LA VIA DELLA SCARPA

LA VIA DELLA SCARPA

week end 2 giorni 1 notte

La zona calzaturiera del fermano, i paesi delle calzature, il comprensorio della calzatura. Sono tante le denominazioni assunte negli anni da una vasta area delle Marche comprendente ben trentatrè comuni. L’area fermana si configura come uno dei distretti industriali di piccole e medie imprese più forti del Paese sia per la specializzazione nel comparto calzaturiero che per una concentrazione particolarmente elevata del numero di imprese di base ed indotte. Piccole, piccolissime aziende familiari operavano sin dal medioevo nei comuni storici della calzature: erano e sono Montegranaro con la propaggine di Monte S.Giusto, Sant’Elpidio a Mare, Monte Urano, Torre San Patrizio ed altri piccoli centri del comprensorio fermano.

1° giorno:  SANT’ELPIDIO A MARE

Incontro con la guida e visita del centro storico: Chiesa di San Filippo Neri XVIII sec., Basilica Lateranense di Maria Santissima della Misericordia, Perinsigne Collegiata XIII sec. dedicata al Santo Patrono Elpidio,  la Pinacoteca Civica, allestita all’interno di un palazzo sorto su un antico convento dell’ordine dei Filippini. Ebbe l’assetto attuale nella seconda metà del settecento ad opera del celebre architetto romano Giuseppe Valadier (1762-1839). Nella Pinacoteca nel dicembre 2001 è stata aperta la “ Sala Vittore Crivelli” dove sono state sistemate   opere del maestro veneto, il Polittico, il Trittico e la tavola più piccola raffigurante un Monaco Francescano, precedentemente esposte nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale. Pranzo in caratteristico ristorante del centro storico.

Nel pomeriggio visita al Museo della Calzatura, allestito all’interno del Palazzo Montalto-Nannerini. Nato dalla volontà di valorizzare l’enorme patrimonio produttivo e, quindi di custodire una parte fondamentale della storia cittadina. Il percorso espositivo è stato pensato per illustrare le trasformazioni che hanno subito le calzature, dai primi approcci medievali fino ad oggi. Il museo conserva migliaia di reperti tra scarpe, forme, macchine strumenti per la lavorazione, donati dalla aziende del settore o da privati ed esposti in aree tematiche in tre sezioni. La prima: “ Calzature di ogni tempo e ogni luogo”, è costituita quasi esclusivamente dalla collezione del Cav. Vincenzo Andolfi che comprende oltre 130 paia fra scarpe, stivali, sandali, zoccoli e pantofole provenienti da tutto il mondo. Completano la collezione antiche stampe, vecchi utensili etc.La seconda sezione “ Industria Calzaturiera Marchigiana”, oltre alle originali calzature realizzate da esclusivi studi stilistici degli studenti della Scuola Regionale per Calzaturieri, macchinari ed attrezzature usate nel corso di varie epoche. L’ultima sezione: “ Scarpe dei personaggi famosi”, in continua espansione, ospita le calzature appartenute ad importanti personalità   religiose, come quelle di Papa Giovanni XXIII, Papa Giovanni Paolo II, le scarpe di molti campioni sportivi: Gino Bartali, Frencesco Moser, Giovanni Trapattoni, Valentino Rossi etc. ed anche calzature donate da cantanti e personaggi dello spettacolo. Ultimata la visita, proseguimento per l’hotel, sistemazione, cena e pernottamento.

2° giorno: SANT’ELPIDIO A MARE – MONTEGRANARO

Prima colazione in hotel. Ritrovo con la guida/accompagnatore  e partenza per il giro dei tantissimi  outlet di aziende leader del Made in Italy del settore calzaturiero, sparsi in territorio di Montegranaro e contrada Brancadoro di Casette d’Ete. Le aziende vendono i propri prodotti a prezzi da fabbrica direttamente negli spazi espositivi, anche le più piccole  ne hanno uno. Si possono trovare calzature di tutti i generi per uomo, donna e bambino, dal classico elegante, allo sportivo ed allo stravagante di tendenza. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE

(su richiesta, contattando direttamente l’agenzia di viaggi, in quanto, il prezzo varia dal numero dei partecipanti e dal periodo di effettuazione del wee-end

La quota comprende: n.1 pernottamento in hotel di 2^ cat. In camera doppia con servizi privati con trattamento di mezza pensione – pranzo in ristorante il primo giorno – ingressi – guide/accompagnatori come indicato nel programma.

La quota non comprende: l’assicurazione dei partecipanti – il trasporto tra i luoghi – tutto quanto non indicato nella “ quota comprende “.