Archivi tag: Nemi

I CASTELLI ROMANI: ARICCIA, Palazzo Chigi / NEMI “domicilio delle Muse e delle Ninfe” / L’INFIORATA A GENZANO

I CASTELLI ROMANI: ARICCIA, Palazzo Chigi / NEMI “domicilio delle Muse e delle Ninfe” / L’INFIORATA A GENZANO


1 giorno – domenica
10 giugno 2018


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 05:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di dei CASTELLI ROMANI. Si attraverserà un’amenissima zona a cocuzzoli d’origine vulcanica coperti di boschi e vigneti, punteggiati di ridenti cittadine e antiche ville, in mezzo ai quali occhieggiano, al fondo di antichi crateri, due bellissimi laghi. Arrivo a GENZANO e mattinata a disposizione per partecipare alle manifestazioni dell’INFIORATA che qui si svolge da circa due secoli ed è vanto e orgoglio degli artisti genzanesi che, per la realizzazione di essa, si valgono delle rigogliose culture floreali del luogo. La via in salita che porta al Duomo, viene totalmente ricoperta da un meraviglioso tappeto floreale che, in pannelli di sorprendente perfezione artistica, riproduce opere d’arte famose, tappeti elaborati ed opere di pittori celebri. L’Infiorata è nata come sentimento di fede è diventata dal 1778, per mezzo dei fratelli Arcangelo e Nicola Leofreddi, la manifestazione d’arte più suggestiva, nota in tutto il mondo. L’Infiorata è gloria di fiori e di colori, che in poche ore prendono forma e suscitano grandi emozioni. Nel tempo è diventata per così dire una festa europea stante la sua celebrità, che attrae numerosi ammiratori del gusto dei genzanesi nell’adornare i piani delle strade con lavori di fiori d’ogni colore, disposti a disegno ciò fanno con celerità e facilità, ricoprendo la via con questi naturali tappeti ed arazzi estemporanei. Pomeriggio visita con guida di ARICCIA: l’origine di questo paese deriva dal fatto che nei secoli passati, come molte famiglie nobiliari del tempo, i principi Chigi si fecero costruire come dimora di campagna e villeggiatura una villa non troppo lontana dal loro palazzo urbano; attorno a questa residenza estiva si formarono poi dei borghi che divennero sempre più popolati. Arroccato presso una delle estremità del monumentale ponte di Ariccia, il Palazzo costituisce un esempio unico di dimora barocca basato su un’idea progettuale di Gian Lorenzo Bernini, che si servì della collaborazione del suo giovane allievo Carlo Fontana. Rimasto inalterato nel suo contesto ambientale e nel suo arredamento originario, documenta il fasto di una delle più grandi casate papali italiane: i Chigi, già proprietari dell’omonimo palazzo romano, oggi sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Iniziato nella seconda metà del sedicesimo secolo dalla famiglia dei Savelli, il palazzo fu trasformato su commissione dei Chigi in una fastosa dimora barocca tra il 1664 e il 1672. Il palazzo vanta un’importante collezione di dipinti, sculture ed arredi, risalenti prevalentemente al XVII secolo, e provenienti anche da altre dimore di famiglia, tra cui lo stesso palazzo di Roma, venduto allo stato nel 1918. NEMI, “Domicilio delle Muse e delle Ninfe” disse Pio II del borgo, alto sul lago di cupo azzurro; nota fin dall’antichità per il suo splendido lago sulle cui sponde si venerava Diana Nemorense, dea della caccia. Scendendo dal paese al lago, si raggiunge il museo delle Navi Romane, dove sono conservati i modelli e i pochi resti delle famose navi che l’imperatore Caligola utilizzava per le feste e le cerimonie in onore della dea. In paese notevole Palazzo Ruspoli, costruzione medioevale edificata dai Conti di Tuscolo; è uno tra i più belli del territorio, circondato da uno splendido giardino pensile e arricchito all’interno da magnifici affreschi che ne decorano le sale. Verso le ore 19.00 inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 60,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Guida per il pomeriggio – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Gli ingressi nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO