sole offrendo scenografiche vedute, altre ancora che mostrano, pur sembrando di volerle nascondere, grotte ed anfratti, in un gioco sempre nuovo di delizie, in cui vengono esaltate la natura e i miti legati alle acque ed ai boschi. E’ anch’esso opera del Vanvitelli, e costituisce l’attrattiva più spettacolare della Reggia. Comprende oltre 100 ettari di terreno ed è interamente decorato da fontane e giochi d’acqua. Famose sono le fontane Margherita e quella dei Delfini. Oltre troviamo la suggestiva Grotta dei Venti con la fontana di Eolo, la fontana di Cerere e la Fontana di Venere e Adone. Pranzo libero. Verso le ore 14:30 trasferimento al COMPLESSO MONUMENTALE BELVEDERE DI SAN LEUCIO: era sede di un casino di caccia dei conti Acquaviva di Caserta noto come Palazzo del Belvedere, oggi restaurato. Quando, nel 1750, i possedimenti degli Acquaviva passarono ai Borbone di Napoli, San Leucio divenne sede delle seterie reali. L’eredità della Colonia di San Leucio è sopravvissuta per decenni grazie alla presenza di diverse aziende seriche. All’interno della fabbrica originaria del re Ferdinando, il Palazzo del Belvedere, ha oggi sede il “Museo della seta” che conserva alcuni macchinari originali, ancora funzionanti, per la lavorazione della seta: sono in mostra tutte le fasi della produzione della seta con gli antichi telai restaurati ed attivi azionati da una ruota idraulica posta nei sotterranei del palazzo. La visita al Complesso Monumentale prevede anche il passaggio negli appartamenti storici, arredati con suppellettili provenienti dalla Reggia di Caserta e ai Giardini all’italiana, costituiti da una serie di terrazzamenti con piante identiche a quelle sistemate dal Re sul finire del 700. Passeggiata a CASERTAVECCHIA: è un borgo medievale che sorge alle pendici dei monti Tifatini a circa 401 metri di altezza e a 10 km di distanza in direzione nord-est da Caserta. Le origini di Casertavecchia sono ancora incerte, ma secondo alcune informazioni estrapolate da uno scritto del monaco benedettino Erchemperto esisteva già nell’anno 861 d.C.. Il borgo ha subito nel corso della storia varie dominazioni ma conserva inalterata la bellezza di tempi ormai lontani. E’ miracolosamente conservato nelle strutture originarie, dominato dalla bellissima cattedrale, compiuta nel 1153, nella quale si fondono elementi di architettura romanico-pugliese, arabo-sicula e benedettina; notevole la leggiadrissima cupola a pietre gialle e bige, ed il campanile di un secolo dopo. Partenza per il rientro. Soste lungo il percorso per ristoro e cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 70,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per l’intera giornata – Auricolare per La Reggia di Caserta – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: – I pasti – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
La prima domenica del mese gli ingressi ai musei statali sono gratuiti
Nota: La Reggia di Caserta è aperta gratuitamente, mentre il Parco sarà visitabile a pagamento: adulti
€ 5,00 – dai 18 ai 25 anni € 2,50 – sotto 18 anni gratuito.

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

MANTOVA, la città gioiello. NAVIGAZIONE SUL MINCIO… l’arte vista dall’acqua

MANTOVA, la città gioiello. NAVIGAZIONE SUL MINCIO… l’arte vista dall’acqua

1 GIORNO
14 aprile 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 05:00, incontro con il pullman e partenza alla volta di MANTOVA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita della città. MANTOVA cominciò ad affermarsi nel Medioevo, raggiungendo il massimo splendore durante la Signoria dei Gonzaga. Ricca di interesse per i suoi splendidi edifici e tesori d’arte, Mantova non lo è di meno per il carattere generale dell’ambiente urbano: le sue tranquille strade, i molti palazzetti e le semplici case che rispecchiano l’architettura padana, le tonalità dense dei colori, la presenza pittoresca dei laghi con i loro suggestivi scorci “lagunari” rappresentano elementi visivi stimolanti e di indubbio fascino. Si potranno ammirare: il Palazzo Ducale o Reggia dei Gonzaga della fine del secolo XIII, l’edificio è uno dei più grandi d’Europa, al suo interno si possono ammirare dipinti di Morone, Foppa, Bonsignori, Giulio Romano, Tintoretto e tanti altri; Palazzo Te, prende il nome dal luogo da cui sorge, l’isola del Te, circondata dai laghi e dal canale che costeggia le mura meridionali di Mantova; è una grandiosa villa suburbana che costituisce una delle meglio conservate testimonianze dell’architettura del ‘500 (quando viene effettuata la navigazione, la visita la Palazzo Te non è prevista); Piazza Sordello, di forma allungata e di dimensioni eccezionali, conserva in parte l’aspetto medioevale; Piazza delle Erbe, d’impronta tardo medioevale, è un’eccezionale sequenza di edifici monumentali; la basilica di Sant’Andrea, insigne opera del Rinascimento, eretta dal 1472 su disegno di Leon Battista Alberti, il grandioso interno, di classica grandiosità è a navata unica; la Rotonda di San Lorenzo, edificata per volere della contessa Matilde di Canossa, venne eretta verso la fine dell’XI secolo, è a pianta circolare, attigua vi è la Torre dell’orologio recentemente ristrutturata e tornata a nuovo splendore; ecc. Pranzo libero. Nel corso del pomeriggio navigazione sul fiume Mincio (durata un’ora e mezza). Acqua, terra, storia, arte, leggende: ecco Mantova, da scoprire navigando i laghi che abbracciano la città. Nel lago di Mezzo, l’elegante disegno della Cartiera Burgo (anno 1960), opera di Pier Luigi Nervi, il “poeta del cemento armato”; poi il parco-memoriale di Andreas Hofer, eroe della resistenza tirolese a Napoleone; la cinquecentesca Porta Giulia e il “Vasaròn”, cascata dal lago Superiore. Momento emozionante l’apparizione della Reggia dei Gonzaga che, come Venezia, sembra emergere dall’acqua con castello e torri, palazzi e basiliche e, oltre la diga Chasseloup-Masetti, il paese natale di Publio Virgilio Marone, Andes, immerso nelle ninfee. Poi, nella Valle, lo scenario si trasforma ed è la natura a fare spettacolo: con le distese galleggianti del Nelumbium, il Fiore di Loto e della Trapa Natans; con il levarsi di aironi, nitticore, martin pescatori, cavalieri d’Italia; con la sequenza tra pioppi e salici, della flora fluviale, negli splendori delle fioriture o verdeggiante nel carice e nella canna palustre. Al termine delle visite, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 80,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Guida per tutte le visite – Navigazione sul Mincio – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

PARCO GIARDINO SIGURTA’ e la TULIPANOMANIA! CASTELLARO LAGUSELLO: il “borgo degli innamorati” – BORGHETTO SUL MINCIO: un tuffo nel medioevo!

PARCO GIARDINO SIGURTA’ e la TULIPANOMANIA! CASTELLARO LAGUSELLO: il “borgo degli innamorati” – BORGHETTO SUL MINCIO: un tuffo nel medioevo!

1 GIORNO
14 aprile 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di VALEGGIO SUL MINCIO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo e trasferimento al PARCO GIARDINO SIGURTA’ e visita. È uno storico parco giardino che si estende su 56 ettari e sorge nelle vicinanze di Peschiera. Trae la sua origine dal “brolo cinto de muro” (1617), giardino di Villa Maffei, dimora che nel 1859 fu quartiere generale di Napoleone III. In quarant’anni di amorose cure, Carlo Sicurtà, avvalendosi di un secolare diritto di attingere acqua dal Mincio, ha ottenuto il “prodigio” di rendere lussureggiante l’arida vegetazione collinare. Nel 1978 è avvenuta l’apertura al pubblico di questo complesso ecologico, definito una meraviglia, tanto che il Parco-Giardino è considerato oggi fra i cinque più straordinari al mondo. È considerato un tempio della natura, un luogo dove esistono straordinarie bellezze naturali fra loro in armonioso equilibrio. Il Parco grazie ai diciotto laghetti ed alle sue cinque grandi fioriture che si susseguono nelle varie stagioni, tulipani, iris, rose, ninfee ed aster, conquista regalando emozioni sempre nuove e diverse. A maggio si può godere di due magnifiche fioriture: gli IRIS, dagli ultimi giorni di aprile fino alla metà di maggio centinaia di migliaia di Iris colorano il Viale delle Fontanelle e degli Iris.Con l’arrivo della primavera arriva TULIPANOMANIA, la spettacolare e coloratissima fioritura di un milione di Tulipani: esemplari precoci e tardivi, di oltre 150 varietà, sono sbocciati sui tappeti erbosi del Giardino regalando scorci semplicemente…incantevoli! Per un mese si possono ammirare stupendi giochi di colore: questi fiori infatti si mostreranno sia in forma naturalizzata che in eleganti aiuole accompagnati da Narcisi, Muscari e Giacinti. La prima Grande Fioritura, la più grande nel suo genere nel Sud Europa e la più famosa d’Italia, è caratterizzata da incantevoli macchie di colore, che vanno dal giallo arancio al rosso, dal ciclamino al bianco. Un’occasione imperdibile per gli appassionati di fotografia e per gli amanti della Natura per scoprire la più grand e fioritura di Tulipani del Sud Europa e la più importante d’ Italia. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio incontro con la guida e trasferimento a BORGHETTO SUL MINCIO. E’ una piccola frazione del comune di Valeggio sul Mincio che ha saputo conservare inalterato il suo spettacolare aspetto medievale di stazione fortificata sul fiume. In questa piccola realtà vi sembrerà di essere ritornati indietro nel tempo. Il piccolo centro di Borghetto è dominato dalla massiccia presenza del Ponte Visconteo, un ponte-diga di 650 metri e costruito nel 1395. Tra le stradine del centro troverete gli antichi mulini d’acqua con le caratteristiche ruote in metallo e i muri in pietra, risalenti all’inizio del ‘400. La visita prosegue verso CASTELLARO LAGUSELLO, “ il borgo degli innamorati” grazie ad un elemento quasi unico al mondo: il suo laghetto a forma di cuore. Si tratta di un villaggio antichissimo, collocato sul bordo di questo piccolo lago. In esso sono ancora oggi conservati i resti di un castello di origine duecentesca, della cinta muraria, delle torri, dei camminamenti. Verso le ore 18,00 partenza per il rientro. Sosta per il ristoro e la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 70,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Trenino per visita del Parco – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita –-I pasti – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”
INGRESSO PARCO GIARDINO SIGURTA’: €. 8,00 (da saldare in bus)


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

MILANO, domenica delle palme in libertà

MILANO, domenica delle palme in libertà


1 GIORNO
14 aprile 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 04.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MILANO. Arrivo e trasferimento in zona Piazza Duomo. Giornata libera per visite individuali e shopping. Nella domenica delle Palme si ricorda l’ingresso trionfale di Gesù nella città di Gerusalemme, sei giorni prima della sua passione: il suo ingresso nella città fu accolto dalla folla che salutava il suo passaggio con in mano palme e ulivi. Alle 10.30 circa l’arcivescovo di Milano guiderà la processione degli ulivi che partirà dalla chiesa di Santa Maria Annunciata in Camposanto (alle spalle dell’abside della Cattedrale) verso piazza Duomo. Il corteo entrerà poi in Duomo dalla porta centrale. A seguire, l’arcivescovo presiederà la messa solenne in cattedrale. Ad accompagnare la processione con i rami di ulivi i canonici del Capitolo metropolitano e i membri degli Ordini cavallereschi.. Milano è una città all’avanguardia e attivissima sotto il profilo economico e rientra a pieno diritto tra le metropoli più dinamiche del mondo. Si potranno ammirare: il Duomo è il simbolo per antonomasia, un capolavoro indiscusso dell’architettura gotica. A vederlo sembra quasi un enorme castello di sabbia, con le sue alte guglie in rame dorato in cima alle quali si stagliano ben 3.400 statue, tra cui l’amata Madonnina (Madunina); il Teatro alla Scala, il tempio della musica, costruito per volere dell’imperatrice austriaca Maria Teresa, rappresenta l’amore della città per la musica, l’Opera e il teatro; la vecchia Milano affascina ancora oggi con il suo elegante Palazzo Reale, che fu sede del governo e che oggi conosciamo come importante centro culturale; la Galleria Vittorio Emanuele II, in uno splendido stile architettonico del periodo della Belle Époque europea, in vetro e ferro battuto, è un altro simbolo dello shopping milanese; ecc.. Alle ore 18:00 circa, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 60,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO