Archivi tag: Festa del torrone Viaggi in pullman

Dal mare all’archeologia: Ercolano e la Mostra “SplendOri. Il Lusoo negli Ornamenti ad Ercolano” / SORRENTO , la perla del Golfo

Dal mare all’archeologia: Ercolano e la Mostra “SplendOri. Il Lusoo negli Ornamenti ad Ercolano” / SORRENTO , la perla del Golfo


1 giorno
29 settembre 2019


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 04,00, incontro con il pullman e partenza alla volta di ERCOLANO. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e visita della città. ERCOLANO: solo il nome evoca tutto un fascino, una dimensione, un mondo lontano, ricco di storia e di archeologia, di passato e di arte, eppure del tutto vicino e immerso nella cittadina di oggi alle pendici del Vesuvio. Seppellita sotto una coltre di cenere e lapilli a causa dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., insieme alle città di Pompei, Oplonti e Stabiae, l’antica Ercolano fu portata alla luce per pura casualità soltanto nel 1709 per via di alcuni lavori legati alla realizzazione di un pozzo; successivamente le indagini archeologiche hanno subito molti periodi di pausa e di ripresa, fino poi a giungere con un vero e proprio scavo sistematico condotto dall’archeologo Amedeo Maiuri nel 1927. Oggi la città di Ercolano, assieme alle rovine di Pompei e Oplonti, fa parte della lista dei siti archeologici campani del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. MOSTRA: “SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano”, la prima grande mostra del Parco Archeologico di Ercolano all’interno dell’Antiquarium del Parco. Una collezione di circa 100 monili e preziosi, unica per quantità e valore dei pezzi in mostra, viene presentata al pubblico sul luogo stesso del ritrovamento; oggetti appartenuti agli antichi ercolanesi, alcuni ritrovati con gli abitanti nel tentativo di porli in salvo dalla imminente catastrofe dell’eruzione, altri ritrovati nelle dimore dell’antica città. Ogni materiale esposto, messaggero di una storia di antico artigianato e manifattura, di rango e di simbolo, di protezione e bellezza, oltre che dell’ulteriore valore acquisito per essere appartenuto ad un abitante e essere stato coinvolto nella tragedia della città distrutta dalla furia del Vesuvio. I temi dunque della ricchezza, del valore economico sociale e della bellezza rappresenteranno i contenuti del percorso espositivo che trova la sua dimora nell’Antiquarium del Parco Archeologico, per la prima volta viene aperto al pubblico al termine di lavori di adeguamento, con particolare riferimento alla sicurezza dei reperti e alle condizioni ambientali, per la gran parte imposti dai tanti anni trascorsi dall’oramai lontana data di collaudo di questo edificio nel 1978. Trasferimento a Sorrento e pranzo libero. SORRENTO: protesa in splendida posizione su un’alta roccia di tufo a picco sul mare, tra una lussureggiante vegetazione caratterizzata dal verde scuro e lucido degli agrumeti e da quello argenteo degli oliveti, Sorrento, è una bella e famosa località della penisola che da lei prende nome. Visite: Palazzo Verniero testimonia il gusto tardo bizantino, mentre la Loggia di Vico Galantario è un raro esempio di architettura aragonese. Nel cuore della città sorge la Chiesa di San Francesco del XVI secolo con un interessante portale ligneo intarsiato. Il Duomo di Sorrento risale al XV secolo: il portale marmoreo sul fianco destro è del 1479, mentre il coro è un pregevole esempio di tarsia sorrentina del XIX secolo. In una delle vie centrali della città si incontra il Sedile Dominova, istituzione amministrativa di epoca angioina; l’edificio si presenta come una loggia aperta ad arcate ed è coperto da una cupola maiolica del ‘600. Alle ore 17:00 circa, inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 70,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida intera giornata – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti – Tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.


LA BASILICATA, regione dai mille volti: MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO / MATERA e …TARANTO “la città dei due mari” / Le “gravine” di Massafra

LA BASILICATA, regione dai mille volti: MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO / MATERA e …TARANTO “la città dei due mari” / Le “gravine” di Massafra


3 giorni
1 novembre 2019 – 3 novembre 2019


PROGRAMMA

01/11/2019 – PARTENZA / MATERA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 03.00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di MATERA. Sosta di ristoro lungo il percorso. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alla visita. Con il passare degli anni la città continua a suscitare stupori e ad emergere per il suo paesaggio, a detta di tanti, incantato. Matera, dichiarata dal 1993 Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e proclamata CAPITALE DELLA CULTURA EUROPEA DEL 2019, è stata definita unica al mondo per la sua configurazione ed i suoi paesaggi così contrastanti fra loro. E’ la città delle Caverne, dei Villaggi Trincerati, delle Case contadine scavate nella roccia, delle Chiese Rupestri affrescate, delle grandi Chiese Romanico – Pugliesi e Barocche e degli importanti Palazzotti nobiliari. E’ la città che ricorda geologicamente l’antica Gerusalemme e la Cappadocia. I Sassi rappresentano la parte antica della città di Matera. Sviluppatisi intorno alla Civita, costituiscono una intera città scavata nella roccia calcarenitica, chiamata localmente “tufo”, un sistema abitativo articolato, abbarbicato lungo i pendii di un profondo vallone dalle caratteristiche naturali singolari e sorprendenti: la Gravina. Strutture edificate, eleganti ed articolate si alternano a labirinti sotterranei e a meandri cavernosi, creando un unicum paesaggistico di grande effetto. Il sovrapporsi di diverse fasi di trasformazioni urbane sull’aspra morfologia murgica originaria, il raffinato dialogo tra rocce ed architettura, canyon e campanili, ha creato nel corso dei secoli uno scenario urbano di incomparabile bellezza e qualità. In serata, sistemazione in Hotel nelle vicinanze, cena e pernottamento

02/11/2019 – MONTESCAGLIOSO / METAPONTO / MIGLIONICO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata. MONTESCAGLIOSO: cittadina dalle origini antichissime, in seguito diventata importante centro della Magna Grecia nel IV secolo a. C., nonché secoli dopo centro strategico per un’importantissima comunità di monaci benedettini i quali, sotto la dominazione Normanna dell’XI secolo, grazie ai privilegi ottenuti ampliarono ed abbellirono quello che ancor’oggi è il monumento più importante: l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo risalente al 1065, tra le più grandi d’Italia. Dopo la visita dell’Abbazia, il tour prosegue nell’acropoli dell’abitato, tra vicoli, piazze, chiese e punti panoramici d’eccezione da dove si gode di una vista superlativa quasi a 360 gradi del Parco Regionale della Murgia Materana e delle Chiese Rupestri, dell’intera Collina Materana. METAPONTO: si trova al centro del Golfo di Taranto sul Mar Jonio, intorno ci sono vaste aree di macchia mediterranea e suggestive pinete che si estendono fino alle spiagge. Nel corso dei secoli ha dato ospitalità al filosofo greco Pitagora, che vi fondò una delle sue scuole; è stata rifugio per Annibale e i suoi uomini; ha visto combattere Spartaco contro i romani e, secondo la leggenda, pare sia stata fondata dall’eroe greco Nestore, di ritorno dalla guerra di Troia. Nel Parco e nel Museo Archeologico sono custoditi i segni e i simboli di un passato che hanno fatto di Metaponto la “capitale” della Magna Grecia. È possibile visitare le Aree archeologiche delle Tavole Palatine – simbolo di Metaponto, quindici colonne doriche che rappresentano i resti del tempio dedicato a Hera -, e della necropoli di Crucinia.. MIGLIONICO: piccolo ma sorprendente borgo, ricco di storia. Famoso per il “Castello del Malconsiglio”, che prende il nome dalla Congiura dei Baroni, tenutasi nel 1485 ed ordita contro Federico I d’Aragona Re di Napoli. Passeggiando nel centro storico, tra punti panoramici sulle valli vicine e resti di fortificazioni medioevali. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

03/11/2019 – TARANTO / MASSAFRA / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per l’intera giornata visita di: TARANTO: puoi conoscere mille città, girare il mondo, visitare mondi e paesi, ma Taranto è la città che ti sorprende sempre. Per le sue contraddizioni, per la sua riconosciuta bellezza. E pure per il suo straordinario mare, famoso per essere l’unico al mondo per le peculiarità connesse alla natura, alla conformazione dei suoi seni, per la storia che si porta dietro. Taranto la Città dei Due Mari, appunto. Ha origini antichissime risalenti ai Greci , ed è situata sull’omonimo golfo ionico, parte sulla terraferma (città Nuova), parte su un isolotto (città Vecchia), tra il mar Grande e l’interno mar Piccolo. Il Castello Aragonese sta a guardia del Canale navigabile che mette in comunicazione il Mar Grande con il Mar Piccolo. Oltre il ponte si stende la città moderna che offre una bellissima passeggiata sul lungomare sistemato a giardino. MASSAFRA: immersa in un territorio variegato, caratterizzato dalla presenza di strutture geologiche particolari: le gravine. La gravina della Madonna della Scala è una delle più suggestive da visitare. Per le particolari condizioni ambientali che si creano, qui crescono alcune piante rare, particolarmente salvaguardate. Il simbolo di Massafra è sicuramente il Castello, splendido edificio di cui si hanno notizie accertate già nel 970. La struttura come la si può osservare oggi è costituita da quattro torrioni disposti a quadrilatero, collegati tra loro da una cinta muraria. Verso le 17.00 partenza per il rientro. Sosta lungo il percorso per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 340,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle con camere con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 1/11 al pranzo del 3/11 – Le bevande ai pasti – Guida per le visite, come da programma – Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Il pranzo del 1/11 e la cena del 3/11 – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco – Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende”
Supplemento camera singola: € 50,00
TASSA DI ISCRIZIONE: € 20,00 (include assicurazione medica e bagaglio)
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

IL VIAGGIO È SOGGETTO ALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE INVITIAMO A LEGGERE.