Archivi tag: BOLOGNA

BOLOGNA e…Il Castello di ROCCHETTA MATTEI, un sogno arabeggiante

BOLOGNA e…Il Castello di ROCCHETTA MATTEI, un sogno arabeggiante


1 giorno – domenica
10 settembre 2017


PROGRAMMAAppuntamento dei partecipanti alle ore 05:00, incontro con il pullman e partenza alla volta di GRIZZANA MORANDI (BO). Sosta d ristoro lungo il percorso. Arrivo e alle ore 10:30 + 10:45 ingresso e visita con guida di ROCCHETTA MATTEI. Fu il castello del conte Cesare Mattei (1809-1896), letterato, politico e medico autodidatta che qui eresse la sua residenza e studio. È davvero un castello originale, con le sue cupole e decorazioni moresche, con la sua riproduzione del giardino dell’Alhambra di Granada, con le sue maioliche originali di Siviglia, con i suoi multipli archi bianconeri, con le sue iconografie (leoni, ippogrifi, ecc.). L’inizio della costruzione del castello Rocchetta Mattei risale al 1850 con i soldi provenienti dall’attività di passamaneria a Bologna. Cesare Mattei volle un castello che lasciasse il segno dell’originalità, unico, indimenticabile e ci riuscì perché Rocchetta Mattei divenne l’ombelico del mondo, soprattutto grazie alle sue attività di farmacologo e alchimista. La visita porta in visitatori in un’atmosfera magica, dove nulla è ciò che sembra e dove la cura dei particolari e la suggestione delle forme hanno un ruolo determinante. Nulla è ciò che sembra: i mosaici non sono mosaici ma affreschi, gli arazzi non sono arazzi ma disegni, gli archi bianconeri non sono di pietra ma di legno, un soffitto non è rivestito di legno ma di cartapesta, ecc.. Il cortile dei leoni è una perfetta riproduzione dell’Alhambra spagnola ed i bellissimi rivestimenti in maiolica delle pareti del cortile sono originali di Siviglia. La stanza degli archi bianconeri è spettacolare, il salone della musica con le sue pareti sbilanciate è straordinario, il pavimento in conchiglie del corridoio è eccezionale ed il soffitto in cartapesta dello studio, ad alto assorbimento acustico, è superlativo. Trasferimento a BOLOGNA. Pranzo libero. Incontro con la guida e pomeriggio dedicato alle visite di BOLOGNA: il nucleo trecentesco di Piazza Maggiore, sulla quale si affaccia la grandiosa basilica di S. Petronio.
E’ una delle maggiori chiese del mondo e fu costruita fra i secoli XIV e XVII secondo il progetto dell’architetto Antonio di Vincenzo. Il portale è adornato dai bassorilievi di Jacopo della Quercia; all’interno vi sono dipinti di Giovanni da Modena, Jacopo di Paolo, Lorenzo Costa: Palazzo del Podestà, risalente agli inizi del XIII secolo, Palazzo dei Notai che risale ai secoli XIV e XV. Incamminandosi su via dell’Archiginnasio, che costeggia il lato est della Basilica di San Petronio, si percorre uno dei portici più famosi ed eleganti di Bologna, fino a raggiungere Palazzo dell’Archiginnasio: già sede dell’Università dal 500 all’800, esso si affaccia sull’elegante Piazza Galvani. Piazza del Nettuno, con al centro la fontana cinquecentesca, opera insigne del Giambologna da Douay, fresca di restauro. Sullo sfondo si può vedere il Palazzo Re Enzo, eretto nel 1244, così chiamato perchè vi fu rinchiuso prigioniero per 23 anni Re Enzo di Sardegna figlio di Federico II vinto alla battaglia di Fossalta. Costruite intorno al 1200, le Due Torri sono diventate il simbolo di Bologna: la torre degli Asinelli, costruita dalla nobile famiglia degli Asinelli tra il 1109 e 1119, e la Garisenda, contemporanea all’altra. Quest’ultima fu costruita dai Garisendi, è alta 48 metri e poichè inclinata e stata abbassata nel 1300. La Torre degli Asinelli (97 metri di altezza, 500 gradini con una pendenza di 2,23). i Giardini Margherita, uno dei parchi più grandi di Bologna e sicuramente il più famoso e frequentato che prende il nome dalla moglie di Umberto I, re d’Italia quando nacque il parco che fu poi aperto al pubblico nel 1879. La grandiosa basilica duecentesca di S. Domenico e la spaziosa piazza che le fa da scenario. Terminata la visita alla chiesa, se si desidera, si può visitare anche l’attiguo complesso conventuale. Da qui si prosegue a piedi per via S.Stefano ed in 5 minuti si arriva allo splendido Complesso di S. Stefano, conosciuto come le Sette Chiese di Bologna, è sicuramente uno dei luoghi più suggestivi e preziosi della città. Alle sue diverse chiese, cappelle e cortili, realizzati in diversi stili architettonici, non si può non dedicare una visita. Partenza partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) € 65,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per la visita di Bologna – Ingresso e guida per il castello di Rocchetta Mattei – Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita (ad esclusione di Rocchetta Mattei) – I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

NOTE

- L’ingresso a Rocchetta Mattei è a numero chiuso e contingentato ,
pertanto vi consigliamo di effettuare la prenotazione con largo anticipo
– Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni